Vai al contenuto

dolmer

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    1977
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

260 Excellent

Su dolmer

  • Livello
    Juventino Pinturicchio
  1. Ma infatti è stato criticato...
  2. Non è solamente una questione di giocatori ma di mentalità con cui questi scendono in campo. Ti do l'esempio perfetto: Lichsteiner. Con Conte Lichsteiner era spinto ad affondare costantemente. Con Allegri scende molto meno, cosa uguale quando gioca De Sciglio, perché lui vuole uno dei due terzini bloccato; Sarà un caso ma D. Alves è durato solo 1 anno poi non ce l'ha più fatta a rimanere inquadrato in schemi difensivi così rigidi.
  3. Appunto! Ma come hai vinto? Proprio perché hai dovuto superare tutti quei limiti mentali che ci facciamo riguarda all'equilibrio assoluto. Lichsteiner giocava 20 metri più alto del solito (i primi gol vengono da lui) sempre a fare la superiorità con D. Costa. A. Sandro stessa cosa dall'altra parte. Perché a Torino non hai giocato così? Perché in finale di Champions mi metti Barzagli terzino a subire costantemente Marcelo che scendeva senza preoccuparsi di coprire?!
  4. L'idea del calcio di Allegri è interamente concentrata sull'organizzazione difensiva e sul giro palla "contenitivo" e quasi mai "propositivo". Giochiamo sempre con un terzino libero di andare (A. Sandro) e un terzino bloccato (Lichsteiner o De Sciglio) o peggio ancora Barzagli adattato. I due centrali fissi, con Chiellini costretto a lanciare nel vuoto assoluto quando la linea di passaggio per Pjanic (unica nostra fonte di gioco) è coperta. Le più grandi squadre del mondo attaccano fin dal primo possesso difensivo. Il Barcellona (prendiamo quello ai tempi d'oro) attaccava con D. Alves e Jordi Alba portati quasi sempre sulla linea degli attaccanti. Il Real con Marcelo e Carvajal stesso discorso. In questo modo si crea una superiorità numerica e occupi molto più campo, perché costringi la squadra avversaria ad allargare le proprie maglie difensive. Noi, nonostante la qualità tecnica dei nostri giocatori, proviamo rarissime volte l'uno contro l'uno quando andiamo centralmente. L'unico giocatore a farlo sistematicamente è D. Costa e non è un caso che quando lui è in forma la squadra ne trae enorme giovamento e attacca molto di più (vedasi Madrid). Nessuno dei nostri prova il dribbling negli ultimi 25 metri perché se perdiamo palla questo potrebbe provocare il contropiede avversario e gli equilibri vengono prima di tutto. Ecco allora che questo continuo giro palla in orizzontale costringe Dybala a scendere a centrocampo e duettare con Pjanic e lo porta lontano dalla porta dove invece dovrebbe stare. Higuain a quel punto, senza quasi mai un appoggio, si trova solo contro 2-3 giocatori. Il nostro "gioco" offensivo con: 1) il terzino bloccato; 2) centrali bloccati; 3) mai un dribbling negli ultimi 25 metri per sfondare centralmente; a cosa si riduce? All'inventiva dei singoli. Tevez o Pogba che si inventano il tiro da fuori. La nostra dominanza fisica contro gli avversari. Mi parli di record di gol? Hai ragione, ma il paragone tu lo devi fare con le squadre del tuo livello! Ci vogliamo confrontare con il Chievo o col Bayern e Real Madrid? La differenza la vedi tutta quando affronti queste squadre qui...
  5. Significa aver bene in mente come affrontare le due fasi, quella difensiva e quella offensiva. Prendiamo le squadre più "belle" negli ultimi anni. Una è sicuramente il Barcellona. Guardiola l'ha spiegato più volte. Recupero palla immediato, pressing molto alto e poi giro palla fino a trovare l'imbucata vincente. Il barcellona di Guardiola era uno spettacolo, lontano parente di quello attuale. Quando la squadra è senza palla andavano a 1.000 all'ora, quando la recuperavano cominciavano a camminare e a gestire il pallone fino al momento buono. Klopp, tanto per fare un altro nome, sia col Borussia che col Liverpool ha un idea di calcio totalmente differente. Si recupera palla e si deve verticalizzare immediatamente, non importa se si rischia di perdere il pallone. Bisogna giocare tutto sul ritmo alto finché il fiato lo permette. Il Bayern che vinse la Champions, più o meno seguiva la stessa filosofia. Portava un numero impressionante di giocatori nella tua metà campo e cercava costantemente l'imbucata. La Juventus di Lippi (degli anni d'oro) giocava similmente al Borussia. Pressing alto, palla recuperata e data a Zidane che anticipava tutti i tempi di gioco e subito verticalizzazione per Del Piero o Inzaghi che si muovevano benissimo tra le linee. Ora, non è che questi sono degli esempi che vanno seguiti alla lettera e copiati paro paro. Non avrebbe senso perché poi la squadra è composta da giocatori che hanno delle caratteristiche diverse. Ma tra l'avere un idea di come attaccare e sostenere "là davanti liberi tutti" ce ne passa. Io vedo giocare Higuain e Dybala a 70 metri dalla porta. Vedo la Juventus difendere l'1-0 contro squadre come Crotone e Spal. E' semplicemente inaccettabile.
  6. Allegri dice testualmente "conta solo l'organizzazione difensiva". Ma se Higuain, Dybala, Mandzukic ecc attraversano un periodo negativo sotto l'aspetto fisico, non avendo la squadra un concetto di gioco offensivo (perché l'allenatore per sua scelta non lo da) cosa succede? Ah già, si pareggia a Crotone e contro la Spal.
  7. Adani ha perfettamente ragione. Che piaccia o meno, che sia interista o quello che volete voi. Fa semplicemente delle domande e nulla più. E' ammissibile sostenere che non esistono schemi nel calcio a questo livelli? Che conta solo l'organizzazione difensiva e poi tutto dipende dai giocatori davanti? E se questi non sono in forma che succede? Allora Guardiola? klopp? Allenatori che danno un gioco offensivo alle rispettive squadre cosa sono?
  8. Ah è stato aperto un topic uguale. Vabbé, si può chiudere allora.
  9. Posto questo video perché, secondo me, è esplicativo, meglio di mille conferenze, del concetto di gioco che ha il nostro allenatore. Lo spiega in un momento di trance agonistica ed è anche per questo sincero fino in fondo, senza troppi giri di parole. Dal minuto 6 in avanti: Voi che cosa ne pensate? In pratica il mister dice che nel calcio non esistono schemi. Esiste solo la qualità del singolo giocatore e si vince solo grazie alle giocate dei singoli. Conta solo l'organizzazione difensiva, poi il resto è improvvisazione e giocate dei singoli. Adani, secondo me, spiega invece molto bene cosa dovrebbe essere il gioco del calcio a questi livelli.
  10. Complimenti agli avversari?? Quelli che ti dicono che siamo mafiosi, che corrompiamo gli arbitri, che fanno i fuochi d'artificio quando perdiamo la finale? Mai nella vita stringerò la mano ad un napoletano e gli dirò "bravi ve lo siete meritato". MAI NELLA VITA..
  11. chi crede sia possibile vincere il campionato?

    Sono i giocatori che sembrano farsela sotto. L'inter a me fa schifo per le ovvie e storiche ragioni ed è pure una squadretta se paragonata a noi. Ma già vedo i nostri a giocare tutti in difesa rannicchiati sperando nel colpo di Higuain o Dybala.
  12. Allora, con zero titoli sarebbe già inaccettabile vista la differenza tra la rosa della Juve e tutte le altre, ma qui si sta delineando uno scenario che mi spaventa: . Scudetto al Napoli; . Coppa Italia al Milan; . Champions alla Roma; Penso che non possa esistere un incubo peggiore di questo. Il solo pensarlo mi fa accapponare la pelle. L'anno prossimo spero in un mercato serio della società, ma soprattutto chiaro in termini di obiettivi.
  13. Una Lezione Anche Per Noi Tifosi?

    L'ultimo mese della Juve è ingiustificabile dai.. La Juve contro Spal e Crotone deve vincere 5-0 senza nemmeno discutere. E' inaccettabile pareggiare contro queste squadre. Il solo Dybala vale 10 volte il fatturato della Spal e tu pareggi? Higuain guadagna quanto 5 volte tutti i giocatori del Crotone messi insieme. Non esistono scuse, punto.
  14. Una Lezione Anche Per Noi Tifosi?

    Guarda che questo è il destino delle grandi. A Madrid se vanno fuori ai quarti è un dramma stagionale. Se C. Ronaldo non segna per 1 mese viene fischiato. La Juventus non può perdere uno scudetto contro una rivale che non potrebbe strapparti nemmeno una riserva nel mercato. E' semplicemente inaccettabile.
  15. Una Lezione Anche Per Noi Tifosi?

    Sono professionisti che guadagnano dai 4 ai 10 milioni di euro l'anno. In campo devono volare. E se non volano vuol dire che il preparatore (che non prende 1.000 euro al mese) deve essere messo alla porta seduta stante. E' inaccettabile che degli atleti di quel calibro finiscano il fiato.
×