Vai al contenuto

Juventino INnato

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    8759
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

312 Excellent

Su Juventino INnato

  • Livello
    Juventino Le Roi
  • Compleanno 24/05/1987

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    L'Aquila
  • Interessi:
    Faccio prima a dire cosa non mi interessa

Visite recenti

1906 visite nel profilo
  1. Presa nella singola stagione e considerati i valori, più che normale amministrazione parlerei di atto dovuto arrivare alla finale se ci si mette invece il fatto che è la quarta stagione consecutiva che ci si arriva il fatto assume una certa rilevanza. Tuttavia, non parlerei in ogni caso di grande impresa. La grande impresa sarebbe fare la quarta doppietta in quattro anni
  2. è del coni certo, ma ci giocano le squadre romane, che vi sono quindi più abituate. Ripeto, la cosa avrebbe senso se lo stadio davvero fosse esclusivamente utilizzato per eventi "nazionali" come le partite dell'Italia e le finali di coppa italia e supercoppa, nonchè per quelle internazionali.
  3. Anomalia tutta nostrana quella di giocare le finali nello stadio di Roma e Lazio. In inghilterra e in Francia hanno gli stadi "nazionali" di Wembley e Saint denis. In Spagna e Germania non hanno stadi nazionali, quindi giocano tutti gli anni in uno stadio diverso oppure con formula di andata e ritorno
  4. E a questo punto OBBLIGATI a vincere anche quest'anno. Non si può concedere un trofeo a questo Milan
  5. l'NRA è stata tra i principali sostenitori della campagna Trump ed ha una grandissima influenza sulla casa bianca e sul congresso. c'è poco altro da aggiungere
  6. Se Ostia non fosse amministrata dai romani...

    Pallotta nel progetto stadio aveva messo anche la tower con centro direzionale, come in tutte le grandi città Però a roma nun se po fa'
  7. Dybala in campo anche con una gamba sola

    433, giocando sulla carta esterno a destra. Nella pratica invece dovrebbe fare quello che fa messi nel Barcellona.
  8. AC Milan - La stagione dei rossoneri

    Sarebbe
  9. Immigrazione e integrazione sociale in Europa - Topic unico

    Gli italiani sono nel loro Paese.
  10. Napoli Calcio - Gli Imbattibili

    Vergognosi, andrebbero radiati... Se a tenere un atteggiamento simile fosse stata la Juventus ci avrebbero scartavetrato i testicoli per settimane. Danno incalcolabile per il ranking italiano e per l'immagine della serie A.
  11. Troppo facile comprare armi, ma bisogna considerare che l'adozione di una politica diversa adesso che i buoi sono scappati potrebbe essere ancora più rischiosa.
  12. I calciatori, le supercar e...gli incidenti

    Secondo me si è distratto perchè sull'altra corsia passava un pick up con un cromatografo nel cassone
  13. Giovane "patriota" va a caccia dello straniero a Macerata.

    http://www.lastampa.it/2018/02/08/italia/cronache/traini-in-carcere-accolto-come-un-eroe-EIkAKkoG0etmYA8ApSTu1O/pagina.html Lo hanno applaudito al passaggio per i corridoi del carcere, Luca Traini. I detenuti italiani, ovviamente, non tutti. E lui s’è impettito. Orgoglioso di quello che ha fatto. Altro che «gesto folle di un fascista che ha infangato il tricolore», come sosteneva ieri il ministro Andrea Orlando, in visita ai feriti di Macerata. No, Traini per tanti è ormai un eroe. Sembra davvero aver scoperchiato i sentimenti più segreti di una parte d’Italia, questo naziskin dall’aria truce. In tanti solidarizzano. Non soltanto sui social, ma anche nelle strade. E il suo avvocato Giancarlo Giulianielli è il primo a esserne sbalordito. Due giorni fa l’ha chiamato un normale cittadino da una cittadina della civile Toscana, e ha chiesto come fare a collaborare alle spese della sua difesa. Anche diversi gruppi dell’estrema destra dichiarano di essere pronti a pagarne le spese legali. Giulianielli, correttamente, ha informato il suo assistito di queste iniziative. Gli ha chiesto: che vuoi fare? E Traini, che si è detto onorato di riscuotere tanto consenso, ha risposto: «Che diano tutto alle famiglie bisognose. Ma che siano famiglie italiane». Si sentono i suoi dieci anni di militanza nei gruppi più estremi, quelli che già da tempo fanno raccolte di cibo a favore dei poveri, alla maniera dei neonazisti greci di Alba Dorata. Al sostituto procuratore Stefania Ciccioli, Traini ha raccontato la sua vita di adolescente emarginato e triste, con una difficile storia familiare, che a 17 anni trovò finalmente un gruppo dove sentirsi spalleggiato. La sua prima manifestazione, un raduno di Forza Nuova ad Ascoli. Ma poi di queste iniziative ce ne sono state tante. L’innamoramento per la Lega e per Matteo Salvini è storia recente. Brutti sporchi e cattivi, in genere i naziskin si vantano di essere diversi dalla brava gente borghese. Traini non fa eccezione. Sulle nocche delle mani si era fatto tatuare la parola inglese «Outcast». Significa: emarginato. Così come farsi tatuare sulla tempia la runa celtica: a un certo punto ha intrapreso un percorso di non ritorno. E se ora in tanti a Macerata s’interrogano su come sia stato possibile, Luca Traini evidentemente aveva varcato la sua linea d’ombra. Non per caso, se fino a un anno fa in palestra lo chiamavano «Big John» e lui ci stava a questo ruolo abbastanza inoffensivo, e con gli amici il massimo dell’esagerazione era mangiare 10 hamburger al fast food, ora aveva preso a farsi chiamare «Lupo». Un percorso verso il precipizio che in palestra era stato ben percepito. La storia era davvero diventata un’altra. E ora? «Siccome si sente orgogliosamente un emarginato tra gli emarginati - racconta il suo legale - dice che il carcere non gli sta stretto. Anzi, lo sente come se fosse casa sua». Un successo.
  14. Sanremo 2018: vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro

    Arrivedorci degli elio neanche paragonabile alle due genialate della terra dei cachi e della canzone mononota, canzone che proposta quest'anno avrebbe vinto a mani basse. Quella di quest'anno è quasi imbarazzante sia per loro che l'hanno portata, per Baglioni e il festival che sono stati capaci di ammetterla in gara.
  15. Sono Tornato

    Almeno su questo posso assicurarti che di gag simpatiche ce ne sono altre ben più divertenti, che hanno suscitato molte più risa in sala rispetto a quella, che viene reclamizzata sul trailer commettendo a mio avviso un errore
×