Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.

Sgranfi

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    570
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

58 Excellent

Su Sgranfi

  • Livello
    Juventino El Cabezon

Visite recenti

262 visite nel profilo
  1. Mannaggia, non trovavo quella trinciata
  2. Se ne sono accorti solamente grazie a Chiappero, le carte probabilmente non le hanno mai nemmeno guardate (tutte). Le prese di posizione di Esposito e Manfredi (ho finalmente imparato il suo nome) sono avvenute dopo aver controllato se effettivamente quanto sostenuto da Chiappero era vero e aver ascoltato la dichiarazione secretata di Pecoraro. Questi si occupano di mafia e lo fanno in modo così superficiale? Poveri noi!
  3. La questione che viene sollevata è quella di far avere ai tifosi ultras dei biglietti che poi loro avrebbero rivenduto lucrandoci. Ma l'avvocato ha chiarito e credo sia anche in una intercettazione di Agnelli, che anziché regalare biglietti se li facevano pagare o come abbonamento o come singola vendita. Certo, dice Chiappero, possono aver commesso il torto di vendere più di quattro biglietti a persona - limite massimo consentito - ma a tal proposito posso testimoniare che in occasione di Udinese Juventus un mio amico si è fatto la coda ed ha comprato, per noi del gruppo, dieci biglietti in unica soluzione, quindi non é una cosa così strana. Avremmo potuto rivenderli, per quanto ne sapeva quello della biglietteria friulana...
  4. È possibile che la questione possa avere un rilievo, o averlo avuto, anche verso altre società, nel qual caso si verifica con la Procura Federale Sportiva se ci sono indagini in questo senso. I rapporti con i tifosi non costituiscono reato penale, ma sportivo, quindi è plausibile che abbiano voluto sentirla. Il fatto che sia stato secretato il dibattito porterebbe a queste conclusioni: non far conoscere eventuali attività d'indagine. chiarisco che è una supposizione, non una giustificazione
  5. No, un certo Giuseppe Pipitone...juventino della stessa pasta.
  6. Che poi, diciamola tutta, 'sti PM non è che siano tutto 'sto chiaro esempio di onestà: ci ricordiamo di Narducci?
  7. Principalmente ma non completamente. A ragionarla un po', intravedo una certa responsabilità anche della Bindi - ricordiamoci che è più bella che intelligente (cit) - che non ha saputo resistere alla tentazione di giocarsi - con tracotanza - il jolly dell'intercettazione "farlocca" per far accendere i rifletori anche su di lei. Avesse fatto ciò che i due senatori Esposito e (mannaggia non mi ricordo mail il nome del secondo) hanno fatto, cioè controllare nelle carte se quando dichiarato da Pecoraro rispondesse a verità, la figuraccia sarebbe stata solamente della FIGC.
  8. Più che altro una "testa di organo".
  9. Non regaliamo visibilità inutile...
  10. Demenza pura. O forse solo scemenza
  11. Forse si, forse no. Ma avrebbe ad esempio potuto verificare in quale modo una scansione - anche fasulla? - sia finita in mano ai media. In pratica, ho l'impressione che ciascuno tenda a salvare il proprio, di sedere, mentre la nave lentamente affonda (spero).
  12. La tracotanza con cui hanno (la Bindi, principalmente) trattato il legale della Juventus derivava dalla deposizione secretata di Pecoraro. Però, come dice Trapattoni, mai dire gatto se non ce l'hai nel sacco e per fortuna, in Commissione, esistono persone di spessore non disposte a far passare tutto in cavalleria, come Esposito e il suo collega di cui mi sfugge il nome. La pessima figura che pare farà la Bindi si ripercuote anche su di loro...
  13. Uva dirige la stessa Federazione che attraverso il suo "Sceriffo" ha accusato Agnelli di avere rapporti con la 'ndrangheta e deposto in Commissione Antimafia citando - senza esibirla - un'intercettazione attribuita ad Agnelli che si sta rivelando una bufala. A prescindere dalla disistima che provo verso la Bindi, Uva ha davvero sbagliato tutto, in questo caso: è il bue che dà del c****to all'asino.
  14. Pare che quella intercettazione non sia, come da lui dichiarato all'Antimafia, di Agnelli, ma bensì di Calvo.
  15. Le questioni sono due: - La Juventus ha in qualche modo violato l'articolo 12 del Codice Sportivo? Parrebbe di si - Agnelli ha intrattenuto rapporti con esponenti della 'ndrangheta? NO. Se hai notato, a pochi importa la prima questione, perchè è risaputo che a prescindere dal divieto, le società sono in qualche modo ostaggio del tifo organizzato. E' della parola 'ndrangheta che si sono riempiti tutti la bocca, compresa la Procura Federale ed è per questo che il legale della Juventus ha chiarito che questa seconda cosa impedisce di chiudere la prima. La Juventus ha parlato con Dominello "tifoso" non con Dominello "mafioso", altrimenti, per uniformità, Dominello aveva la macchina? Immaginiamo di si. La lavava ogni tanto? E' probabile e allora il tipo dell'autolavaggio perchè non è indagato per aver avuto rapporti con la criminalità organizzata? Dominello andava al ristorante? In pizzeria? Al lavasecco? Eccetera...