Vai al contenuto

Giuliano1963

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    1113
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

50 Excellent

Su Giuliano1963

  • Livello
    Juventino Pinturicchio
  • Compleanno 21/10/1963

Profile Information

  • Sesso:
    Not Telling

Visite recenti

3480 visite nel profilo
  1. giocatori e i loro sosia

  2. giocatori e i loro sosia

  3. giocatori e i loro sosia

  4. giocatori e i loro sosia

  5. giocatori e i loro sosia

    Lavezzi-Pino la lavatrice
  6. giocatori e i loro sosia

  7. Napoli Calcio - Gli Imbattibili

    La Zanzara chiama una famiglia napoletana
  8. chi crede sia possibile vincere il campionato?

    no, rigore solare.
  9. Tgcom su Twitter scherza sull' Heysel

    ho mandato un messaggio qui con un screenshot del twitter. https://www.facebook.com/www.associazionefamiliarivittimeheysel.it/
  10. Anche in Spagna non scherzano...
  11. Guardiola fa i nomi di chi ha bocciato la Var

    Guardiola fa i nomi di chi ha bocciato la Var "Top team come United e Chelsea hanno detto no". "Il Manchester City avrebbe voluto la Var ma altri top team come Manchester United e Chelsea hanno detto no". Pep Guardiola fa i nomi di chi ha guidato la fronda anti-Var, rimandandola di un altro anno. Unico caso tra i grandi campionati europei, la Premier League ha bocciato a maggioranza l'introduzione, dalla prossima stagione, della nuova tecnologia, preferendo portare avanti per un altro anno la sperimentazione in FA Cup e Coppa di Lega. "Comunque succederà, non solo in Inghilterra ma in tutto il mondo gli arbitri vanno aiutati. Oggi il calcio è più veloce, più rapido. Ancora adesso, per esempio, non sappiamo se quello contro la Juve era rigore o meno per il Real. Non è facile per gli arbitri, penso vadano aiutati ma se hanno deciso così, così sarà". Sportal.it
  12. Ronaldo spaventoso: ha l'età biologica di un ragazzino

    «Lisbona 2003, Cristiano Ronaldo era della...Juventus» Alessandro Moggi: «Lazio e Parma lo snobbarono. Avevo chiuso con Mendes, poi Salas... Ma per i bianconeri avevo preso anche Ronaldinho!» TORINO - «Jorge Mendes chiedeva ospitalità nel nostro ufficio a Roma». L’ufficio era quello della Gea, la società di procuratori della quale Alessandro Moggi era uno dei soci fondatori e, ai tempi di cui parla, il procuratore portoghese non era ancora il re incontrastato del mercato mondiale. «Le stelle dovevano ancora allinearsi, ma le aveva già tutte nel suo cielo: Cristiano Ronaldo, Deco, Mourinho... Tutti astri nascenti. E lui, Mendes, era un grandissimo lavoratore, un uomo di carisma, un professionista instancabile. Nella vita ci vuole ovviamente fortuna, ma quando hai le capacità prima o poi vieni fuori. Ora è il numero uno e si merita tutto quello che ha conquistato». Nell’estate del 2003, tuttavia, Mendes si arrabatta. Cerca di piazzare il suo primo grande gioiello: Cristiano Ronaldo. E’ un ragazzino di diciotto anni che ha esordito nello Sporting Lisbona e si è ritrovato gli occhi di mezza Europa addosso. Mendes vuole portarlo in Italia, che in quel momento è il massimo. La Gea prova ad aiutarlo. «Lo offrimmo al Parma di Tanzi e alla Lazio di Cragnotti, ma in entrambe i casi fu snobbato. Il talento era indiscutibile, ma era troppo giovane, evidentemente non si fidavano. Chissà oggi che rimpianti... La Juventus invece lo vuole: non ha dubbi. E i dirigenti bianconeri ci spediscono a Lisbona, insieme a Mendes, per chiudere in tempi brevi la trattativa con lo Sporting. L’idea era quella di organizzare lo scambio con Marcelo Salas di cui volevano disfarsi» Insomma, dopo qurantott’ore di attesa di un sì di Salas, su Cristiano Ronaldo piombò il Manchester United. A Lisbona, in un altro albergo del centro, era arrivato Jason Ferguson, il figlio di Sir Alex, con un assegno da 12,2 milioni di sterline: in meno di mezza giornata Ronaldo diventa un giocatore dello United. «Ci ho pensato milioni di volte a quei due giorni a Lisbona, dove per altro non sono mai più tornato. Sì, poteva cambiare un pochino la storia del calcio europeo con il passaggio di Cristiano alla Juventus. E da come me lo descrivono, serio e fedele, sono quasi sicuro che oggi sarebbe ancora in bianconero. Ma forse non è il mio più grande rimpianto, perché in quegli anni ero andato a un passo da portare alla Juventus Ronaldinho. Anche in quel caso sfumò tutto per un soffio». Ma questa è un’altra storia.
  13. Juve, spunta l'idea Bernat per la fascia Lo spagnolo è in scadenza nel 2019 con i bavaresi. Bernat è il nome nuovo per il mercato della Juventus. Il 25enne spagnolo non sta trovando grande spazio nelle file del Bayern con il quale ha in scadenza il contratto nel giugno del 2019 e potrebbe quindi rappresentare una alternativa a buon prezzo per Marotta che dovrà mettere mano alle fasce nel calciomercato della prossima estate. Alex Sandro potrebbe andare via così come Asamoah: sulla fascia sinistra c’è bisogno di nuove forze. Sportal.it
  14. Ronaldo spaventoso: ha l'età biologica di un ragazzino Numeri impressionanti quelli del fuoriclasse del Real Madrid. Altro che vecchiaia: Cristiano Ronaldo ha l’età biologica di un ragazzino. I dati diffusi dallo staff medico del Real Madrid e resi pubblici da Deportes Cope parlano chiaro: ha una massa muscolare che tocca il 50% e una massa grassa del 7%. Numeri in linea con quelli di un ragazzino: l’età biologica del portoghese sarebbe di 23 anni, 10 in meno di quelli riportati sulla sua carta d’identità. Il tutto è frutto del grande lavoro che Ronaldo svolge dentro e fuori i campi di allenamento e che poi lo porta a realizzare dei gol impressionanti come quello siglato in rovesciata nella sfida di Champions contro la Juventus. Sportal.it
×