Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''milan''.

  • Cerca per tag

    Separa un tag dall'altro con una virgola
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • 2018 FIFA World Cup
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2017/2018
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
    • Market Forum
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Calendari


Trovato 7 risultati

  1. Passiamo alle cose formali e apriamo il nuovo topic per la nuova annata, già densa di soddisfazioni.
  2. Il Milan è fuori dalle coppe europee per un anno. La Uefa prende una decisione storica per il club sette volte campione d'Europa, che lascia il suo posto nei gironi di Europa League all'Atalanta, sostituita dalla Fiorentina nei preliminari. Il verdetto della Camera giudicante è meno duro di quanto si temesse, ma comunque rappresenta un colpo d'immagine ed economico per il Milan, che sta già preparando il ricorso al Tas. In quest'ottica potrebbe non aiutare la scelta del proprietario Li Yonghong, che ha interrotto la trattativa per la cessione del club a Rocco Commisso, manifestando la volontà di restituire a Elliott i 32 milioni di euro dell'ultimo aumento di capitale, per avere più tempo e cercare offerte più convenienti. "Il club non potrà partecipare alla prossima competizione Uefa per club a cui è qualificata nelle prossime due stagioni (una competizione sola nella stagione 2018/19 o in quella 2019/20, in caso di qualificazione)", è la consueta formula della Camera giudicante, che negli ultimi anni ha emesso provvedimenti anche più duri, con squalifiche di un anno applicabili nell'arco anche di tre o quattro stagioni, oltre a multe. Il testo del comunicato in italiano, più di quello in inglese, ha confuso anche gli specialisti. La sostanza è: per il Milan nessuna sanzione economica, sconterà la squalifica saltando la prossima Europa League, a cui si è qualificato arrivando sesto in campionato. Il Milan resta convinto di pagare per colpe non proprie, visto che il procedimento davanti alla Uefa è legato alla violazione delle norme del fair play finanziario nell'ultimo triennio dell'era Berlusconi. Ma in questi mesi gli investigatori della Uefa per due volte hanno negato Voluntary Agreement e Settlement Agreement (due forme di contratti, una per il rientro volontario nei parametri, l'altro per il rientro attraverso sanzioni), rinviando infine il caso alla Giudicante per le "incertezze sul rifinanziamento del prestito e sul rimborso delle obbligazioni da effettuare entro ottobre 2018", ossia sul debito che l'attuale proprietario Li Yonghong deve rimborsare al fondo Elliott. Cruciali sono le motivazioni che la Uefa renderà pubbliche nei prossimi giorni, e che il club già sta studiando per provare a ottenere sconti dal Tribunale arbitrale dello sport. Non sarà facile ribaltare uno scenario che espone il Milan a una perdita di circa 20 milioni di ricavi, al rischio che il budget per gli acquisti sia ridotto e qualche big chieda la cessione. Il Tas nel 2017 ha riabilitato ad esempio il Partizan Belgrado, di fronte a elementi inediti rispetto alla discussione davanti alla Giudicante, con cui i serbi hanno dimostrato di essersi messi in regola con il fisco. La novità decisiva per il Milan potrebbe essere un nuovo azionista di maggioranza, ipotesi ora complicata. Dopo due mesi di trattative, a un passo dall'intesa, Li ha infatti interrotto il negoziato con Rocco Commisso, deciso a rimborsare i 32 milioni a Elliott entro il 6-9 luglio, termine oltre il quale si avvierebbe l'iter per il passaggio del club nelle mani del fondo. Altri soggetti statunitensi sono alla finestra, non solo i Ricketts. Il magnate di origini calabresi, non l'ha presa bene: teme che il cinese voglia aprire una sorta di asta e non è disposto di lasciare a lungo sul tavolo l'offerta per il 70% a fronte della copertura dell'intero debito con Elliott e 150 milioni da investire subito, oltre a un progetto per lo stadio. Gli sono arrivate anche altre proposte, sottolineano i suoi, per altri club europei, non solo italiani. http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2018/06/27/sentenza-uefa-sul-milan-un-anno-senza-coppe-europee_d75b6890-1b08-4703-a585-043c2a1de8d7.html
  3. Il nuovo A.C. Milan Femminile

    Il presidente del Brescia Giuseppe Cesari dopo la sconfitta contro la Juventus nello spareggio Scudetto ha parlato anche del futuro aprendo a un possibile ingresso del Milan, che da tempo punta all'acquisizione delle Leonesse: “Ai rigori si può vincere o perdere, è brutto doversi giocare uno Scudetto in questo modo, ma siamo arrivati a questo punto significa che fra noi e la Juve la differenza è minima. Prossimo anno? Non so ancora se il Brescia sarà al via del campionato, vedremo. Qualche giorno fa ho detto al sindaco che se non interviene qualcuno io non sono in grado di andare avanti. - si legge sul Giornale di Brescia - In questi anni ho portato avanti la squadra sempre da solo. Ci sia il Milan o non il Milan ad acquistare i diritti io non me la sento e non ho la possibilità di sborsare altro denaro”. https://www.tuttomercatoweb.com/juventus/?action=read&idtmw=1114037
  4. Mattia De Sciglio nato a milano il 20 ottobre 1992 Ricopre il ruolo di terzino, principalmente sulla fascia destra ma puo giocare anche a sinistra, nonostante sia un destro naturale.[3][4] All'inizio della sua carriera è stata evidenziata la sua grande tranquillità in tutte le fasi di gioco, dote che ha portato gli addetti ai lavori a definirlo come possibile erede di Paolo Maldini. Ai tempi delle giovanili del Milan nasceva come difensore centrale.Dopo alcune buone stagioni al milan e oltre 30 presenze in nazionale subisce un involuzione nel rendimento gli ultimi due anni .Nell' estate 2017 passa alla Juve fortemente voluto dal suo ex mister Allegri che conferma la fiducia in lui e SPERO SI ASSUMA NEL BENE E NEL MALE LE CONSEGUENZE DELLA SUA SCELTA.Come andrà a finire? . Dopo l errore in supercoppa due panchine consecutive in campionato ma nelle liste Champions .[5] Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti 2011-2012 Milan A 3 0 CI 0 0 UCL 2 0 SI 0 0 5 0 2012-2013 A 27 0 CI 1 0 UCL 5 0 - - - 33 0 2013-2014 A 16 0 CI 2 0 UCL 3[41] 0 - - - 21 0 2014-2015 A 17 0 CI 1 0 - - - - - - 18 0 2015-2016 A 22 0 CI 7 0 - - - - - - 29 0 2016-2017 A 25 0 CI 1 0 - - - SI 1 0 27 0 Totale Milan 110 0 12 0 10 0 1 0 133 0 2017-2018 Juventus A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI 1 0 1 0
  5. Le immagini le vedete da soli, per cui buon proseguimento. A me viene il voltastomaco ed è meglio che mi eclisso altrimenti mi escono fuori solo insulti.
  6. AC Milan - La stagione dei rossoneri

    Negli ultimi 6 anni il Milan ha vinto due supercoppe italiane. In campionato è arrivato rispettivamente: 2011-2012 Secondo 2012-2013 Terzo 2013-2014 Ottavo 2014-2015 Decimo 2015-2016 Settimo 2016-2017 Sesto In Coppa Italia è stata eliminato: 2011-2012 Dalla Juventus in semifinale 2012-2013 Dalla Juventus ai quarti di finale 2013-2014 Dall'Udinese ai quarti di finale 2014-2015 Dalla Lazio ai quarti di finale 2015-2016 Dalla Juventus in finale 2016-2017 Dalla Juventus ai quarti di finale In Europa è stata eliminata: 2011-2012 Dal Barcellona ai quarti di finale di UCL 2012-2013 Dal Barcellona agli ottavi di finale di UCL 2013-2014 Dall'Atletico Madrid agli ottavi di finale di UCL 2014-2015 Non pervenuto 2015-2016 Non pervenuto 2016-2017 Non pervenuto Per la stagione 2017/2018 i rossoneri torneranno in Europa dopo 3 anni, per la qualificazione ai preliminari di Europa League già festeggiata sul campo.
×