Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''juventus''.

  • Cerca per tag

    Separa un tag dall'altro con una virgola
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • 2018 FIFA World Cup
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2017/2018
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
    • Market Forum
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Calendari

  • Calendario

Trovato 167 risultati

  1. Costi di gestione troppo elevati. Diventerà un canale web, a quanto pare. Che cosa significhi poi, è da chiarire. Se intendono snellire, mi chiedo che ci faranno alla Continassa.
  2. La Fiorentina è pronta per chiudere per l'acquisto di Marko Pjaca. Secondo le ultime indiscrezioni di ViolaNews.com infatti la dirigenza della Fiorentina avrebbe offerta 7 milioni per il prestito annuale con un obbligo di riscatto fissato a 18 milioni per la prossima estate, una formula che andrebbe bene anche alla Juventus pronta a fare cassa con un'operazione complessiva da 25 milioni. Resta da definire l’opzione di un possibile contro-riscatto da parte dei bianconeri. https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idnet=dHV0dG9qdXZlLmNvbS00MjcwMjM
  3. 22.06.2018 13:35 di Redazione TuttoJuve per tuttojuve.com Fonte: Intervista di Raffaella Bon Tra i nomi accostati alla Juventus in questa calda estate di mercato, c'è anche quello di Thiago Alcantara. Il centrocampista del Bayern Monaco potrebbe diventare uno dei primi obiettivi del club bianconero in caso di partenza di Miralem Pjanic. Per avere un giudizio su questa possibile operazione, la redazione di Tuttojuve.com ha intervistato il procuratore Alessandro Canovi: "Thiago Alcantara è un centrocampista dalla tecnica sopraffina - ha commentato l'agente -. Forse è un po' debole nella fase di interdizione, ma è un giocatore che adoro per le sue caratteristiche. Se la riuscisse a prenderlo e tenesse anche Pjanic, farebbe un centrocampo che non avrebbe nulla da invidiare al reparto centrale delle altre big europee. Un centrocampo da favola con Khedira, Pjanic, Alcántara ed Emre Can. Alcantara è un grandissimo giocatore, ma so per certo che il Barcelona lo segue da molto vicino. E non solo: su di lui ci sono diverse squadre importanti. Per me è un'operazione che la Juve può portare sicuramente a termine. Il suo cartellino e sui 60 milioni". https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idnet=dHV0dG9qdXZlLmNvbS00MjcwNDM
  4. Ai microfoni della Gazzetta dello Sportha parlato il centrocampista della Juventus Sami Khedira che ha commentato l'arrivo in bianconero del connazionale Emre Can: "Sono contento, lo conosco bene, è un ottimo giocatore. E' un acquisto molto importante e da noi si troverà bene. Se io resto? Si, direi di sì: alla Juve sto bene". https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idtmw=1125783
  5. Rugani verso il Chelsea?

    Secondo Sportitalia accordo Juve-Chelsea per la cessione a 32 mln + bonus
  6. Si sarebbero dovute incontrare oggi a Milano, ma il summit di mercato tra le dirigenze di Juventus e Udinese è slittato a domani. Lo ha rivelato Sportitalia e in particolare il suo direttore Michele Criscitiello, che ha comunque fornito ulteriori dettagli sulla trattativa: le parti dovrebbero trovare un'intesa per il trasferimento del centrocampista campano in Friuli con la formula del prestito biennale. https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idnet=dHV0dG9qdXZlLmNvbS00MjY3ODU
  7. Dubbi, sostanzialmente, non ce ne sono. Joao Cancelo, dopo aver vestito la casacca dell'Inter, a breve sfoggerà quella di un'altra società italiana: la Juventus. I bianconeri, anche nella giornata di oggi, hanno fatto registrare passi importanti circa l'esito positivo dell'operazione. Tuttavia, e questo rappresenta l'atto finale, la Vecchia Signora sta lavorando con il Valencia per trovare la formula vincente. E, ovviamente, le ipotesi sono due: prestito con obbligo di riscatto, oppure acquisizione del cartellino a titolo definitivo. Il tutto, e da qui non si scappa, versando almeno 38 milioni nelle casse del club iberico. Insomma, sulla valutazione globale l'accordo sembrerebbe esserci, ma occorre ancora un po' di pazienza per capire con quali modalità verrà perfezionato il trasferimento. Il 24enne laterale portoghese, dopo aver rifiutato la proposta del Wolverhampton, ha spinto per la soluzione juventina. E, giustappunto, è stato accontentato con un contratto pluriennale da 3 milioni netti a stagione. Insomma, la firma rappresenta esclusivamente un dettaglio. Il giocatore, non riscattato dall'Inter per dinamiche legate al fair play finanziario, ha voglia di Champions League. Da qui, quindi, la scelta di accettare con convinzione l'offerta dei campioni d'Italia. A fuoco lento, ma non troppo, Juventus e Valencia sono arrivate all'intesa sui costi globali. Il tutto, quantomeno inizialmente, senza ragionare su eventuali contropartite tecniche. Gli iberici stimano Marko Pjaca, ma non lo ritengono una priorità. Aspettando Emre Can, atteso domani mattina a Torino per le visite mediche, l'ad Beppe Marotta sta per piazzare un altro grande colpo. Per la gioia di Massimiliano Allegri, da sempre grande estimatore di Cancelo. di R. Agresti per goal.com http://www.goal.com/it/notizie/calciomercato-juventus-cancelo-presto-diventera-bianconero/1b6qbvmlw7us918d5e0if7iorm
  8. Emre Can alla Juventus è realtà. Dopo un lungo corteggiamento, e diversi ostacoli lungo il percorso, i campioni d'Italia realizzano il primo grande colpo per quanto concerne l'imminente sessione estiva. Un pressing datato e, soprattutto, attuato con grande convinzione dalla dirigenza bianconera. Nella giornata di giovedì l'ormai ex centrocampista del Liverpool sbarcherà sotto la Mole per il classico iter delle visite mediche. Dopodiché, dalle parole si passerà ai fatti, ovvero alla firma su un contratto quinquennale da 5 milioni netti a stagione più bonus. Hanno vinto – su tutta la linea – gli uomini della Continassa. I quali sono stati bravi a monitorare le mosse delle diretti concorrenti: dal Real Madrid al Bayern Monaco, senza sottovalutare il Paris Saint-Germain, che fino all'ultimo ha tentato di ostcolare le mosse dei campioni d'Italia. Nulla da fare per i parigini. Emre Can a gennaio aveva dato la parola alla Juventus e l'ha mantenuta, dimostrando di credere fermamente nel progetto zebrato. L'innesto del 24enne mediano tedesco, reduce da una stagione più che positiva per i Reds, fa capire come la Vecchia Signora voglia innalzare il tasso qualitativo del reparto. Sullo sfondo, appunto, altri rinforzi in arrivo ancora da identificare chirurgicamente. Ma le idee, certamente, non mancano. Emre Can saluta Liverpool dopo quattro anni. Un'avventura significativa che ha portato il diretto interessato a consacrarsi in campo internazionale, diventando a tutti gli effetti un uomo mercato. Già nei mesi scorsi, provando a ingolosire il club inglese, la Juventus aveva tentato di anticipare il botto, trovando tuttavia costantemente la strada in salita. Strategia che – quantomeno dal punto di vista economico – non ha premiato i Reds. L'addio a costo zero di un elemento di tale caratura, infatti, non è mai cosa buona e giusta. C'è chi dice che l'operato a fari spenti targato Sami Khedira, connazionale di Emre Can, abbia recitato una parte importante in chiave fumata bianca. Ecco perché, quindi, l'ex giocatore del Real Madrid dovrebbe rispettare il suo legame con Madama – in scadenza nel 2019 – favorendo così l'inserimento dell'ultimo colpo juventino. di R. Agresti per goal.com http://www.goal.com/it/notizie/calciomercato-juventus-emre-can-giovedi-torino-per-le-visite/16ve5nyzg7kcm1hwg665g03l8i N.B = Si avvisa la gentile utenza che post ironici fuori luogo del tipo "di quale giovedì", "non ci credo", "non arriva", et simila saranno considerati flame e come da regolamento sanzionati. Unico e ultimo avviso sulla questione.
  9. Archiviato l'acquisto di Mattia Perin, la Juventus plasma definitivamente il parco portieri 2018-2019. Oltre all'ex Genoa, e al titolare Wojciech Szczesny, Max Allegri potrà contare nuovamente sul contributo di Carlo Pinsoglio. Il 28enne estremo difensore torinese, infatti, resterà nel capoluogo piemontese per un'altra stagione. A questo punto, non che ci fossero dubbi, Emil Audero sicuramente saluterà temporaneamente la Mole. Per lui, verosimilmente, una nuova tappa all'insegna della gavetta. Le offerte, a tal proposito, non mancano. Pippo Inzaghi, dopo averlo allenato con ottimi risultati a Venezia, vorrebbe proseguire questa collaborazione anche a Bologna. Mentre in serie B, tra le altre squadre, la Cremonese starebbe andando di puro pressing asfissiante. Insomma, si vedrà. La Juventus, ovviamente, sceglierà in base alle prospettive di minutaggio. Pinsoglio, cresciuto nelle giovanili della Juventus, si sarebbe costruito un ruolo importante all'interno dello spogliatoio. E, anche per questo motivo, gli uomini della Continassa hanno optato per il prolungamento. di R. Agresti per goal.com http://www.goal.com/it/notizie/calciomercato-juventus-pinsoglio-rinnova-bianconero-fino-al/oi5e29bbh6h11bhdpr5cxxn1s
  10. https://www.netflix.com/it/title/80211576 Dal 6 luglio sarà disponibile la seconda parte del documento-film della squadra bianconera.
  11. Parola d'ordine: continuità. Per le prossime tre stagioni, a testimonianza di come per la Juventus il periodo storico sia dei più felici, Madama non proporrà cambiamenti in termini di area sportiva. Ovvero: Fabio Paratici (direttore sportivo), Federico Cherubini (direttore sportivo della Primavera), Stefano Braghin (Head of Academy & Women Football) e tutti gli altri protagonisti di un blocco vincente e lungimirante continueranno a operare rigorosamente a tinte bianconere. Il tutto ovviamente sotto la guida dell'amministratore delegato, Beppe Marotta, senza dimenticare l'importanza del vicepresidente, Pavel Nedved. Un gruppo di lavoro ben amalgamato e, soprattutto, chiamato a costruire i successi del domani. La gestione Andrea Agnelli ha portato la Signora a conquistare sinora quattordici trofei. Merito delle linee guida stilate dal 42enne presidente piemontese e, naturalmente, dei suoi collaboratori. Ecco perché, di questi tempi, lasciare la Juventus rappresenta una missione proibitiva. E, infatti, la Juventus non incapperà in brutte sorprese. Le offerte, specialmente in zona Paratici, non sono mancate. Dalla Ligue 1 alla Premier League, con qualche tentativo anche dalla Liga spagnola e dal mercato nostrano. Proposte importanti – anche dal punto di vista economico – che tuttavia non hanno trovato terreno fertile nei pensieri del manager emiliano. Discorso analogo per Cherubini, sempre più in ascesa, sondato nelle puntate precedenti da Sassuolo e Udinese. Anche in questo caso, però, la Juve ha chiuso la porta a tripla mandata, in quanto l'ex dirigente del Foligno raffigura un tassello primario per le dinamiche giovanili (e non solo). Altro giro, altra figura centrale: Braghin. Parlano per lui i risultati delle Juventus Women, fresche di scudetto al primo tentativo. Un progetto che – rapidamente – ha catturato l'attenzione degli appassionati e che, parallelamente, ha portato il globo zebrato a imporsi immediatamente. di R. Agresti per goal.com http://www.goal.com/it/notizie/juventus-rinnovi-in-dirigenza-nedved-e-paratici-firmano-per/1rjaif9hbo4bh10cmm0wvo6f5z
  12. Una splendida prima volta. Juventus for Special, all'anno di esordio nel campionato "Quarta Categoria", si è laureato Campione d'Italia. E' accaduto proprio nella giornata di oggi, presso il centro sportivo di Ponte Lambro(CO), dove i bianconeri hanno battuto col netto punteggio di 5-0 il Milan for Specialaggiudicandosi così lo Scudetto di questa stagione. Quarta categoria” è il torneo di calcio a 7 dedicato esclusivamente ai ragazzi con disabilità cognitive e relazionali, nato a gennaio 2017 grazie al protocollo d'intesa tra Centro Sportivo Italiano e FIGC e alla collaborazione di AIAC, AIA, AIC, Lega serie A, Lega serie B, Lega Pro, Lnd, Figc e Csi. L'edizione 2017/18 ha così un vincitore: la Juventus! http://www.juventus.com/it/news/news/2018/juventus-for-special--campioni-d-italia-.php
  13. Nel corso dell'intervista a Tuttomercatoweb, Andreas Möller ha ricordato i suoi due anni alla Juventus. Il tedesco, fra i più talentuosi della sua epoca, ha vestito la maglia bianconera dal 1992 al 1994, vincendo una Coppa UEFA: "Sono stati i migliori anni della mia vita. Ho incontrato tanta gente e ho giocato in un grandissimo club. Sono orgoglioso di averne fatto parte, di essere stato alle dipendenze di un tecnico come Giovanni Trapattoni e di avere avuto come compagni di squadra campioni come Roberto Baggio e Gianluca Vialli. Il mio ricordo più bello però è legato alla figura dell'Avvocato Giovanni Agnelli, che era sempre al fianco della squadra ed è stata la persona migliore della mia esperienza italiana". https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idtmw=1123556
  14. Scegli chi è stato per voi il giocatore e il gol del mese tra le partite ufficiali giocate dalla Juventus in quel di maggio, per incoronare l'M.V.P. della decima sessione di gare della società bianconera, sulla base dei vincitori del sondaggio Match Polls dei dopomatch eletti da tutti voi!!!
  15. Il giocatore ha sostenuto le visite mediche presso il J|Medical e ha firmato un contratto che lo legherà al club bianconero fino al 30 giugno 2023. Giornate di visite mediche a Torino per Andrea Favilli: la Juventus ha infatti acquisito il cartellino del giocatore, che nell’ultima stagione ha militato nelle fila dell’Ascoli. Di seguito il comunicato. ACCORDO CON L’ASCOLI PICCHIO PER L’ACQUISIZIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE ANDREA FAVILLI Torino, 15 giugno 2018 – Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Ascoli Picchio F.C. S.p.A. per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Andrea Favilli a fronte di un corrispettivo di € 7,5 milioni pagabili in due esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 1,25 milioni al maturare di determinate condizioni entro il 30 giugno 2021. Gli effetti economici e patrimoniali di tale acquisizione avranno effetto a decorrere dalla stagione sportiva 2018/2019. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quinquennale fino al 30 giugno 2023. Attaccante nato a Pisa, classe 1997, e cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Livorno, Favilli è un giocatore che i tifosi bianconeri già conoscono: nel 2015, infatti, Andrea approda alla Primavera bianconera, dove milita fino alla fine del campionato 15/16, mettendo a segno in totale 22 reti. Per lui, in maglia bianconera, arriva anche l’esordio in Serie A, il 7 febbraio 2016, contro il Frosinone in trasferta. Nell’estate dello stesso anno Andrea passa all’Ascoli, con cui gioca due stagioni in Serie B, mettendo insieme 30 presenze e 8 gol alla prima annata e 14 presenze e 9 gol alla seconda. Oggi Andrea ha ultimato le visite mediche presso il centro polispecialistico che sorge sull’ala Est dell’Allianz Stadium, a margine delle quali ha dichiarato: «Questa è la squadra che mi ha dato una grandissima opportunità qualche anno fa. Tornare a casa è sempre bello». «Lo scorso anno - ha aggiunto Favilli - è stato un po' sfortunato. Però ho lavorato duro e adesso sto bene e sono prontissimo per la nuova stagione». http://www.juventus.com/it/news/news/2018/acquisito-il-cartellino-di-andrea-favilli.php
  16. “Ho detto no al Real perché avevo dato la mia parola ai bianconeri”

    Allegri: «No al Real Madrid, avevo dato la mia parola alla Juventus» Il tecnico bianconero conferma il retroscena di mercato: «Ho rifiutato l'offerta di Florentino Perez. Qui trovo sempre nuovi stimoli per vincere» LIVORNO - Massimiliano Allegri, a margine del “Mister Allegri Junior Camp”, iniziativa per la quale allena per una settimana i giovanissimi calciatori e calciatrici per beneficenza aiutando le società sportive di Livorno colpite dall’alluvione, ai microfoni di Rai e Sky ha detto: «Sì, mi ha chiamato Florentino Perez per chiedermi di allenare il Real, ma gli ho detto di no perché avevo dato la mia parola al presidente Agnelli e non volevo venire meno alla parola data. Per lo scudetto dell’anno prossimo le avversare saranno Roma, Inter e Napoli. Per noi la vittoria dell’ottavo scudetto consecutivo resta la priorità. Gli stimoli nuovi? Alla Juve gli stimoli si trovano sempre. Ancelotti? E’ un valore aggiunto, però perdiamo Sarri». tuttosport.com
  17. Foto di GettyImages pubblicata su www.juventus.com Un grande giocatore si unisce alla famiglia bianconera. Si tratta di Mattia Perin. Venticinquenne di Latina (è nato il 10 novembre 1992) il portiere raggiunge la Juventuscui sarà legato fino al 30 giugno 2022. Di seguito il comunicato. ACCORDO CON IL GENOA PER L’ACQUISIZIONE DEFINITIVA DEL CALCIATORE MATTIA PERIN Torino, 08 giugno 2018 – Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver perfezionato l’accordo con la società Genoa Cricket & Football Club S.p.A. per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Mattia Perin a fronte di un corrispettivo di € 12 milioni, pagabili in tre esercizi, che potrà incrementarsi di massimi € 3 milioni al maturare di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Gli effetti economici e patrimoniali di tale acquisizione avranno effetto a decorrere dalla stagione sportiva 2018/2019. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quadriennale fino al 30 giugno 2022. La carriera professionistica di Mattia è stata quasi sempre legata ai colori del Genoa, con i quali ha esordito nel 2010/2011 e ha militato per sei stagioni. Le uniche esperienze lontano da Genova sono state per lui a Padova (25 presenze in B nel 2011/2012) e a Pescara dove ne 2012/2013 ha disputato 29 gare). Per il resto, si diceva, solo presenze in rossoblu: per la precisione 148. Superare Mattia è molto complicato. Basti pensare che, fra i portieri italiani con almeno 25 presenze in questo campionato, lui è quello con la più alta percentuale di parate (75%). Allargando invece lo sguardo agli ultimi cinque campionati, solo Gianluigi Buffon (78%) e Gianluigi Donnarumma (73%) hanno avuto una percentuale di parate più alta di lui. Dodici i “Clean Sheet” di Perin nel campionato appena terminato, un dato che fra i portieri italiani lo colloca solo dietro Sportiello. Infine, due curiosità: sono sei i rigori parati da Mattia in carriera, l’ultimo in un Derby della Lanterna contro Quagliarella; inoltre, il neo estremo difensore juventino ha registrato il suo record di parate in Serie A (15) nel gennaio 2013 con la maglia del Pescara contro la Fiorentina: almeno sei in più di quelle fatte in qualsiasi altra partita nella competizione. Una carriera, quella di Perin, contraddistinta da un grande talento unito ad altrettanto carisma. Doti che da oggi metterà al servizio della Juve. Benvenuto, Mattia! http://www.juventus.com/it/news/news/2018/mattia-perin---bianconero-.php (juventus.com)
  18. ESERCIZIO DEL DIRITTO DI OPZIONE PER IL CALCIATORE DOUGLAS COSTA Torino, 7 giugno 2018 – Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Douglas Costa de Souza, dalla società tedesca FC Bayern München AG, per un corrispettivo di € 40 milioni pagabili in due esercizi. Al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata del contratto di prestazione sportiva con il calciatore, potrà maturare a favore del Bayern un corrispettivo aggiuntivo di € 1 milione. Juventus aveva sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva fino al 30 giugno 2022. http://www.juventus.com/it/news/news/2018/riscattato-il-cartellino-di-douglas-costa.php
  19. Qui si parla di Morata, Lewandowski, Icardi.... ma il tormentone dell'estate potrebbe essere quello relativo alla permanenza in bianconero di uno dei calciatori più scarsi dei nostri 121 anni di storia. Il suo procuratore si lamenta pure che Sturaro abbia giocato meno di Marchisio... La mia speranza a questo punto sarà quello di vederlo aggregato alla squadra B in Lega Pro. In casa Juve un nome che spesso viene dato in uscita è quello di Stefano Sturaro, centrocampista classe ’93 considerato un jolly da Max Allegri. Per il 27 bianconero si è parlato anche di un ritorno al Genoa nell’operazione Perin ma l’affare si è concluso senza contropartite. L’agente del giocatore, Carlo Volpi, ha parlato in esclusiva a Ilbianconero e ha chiarito le voci intorno al suo assistito: “Stefano resta alla Juve al 90%, i rapporti tra lui e la società sono ottimi. Il suo impiego è stato scarso, se Marchisio si lamenta delle poche presenze, Stefano ne ha anche di meno, ma in una squadra come la Juve è normale, ci sono giocatori come Khedira e Matuidi che sono in Russia pronti a vincere il mondiale. Genoa? Tra Stefano e il grifone c’è tanto amore ma non è mai stato inserito nell’operazione Perin. Offerte estere? Il campionato ideale è la Premier ma dalla Liga stanno arrivando offerte importanti, dopo la Juve restare in Italia sarebbe un passo indietro”. Ma intanto per il mercato in entrata Marotta pesca… dal Mondiale.
  20. Rita Guarino rinnova con le Juventus Women

    Rita Guarino rinnova con le Juventus Women Il coach Campione d'Italia ha firmato un'estensione del proprio contratto con le Juventus Women fino al 2020. Dopo aver vinto lo Scudetto femminile alla prima stagione sulla panchina delle Juventus Women, Rita Guarino ha firmato un nuovo contratto, che la legherà al Club fino al 2020. Un'estensione che non riguarda solo il coach Campione d'Italia, ma anche il resto del suo staff. Rita Guarino è reduce da una stagione trionfale alla guida delle Women: con un ruolino di marcia di 20 vittorie, 0 pareggi e 2 sconfitte alla prima stagione in A ha portato la squadra al playoff con il Brescia, vinto ai rigori, che ha consegnato alle bianconere lo Scudetto femminile. Nella prossima stagione, le Juventus Women non solo si preparano a difendere il tricolore ma, per la prima volta, competeranno con le migliori d'Europa nella UEFA Women's Champions League. http://www.juventus.com/it/news/news/2018/rita-guarino-estende-il-proprio-contratto.php
  21. Fonte foto: juventus.com di GettyImages Juventus Women dà il benvenuto nelle sue fila a una nuova, grande campionessa: l’attaccante britannica Eniola Aluko. Aluko è da anni una calciatrice di fama internazionale, e raggiunge le bianconere dalChelsea FC Women, squadra campione in carica nella FA Women Super League. Nella compagine londinese, Eniola ha vinto 3 titoli nazionali e due FA Cup femminili. Proprio in questa competizione, nel 2016, si è laureata capocannoniere, segnando la bellezza di 9 gol in 16 partite: doti, le sue, che hanno accompagnato il Chelsea anche alle semifinali della ultima edizione di UEFA Women’s Champions League. Prima di giocare nel Chelsea, Aluko ha mostrato le sue doti negli Stati Uniti, nella Women’s Professional Soccer League, militando in St. Louis, Atlanta and Sky Blue FC. Nata in Nigeria, Aluko da tempo milita anche nella nazionale femminile inglese, con la quale ha giocato 3 Coppe del Mondo, altrettante coppe d’Europa e partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012. Un bagaglio di esperienza, classe e goal che da oggi sono a disposizione della squadra campione d’Italia. Benvenuta, Eniola! http://www.juventus.com/it/news/news/2018/eniola-aluko---bianconera-.php
  22. Gonzalo Higuain manda segnali di addio ai microfoni di ESPN: “Mi piacerebbe giocare in Premier League - ha detto l'attaccante della Juventus, dal ritiro dell'albiceleste -. L’Argentina deve proporsi di andare il più lontano possibile, sappiamo che arrivare alla finale è molto complicato, ma il desiderio è lì". Il Pipita potrebbe lasciare i bianconeri e a questo punto per il suo futuro prende corpo la pista inglese. Nelle ultime settimane, non a caso, il suo nome è stato accostato soprattutto al Chelsea. Higuain ha commentato anche l'annullamento della partita fra Israele e Argentina per le minacce dei gruppi terroristici ai giocatori sudamericani: "E' stato giusto non andare in Israele, la sicurezza viene prima di tutto. Alla fine è stata fatta fare la cosa giusta, la sicurezza e il buon senso sono al primo posto". (Fonte: redazione di tuttojuve.com) https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idnet=dHV0dG9qdXZlLmNvbS00MjQ4MTM
  23. Daniele Rugani, difensore della Juventus e dell'Italia, è finito nel mirino della Lazio per il dopo de Vrij. Queste le parole di Davide Torchia, agente del centrale bianconero, a TuttoJuve.com: "Ieri sera l'ho visto molto bene con l'Italia, ha fatto tante verticalizzazioni e molti lanci per i suoi compagni. Ha dimostrato grande personalità e si è trovato alla perfezione con Romagnoli che conosce da anni. Per Daniele la stagione è stata molto positiva, ha giocato più di 1000 minuti stagionali e in campionato ha disputato 26 presenze di cui 25 da titolare. Questo è un aspetto che va sottolineato, perché nella Juventus c'è molta rotazione. Ho notato un bel miglioramento rispetto alla stagione precedente, ci sono i margini per poter far meglio il prossimo anno. Il futuro? La Juventus lo ha sempre ritenuto incedibile e non ha mai considerato di venderlo. Il club è molto soddisfatto, ha molta stima del ragazzo e non vuole assolutamente privarsi delle sue qualità calcistiche. Lazio? No, non è mai stato offerto a nessuna squadra. Se i bianconeri avessero voluto venderlo, in tre anni ci sono state diverse occasioni per poterlo fare". https://www.calciomercato.com/news/juve-ag-rugani-e-incedibile-sull-interesse-della-lazio-72445
  24. Mercato, Allegri rifiuta il Real: vuole rivincere con la Juve Sondato da Florentino tramite Galliani, il tecnico ha declinato per lealtà verso la Juve e per la famiglia Meglio la Continassa della Casa Blanca. A Massimiliano Allegri non servirà un alloggio spagnolo perché sta bene a Torino. E al Real Madrid, che l’ha contattato per sostituire il dimissionario Zinedine Zidane, ha già risposto «no, grazie». Per lealtà nei confronti della Juventus, con cui ha già iniziato a progettare la prossima stagione, e degli altri club rifiutati in precedenza. Per questioni di cuore ma anche di stimoli, perché Allegri è convinto che a Torino potrà vincere ancora. Max considera la Juve casa sua e ha totale fiducia nella dirigenza bianconera, che lo difese all’inizio, quando arrivò a Vinovo tra lo scetticismo, e lo ha sempre protetto nei momenti difficili. I giornali spagnoli lo danno ancora in pole per la panca Real, ma lui agli amici ha confidato di avere ancora del lavoro da fare coi bianconeri. CICLO ALLA FERGUSON Tutto è partito da una telefonata di Adriano Galliani, grande amico di Florentino Perez, con cui Allegri ha conservato rapporti splendidi dopo l’esperienza comune al Milan. Allegri non è immune al fascino del Real, però ha trovato la sua dimensione in bianconero. Così ha fatto sapere al presidente spagnolo (che aveva cominciato a guardarlo con occhi diversi dopo la lezione del Bernabeu nel ritorno dei quarti di Champions: blancosqualificati ma bastonati), tramite il vecchio a.d., che non intende tradire la Signora. Max aveva rispedito indietro le proposte di Arsenal e Psg per continuare con la Juve e per lo stesso motivo ha declinato l’invito Real. Allegri non ha mai amato le storie infinite, ha sempre pensato che un ciclo duri al massimo 3-4 anni. Alla Juve però è diverso, con Andrea Agnelli c’è un rapporto speciale e si sente coinvolto nella programmazione. Ha un contratto fino al 2020 e non gli dispiacerebbe allungarlo di uno o due anni, diventando il Ferguson italiano, per poi guidare la Nazionale quando si chiuderà il ciclo di Roberto Mancini. La dirigenza bianconera è sempre stata tranquilla, perché dal Real, con cui è in ottimi rapporti, non è mai stata contattata e Max non ha mai chiesto di essere liberato. Notizia principale della giornalaccio rosa dello Sport online. In 20 anni che seguo il calcio, ho visto poche, pochissime persone rifiutare il REAL MADRID...a maggior ragione dopo anni di dominio e trionfi continentali. Con questo “rifiuto” a parer mio, Max entra ancora di più dentro la storia bianconera di quanto non abbia già fatto fin ora. Aggiornamento 13/09 Juventus, Allegri: "Ecco perché ho detto no al Real Madrid" La conferma dell'allenatore della Juventus: "Ho rifiutato l'offerta perché avevo già un impegno con i bianconeri. Ho ringraziato Florentino Perez, ma avevo dato la mia parola al club" Ho detto di no al Real Madrid perché avevo già un impegno con la Juventus": Massimiliano Allegri ha confermato il gran rifiuto alla Casa Bianca in occasione del "Mr Allegri Junior Camp", quarta edizione del camp che organizza nella sua città, Livorno, per 140 bambini (il ricavato andrà in beneficenza). VOGLIAMO SCUDETTO E CHAMPIONS — "Ho ringraziato Florentino Perez - ha spiegato l'allenatore della Juventus - che mi aveva chiamato, ma avevo dato la mia parola al club". Allegri ha parlato anche della stagione futura: "Ora abbiamo azzerato tutto ciò che è successo la scorsa stagione, ripartiamo da zero ma vogliamo lottare per scudetto e Champions League. Napoli, Inter e Roma saranno le nostre avversarie per lo scudetto, l'arrivo di Ancelotti al Napoli è un valore aggiunto ma perdiamo Sarri". Il tecnico bianconero ha dribblato le domande di mercato: "Milinkovic Savic e Cancelo sono due bei giocatori ma non ne parlo perché non sono nostri. Golovin? Mi dicono che è bravo ma non lo so". E sul Mondiale: "La Croazia è una squadra che m'intriga".
×