Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

Dax85

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    11643
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1364 Excellent

Su Dax85

  • Livello
    Non coronabitur nisi qui legitime certaverit
  • Compleanno 06/12/1985

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Piemonte

Visite recenti

2778 visite nel profilo
  1. Parte la solita retorica su Baggio
  2. Almeno De Sciglio nutre della (a mio giudizio inspiegabile, ma vabbè) stima dell'allenatore che lo ha visto crescere, Locatelli come Donnarumma e altri è in buona percentuale frutto di marketing in stile Publitalia '80
  3. Almeno De Sciglio nutre della (a mio giudizio inspiegabile, ma vabbè) stima dell'allenatore che lo ha visto crescere, Locatelli come Donnarumma e altri è in buona percentuale frutto di marketing in stile Publitalia '80
  4. Traduzione: «Sono contento per lui, diventerà un idolo delle folle e dei masticatori di calcio anti-Juventini come il sottoscritto quando lasciò la medesima squadra, inadatta a giocatori dall'ego smisurato e dalle palle piccolissime quali siamo».
  5. Bonucci di M***A (cit)
  6. Al Milan, dai È chiaro che o si crede un superuomo capace di raddrizzare da solo una baracca-Milan che va storta da anni, o è completamente sciroccato, o la sua preoccupazione principale è che la moglie possa fare la f*** in via Montenapo. E allora alla Juve attuale non serve nessuno di questi tre elementi, quindi sticazzi.
  7. E alla circoncisione.
  8. Non so, forse Fiano avrebbe dovuto rispondere con un battutone su Gesù o la Vergine Maria. Sennò sei liberticida, dai.
  9. Se non si vede disprezzo in uno che per dare della testa di c**** (ah, i rappresentanti del popolo!) a un altro tira in ballo a mo' di dileggio una specifica usanza del suo gruppo religioso, abbiamo un grosso problema di sensibilità e di educazione.
  10. Ma infatti, ho solo precisato perchè Fusaro qui era a un passo dal diventare magnifico rettore della Cattolica. Resta il fatto che il più popolare filosofo italiano al momento non è uno delle centinaia di docenti che ha la cattedra da eoni (in quel caso sarebbe probabilmente un barone parassita) o uno delle altre migliaia di studenti diplomati all'Alfieri muniti di dignità, ma uno che ha la faccia di andare in tv a sostenere la bontà di qualsiasi teoria complottista si sviluppi nei meandri dell'internet più sempliciotto, dal gender al Kalergi, e in un momento storico in cui vediamo complotti e disegni oscuri pure nelle ombre è singolare che nessuno si ponga delle domande
  11. Segnalerei che Fusaro all'Università di Milano non insegna una mazza, insegna presso un ente di formazione post laurea (penso a partita IVA, come capita in quel tipo di istituzioni) oltre alle lezioni di scienza della supercazzola su La7 e FQ
  12. Se qualcuno vuole vietare falce e martello faccia una legge di iniziativa popolare. Ma mi sembra che sia un argomento che sta a cuore a giorni alterni, soprattutto quando serve per fare deboli ragionamenti per analogia.
  13. Sono decenni che minimizziamo atteggiamenti e nostalgie fasciste, talvolta la politica ha dato pure dato dei concreti aiuti in termine di legittimazione e revisionismo storico (dalle affermazioni di Berlusconi sui morti di Mussolini alle braccia alzate per Alemanno sindaco, passando per Grillo in cerca di voti a CasaPound). Oggi ci ritroviamo con almeno 3 partiti neofascisti diffusi su tutto il territorio nazionale, qualcuno con esponenti in assemblee locali, un grosso movimento popolare che ha raccolto consensi con linguaggi, dialettiche e dinamiche interne del tutto simili a quelle del primo PNF e un grosso partito secessionista che per non morire ha dovuto virare decisamente la sua comunicazione sul trinomio Dio Patria Famiglia, il tutto mentre avanza lo scetticismo su informazione e scienza, le minoranze sono isolate e le classi più popolari esprimono sempre meno solidarietà. Per quanto dobbiamo mimimizzare ancora? Per quanto lasceremo ai fascisti il paravento di una libertà di espressione di cui sono la negazione e che ripudiano?