Vai al contenuto

Vito85

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    399
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

51 Excellent

Su Vito85

  • Livello
    Juventino Soldatino
  • Compleanno 04/12/1985
  1. La serie A più "scarsa" di sempre?

    Imho le Serie A di livello assoluto sono state quelle degli anni 90, dal 2000 qualcosa è scricchiolato lassù pur avendo ancora diverse compagini forti e squadre piccole comunque ben assortite, poi dopo il 2006 il livello è calato molto. Con questo non è che si sminuiscono le squadre, perché questa Juve avrebbe fatto sfracelli anche 10 anni fa sia con i giocatori che ha avuto negli ultimi anni che ovviamente con quelli che ancora possiede in squadra, solo che ad esempio un inizio di campionato come quello di due anni post Berlino negli anni 90 col cavolo che recuperavi tutti quei punti e alla fine vincevi in scioltezza lo scudo.
  2. Il Genoa esonera Ivan Juric, al suo posto Davide Ballardini

    DIIIIIEEEECIIIIIIIIIIIIIII
  3. Italia - Svezia 0-0 - Nazionale fuori dal Mondiale

    Punti di vista, a mio avviso Farsopoli francamente centra eccome, l'Italia calcistica ha voluto il male della Juve, ergo la nazionale italiana calcisticamente parlando da un tifoso juventino può essere odiata, gufata, non tifata, ignorata e così via. Alla fine l'amore per la nazionale italiana di calcio non decreta alcun patriottismo e senso di appartenenza, della serie "se sei un vero italiano non puoi non tifare Italia" è la frase che ti direbbe chiunque, e in tale contesto, mi permetto di citare il solito equivoco che si viene a creare anche nel tifo delle squadre di club, dove un abitante random di Napoli e Roma, pur amando e difendendo le proprie città di appartenenza, se tifa Juve e si scontra con la parte calcistica della sua città (Rometta e Ciucci) è un eretico. Personalmente non sono mai stato legato alla nazionale italiana più del dovuto, pur seguendo l'Italia e sostenendola in altri sport come ad esempio la scherma, la pallavolo, il basket e in generale in diversi sport alle olimpiadi. Dopo il 2006 poi le cose per me sono precipitate, già mi ha dato enormemente fastidio quel mondiale 2006 dove in mezzo ai banchetti dei porci (FIGC e company) su come distruggere senza motivo la Juve, un popolo di pecore festeggiava il mondiale. Fortunatamente fra figure mondiali di letame con il 2010 e il 2014, e le euro inculate come contro la Spagna e la Germania negli ultimi europei un po' di giustizia divina è stata fatta. Che dirvi, ognuno è libero di fare quel che vuole, sono pensieri e niente di più, ma francamente se nella prossima settimana escono come polli contro la Svezia, io dispiaciuto non sarò di certo ... anzi
  4. Mattia De Sciglio

    Ottimo secondo tempo, ma per quanto mi riguarda un terzino per me rimane sempre uno che deve fare le cose giuste in difesa, poi è fondamentale tutto il resto, crossare, correre, sovrapporsi e tanto altro, ma in difesa per giocare in una grande squadra come del resto la Juve bisogna essere il terzo uomo sul lato di appartenenza a mettere la pezza lì dove i centrali non arrivano con una diagonale o non farsi saltare come birilli. Se per tutta la stagione sfornerà ottime partite sul lato difensivo e buone / decenti su quello offensivo sarò il primo a ricredermi e levarmi il cappello, ma se mi combina nelle partite più complicate cavolate come in Supercoppa contro la Lazio ... allora ... quindi per quanto mi riguarda spazio al tempo, per essere da Juve ci vuole solo e soltanto CONTINUITA' ! Non basta fare qualche partita bene, e puntualmente discutere a fine dei 90' se è un buon giocatore o una s e g a astronomica.
  5. Ci sta sicuramente da festeggiare, 2 punti guadagnati ad Inter e Napoli, ma ci stanno sicuramente da dire tante cose. Una su tutti, perché tenere per 90 minuti un fantasma in campo che non ne azzecca mezza ? Cmq quando manca Pjanic, la differenza si sente eccome, inoltre Bentacour se entra con quella voglia, può essere titolare per tutta la stagione.
  6. Ritorno alla classica massima del vecchio Bud "Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo"
  7. Maglia speciale in occasione di Juve-Benevento?

    Il collezionismo è questo, ve lo dice uno che appassionato di videogiochi e relativo collezionismo che ci gira intorno. Ed è anche qualcosa che non mette mai d'accordo, perché alla fine per un collezionista anche 180 € ( permettendo ovviamente di averli ) sono soldi ben spesi per una maglietta da custodire gelosamente nella propria collezione, per una persona che se ne frega altamente sono pura follia, ti prendi due magliette della Juve e ti avanzano pure soldi o si fanno millemila esempi di come potrebbero essere spesi meglio. Il collezionismo è questo non ci sta niente da fare
  8. Purtroppo siamo soliti fare beneficenza, ricordo diverse partite ... l'1-1 in trasferta contro la Reggiana nel 97, il pareggio in casa contro il Como nella stagione 2003/2004 o ancora l'ultimo Juve - Frosinone 1 - 1 di 2 anni fa, passando dai tanti regali in Champions a squadre scandalose come i danesi del Copenaghen e del Nordcoso. Proprio per questo motivo vanno asfaltati fin dal primo secondo, dopo la prestazione indecente di ieri che non si azzardino a fare una partita con il freno a mano tirato. Lo devono prima di tutti a noi tifosi. Vincere in goleada senza se e senza ma.
  9. Abbastanza amareggiato. Mi limito a non commentare oltre ma se fanno quel gran bel primo tempo visto oggi, con una squadra seria ne beccano 50 di goal, non uno. Prendiamoci sta qualificazione che a quanto pare salvo miracoli in negativo dovrebbe arrivare e sti soldi per gli ottavi, dopo di che o si cambia registro, formazione, schemi insomma tutto o si va fuori senza se e senza ma con la prima squadra a caso.
  10. Per me l'unica partita realmente incresciosa è dal 2 - 0 al 2 - 2 contro l'Atalanta, una partita praticamente vinta aldilà del 3-1 annullato. Una squadra come la Juve in vantaggio di due goal non può farsi raggiungere specie se la stessa Juve aveva giocato un primo tempo sontuoso, o perlomeno i primi 30 minuti doveva poteva farne altri. Discorso differente per la partita contro la Lazio, sicuramente tanta sfiga ( traversa Higuain e palo Dybala), ma partita giocata veramente di c**o, che chissà come tante altre ( fiorentina 4 - 2 ; Sassuolo 1 - 0 ) ci ha dato finalmente la scossa di smettere di giocherellare e fare sul serio, perché non bisogna dimenticarsi che in mezzo ci stanno partita vinte per miracolo quando eri con l'acqua alla gola, vedi Genoa Juve in svantaggio di due goal.
  11. "Ringrazio personalmente Massimiliano Allegri, che ha svolto un lavoro straordinario, ha portato avanti un lavoro che per altri sembrava concluso" dalla frase si evince soltanto la verità, ci sta poco da dibattere, lui se ne andò perché non aveva più motivazioni, pensava che il suo tempo era finito e che questa squadra non poteva competere in Europa per banchettare nei ristoranti da 100 € come le altre big europee ( ed infatti 2 finali di Champions). E su quest'ultimo punto, nello step Europeo, i meriti sono tutti di Allegri. Con questo non si dimenticano tuttavia i suoi meriti, visto che all'epoca tramutò un branco di Teletubbies senza attributi, compreso il tanto osannato Buffon che pure lui ridacchiava in campo come un ebete ogni domenica alle tante umiliazioni e record negativi, in un gruppo di soldati cattivi e cazzuti.
  12. L'inspiegabile involuzione di Sturaro.

    Sicuramente uno dei più scarsi a vestire la nostra maglia negli ultimi 6 anni costellati di successi (alla fine non ci possiamo lamentare abbiamo visto giocare più campioni che bidoni). E su questo punto ci sta da dire, che avendo avuto ( e ancora abbiamo ) uno squadrone, i limiti di un giocatore da Serie D come Sturaro vengono messi ancor di più in risalto. A fine anno comunque vendere e ... arrivederci e grazie.
  13. Paulo Dybala vestirà la maglia numero 10

    Dybala ci ha salvato comunque in questa stagione, senza lui avevamo la metà dei 18 punti. Per il resto poco da dire, se non da quando Del Piero se ne andato credo ci si rende sempre di più conto di quanto tirare rigori e segnarli sia una dote fondamentale, vedi anche Totti a Roma che al pari di Del Piero è stato sempre decisivo dagli 11 metri. Da quando se ne andato lui, fra Pirlo, Vidal, Dybala ora e tanti altri, gli errori dagli 11 metri sono aumentati a dismisura. E mi viene da ridere pensando che qualcuno diceva "beh dei goal in carriera una marea sono su semplice calcio di rigore" (sia juventini che non), e cavolo ora ci si accorge cosa significa avere un giocatore determinate dagli 11 metri nei semplici calci di rigore, sapendo che al 101 % te la mette dentro senza sorprese e punti persi.
  14. Con Barzagli i gol si prendono a grappoli

    Però invocate Rugani, lo stesso che quando la partita è pacata difende bene, ma quando si gioca ad alti ritmi e con giocatori di una certa fisicità viene stuprato, vedi Galabinov in Genova Vs Juve.
  15. Situazione girone champions

    Vincere con i portoghesi e basta, serve questo e sei agli ottavi.
×