Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''juventus''.

  • Cerca per tag

    Separa un tag dall'altro con una virgola
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Talent Scout
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2017/2018
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
    • Market Forum
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Calendari

  • Calendario

Trovato 190 risultati

  1. Secondo Sky contatti con l'agente scadenza 2018,Juve vuole capire se ci sono margini per una trattativa
  2. E va bene, vecchi miei, buttiamo le carte sul tavolo. Mettiamo che davvero lo Staff juventino cerchi un centrocampista fisico e con discreto piedino (o comunque non un casinista tecnico, diciamo), e magari, perchè no, pure ancora abbastanza giovane. Oh, c'è il sig. WILLIAM CARVALHO. Classe 1992, alto 1.87 circa, per 89 chili di miscellanea portogues, di proprietà - sal chazzo perchè sta ancora lì - dello Sporting LIsboa, ma titolare fisso della nazionale maggiore da 26 anni (che ha guidato alla conquista dell'Europeo 3 giorni fa). Questo è il giocatore che più mi ricorda quel bisonte brasileiro dell'era capelliana: EMERSON (ma ricorda anche il sig. Desailly, come concetto di gioco e forza). Giocatore autorevole, essenziale (non forza la giocata, ma distribuisce pulito) e nell'1 vs 1 è insuperabile, inoltre sa unire i reparti in fase di uscita, perchè non lascia il pollaio alla mercè dei lupi. Costa 50 milioni? Pagali. C'è un'asta? Si arriva a 70? PAGALI SVEGLIA.
  3. ............... UEFA CHAMPIONS LEAGUE (3° giornata gironi andata): JUVENTUS - SPORTING LISBONA STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, 18/10/2017 - Ore 20:45 Qui i vostri commenti post-partita
  4. Le immagini le vedete da soli, per cui buon proseguimento. A me viene il voltastomaco ed è meglio che mi eclisso altrimenti mi escono fuori solo insulti.
  5. Come da titolo, buon proseguimento. Continuiamo così
  6. ............... SERIE A TIM (9° giornata): UDINESE - JUVENTUS STADIO "DACIA ARENA" - Udine, domenica 22/10/2017 - Ore 18:00 Qui il vostro preview ------------------------------------------------------------- Vincere!!!
  7. Del faro del nostro centrocampo se ne parla troppo poco... Juventus, Pjanic è la nota positiva nella notte stonata LEADER - In primo luogo, la crescita di Miralem Pjanic. Tra i bianconeri più ispirati in questa prima parte di stagione, prezioso in costruzione adesso che la protezione di Blaise Matuidi lo lascia libero di tessere il gioco, è rimasto a galla anche nella serataccia del Camp Nou, smistando palloni utili e cercando il gol nel primo tempo, prima del black-out, e provando, solo soletto, a ribellarsi al devastante dominio blaugrana della ripresa. Un nuovo salto di qualità per un calciatore già fortissimo, una risorsa e una garanzia in più per la Juventus, un nuovo leader non soltanto in campo come dimostrano dalle parole pronunciate a fine partita. Antonio Barillà Pjanic, 3 in 1: il triplo ruolo e un volto nuovo, Juve è insostituibile di Andrea Menon Ormai, il bosniaco è il centro di gravità attorno al quale la Juve orbita e deve orbitare. Incostante, svogliato, molle: così era stato additato lo scorso anno, molto molto frettolosamente, e anche in modo piuttosto presuntuoso. Sì, perchè l'esplosione di questo inizio stagione è semplicemente il frutto di un lavoro portato avanti dalla scorsa stagione, in cui il suo genio, molto grande, è stato incanalato nei binari della funzionalità bianconera. Il tempo di ambientarsi e a Pjanic sono state affidate tutte le chiavi della Juve: quelle del gioco, quelle del centrocampo, e se continuerà così anche quelle di Vinovo e dello Stadium. Chiaramente e volutamente si esagera, ma il concetto permane: Pjanic è cresciuto, è cambiato, ed ora, è insostituibile. E i motivi sono diversi... RECUPERI E L'ALTRA REGIA - Alla classe ha aggiunto la cattiveria, alla qualità la fame, tanto da diventare un regista del tutto anomalo. La tecnica è alla base di tutto, ma da sola non basta: Pjanic, infatti, non è solo un eccellente gestore di tempi e ritmi, ma anche un recupera palloni che ripulisce e prepara per i propri attaccanti. Insieme riveste tre ruoli: regista per il gioco, mezz'ala per corsa e interventi e, infine, trequartista per la nota capacità di rifinire, innescando Dybala, Higuain e Mandzukic, a cui ha già impacchettato 4 palloni da gol. SEMPRE IN CAMPO - Che sia Serie A, Champions League o Supercoppa Allegri a lui non rinuncia mai. E' il giocatore più impiegato della rosa bianconera, avvicinato solo, nemmeno troppo, da Higuain e Dybala: una statistica che da sola fa capire il livello raggiunto e l'importanza all'interno delle gerarchie. Uno così fa tre ruoli in uno. Fa il Pirlo, all'occorrenza il Vidal e volendo pure il Marchisio.
  8. ............... UEFA CHAMPIONS LEAGUE (3° giornata gironi andata): JUVENTUS - SPORTING LISBONA STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, 18/10/2017 - Ore 20:45 Qui le vostre pagelle
  9. ............... UEFA CHAMPIONS LEAGUE (3° giornata gironi andata): JUVENTUS - SPORTING LISBONA STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, 18/10/2017 - Ore 20:45 Qui la cronaca del match
  10. Ne stavamo parlando qualche giorno fa, nel topic di allegri. Abbiamo una batteria pazzesca di saltatori ed assalitori e, tuttavia, ogni partita non riusciamo a buttarla dentro su palla inattiva (calcio di punizia o angolo). Ricordo che quella delle palle inattive è una delle possibili tecniche per aprire le partite. Anzi, spesso quella meno complicata. Noi riusciamo a complicare pure questa. Di seguito la batteria di assalitori: BARZAGLI 1.86 BONUCCI 1.90 CHIELLINI 1.86 KHEDIRA 1.89 POGBA 1.89 MANDZUKIC 1.87 MORATA 1.90 ZAZA 1.87 CACERES 1.84 RUGANI 1.88 LEMINA 1.84 Ieri, contro il Moench, ne schieravamo contemporaneamente 7 (Barza, Chiello, Bonucci, Khedira, Pogba, Manzo e Morata). Chi mi spiega questo problema? Davvero è questione di NON sapre tirare le punizioni o i calci d'angolo?
  11. Personalmente io non ho dubbi: l'erede di Bonucci lo abbiamo già a Torino ed è Daniele Rugani. Giocatore che mi da una sicurezza assoluta e che ha una pulizia d'intervento fuori dal comune. In alcuni fondamentali mi ricorda Barzagli. Lo scorso anno nelle partite in cui ha giocato non ha mai fatto rimpiangere i titolari. Spero Allegri si decida quanto prima a promuoverlo titolare. #iostoconRugani
  12. ............... Serie A (2° Giornata Andata): JUVENTUS - RES ROMA STADIO "ALE & RICKY" - Vinovo (To), sabato 07/10/2017 - Ore 15:00 Qui la cronaca del match e i commenti
  13. Oggi, ore 11:45, il nostro admin su Top Planet

    Lunedì 18, sul canale 63 DT in tutta Italia, nasce Top Planet. Una TV indipendente, in chiaro e gratuita completamente dedicata alla Juventus ed ai suoi tifosi! Per fare il nostro in bocca al lupo per la nuova avventura a Marcello Chirico, saremo presenti alla giornata d'esordio del canale con il nostro amministratore Domenico Barillà - Juventus 88 BENVENUTO TOP PLANET!!! --- QUESTO PRIMO TOPIC VERRÀ VIA VIA AGGIORNATO, UNENDOVI I TOPIC APERTI PER LE VARIE PARTECIPAZIONI DEL NOSTRO ADMIN ALLE TRASMISSIONI E RIPORTANDO IN PRIMA PAGINA TUTTI I VIDEO DISPONIBILI DEGLI INTERVENTI. --- Qui tutti i video disponibili degli interventi di Juventus 88
  14. Buffon, inizia il viale del tramonto?

    amo gigi sarà per sempre nella nostra storia secondo me miglior portiere di tutti i tempi secondo me è finito pero , ora
  15. La Juventus è pronta nuovamente a blindare Dybala, lo conferma direttamente Giuseppe Marotta: "Paulo è uno di quei calciatori destinatari del loro futuro e ci ha appena detto di volersi legare a vita al nostro club" si legge sulle pagine di Tuttosport e Corriere dello Sport.L'ad e dg bianconero spiega: "Traduco (sorride, ndr): faremo nuovi sforzi economici per trattenerlo, prestissimo lo blinderemo con un nuovo contratto perché ce lo ha chiesto direttamente lui".Niente da fare quindi per le pretendenti, Barcellona in testa: "Dybala per noi non ha prezzo perché non siamo un club che vende". L'ultimo rinnovo di contratto della Joya risale allo scorso aprile: drata fino al 2022 e ingaggio da 7 milioni di euro a stagione. Lunga vita alla nostra GIOIA, al nostro DIECI, al nostro FUORICLASSE
  16. La Juve deve fare come il Bayern?

    Non troppi giorni fa il Bayern Monaco ,a seguito della figuraccia fatta a Parigi,di un inizio stagione non proprio brillante e di un estate dove è stato umiliato da chiunque, ha deciso di fare fuori Ancelotti, complice anche uno spogliatoio che non lo vedeva più di buon occhio. Alla Juve la situazione pare diversa; il guaio,personalmente è che a tutti vada stra benone Allegri che non pare essere un rompiballe o comunque non pare avere troppa autorità, sembra più propenso all'autogestione e sembra usare più la carota che il bastone, soprattutto coi veterani. Al posto di far fuori lui si è deciso di lasciare andar via Bonucci e Alves. Sul lato prettamente umano potremo pure averci guadagnato ma sul piano tecnico,soprattutto la perdita di Alves in questi primi 2 mesi e mezzo di stagione, sta risultando pesantissima. il Bonucci disastroso di Milano è poi così peggio di Barzagli? Chi mi legge sa che sono tutt'altro che anti Allegriano e anti società...anzi Però io non ho gli stessi buoni presagi di 2 anni fa dove partimmo da schifo e poi vincemmo tutto almeno in Italia. A me pare che questa squadra in alcuni elementi cardine sia tremendamente sgonfia e il guaio è che questi elementi cardine per l'allenatore sono fondamentali. Se i pilastri non reggono tutta la struttura crolla. Siamo una società avanti luce rispetto a chiunque altro in Italia e dopo il 2006 mi piacerebbe avere una squadra di cannibali e ingordi ma purtroppo questa è la visione del tifoso e non del milionario che calcia un pallone. Sarebbe un grosso peccato perdere poi in quest'anno ,con la VAR, a sbattere in faccia a tutta l'Italia che tecnologia o meno noi siamo i migliori... Fatto questo minestrone di premessa, volevo chiedervi ,senza fare catastrofismi ma solo per misurare la temperatura del tifo, secondo voi bisognerebbe fare una rivoluzione stile Bayern o no? Non dico subitissimo ma se i risultati dovessero continuare ad esser poco confortanti (occhio alla CL, ci giochiamo tantissimo mercoledì) cambiereste allenatore? (magari alla prossima pausa nazionale) e se si,chi vorreste ORA? cioè di quelli disponibili in giro a chi affidereste questa squadra? Pensate che invece vada data a prescindere fiducia ad Allegri almeno fino a fine stagione? Vobis
  17. ............... UEFA CHAMPIONS LEAGUE (3° giornata gironi andata): JUVENTUS - SPORTING LISBONA STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, 18/10/2017 - Ore 20:45 Qui il preview del match ---------------------------------------------------------------------------------------------- V I N C E R E!!!
  18. ............... SERIE A TIM (9° giornata): UDINESE - JUVENTUS STADIO "DACIA ARENA" - Udine, domenica 22/10/2017 - Ore 18:00 Qui la cronaca del match
  19. ............... SERIE A TIM (9° giornata): UDINESE - JUVENTUS STADIO "DACIA ARENA" - Udine, domenica 22/10/2017 - Ore 18:00 Qui le vostre pagelle
  20. La peggiore tifoseria d'Italia

    Maggio 2011 la Juventus tocca il fondo, ennesimo settimo posto in campionato, niente europa e niente soldi. Settembre 2011 si inaugura lo Stadium, ad allenarci è il nostro ex capitano che viene da alcune promozioni in serie B e da un esonero o dimissioni in serie A dopo poche giornate a BG, la tifoseria come sempre esperta, manifesta il suo dissenso, per rinascere non si può prendere uno senza esperienza mentre in giro c'è un giovane rampante e vincente come Villas Boas (a proposito sapete che fine ha fatto?), con poche risorse ma tanto acume quel mediocre miracolato di Marotta col suo fido Paratici mette in piedi una rosa discreta prende Vidal (tra le urla di biasimo dei tifosi visto che si era fatto scappare un certo Inler, come sempre la tifoseria dimostra di essere fine conoscitrice ed esperta), prende Pirlo (tra lo schifo dei tifosi a cosa serve questo vecchio bollito se Conte fa il 424, lo panchinerà sicuro, la storia poi dimostrerà quanto fosse acuta ed esperta tale tifoseria), prende un discreto attaccante slavo Mirko Vucinic ridinominato subito "ER PANTOFOLA", mutande sgommate e esaltazione per un bimbominkia venuto dall'olanda ho rimosso persino il nome ma che fine ha fatto? (giusto per la cronaca quello esaltato dalla tifoseria ci lascerà un anno dopo, senza aver visto mai il prato verde o forse si nel catino bollente di Novara ). Inizia il campionato e si parte bene, con un bel gioco, tanto entusiasmo, e una classifica che ci vede punto a punto col Milan campione in carica e guidato da Ibrahimovic, dopo natale inanelliamo immeritatamente una serie di pareggi e la tifoseria subito mugugna e comincia a dire anche quest'anno non si vince nulla e non si andrà in champions ... la solita vista lunga chiuderemo campioni d'italia. Il secondo anno, si fa una campagna col poco che ancora abbiamo, si porta a casa un talento notevole come Pogba (sconosciuto ai più), ma si mugugna perchè non arriva il campione che fa sognare, sarà difficile ripetersi urlano i più, risultato ci riconfermiamo campioni d'italia. Arriva Tevez, arriva Llorente, si pretende subito la champions non potrà che essere cosi, non passiamo nemmeno il primo turno tra la delusione generale, visto che se al primo colpo si sono fatti i quarti era normale arrivare almeno in semifinale (perchè si pensa che il calcio giocato è come football manager una cosa semplice dove si vince per grazia ricevuta e gli avversari sono macchiette).Ci confermiamo campioni per la terza volta e si arriva in semifinale di EL, si poteva fare di più ma anche di meno visto che la Roma mollò il colpo solo a 4 giornate dalla fine, costringendoci a giocare al massimo tt le partite, e nonostante le 4 sconfitte finali chiuse ad 85 punti record di sempre (poi divenuti 86) per i colori romani. Conte in maniera sprezzante, comincia a dire nella conferenza post Roma che non siamo all'altezza per andare oltre, perchè siamo un ristorante da 10 euro e non ci si può sedere a quelli di 100, la società gli strappa un si tirato e a fine maggio pubblica che il sodalizio continuerà pur senza rinnovo, ma in un pomeriggio di metà Luglio l'ex capitano, l'allenatore più idolatrato quello che, o con lui o senza di lui non si può, ci lascia per poi accasarsi nel top top club. La società in meno di 24 ore lo sostituisce con Allegri unico disponibile sulla piazza e con un cv adeguato ad un grande club avendo militato e vinto nel Milan, arriva tra gli insulti e le polemiche feroci di una tifoseria che in parte non gli perdona le diatribe dialettiche di qualche anno prima quando vincemmo lo scudetto contro il suo Milan, in parte è in preda alla vedovanza da abbandono inaspettato e improvviso del proprio idolo, attacchi feroci alla società responsabile di non aver accontentato il capitano con l'acquisto a 30 mln di Iturbe nuovo fenomeno della pelota, uno che a detta del tifoso medio juventino ci era indispensabile per fare il salto di qualità sopratt in europa (a proposito che fine ha fatto?), arriva Solata ops Morata mentre vendiamo Immobile il capocannoniere italiano (che attraverserà almeno 2 stagioni nere in giro per l'europa), lo scoramento regna sovrano, la tifoseria è pronta col fucile spianato al varco, l'onta della partenza del "senza di te non andremo lontano ..." deve essere lavata. Lo scoramento diventa pesante quando la partenza della squadra è a spron battuto, si vola in campionato, in coppa italia e in europa dopo un girone difficile si arriva agli ottavi, contro lo spauracchio Jurgen Klopp e Reus, li schiantiamo a casa loro con una partita magistrale, si va ai quarti col Monaco, partita serrata e difficile, al ritorno mezza squadra è fisicamente ai minimi termini per un problema intestinale ma superiamo il turno (nasce il mito del cagon, ma i fucilieri non possono sfruttarlo, siamo in semifinale dopo 13 anni, in cuor loro pensano però che potrà tornare utile per tempi migliori, nella loro ottica malata). In semifinale ci aspettano i campioni d'europa, il mantra del giornalismo italico antijuventino peggio dei tifosi beceri di altre squadre, è che il real è una squadretta non più quella dello scorso anno, il tutto mentre si stanno giocando la liga punto al punto con un Barcellona formidabile, misteri del calcio o forse evidenza di quanto l'odio e l'ottusità rendano idiote le persone. Si arriva in finale, con due partite bellissime, al ritorno al Bernabeu la squadra c'è, soffre, ma ribatte colpo su colpo, lotta e non molla un cm, pareggiamo dopo aver subito un rigore cosi cosi (tre le esultanze sguaiate dei soliti beceri) e creiamo a più riprese le opportunità per vincerla pure. Dopo 13 anni e inaspettatamente si torna in finale, sul carro a malincuore saliranno anche i fucilieri, con la loro gioia triste e col ma sempre pronto, come i peggiori beceri antijuventini saranno i primi a sminuire il percorso dicendo che è stato facile se no col catzo che Allegri sarebbe arrivato in finale. Vinciamo lo scudetto con un goal di Arturo con la Doria, una notte di metà maggio il Mitra ci regala l'agognata stella d'argento in una finale bellissima e al cardiopalma, una coppa che aspettavamo da 20 anni (i fucilieri ci diranno poi, con la faccia tosta che si ritrovano che vincere in Italia è facile, talmente tanto che 20 anni a loro saran sembrati 20 gg), per la prima volta si ha la possibilità di ricordare quel 29 maggio come storia vorrebbe, partita allo stadium contro il napoli (quelli che ogni anno vincono lo scudetto), coreografia da brividi e grande commozione, si arriva alla notte di Berlino, già da qualche giorno Berlino è piena di tifosi juventini (i fucilieri chissà se c'erano) gonfi di orgoglio per essere lì dove nessuno si aspettava, lì dove solo 4 anni prima si pensava fosse impossibile arrivare, lì dove una farsa tipicamente italica non avrebbe mai voluto vederci più, avendo messo in piedi un teatrino per raderci al suolo senza alcuna pietà. Di fronte abbiamo una squadra di marziani l'ossatura della Spagna che per la prima volta è campione del mondo e campione d'europa in carica, abbiamo contro una squadra e dei giocatori che hanno segnato un'epoca, forse hanno scritto i capitoli più belli del calcio moderno, arrivano nel pieno della forma, guidati da quello che a detta di tutti o quasi è il calciatore più forte del mondo e con un tridente da 150 goal la famigerata MSN, anche loro in lotta per il triplete. La partita si mette male, sono davvero fortissimi, ma teniamo botta anche grazie ad uno che in porta davano per finito almeno 6/7 anni prima, quando l'esperto tifoso juventino medio diceva che andava panchinato per Storari o un carneade portiere austriaco, teniamo botta e chiudiamo il primo tempo sotto solo di un goal, nella ripresa la partita è più equilibrata, teniamo meglio il campo e siamo più reattivi, con un'azione magistrale perveniamo al pareggio, a quel punto lo stadio è un catino bollente c'è un popolo (forse anche i fucilieri da casa spingevano) che ci crede, che spera sia la ricompensa a anni di sofferenza immeritati, giochiamo 20 minuti in cui li mettiamo a ferro e fuoco, meriteremmo un rigore enorme quanto una casa ad un metro dalla porta ma non solo non lo fischia ma sul ribaltamento di fronte prendiamo il 2-1 e la coppa vola a barcellona, con noi questa coppa non ci vuole stare gli siamo antipatici. Ma il popolo juventino è orgoglioso, applausi alla squadra, grande speranza che forse un giorno non lontano si possa tornare a giocarcela, i fucilieri tirano fuori qualche mah verso Allegri e vs la società, ma la faccia tosta raggiungerà vette inarrivabili in estate quando per motivi anagrafici e tecnici alcuni pilastri ci lasciano, saluta Pirlo, saluta Tevez andrà a svernare altrove, ci lascia Vidal (a detta del tifoso juventino medio ad una cifra che può definirsi regalo, tra le altre cose Vidal non raggiungerà mai più le vette raggiunte nei primi tre anni di Juve), arrivano Kedhira ( se ce lo hanno dato a gratis è perchè sempre rotto, è lento sarà inutile, i fatti diranno che è un campione ma il tifoso juventino si sa che è lungimirante e grande fine conoscitore di calcio), arriverà Manzo (tra l'indifferenza di tutti) e Dybala subito bollato come strapagato, come sempre previsione azzecatissima . Si parte in sordina sconfitte e risultati altalenanti, scatenano i fucilieri, quelli che si erano mangiati il limone l'anno prima ed erano saliti sul carro ma col sorriso di chi in fondo rosica, Allegri si sa non azzecca mai due stagioni, quest'anno forse non andiamo nemmeno in champions, non vinceremeno nulla, società mediocre che ha smantellato una squadra ... la lungimiranza del fuciliere trova come sempre subito riscontro nei fatti, campioni d'italia, undicesima coppa italia, e fermati agli ottavi col Bayern da arbitraggi al limite del delinquenziale. Arriviamo alla stagione ultima scorsa, arriva Alves a zero, arriva Higuain e chi se lo aspettava, Pjanic dalla roma, Benatia, Cuadrado lo riprendiamo (a proposito quando arrivò in prestito dal chelsea il fuciliere lungimirante lo bollò subito come capra tattica, confusionario che sa solo lanciare il pallone e corrergli dietro, come sempre tale lungimiranza trovò riscontro nei fatti ), parte Pogba e non arriva Matuidi apriti cielo, società mediocre, non vogliono vincere hanno preso Higuain con i soldi di Pogba, non si vuole fare ultimo step, forse forse arriviamo ai quarti di champions ... La storia come è finita la sappiamo tutti. La lungimiranza di un tifoso, che non sa gioire, non sa vincere e non imparerà mai a perdere, di un tifoso che è influenzabile da ogni spiffero di vento contro e che fa suoi i mantra del peggior becerume antijuventino. Scusate la lungaggine delle mi esternazioni, ma tanto mi sentivo di raccontare e tanto ho raccontato, esperienze e raccolta di quanto in questi 6 anni ha potuto l'insipienza calcistica del tifoso juventino, non un singolo caso ma una buona fetta di essi. P.S. fatevi un giro sui social gobbi, sulle pagine ufficiali della juventus, di questo tipico tifoso non fate fatica a contarne decine. FORZA JUVE SEMPRE
  21. Tevez se ne va, Pirlo pure, Vidal idem, Draxler non viene, il top player è Hernanes, Kedhira si infortuna, Marchisio si infortuna, Kedhira si re-infortuna, Morata si infortuna, l'Udinese un tiro un gol, Cessocesny la salva dall'angolino, il Chievo strappa il pari, il Frosinone tre tiri un gol, Mandzukic si fa male, Morata si re-infortuna, Chiellini in realtà è una donna, il Napoli ringrazia Hernanes, Allegri non ci capisce una mazza, Lichtsteiner c'ha gli attacchi di panico, Inter, Toro, Viola, Lazio, Roma, Napoli sono tutti davanti, la Roma sogna il Giubileo dello scudetto, l'Inter l'Expo dello scudetto, la Fiorentina il Matteorenzi dello scudetto, il Napoli il funiculì dello scudetto, il Milan il Balotelli dello scudetto, Caceres rischia la fine di Lady Diana, col Siviglia facciamo giocare terzino destro un beagle, Mosé manda una mail che gli sono avanzate tre o quattro piaghe e domanda se ci interessano e chissà cos'altro dietro l'angolo, quale altra maledizione di ****** di casino ci aspetta ancora. Ma insomma io dico una cosa: Quanto Sarebbe Figo Vincere Questo Scudetto? Tutti stesi di rabbia e di bile. Tutti distrutti e disperati. Regalerei un anno di vita di Galliani e Paolo Liguori, anche due, pur di vincerlo. c**** Quanto Sarebbe Figo Vincere Questo Scudetto.
  22. ............... SERIE A TIM (8° giornata): JUVENTUS - LAZIO STADIO "ALLIANZ STADIUM" - Torino, sabato 14/10/2017 - Ore 18:00 Qui le vostre pagelle
×