Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

ampeg

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    10745
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

217 Excellent

Su ampeg

  • Livello
    Juventino Le Roi

Profile Information

  • Sesso:
    Not Telling
  1. della serie... se la procura non ha trovato modo di inguaiare il presidente della juve, ci pensiamo noi della commissione, la fantasia non ci manca...
  2. per certi versi ci potrebbe anche stare, la giustizia sportiva giudica anche violazioni che per quella ordinaria non sono reati, il punto è che Agnelli ha detto che la procura federale muove l'accusa di collaborazione con la criminalità organizzata, questa cosa non si capisce come salti fuori dato che al momento sono tutti testimoni e il pM non ha incriminato nessuno
  3. hai ascoltato la conferenza, lo hanno accusato di aver collaborato con la criminalità organizzata, non è solo per la vendita irregolare dei biglietti
  4. non è stato sottovalutato niente, la dimostrazione è il famoso ricorso al TAR poi ritirato, ricorso giudicato all'epoca inattaccabile, poco tempo fa usci un'intervista mi sembra di Cobolli Gigli, il quale riferisce delle pressioni subite da parte dei direttori dei giornali e da parte di esponenti dell'allora governo Prodi affinché ritirassero il ricorso, poi la mediazione di Montezemolo fu fondamentale... in società sapevano bene quel che facevano, non avrebbero fatto preparare un ricorso da uno degli avvocati più afferrati in materia per poi ritirarlo senza ottenere nulla in cambio e non mi riferisco ai punticini in classifica di sconto ottenuti successivamente, a quanto pare quel ricorso faceva paura a molti penso per certi versi che sia stata solo un'arma di ricatto da parte della Juve, cosa abbiano ottenuto in cambio ritirandolo, o cosa avrebbero voluto ottenere, lo sanno solo loro, quel che è certo è che non è stato per il bene della società Juventus né tanto meno per il bene della sua storia, inoltre la storiella che la FIGC minacciava di far sparire la società dal mondo del calcio è una panzana grossa come una casa, fai sparire la Juve significava affossare del tutto il calcio italiano, è chiaro che ci sono stati dei compromessi o forse magari sapevano benissimo cosa facevano Moggi e Giraudo, quel che non immaginavano è che a Milano gli hanno tenuto nascosto quello che facevano appunto a Milano accettare di buon grado l'infangamento e il danno ad un ramo della tua società per presunte marachelle dei tuoi dirigenti, non esiste da nessuna parte, non accetti un bel niente, vai avanti senza guardare in faccia a nessuno, ti difendi a prescindere, anche se sai di essere colpevole, ancora non mi ne capacito di come abbiano potuto non difendersi
  5. i dubbi c'erano altroché se c'erano Già nel 2006 l'ex designatore Bergamo fece mettere a verbale davanti agli ufficiali FIGC che si occuparono all'epoca di acquisire le prove per il processo sportivo per conto di Borrelli, che lui parlava con tutti i dirigenti, che anche con Facchetti parlava di griglie arbitrali e le cene che faceva con i dirigenti, incluso Facchetti Borrelli non approfondì nulla di quanto detto da Bergamo, eppure Borrelli era una persona di un certo peso e che godeva di molta considerazione, comunque ebbe almeno la decenza di suggerire a Palazzi che era necessario indagare ulteriormente e in tutte le direzioni Palazzi non fece più nulla, sarebbe bastato aprire un fascicolo sull'Inter grazie alle dichiarazioni di Bergamo e lasciarlo in sospeso, in attesa di sviluppi del processo penale, questo avrebbe quantomeno bloccato i tempi di prescrizione, ovviamente Palazzi si è guardato bene dal farlo
  6. ecco bravo, che fosse una causa temeraria ci sono arrivati gli avvocati della figc per bocca di Tavecchio io non credo che alla Juve ci siano avvocati temerari, ma non credo nemmeno che siano impreparati un rigetto con queste motivazioni da da pensare, anche parecchio
  7. Inutile tornare a spiegare nel dettaglio tutto quello che è emerso dalle indagini, dalle memorie difensive e dal processo, o uno è informato o uno non lo è. Dici che la Juventus andava punita perché ognuno tirava l'acqua al proprio mulino facendo pressioni sul mondo arbitrale, non è per questo che è stata punita, o meglio non solo per questo. Sportivamente è stata punita a causa di una responsabilità diretta dei propri dirigenti, nonostante si è accertato che nessuna partita fosse stata alterata; è stata punita perché si presumeva, erroneamente, che l'unico dirigente ad avere rapporti coi designatori fosse Moggi, l'univocità è stata un'aggravante che ha spedito la Juve in serie B. Hanno interpretato il codice di giustizia sportiva, inventandosi di sana pianta violazioni che non esistevano per riuscire a mandare in serie B la Juve. L'illecito strutturato per poter fare la somma di articoli 1, inventato di sana pianta, il divieto di colloquiare coi designatori non esisteva, anzi era incentivato... inventata pure questa violazione, e via discorrendo.... tutti presupposti falsi, perché le carte provenienti dalla procura di Napoli erano incomplete, volutamente incomplete poi possiamo discutere per 10 anni sul malcostume che regnava all'epoca, Moggi non ne era esente, altri dirigenti di altre società ci sguazzavano nel malcostume, non dimentichiamoci però che quel modo di rapportarsi con il mondo arbitrale e con la figc era un modo voluto dalle società e dalla stessa figc quindi sul fatto che la Juventus andava punita io non sono per nulla d'accordo
  8. è il fatto stesso che non sia uscita alcuna verità contraria alla Juventus ad essere la prova che è stata una colossale farsa ci hanno provato in tutti i modi possibili, credevano che fosse naturale provare che la Juve vinceva grazie ai magheggi e alle mazzette, hanno preso solo abbagli, questa è la verità, evidente verità se pensiamo che un giorno qualunque, qualcuno di noi possa aprire un giornale rosa e leggere a tutta pagina che calciopoli è stata una farsa, ci illudiamo solamente, calciopoli è una di quelle verità che non potranno mai essere riconosciute e accettate
  9. botilia da spaccare per mazzare familia
  10. la grafica è magnifica, però purtroppo le firme chilometriche rendono un po' illeggibile il tutto per il resto nulla da dire, anche la home con i vari argomenti è chiara e ben si distingue dagli argomenti in evidenza poi la sola funzione che scrolla all'inizio del topic quando si cambia pagina ne fa di questa skin la più bella del mondo complimenti ragazzi
  11. mi sa che all'epoca, patteggiando, abbia chiuso ogni via di rivalsa
  12. http://download.ju29ro.com/files/palazzi_inter_era_illecito.pdf Pertanto, alla luce delle valutazioni sopra sinteticamente riportate, questo Ufficio ritiene che le condotte in parola siano tali da integrare la violazione, oltre che dei principi di cui all'art. 1, comma 1, CGS, anche dell'oggetto protetto dalla norma di cui all'art. 6, comma 1, CGS, in quanto certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore della società INTERNAZIONALE F.C., mediante il condizionamento del regolare fu nzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza, che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale, in violazione del previgente art. 6, commi 1 e 2, CGS, in vigore all'epoca dei fatti ed oggi sostituito dall'art. 7, commi 1 e 2 del CGS. Oltre alla responsabilità dei singoli tesserati, ne conseguirebbe, sempre ove non operasse il maturato termine prescrizionale, anche la responsabilità diretta e presunta della società INTERNAZIONALE F.C., ai sensi dei previgenti artt. 6, 9, comma 3, e 2, comma 4, CGS, per quanto ascrivibile al proprio dirigente con legale rappresentanza ed al BERGAMO, PAIRETTO e MAZZE I , all'epoca dei fatti, ovviamente, non tesserati per la predetta società
  13. è la Sandullite che si è propagata a macchia d'olio alias il paradosso di Kefeo: l'alterazione del campionato senza che sia stata alterata alcuna singola partita del campionato