Vai al contenuto

Sgranfi

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    750
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

98 Excellent

Su Sgranfi

  • Livello
    Juventino El Cabezon

Visite recenti

682 visite nel profilo
  1. durissimo tweet della società sportiva granbelgiuoco

    Sono mistificatori assoluti della verità. Perdono 3-0 a Firenze, ma lo scudetto lo perdono in albergo Loro non fanno cori contro gli altri e poi salta fuori quello sulle inondazioni di Genova I giocatori della Juventus inquadrano scritte create dai propri tifosi ma quelli del Napoli le scritte offensive le indossavano proprio Patetici.
  2. Ufficiale: ecco la nuova maglia Home 2018/19

    Sul layout della maglia si può discutere, può piacere o meno ed è solo questione di gusti. Quello che davvero infastisce è la toppa dello sponsor Jeep perchè restituisce alla vista un inevitabile senso di approssimazione ed è altrettanto inevitabile quanto spontaneo "trasferire" questa pessima sensazione non sulla Juventus, bensì proprio sullo sponsor e sui suoi prodotti. Se vedo una cosa posticcia e scadente come quella toppa, mi vien da pensare che anche Jeep offra vetture scadenti assemblate in modo approssimativo. Possibile che al marketing FCA nessuno si sia posto la questione? Sulle maglie di quest'anno il marchio era netto, pulito, preciso, bello. Viene da pensare che il prodotto sia altrettanto netto, pulito, preciso e bello. Per fare una similitudine, invitando alla riflessione, quando vedo la toppa della L*** sulla maglia del Napoli, penso che l'acqua L*** fa schifo almeno quanto la toppa, se non di più. Solo il solo a vederla così? *** (non faccio pubblicità a sponsor di avversari così scorretti)
  3. In merito allo scudetto, il settimo, vinto con pieno merito e ai cori che si sono ascoltati a Genova nella partita Samp-Napoli, mi sorprende che nessuno dei presunti grandi "sociologi e fini studiosi della natura umana" si sia preso la briga di osservare un nuovo fenomeno sociale che sta interessando il Napoli. Mi spiego meglio. E' assodato che chi vince con continuità raccoglie inevitabilmente su di sè le antipatie degli altri, spesso generati da fenomeni di invidia e frustrazione, quindi ritengo normale che la Juventus, in virtù del proprio dominio, non sia apprezzata da tutti. Ma in genere, tutto ciò che viene riservato ai vincitori, si trasforma negli opposti per chi arriva secondo: l'antipatia si trasforma in simpatia, l'ostilità in comprensione, la rigorosità in condiscendenza, la denigrazione in (a volte finta) ammirazione, per aver provato a contendere il trono al Re. Ebbene, il caso del Napoli è tanto nuovo quanto emblematico: da sconfitta riesce a raccogliere in forma trasversale (quindi anche e soprattutto dai tifosi avversari non direttamente coinvolti nella sfida) un'antipatia se possibile ancor maggiore di quella riservata a noi e questo dovrebbe quanto meno farli riflettere sul loro atteggiamento e sulla loro presunta "sportività". Se dovunque vai ti insultano, un motivo, una minima ragione è probabile che ci sia. In genere non condivido i cori sul Vesuvio e roba simile, per parte mia loro sono troppo minuscoli (storia, palmarès, caratura, tradizione) per essere ritenuti degni avversari: il cantar contro lì fa sentire importanti ma la questione è che se tutti lo fanno, dovrebbero prendersi la briga di capire il perchè. Non è che sono proprio loro la causa del loro male (domanda quasi retorica)? A mio avviso si, diano per una volta segno e dimostrazione di ammettere i propri errori e riconoscere le loro debolezze (sportive e soprattutto sociali) senza cercare altrove le colpe e forse, ribadisco forse, saranno oggetto di maggior rispetto da parte di chiunque. Si ritengono socialmente, culturalmente e sportivamente superiori e non mancano occasione per farlo notare al mondo intero, pretendendo di dare lezioni a chiunque, anche a chi in ogni contesto gli è inevitabilmente superiore. Ai cari tifosi napoletani questi cori sono indispensabili, solo così possono assumere per l'ennesima volta il ruolo di vittime (di qualcuno, di qualcosa...) nascondendo gli insuccessi dietro questi miseri paravento. Ma sono stati visti senza maschera ed è per questo che non sono simpatici, è per questo che difficilmente riceveranno comprensione. Non sanno vincere, non sanno perdere e ora lo sanno tutti, non sanno nemmeno partecipare.
  4. La domanda che io farei a Sconcerti è: "Lei è passato da vice direttore della *********** dello Sport (il wallalla dei giornalisti sportivi di un tempo) a opinionista di Sky e infine opinionista in Rai. Quando ha cominciato a sentire gli schicchiolii?". Avrebbe reagito bene? "Questo io non creto" (cit.).
  5. Allora, per come la vedo io: arriva l’allenatore (per quanto bravo) che ha perso e giù di complimenti, reverenze, eccetera. Poi arriva quello (evidentemente più bravo, almeno oggi) che ha vinto la finale e tu gli chiedi se non sente gli scricchiolii? L’avrei mandato a fare il bagno molto prima di quando l’ha fatto Allegri. Non è nemmeno stress, è proprio la domanda che è subdola è nettamente fuori luogo, posta in una sera in cui il mister ha vinto la quarta coppa Italia consecutiva ed è a un millimetro dal vincere il quarto scudetto consecutivo.
  6. Sentito telefonicamente da Cruciani, anche in virtù di una probabile inchiesta della Procura per violenza privata, il prode Alvino ha detto: - che gli hanno chiesto scusa per il comportamento (scuse mai trasmesse) - che lui è uomo di dialogo, sempre! (Ma se non la pensi come lui ti blocca sui social) - che ha la schiena diritta (ma solo quando è piegata) - che non ha sporto denuncia perché li ha condotti alla ragione col dialogo (cagandosi addosso dalla paura) - che il campionato è falsato. idiota. Nessuna solidarietà se non denuncia il gruppo di ultras, a questo punto è roba tra tifosi...
  7. Scusate, ma non trovate che 'sti giornalisti sui social siano un pelino permalosi? Vernazza, quello del fratello juventino di Orsato per intenderci, mi ha bloccato (ok, non che ci sia tutto 'sto dramma) solo perchè mi ero preoccupato che le sue fonti, stavolta, fossero verificate, per evitargli ancora delle brutte figure. Agevolo la diapositiva: Davvero non capisco perchè se la sia presa...
  8. Dopo "I furti sportivi" e "quelli di Stato", De Magistris dovrà affrontare anche i "i furti di cronista". Ora, la modalità della minaccia è più che evidente, confermata e rafforzata anche dal secondo video troppo stupido per essere minimamente credibile, ma la cosa assurda è vedere come Alvino, letteralememte spaventato dall'intervento degli ultras, anzichè tirare fuori le palle e denunciare l'accaduto, finga e sostenga la tesi del siamo amici da sempre, era uno scherzo. Avrei dato la mia solidarietà a lui, nonostante lo trovi detestabile, se solo avesse avuto il fegato di esporre l'accaduto; mascherandolo ha confermato di essere solo un cuore pavido, buono solo per far cagnara di gruppo e per questo non merita altro che una condanna al marciume in cui sguazza.
  9. Ma cos’è successo? Intimidazioni? Allucinante...scommetto che il prode Alvino abbia prontamente esposto in televisione i fatti e denunciato l’accaduto...o forse no?
  10. Allenatore 2018/19

    Se fosse Ancelotti, è evidente che che ad essere valutato sarebbe anche l'enorme credito di cui gode sui media, cosa da non sottovalutare mai, soprattutto alla luce degli ultimi giorni.
  11. Allenatore 2018/19

    Nella "rosa" presentata ci nomi sono poco realistici, a mio modo di vedere. Categoria "Paperon de Paperoni" (allenatori che sia per sitpendio che per pretese sulla rosa richiedono bugdet principeschi) Zidane Guardiola Conte Categoria "Occasione perduta" (allenatori che non hanno - ancora o mai - convinto in una squadra blasonata) Gasperini Categoria "L'erba del vicino..." (allenatori che sembrano fenomeni o anche soltanto bravi, ma nelle loro realtà) Simeone Pochettino S. Inzaghi Categoria "Voglio essere CT" (Allenatori con ambizioni "da Nazionale") Ancelotti Mancini Categoria "Atto di coraggio" (allenatori per i quali serve coraggio) Klopp Categoria "Atto di follia" (allenatori per i quali il coraggio diventa pura follia) Jardim Sarri Carrera Categoria "Sopravalutati" (allenatori che non meritano la stima di cui godono) Mancini Jardim Categoria "Pragmatici" (allenatori che non appartengono alle categorie precedenti) Allegri
  12. Esiste un "caso" Marchisio?

    La differenza maggiore che ho notato tra Claudio e Betancour è proprio nella disposizione del corpo quando riceve palla: l'uruguagio riceve palla e generalmente è già predisposto col corpo "in avanti" (come Pjanic) per cercare il compagno sulle fasce o la profondità. Marchisio raramente lo ha fatto, nove su dieci restava col corpo disposto verso la difesa o al massimo lateralmente e infatti il suo era un continuo passaggio laterale o all'indietro, con rarissime azioni in avanti. Ha avuto anche poco dinamismo, difficilmente smarcava linee di passaggio, costringendo la difesa a lunghi fraseggi orizzontali lenti e prevedibili. Purtroppo abbiamo negli occhi il Marchisio che è stato, quello che è oggi non gli somiglai nemmeno da lontano. Se Allegri non lo utilizza come un tempo, è evidente che il motivo c'è. Peccato, sono molto dispiaciuto.
  13. Amici di Nessuno

    Gli altri non odiano la Juventus per quello che fa, ma per quello che è. La Vecchia Signora è detestata e chi ancora se ne sorprende è un ingenuo. Alcuni juventini non sono mai stati capaci di farsi una ragione dell’anti juventinità: desiderano talmente essere amati che non riescono a capire perché ci sia così poco affetto nei loro confronti; si chiedono perché la Juventus sia così odiata, ma non è poi così complicato capirlo: un uomo indossa dei grossi stivali e si domanda come mai le formiche sotto i suoi piedi abbiano così paura e lo odino. Eppure lui non prova gli stessi sentimenti per loro! (Libero adattamento di una brano tratto da "La Direttiva" di Robert Ludlum)
  14. Prove tecniche di "salto (discesa) sul carro".
  15. integro: le hai chiesto se tifa ancora Higuaìn?
×