Vai al contenuto

LadyJay

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    1766
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    3

LadyJay last won the day on November 4 2016

LadyJay had the most liked content!

Reputazione Forum

277 Excellent

Su LadyJay

  • Livello
    Juventino Pinturicchio

Profile Information

  • Sesso:
    Female
  1. Ora però io sarei curiosa di sapere come manderanno in onda il film sabato. Censureranno la faccia di Spacey per tutto il film?
  2. Kevin Spacey censurato in un trailer andato in onda in una tv polacca! Siamo all'assurdo!
  3. Il Gol Di Muntari... Moviola stagione agonistica 2017/18

    Qua stai bene perché ti lasciano impunemente continuare a dare addosso agli utenti che esprimono un'opinione che a te non garba... Nell'altro lido almeno è da un po' che te e (casualmente sempre contemporaneamente) il tuo fratello gemello siete spariti per l'ennesima volta... Tornando in topic, per me l'errore più palese oggi è stato il mancato intervento del Var sul terzo gol sampdoriano (con palese fallo su Khedira). Perché se c'è stato il silent check che ha convalidato, è ancora peggio... Per il resto per me è dubbia la spinta su Mandzukic, mentre non c'è il rigore sul fallo di mano (distanza ravvicinata e braccio attaccato al corpo). Dubbi almeno un paio di fuorigioco fischiati contro.
  4. Serie Tv

    Giorni fa ho finito di vedere The Deuce. Mi è piaciuta moltissimo!! Bella ambientazione, ottimi personaggi. Non pensavo, ma buonissima interpretazione di James Franco. E grandissima Maggie Gyllenhaal! Poi sempre bello rivedere alcuni attori di The Wire... Promossa a pieni voti!
  5. La Warner Bros. TV Group ha sospeso Andrew Kreisberg, produttore di "Supergirl", "Arrow" e "The Flash", per accuse di molestie sessuali nei confronti di 19 tra ex e attuali dipendenti. L'azienda fa sapere di considerare "in maniera seria tutte le accuse di cattiva condotta". Le accuse contro il produttore sono state rivelate dalla rivista Variety e Kreisberg ha replicato sostenendo di aver solo rivolto commenti "su come erano vestite le donne". Il produttore si è difeso affermando di non aver mai detto "qualcosa di sessista". Come altri "ho anche dato un bacio sulla guancia o un abbraccio, non sessuale", ha concluso Kreisberg. Le presunte vittime, 15 donne e 4 uomini, sono rimasti nell'anonimato. L'azienda in un comunicato ha scritto: “Non c’è niente di più importante della sicurezza e il benessere dei nostri cast, equipaggi, scrittori, produttori e qualsiasi altro personale. Non tolleriamo le molestie e ci impegniamo a fare tutto il possibile per creare un ambiente sicuro per lavorare e per parlare in maniera sicura”. Tgcom24
  6. Mi sembra un argomento un po' fuori tema. Non si parla di molestie o stupri. Questo è un tentato omicidio e basta (anche se come "movente" c'è di mezzo il sesso).
  7. Qualche giorno fa il figlio di Richard Dreyfuss aveva accusato Kevin Spacey di molestie (e il padre aveva sostenuto il figlio pubblicamente). Ora però una donna accusa lo stesso Richard Dreyfuss di molestie: (ANSA) - ROMA, 11 NOV - Richard Dreyfuss è l'ultima delle star di Hollywood accusate di molestie sessuali. A puntare il dito contro di lui - riferisce il 'Telegraph' - è stata la scrittrice losangelina Jessica Teich. La donna ha raccontato alla rivista 'Vulture' di aver subito ripetutamente avance dall'attore negli anni '80, in particolare nel periodo in cui entrambi - lei aveva 20 anni, lui 12 di più - lavoravano alla commedia della Abc Funny, You Don't Look 200: A Constitutional Vaudeville di cui Dreyfuss era produttore, co-autore e presentatore. In particolare, in un'occasione Dreyfuss si sarebbe spogliato davanti a lei nel suo camerino. Teich ha raccontato la vicenda dopo che l'attore ha offerto sostegno via Twitter al figlio, Harry Dreyfuss, che ha detto a Buzzfeed di essere stato molestato da Kevin Spacey quando aveva 18 anni. A 'Vulture', Dreyfuss ha ammesso di aver commesso errori in passato, ma ha negato di essersi "spogliato" davanti alla donna e di essere "un molestatore".
  8. Accusato di molestie il regista Fausto Brizzi.
  9. C'è una seconda accusa per Westwick: Dopo Kristina Cohen anche Aurélie Wynn, attrice e modella statunitense, ha accusato di stupro Ed Westwick, la star di Gossip Girl. Per la seconda volta la violenza viene denunciata sui social: la Wynn ha infatti pubblicato un lungo post sulla sua pagina Facebook in cui racconta l'episodio che risalirebbe al 2014. Westwich continua a smentire le accuse, ma intanto la polizia di Los Angeles ha aperto un'inchiesta su di lui. "Agosto 2014, ho attraversato un inferno con Ed Westwick - scrive la Wynn su Facebook - sono arrivata alla proprietà Glendower Estates, dove Ed risiedeva, perché una mia amica usciva col suo compagno di stanza, un membro del cast di Glee". Aurélie racconta poi che alle 5 del mattino, quando erano ancora tutti a casa di Ed, hanno deciso di fare un pisolino visto che c'erano diverse stanze libere. Proprio in quell'occasione sarebbe avvenuto lo stupro. La Wynn non racconta i dettagli, ma dice: "Esattamente com'è successo a Kristina Cohen, ho rifiutato Ed ma lui mi ha spinto la testa indietro e mi ha fermato col peso del suo corpo. Indossavo un costume da bagno a un pezzo che lui strappò, ero completamente sotto shock". La Wynn dice di essere praticamente fuggita dalla casa di Ed facendosi chiamare un taxi da un'amica. Qualche giorno dopo la ragazza ha raccontato l'accaduto al suo fidanzato Mark Selling. Ma l'attore di Glee avrebbe avuto la stessa reazione del ragazzo della Cohen: ha incolpato Aurélie di quanto era successo e le ha intimato di tacere. Anche gli amici le avrebbero consigliato di non dire nulla perché nessuno le avrebbe creduto: l'avrebbero accusata di essere in cerca di gloria e additata come "quella ragazza". Aurélie avrebbe seguito questi consigli per anni, ma sulla scia del caso Weinstein e dopo aver appreso della denuncia della Cohen, ha deciso di rompere il silenzio. "Volevo semplicemente dare il mio appoggio a Kristina perché le credo. Sono contenta che tutto questo stia finalmente venendo alla luce". E poi conclude il post ringraziando la Cohen: "Senza di te non avrei avuto la forza di raccontare pubblicamente il mio inferno". Ed Westwick anche questa volta ha smentito le accuse. "Ritengo triste che dopo due false insinuazioni sui social qualcuno abbia pensato che io c'entri qualcosa con una condotta tanto vile. - ha scritto l'attore in rete - Non è assolutamente così e sto collaborando con la polizia affiché il mio nome venga ripulito al più presto" Intanto la polizia di Los Angeles ha aperto un'inchiesta contro la star di Gossip Girl. Lo ha confermato un portavoce delle forze dell'ordine all'Huffington Post. Tgcom24
  10. Charlie Sheen accusato di aver molestato un 13enne (quando lui ne aveva 19) circa una trentina di anni fa DOPO Harvey Weinstein e Kevin Spacey, ora è Charlie Sheen ad essere messo sotto accusa. L'uomo di Due uomini e mezzo è stato incolpato di aver molestato sessualmente l'attore Corey Haim quando aveva 13 anni. I fatti risalgono a 30 anni fa, durante le riprese del film Lucas nel 1986, quando Sheen aveva 19 anni. L'accusa è partita da Dominck Brascia, un amico stretto di Haim, che ha deciso di parlare per conto dell'attore morto di overdose quando aveva 38 anni. Brascia sostiene che Heim gli aveva parlato del presunto abuso nel 2010 e al National Enquirer ha detto: "Mi ha raccontato che ha fatto sesso con Sheen quando hanno girato quel film. Mi disse che fumarono marijuana e fecero sesso anale. Poi l'attore divenne molto freddo e distaccato e lo rifiutò. Fecero di nuovo sesso quando Corey aveva 20 anni, ma non gli piacque e mi disse che Sheen era uno sfigato". Attraverso un suo portavoce, Charlie Sheen ha fatto sapere alla rivista People che "nega assolutamente ogni affermazione". Una seconda conferma alle rivelazioni di Brascia però sono arrivate da Corey Feldman. Il collega e amico di Corey Haim, già nel 2013 scrisse nel suo libro Coreyography: A Memoir che: "Durante le riprese di Lucas, Haim mi ha confidato che un adulto lo aveva convinto che fosse normale avere dei rapporti sessuali tra colleghi più anziani e più giovani, che fosse la regola". "Quindi – continua Feldman nel racconto – si sono appartati in un’area tra le roulotte della produzione durante una pausa pranzo e Haim, innocente e ambizioso, ha accettato di essere sodomizzato". La polizia di Los Angeles ha comunicato che le indagini sono in corso e che non è stato ancora effettuato alcun arresto. Repubblica. Proporrei a @Paganese26 di cambiare il titolo del topic perché ormai ogni giorno ne salta fuori uno... (oppure facciamo una sezione, nella sezione off topic, con un topic per ogni accusato)...
  11. NEW YORK - Lo scandalo delle molestie sessuali in America travolge un altro personaggio del mondo dello spettacolo, il popolarissimo comico, attore e regista Louis C.K., accusato di essersi masturbato davanti a due colleghe nel 2002. Ma ad accusarlo di molestie - riporta il New York Times - ci sono anche altre tre donne. Secondo quanto riporta Hollywood Reporter il debutto newyorchese del film "I love you, Daddy", pellicola in cui Louis C.K. è attore e regista, è stato annullato. Da anni le voci suoi comportamenti di Louis C.K. girano nell'ambiente, lui che ha creato la sua fama su tutto ciò che è politicamente scorretto.
  12. Un altro attore starebbe per finire nel tritacarne: Louis CK
  13. Come abbiamo saputo, è notizia di oggi che è stato deciso di eliminare (e rigirare) ogni scena in cui era presente Spacey nel film "Tutti i soldi del mondo", già girato, montato e finito (e che dovrebbe uscire fra circa un mese e mezzo). Ho scoperto poco fa che uno dei protagonisti di quel film, Mark Wahlberg, quando era adolescente è stato una volta denunciato e poi ammonito per aver picchiato due afroamericani, un'altra volta condannato per aver picchiato due vietnamiti (di cui uno con un bastone) e, nella stessa occasione, ha cercato di rubare alcool in un minimarket. Quindi, uno che è stato condannato per aver cercato di rubare e per aver picchiato (e tralasciamo l'etnia dei picchiati) ha potuto e può lavorare, mentre essere accusato di molestie (e non ancora condannato) nel 2017 (ma non fino a pochissimi anni fa) non ti dà diritto a poter lavorare... Che poi, sia chiaro, chiunque dovrebbe poter lavorare e non essere licenziato finché non viene condannato e dopo aver scontato la propria pena (quindi non critico certo il fatto che Mark Wahlberg abbia avuto questa opportunità, ma era solo per fare un esempio)...
  14. Ma che c'entra? La fiction non è la realtà. Ripeto, hai mai visto in passato, ciò che hanno fatto fino ad ora a Spacey, farlo ad altri accusati di molestie? Come ho già detto, se vedrò che anche Hoffman e Westwick non verranno più chiamati a lavorare, allora sarà evidente che l'orientamento sessuale non c'entra...
  15. Sul fatto che Spacey sia stato preso come capro espiatorio è sicuramente così. Però se dici che i produttori hanno tutto il diritto di comportarsi in questa maniera, la stessa cosa dovrà allora avvenire per gli altri accusati di molestie (come Hoffman e Westwick, appunto). Perché se non sarà così, allora questa tesi non vale...
×