Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

SICILIANO

Moderatori
  • Numero contenuti

    73470
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

778 Excellent

1 Seguace

Su SICILIANO

  • Livello
    -6 alla quarta stella
  • Compleanno 18/11/1988

Profile Information

  • Sesso:
    Not Telling

Visite recenti

13191 visite nel profilo
  1. farebbe ridere se non fosse davvero così Cioè sto povero cristo di D'Angelo era disperato perché davvero non ricordava più innocenti di così si muore, che intercettazione compromettente ma già li dorme, i pm hanno archiviato tutto senza pensarci molto. A non dormirli dovrà essere Pecoraro (ma per il bene di tutti dato che è uno scellerato ad agire così meschinamente nei confronti di un'altra persona sfruttando il potere che ha). Ed ha dichiarato che fosse sicuramente a conoscenza della storia e dei progressi della sua famiglia, ma cose da pazzi!
  2. Semplicemente sono cauti Il fatto che l'antimafia non ha gli atti significa che non esistono. Al posto di dire a Pecoraro subito "hai mentito questi atti non esistono" gli dicono "se non tiri fuori questa intercettazione (che sanno che non ha) sono cazzi tuoi perché hai detto falsità".
  3. ma il punto è che la questione mafia si ferma alla giustizia penale La giustizia penale non ha dubbi sul fatto che Agnelli non c'entri nulla con la mafia. L'unico scandalo è che Pecoraro non ha voluto fare il suo lavora limitandosi al dovuto (deferendo Agnelli soltanto per violazione dell'articolo 12) ma ci ha dovuto mettere per forza in mezzo la mafia con l'intento di screditarlo sicuro della casa di risonanza mediatica che avrebbe generato. Per questo ha anche mentito inventandosi un'intercettazione che non esiste.
  4. Esposito è un grande e per me non gliela fa passare liscia a Pecoraro. Il tifo non c'entra niente, il senatore mi sembra una persona equilibrata e giusta che farà in modo che non si sgonfi (come sperano in FIGC ed Uva lo dimostra con la sua dichiarazione di oggi) tutto in una bolla di sapone. Rendiamoci conto che Pecoraro ha detto in commissione Antimafia (non al bar) queste parole specifiche: "Hanno arrestato i due fratelli di Rocco, lui è incensurato, parliamo con lui" affermando che le abbia dette Andrea Agnelli. Pecoraro ha ribadito che Agnelli conoscesse la storia dei Dominello. Se non esce fuori l'intercettazione ha mentito e non può esistere al mondo che una persona svolgo il suo ruolo proferendo bugie e falsità con l'intento di screditare ed incolpare un cittadino. Deve pagare! Ed io stesso non lo sto chiedendo da tifoso della Juventus ma da italiano preoccupato che pensa che può accadere anche a me una cosa del genere.
  5. Sandro ce lo dobbiamo tenere strettissimo, lo voglio qui ancora per tantissimo tempo
  6. Totti almeno conosce i suoi limiti ha detto di non voler fare l'allenatore perché è inadatto che gli piacerebbe fare il dirigente ma non saprebbe che dovrebbe fare
  7. è sbagliato perché quell'intercettazione è risalente ad una data posteriore all'arresto dei fratelli di Dominello. Calvo e D'Angelo lo hanno appreso dai media dei progressi dei Dominello
  8. Per logica c'è da pensare che la smorza solo dopo che il procuratore federale ha fatto una figura penosa dato che ha mentito all'antimafia
  9. Repubblica fa pena. Uva cerca di abbassare i toni, parla di processo mediatico perché vuole se ne parli meno. Ma no adesso se ne deve parlare di quello che ha fatto Pecoraro
  10. Si capiva che la Procura Federale Sportiva non avesse nulla di quanto citato in Commissione Antimafia dal fatto che questa intercettazione neanche l'hanno inserita nel deferimento Sì è tutto corretto. In più oltre ad essere tra Calvo (e non Agnelli) e D'Angelo è completamente irrilevante per la sua data (Calvo era già al Barcellona). Quindi Pecoraro ha palesemente mentito sapendo di mentire all'Antimafia, il tutto per screditare Agnelli.
  11. Pecoraro davanti alla commissione antimafia ha detto che Agnelli ha avuto rapporti con la mafia calabrese perché dice in un'intercettazione: "hanno arrestato i fratelli di Rocco Dominello, noi parliamo con lui che è incensurato". Invece la conversazione è stata tra Calvo e D'Angelo che si dicono: "hanno arrestato i fratello di Rocco Dominiello, noi abbiamo parlato con lui che è incensurato". Come fa Pecoraro a confondere Andrea Agnelli con altre persone??? Come fa Pecoraro a far passare Andrea Agnelli in rapporti con la mafia da una conversazione tra altri due soggetti che casomai si scagionano e tranquillizzano per non aver avuto rapporti con mafiosi neanche in un'attività che comunque è esterna all'attività mafiosa? Pecoraro ha palesemente mentito e lo ha fatto con tutta l'intenzione di farlo. Pecoraro ricopre un ruolo istituzionale pesante non può passare impunito per una condotta del genere! Pecoraro è un uomo pericoloso!
  12. oh perfetto, stavolta bravo a Corsa
  13. Eh si son sicuro lo dice il codice di giustizia sportiva in base agli articoli per i quali siamo stati deferiti e sui quali si andranno a decidere le sanzioni alla fine del processo. L'intento è mirato a screditare Andrea Agnelli come persona. Infatti per la giustizia penale Andrea Agnelli non ha nulla a che vedere con il processo mafioso. I pm hanno ascoltato le intercettazioni che lo riguardano e neanche se lo sono immaginati di indagarlo senza basi neanche lontanamente concrete. Pecoraro è vergognoso! Con il suo deferimento ha esagerato mettendo in mezzo la mafia che con lo sportivo non ha neanche nulla a che vedere, chi è lui per sostituirsi agli organi che si occupano dell'extrasportivo? Il ruolo di Pecoraro è quello di fare accuse sportive senza voler a tutti i costi colpevolizzare qualcuno per partito preso. Il suo comportamento è gravissimo ed oltre ogni modo vergognoso. il suo intento è chiaramente quello di screditare Agnelli, non gli frega ad esempio nulla di altre società o che venga fatta giustizia in modo sereno e corretto. Spero abbia mentito davvero in commissione e la paghi come è giusto che sia perché è doveroso.