Vai al contenuto

ragazzo non sono stato io

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    381
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

28 Excellent

Su ragazzo non sono stato io

  • Livello
    Juventino Soldatino
  1. il solito problema a centrocampo

    Il vero problema è Khedira. Centrocampista ormai pessimo che sa solo fare inserimenti. Mai più titolare. Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  2. [ UEFA Champions League - 2° G. Rit. ] Juventus F.C. - F.C. Barcelona

    Khedira inguardabile da mezzala. Sempre. Il tedesco può giocare solo a due. Sempre pessimo in centrocampi a 3. Con Marchisio al suo posto, ci può stare.
  3. [ Serie A TIM "13° G. And." ] U.S. Sampdoria - Juventus F.C 3-2

    Se sbaglia solo uno, la colpa è di quell'uno. Se sbagliano tutti, la colpa sta più in alto. Sia che si vinca, che si pareggio o che si perda, mi pare una costante che i giocatori della Juve sono: 1. Sempre fiacchi tranne due/tre mesi l'anno (Marzo-Aprile-Maggio); 2. Sempre soggetti a sbagliare passaggi facili, quando se guardiamo alla rosa e alle rispettive carriere (anche extra juve) dei componenti, sono quelli con la qualità di palleggio più elevata della Serie A. Vorrei proprio capire che spiegazione e soprattutto che soluzione date voi che sostenete che non ci siano responsabilità di Allegri e dello staff tecnico in generale. Cioè, o siamo dei pirla noi, o sono troppo bravi quelli degli staff tecnici di Lazio e Samp, giusto per fare solo gli esempi delle due squadre che ci hanno sconfitto quest'anno. Siamo nella seconda metà di novembre, non a settembre, non è forma fisica da rodare questa. E se lo è, è negligenza comunque, dato che da 4 anni è sempre come scritto al punto 1. Poi, ci sarebbe da dire che, da che mondo è mondo, alla forma scadente si supplisce con l'organizzazione di gioco, ma sembra che ormai quest'ultima sia diventata una leggenda. Qualcosa che fanno solo quelli scarsi per supplire ai problemi. Noi abbiamo troppa qualità, per cui dobbiamo giocare di M***A. Che tristezza che è diventato il calcio italiano.
  4. [ Serie A TIM "13° G. And." ] U.S. Sampdoria - Juventus F.C 3-2

    L'esonero immediato sarebbe doloroso subito. Ma nel tempo, risolverebbe i nostri problemi in maniera duratura. Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  5. Juventus, tira aria di Allegrata 3-4-3

    L'unica volta che ha tremato con la Juve (all'andata a Torino), non c'erano terzini bloccati ma Dani Alves terzino destro di una difesa a 4. Molti di noi saranno anche smemorati... Ma in molti altri di noi la mentalità europea fatica proprio ad attecchire. Le difese a 3 sono quelle che portano ai moduli più difensivisti: con quei moduli, poiché per forza di cose si ha sempre un centrocampista in meno in fase di possesso, rispetto ai moduli con la difesa a 4.
  6. Che cosa dovrebbe insegnare Napoli-City ad Allegri

    Lo spero vivamente. Ma la Juve ha secondo me già da anni (almeno dal secondo anno di Allegri) la rosa pronta per poter fare quel lavoro di campo. La nostra fortuna/sfortuna è stato quel campionato recuperato in primavera. Senza quello, sarebbe probabilmente cambiato l'allenatore a fine anno, invece la Juve si è legata alle sue convinzioni, che, al pari di Zidane o di Mourinho, sono quelle di un selezionatore e non di un tattico. Poca cura dell'organizzazione in fase di possesso o di transizione difensiva (niente pressing alto per dirne una). Per vincere con lui ci vorrebbe la rosa migliore ogni anno (è l'obiettivo tecnico del Real, cosa che lo contrappone filosoficamente sia a noi e anche al Barca per capirci). Se la Juve riuscirà ad averla per una stagione, magari vincerà anche la coppa ma, per motivi geo-calcistici (investimenti di squadre europee costantemente maggiori dei nostri) la condizione non si ripeterà purtroppo la stagione successiva. Non andava confermato Allegri nè due anni fa nè l'anno scorso, ma forse, ne do atto a Marotta non c'erano le condiziono giuste. Forse la congiuntura si presenterà a fine stagione (Nazionale Italiana che ha bisogno di un tecnico, un vero tattico che si libera per venire sulla panca della Juve, etc.). Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  7. Che cosa dovrebbe insegnare Napoli-City ad Allegri

    Facendo strade più brevi, come giustamente dici tu e come forse pensano Marotta ed Allegri, se ti va molto bene (vedi l'esempio dell'Inter di Mourinho) magari arrivi al risultato un anno. Ma non riuscirai mai a mantenere il trend di vittorie con quest'approccio. Appena cambi qualcuno e/o qualcuno dei giocatori più "core" va in flessione di rendimento, la squadra torna normale. Le strade più convenzionale sono più faticose, ma ripagano meglio e sono più durature nel tempo (vedere cosa ha fatto il Barcellona partendo dalla squadra di Rijkaard a quella di Luis Enrique passando per quella di Guardiola). Per entrambi gli approcci ci vuole pazienza, ma il secondo (quello basato sul gioco organizzato), porta risultati che si ripetono anche al cambiare di giocatori ed allenatore. Il primo (quello Mourinhano per intenderci) ti fa vincere una Champions tutt'al più, e deve anche andarti tutto bene (cosa che a noi in coppa non succede adesso con Allegri e non succedeva neanche quando seguivamo l'approccio del gioco con Lippi, giocando 4 finali europee consecutive). Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  8. Che cosa dovrebbe insegnare Napoli-City ad Allegri

    Le finali la Juve di Allegri le ha giocate contro: 1. Una squadra che rientra pienamente nella statistica, ovvero il Barcellona di Luis Enrique. 2. Una squdra che fa campagne acquisti che nessun'altro al mondo può permettersi (non solo dal punto di vista dell'esborso economico, ma anche da quello di appeal e capacità di portare in rosa i migliori al mondo), ovvero il Real Madrid. Detto ciò, sapendo che: A. Le finali sono state perse sia da Juve ed Atletico Madrid (squadra che tra le altre cose non mi sembra confermare l'invariante di qualità complessiva della rosa da te sottolineato... Mi sembra abbiano una rosa che già fatica a stare tra le prime 8 in Europa, ma questa è un'altra storia) contro squadre che rientrano nei due casi descritti sopra; B. il modello Real è un unicum, non è percorribile e per cui non fa statistica; Quale potrebbe essere la strada da seguire per migliorare i risultati europei della Juve? Sperare che in finale arrivi il Bayern Monaco di turno (vedi quello avversario in finale dell'Inter di Mourinho)? Sarebbe più un colpo di fortuna in tal caso, non un trend da poter mantenere. Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  9. Che cosa dovrebbe insegnare Napoli-City ad Allegri

    Hai ragione. Ma è quello che ha statisticamente i risultati migliori in campo europeo, a meno che non si parli di squadre in grado di fare le campagne acquisti del Real Madrid (solo loro, nessun altro). Questo è purtroppo per noi un dato di fatto. Accettarlo è il primo passo per rimettersi in pari con la competitività di squadre che negli anni, partendo da posizioni sfavorevoli, ci hanno grandemente sopravanzato in termini di successi (il Barcellona su tutti). Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  10. Che cosa dovrebbe insegnare Napoli-City ad Allegri

    È probabile che spesso si esageri nelle critiche ad Allegri. Ma è o no un dato di fatto che la sua Juventus non ha mai lavorato sul gioco offensivo, affidandosi invece alla sola crescita tecnico qualitatativa della rosa, che almeno dalla trequarti in su è forte ed inequivocabile dal triennio Conte all'odierna rosa? Non vedere che Allegri ha fatto un ottimo lavoro sui singoli, specialmente dal punto di vista psicologico, è "intelletualmente disonesto". Ma non ammettere che ha pian piano affossato il lavoro tattico in termini di pressing alto, movimenti senza palla, scambi in velocità, triangolazioni strette in avanti, secondo me è altrettanto miope. Reputo Allegri un grande selezionatore (motivo per cui potrebbe fare benissimo in nazionale secondo me), ma un tattico ai limiti della mediocrità (motivo per cui è il tecnico meno adatto per far migliorare i risultati della Juve in Europa). Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  11. Chiellini: " Guardiolismo ha rovinato i difensori italiani"

    È un problema ce viene da lontano, molto antecedente a Guardiola. Vierchowod diceva le stesse cose qualche anno fa, con soggetto diverso (in quel caso la difesa a zona, spinta dal sacchismo imperante nella seconda parte della sua carriera). Il problema di "perdita di tradizione" dei marcatori a uomo è in corso da anni, Chiellini, insieme a Barzagli e forse Materazzi (non cito Cannavaro perché appartenente alla generazione precedente) è stato uno dei pochi che ha portato con se i dettami della scuola italiana dei marcatori. Nessuno ha ancora trovato una soluzione, perché sono le squadre più forti per prime a disprezzare i marcatori, cercando e pagando molto di più i difensori bravi ad impostare e carenti in fase di marcatura. È diventato quasi un problema di cultura. Dall'altro lato, ci sono due "mostri sacri" come Franco Baresi e Ciro Ferrara , che sono riusciti ad unire la tradizione italiana con le nuove tendenze zoniste e palleggiatrici. Quei due sono il "faro" di questa annosa questione: se si vuole conservare le prerogative uniche della scuola difensiva italiana anche sul piano internazionale, Bisogna saper integrarle con le nuove esigenze tecniche e tattiche dei top team. Mi spiego meglio: senza nulla togliere ad uno che è forse il marcatore più forte in circolazione: Chiellini sa giocare perfettamente in una difesa a zona alta schierata in linea come facevano i due citati? Non lo so. Personalmente non penso lo abbia mai dimostrato a pieno. Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  12. Juventus, tira aria di Allegrata 3-4-3

    Data la rosa a disposizione, non credo che quest'anno ci sia spazio per "Allegrate" tipo il 4-2-3-1 messo in piedi a stagione in corso (gennaio) lo scorso anno. Nella rosa di quest'anno c'è troppa gente in attacco e relativamente (due sole "mezzali pure": Marchisio e Matuidi) poca a centrocampo. Se si virerà verso la difesa a 3, sarà solo per aggiungere un centrale e togliere un terzino. Mi sembra un'operazione ben poco produttiva dal punto di vista del gioco, ma solo rasssicurante dal punto di vista difensivo. Non dico non si possa fare, con Dybala però che deve restare in zona centrale, non è per niente adatto a giocare sull'esterno alto. La vera rivoluzione di quest'anno, può essere solo mettersi a giocare corti e con la difesa alta, tutto il resto è quasi irrilevante.
  13. I migliori 11 della storia della Juventus

    -------------------------Buffon --------------------------------Scirea ------------------Ferrara Gentile ----------------------------------------------------Cabrini -------------------------------Davids ---------------Nedved ---------------------------------------------Zidane --------------------------------Platini ----------------Sivori -----------------------------Charles Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
  14. Perché mandzukic è esente dal turnover?

    è fisiologico che anche lui abbia un calo. Non esistono giocatori superman. Adesso è giusto dare spazio ad altri. Nello specifico, sarebbe giusto far giocare Douglas Costa da quel lato e Bernardeschi al posto di Dybala. Il problema del tenere fuori Manzukic è anche che impatta il resto della formazione: per mantenere equilibrio sulla fascia sinistra se non gioca Mandzukic, per riequilibrarsi, diventa opportuno togliere Alex Sandro e mettere Asamoah.
  15. il solito problema a centrocampo

    Khedira ci ha giocato un anno e mezzo si. Malissimo dal punto di vista tattico Segnava, faceva confusione, sbagliava gli appoggi e ci lasciava perennemente in inferiorità numerica. Il tedesco rende solo quando gioca a 2, da sempre in carriera. Non è e non sarà mai una mezzala/interno di centrocampo, anche per la sua conformazione fisica (passo e peso) ma un centrale bravo a inserirsi (il giocatore che mi ricorda di più è Dino Baggio). Evitare come la peste rimetterlo mezzala a 3. Inviato da una Juventus senza paura utilizzando Tapatalk
×