Vai al contenuto

siseneg

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    1394
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

134 Excellent

Su siseneg

  • Livello
    Juventino Pinturicchio
  1. la cosa che a me da molto fastidio è proprio questa, già c'è troppa musica italiana (purtroppo il 90% di questa è veramente di bassa qualità...) in quasi tutte le radio per non parlare nelle numerosissime radio di sola musica italiana, c'è già un appiattimento terribile nella programmazione musicale basta cambiare radio e si sentono sempre le stesse canzonette (ad es. questa estate era abbastanza frequente beccare "sotto il sole di riccione" o "l'esercito dei selfie" contemporaneamente in almeno 3 o 4 radio diverse), così facendo si rischia di 'appiattire' la programmazione anche di quelle pochissime radio che propongono qualcosa di diverso dal solito mainstream...
  2. Accadde oggi

    23 novembre 1980, terremoto in Irpinia O meglio, l'epicentro è stato in Irpinia (mi sembra nel comune di Teora) ma vista l'intensità del sisma (6.9 richter) purtroppo l'area colpita è stata molto più ampia colpendo Campania e Basilicata quasi per intero ed anche alcune zone interne della Puglia.
  3. mi dispiace per questa sua involuzione, inizio a pensare che questa estate voleva andare via e l'hanno tenuto controvoglia... c'è anche da dire che un po tutta la squadra almeno finora è un po sottotono però Alex Sandro mi sembra quello messo peggio (ovviamente prendendo il rendimento dei singoli giocatori e confrontati con la scorsa stagione).
  4. l'ho detto anche in altri topic, se Benatia è in forma non fa rimpiangere nè Bonucci e nè Chiellini
  5. a me invece ieri è piaciuto, addirittura uno tra i migliori in campo!
  6. peccato per Chiellini, speriamo che riesca a recuperare entro due settimane... per oggi se Howedes è intero (ed in forma) rischierei lui
  7. Champions League 2017-2018

    il City è molto più forte e non si sono potuti permettere questo lusso, lo Shakhtar non è più la squadra forte del periodo tra 2008 ed il 2014 con i vari Mkhitaryan, Luiz Adriano, Alex Texeira, ecc... per non parlare della difficile situazione politica della loro zona (il Donbass), mi sembra che non giocano neanche a Doneck...
  8. Monografie / Documentari Musicali

    Yes - Greatest Video Hits Genesis - Songbook
  9. Classifica scontri diretti tra le "top 10"

    è un po quel che penso, se la Juve arriva in forma nel mese di dicembre può anche vincerle queste tre partite e fare un bel balzo in avanti proprio a discapito di queste tre squadre che ci stanno avanti...
  10. vantano tanto la Francia, però a me risulta che da quando hanno messo queste quote (dovrebbe essere ad inizio anni '90) la loro musica è peggiorata e di parecchio... ad es. negli anni '80 c'erano un sacco di hit francesi in lingua francese come (giusto per citarne alcune) Voyage voyage dei Desireless o Etienne di Guesh Patti o Vacances j'oublie tout degli Elegance e tante altre... oggi in lingua francese (dalla Francia) non c'è assolutamente niente... In lingua francese in questi ultimi anni ho sentito solo Stromae (ma è belga) e Maitre Gims (ma è congolese)!
  11. qual'è la novità? si sa che prima o poi finirà così... chi è così stupido da rifiutare una offerta da 100 milioni o più? Speriamo solo che da noi se ne andrà dopo aver alzato la maledetta champions!
  12. Ho letto questa proposta a dir poco folle sulla musica in radio che oltre a limitare la libertà di programmazione delle singole emittenti rischiamo di sorbirci più musica di M***A di quanta ce n'è adesso, inoltre per come la vedo io si rischia di rovinare le poche radio italiane che trasmettomo buona musica come ad es. Virgin Radio o Radio Freccia o per chi vive a Milano anche Lifegate Radio... ve lo immaginare se tra un brano dei Led Zeppelin e di Alice Cooper ci mettono i Negramaro... o anche un Tiziano Ferro ? (Del resto in Italia basta un po di chitarra elettrica per far sembrare tutto musica rock...) di seguito l'articolo Musica italiana, si studiano quote obbligate per la radio Ministro, In Francia si fa, da noi legge spettacolo lo consente (ANSA) - MILANO, 20 NOV - In un futuro non troppo lontano potrebbe arrivare l'obbligo per le radio di trasmettere una quota di musica italiana, su modello di quanto già avviene in Francia. Il ministro di beni culturali e turismo, Dario Franceschini, in un convegno a Palazzo Reale in apertura della Milano Music Week ha spiegato che la nuova legge sullo spettacolo adesso lo permette. "C'è una cosa che la nuova legge consente - ha detto -, una delle norme più nascoste, è immaginare come possiamo prevedere quote di obbligatorietà di trasmissione della musica italiana". "In Francia - ha aggiunto - ci sono quote per le radio. Noi vedremo". Potrebbe esserci una quota obbligatoria, oppure qualche forma di premialità per chi lo farà. Se l'ipotesi piace all'industria musicale, si preannunciano comunque polemiche, come è successo con le quote di film di produzione italiana in tv su cui, dice il ministro, "siamo in piena chiusura". In quel caso, "il modello francese andava bene a tutti quando era teorico. Quando l'abbiamo portato nel nostro ordinamento - ha ricordato Franceschini - ha scatenato crisi furibonde ma stiamo arrivando a compimento". Intanto oggi, all'incontro su 'il nuovo codice dello spettacolo e l'industria musicale italiana', presenti il presidente Siae Filippo Sugar, il presidente di Assomusica Vincenzo Spera, l'assessore alla cultura Filippo Del Corno, il presidente di Nuovoimaie Andrea Miccichè e il director Fpi European Office Lodovico Benvenuti e, come moderatore, il deputato Pd Roberto Rampi, il ministro Franceschini ha ricevuto un disco di platino. La legge per lo spettacolo dal vivo, ha rivendicato, era "attesa da anni e corona un'intensa attività a favore della musica". Negli ultimi tre anni c'è stato "un fondo di 500.000 euro per il jazz, finora mai sostenuto dallo Stato, è stato adeguato il corrispettivo dovuto per i diritti di copia privata a favore degli autori indirizzandone una parte allo sviluppo dei progetti di under 35, è stata estesa la validità della card cultura per i diciottenni all'acquisto di musica e di biglietti per i concerti, è stato reso permanente il tax credit musica con agevolazioni fiscali a favore di produttori e impresari musicali, è stata introdotta l'IVA agevolata al 10% per i concerti ed è stata rilanciata la Festa della Musica, con eventi in tutta Italia per il solstizio d'estate". "Tutto questo - ha concluso - perché crediamo fermamente nel valore della creatività, un patrimonio che ci siamo impegnati e ci impegneremo a difendere e promuovere il più possibile". http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/musica/2017/11/20/musica-italianaal-vaglio-quote-in-radio_693096b8-5706-4ece-a489-b949ad6bb401.html di solito si copiano sempre le cose peggiori delle altre nazioni... cmq avrei preferito di più questo protezionismo per l'immigrazione e non per la musica!
  13. Topic politico [necessario leggere primo post]

    lo so che le modalità erano state decise così prima però possibile che non ci siano stati altri criteri di assegnazione? Per il resto, sono d'accordo con te!
  14. Topic politico [necessario leggere primo post]

    e vi sembra normale che una decisione così importante dove sono in gioco centinaia se non migliaia di posti di lavoro venga presa col lancio della monetina? o comunque per sorteggio? anche io ci speravo, l'ema sarebbe stato molto importante, oltre a numerosi posti di lavoro avrebbe portato un indotto di 1,7 miliardi l'anno (al contrario delle olimpiadi che avrebbero portato solo debiti e macerie...)
  15. TAVECCHIO si è dimesso

    e che ci fanno scoprire "meraviglie" come il Benevento!
×