Vai al contenuto
Raf15

Topic politico [necessario leggere primo post]

Recommended Posts

siseneg    149
Tifoso Juventus
Joined: 30-Jul-2005
1484 messaggi

Vi propongo un articolo interessante che dal mio punto di vista descrive al meglio la situazione politica (e sociale) in Italia.

 

da

http://it.euronews.com/2017/12/08/il-voto-degli-anziani-sara-decisivo-quattro-opinioni-sulla-strategia-di-berlusconi

 

 

Il voto degli anziani sarà decisivo? Quattro opinioni sulla strategia di Berlusconi

da

Lillo Montalto Monella

ultimo aggiornamento: 08/12/2017

Ecco cosa ne pensano un esperto di politica, un giornalista che si occupa di economia, un saggista internazionale e il responsabile della campagna digitale dell'ex premier

 

Al centro dello scacchiere politico italiano, come dal 1994 a questa parte, c'è ancora Silvio Berlusconi a muovere i pedoni. La coalizione di centrodestra è data in testa ai sondaggi, Forza Italia sta guadagnando terreno e trascina tutto il gruppone oltre il 35% - cinque punti in più del centrosinistra, che soffre una continua emorragia di consensi. 

Stavolta il nemico del magnate non è più la minaccia comunista - la sinistra non è considerata un concorrente credibile tra i rivali - bensì il populismo grillino. La tattica, però, è ancora una volta semplice e va ben oltre l'affinità anagrafica: conquistare il voto di anziani e pensionati nel secondo Paese più vecchio al mondo

Funzionerà? Lo abbiamo chiesto a quattro esperti. 

 

Per un ragazzo di 30 anni, che sappia fare due conti di matematica previdenziale, l’offerta politica italiana è piuttosto scarsa

Ferdinando Giugliano Editorialista di Bloomberg View

 

L'analista internazionale

Bill Emmott, ex direttore dell'Economist, e autore del libro Good Italy, Bad Italy, ritiene che l'Italia sia incapace di voltare pagina e lasciarsi alle spalle il berlusconismo per le seguenti ragioni: 

Non bisogna sottovalutare il fatto che ha ancora tre canali televisivi; 

E' ancora molto ricco, "nonostante il declino delle sue aziende", e questo gli dà accesso a risorse preziose; 

E' un buon comunicatore: direbbe qualsiasi cosa pur di stare al potere; 

"Gli italiani sono più tolleranti rispetto ai popoli di altri paesi quanto a crimini o peccati: pensano che tutti i politici abbiano scheletri nell'armadio, in un modo o nell'altro". Le cose "che ha fatto Berlusconi, o per cui è stato condannato, avrebbero posto la parola fine alla carriera politica di chiunque in Germania, Inghilterra o Francia. Gli italiani hanno basse aspettative". 

La tattica di puntare sul voto "anziano" è una metodologia standard che ha usato anche in passato, proponendo tagli alle tasse e aumenti pensionistici. Lo ha premiato allora, e potrebbe premiarlo anche oggi - ritiene Emmott. Tuttavia, "non penso che queste promesse avranno un grande impatto. Tutti sanno che le possibilità economiche in Italia sono limitate e nessuno si fa illusioni". Berlusconi piuttosto vuole dare una percezione, fare vedere "che ci tiene, che si occupa di questi temi di più rispetto a PD o Movimento 5 Stelle". 

Se altri leader europei - perdenti alle elezioni come Corbyn o vincenti come Macron - hanno creato un manifesto o una piattaforma ponendo al centro la fascia più giovane della popolazione, in Italia i margini di manovra sono quasi nulli, sostiene Emmott. "La situazione fiscale è così limitata, e l'economia italiana è cresciuta così poco che non è possibile garantire un'offerta attrattiva per nessun gruppo sociale - almeno basandosi su queste premesse di spesa pubblica". 

Secondo il giornalista inglese lo scenario più probabile in primavera sarà una grande coalizione di governo tra centro-destra e centro-sinistra. Il gruppone di Salvini, Meloni e Berlusconi "non ha i numeri per farcela da solo". 

Lo studioso di comunicazione politica, strategia e sondaggi

Abbiamo intervistato anche Lorenzo Pregliasco, co-fondatore di Quorum, agenzia di consulenza specializzata in strategia politica, e YouTrend, magazine web incentrato sui sondaggi e i trend sociali, economici, politici.

“Berlusconi sta costruendo questo ritorno dopo un periodo in cui è stato sapientemente ai margini dell’agone politico. Sta utilizzando un focus che punta a pochi temi, chiari e comprensibili per il suo elettorato. Come le pensioni minime a mille euro".

Le "card" postate su Facebook, semplici e dirette, esemplificano bene questa operazione.

Berlusconi si ricollega all'operazione del 2001, quando la proposta delle pensioni minime a un milione era presente nel contratto con gli italiani firmato da Bruno Vespa. La sua strategia è dire: "Siamo gli unici ad averlo fatto e siamo pronti a rifarlo", aggiunge Pregliasco. Parte della operazione nostalgia è anche il sito  governiberlusconi.it che rilancia i "successi" dei quattro esecutivi guidati dall'ex Cavaliere. 

Poco importa che i numeri non tornino, come dimostra questo fact-checking di Agi. Il voto anziano "pesa tanto: la propensione a partecipare al voto degli over-65 è più elevata rispetto agli under-35", continua Pregliasco. 

L'Italia ha una popolazione adulta di 50,7 milioni di persone. Circa il 27%  ha più di 65 anni (13,5 milioni), mentre i giovani (18-29 anni) rappresentano solo il 14,6% dell' elettorato (7,4 milioni). Nel dicembre 2016, l'affluenza alle urne per il referendum costituzionale è stata del 60% tra i under 35 e del 70% per le persone di età superiore ai 55 anni (fonte: Quorum/Youtrend per Skytg24).

"Parte del suo elettorato è fatto di anziani, casalinghe, persone marginate socialmente, molti di essi residenti al Sud Italia. Al Medidione, secondo le nostre valutazioni, si gioca molto della partita: più della metà dei collegi elettorali sono in bilico".  

Come è noto, inoltre, sono i giovani a tirare la volata del Movimento 5 Stelle, soprattutto nelle città. Un elettore pentastellato su quattro aveva meno di 34 anni alle comunali di giugno 2016. 

Difficile capire adesso come inciderà la strategia berlusconiana sul nuovo apparato dei collegi, conclude Pregliasco. "Le nostre simulazioni sui nuovi collegi mostrano che il saldo degli spostamenti del numero dei seggi, regione per regione, favorisce lievemente Berlusconi, dandogli 3 collegi in più. Inoltre, nelle zone in cui è cresciuto il centro-destra è cresciuta anche la popolazione".

Il responsabile della campagna elettorale

Antonio Palmieri, parlamentare milanese, è responsabile internet e nuove tecnologie di Forza Italia e uno dei guru della comunicazione politica italiana. Rispondendo via email alle nostre domande, sembra confermare su tutta la linea l'analisi fatta da Lorenzo Pregliasco e Bill Emmott. 

Innanzitutto sul "nuovo nemico", il M5S. 

"La sfida è quella di far capire che Berlusconi è l'unico argine alla vittoria dei grillini, il cui programma statalista, giustizialista e "tassatista" (nel senso dell'introduzione di nuove tasse), di blocco delle grandi opere e di decrescita "felice" darebbe il colpo di grazia a questa nostra malandata Italia. La sinistra ha cercato di interpretare questo ruolo ma ha fallito, anche perché Renzi ha inseguito Grillo sul suo terreno. Ora tocca a noi. Berlusconi rimette la sua esperienza al servizio dell'Italia, nel momento del bisogno". 

Quanto alla strategia di puntare sul voto più anziano, "la realtà viene prima della comunicazione", risponde Palmieri. "Formulando proposte e focalizzando temi che interessino ai giovani e cercando di farle conoscere nel modo migliore. A ciò si aggiunge il fatto che Berlusconi, per la sua storia personale (anche in questo caso la realtà viene prima) è un personaggio "pop", che ha un impatto comunicativo interessante su tutte le generazioni. Ciò lo rende attrattivo di suo, per il solo fatto di essere tornato in campo".

Pochi temi, ma chiari e alla portata di tutti, dicevamo. Bisogna "avere una proposta generale chiara", sostiene Palmieri. "Noi da sempre focalizziamo la nostra campagna su alcuni grandi punti di interesse generale, fondati sulla credibilità del leader e declinati con un linguaggio chiaro, semplice, diretto e concreto. A ciò si unisce, ovviamente, il mettere in campo in ogni collegio la persona più indicata per quello specifico territorio, una persona che sia in grado di comunicare in modo chiaro il programma di governo. Ci deve essere un gioco di squadra, dove il candidato completa il lavoro del leader". 

Come si trasformano i punti deboli di un candidato in argomenti che creano empatia, l'ultima domanda alla luce delle traversie giudiziarie e non di Berlusconi. "Poiché ogni pregio è limite ma vale anche il contrario, nel limite del possibile e del ragionevole, i punti deboli non vanno nascosti ma "esibiti". In questo modo un limite può persino diventare un pregio. Come minimo, di sicuro, in questo modo si toglie un argomento polemico agli avversari".

L'opinionista economico

Piazza Pulita ha stimato il costo delle misure proposte da Silvio Berlusconi in 80 miliardi di euro, di cui 40-50 miliardi di sola flat tax. Le pensioni minime a 1000 euro potrebbero avere un costo di 4 miliardi euro all’anno. Tuttavia, secondo Ferdinando Giugliano, editorialista di Bloomber View, non è questo il giusto approccio per valutare la campagna elettorale di Berlusconi - personaggio politico che si sta reinventando come "statista esperto, padre della patria". 

"Si tratta evidentemente di un libro dei sogni non realizzabile. Ci ha abituato a promesse elettorali impossibili come il Ponte sullo Stretto. L'uomo, in campagna elettorale, promette di tutto ma una volta al governo è vittima delle dure leggi del bilancio pubblico. Sono sicuro che se andasse al governo farebbe scelte di politica economiche espansive che mal si concilierebbero con una fase di ripresa, che consiglia piuttosto prudenza - anche alla luce dell'alto debito pubblico". 

"Stimare l'esatto costo della sua campagna elettorale è giusto ma non sarà il modo giusto per convincerlo a cambiare strada". 

Secondo dati della Banca d'Italia, come ha scritto in uno dei suoi editoriali Giugliano, il reddito equivalente disponibile di un giovane tra i 19 e i 34 anni è stato nel 2014 oltre il 10% più basso che nel 1995. Per un ultra-sessantaquattrenne, invece, più alto di quasi il 20%. La spesa sociale destinata agli anziani è però quattro volte quella di chi è in età lavorativa. 

A tale proposito, su Repubblica Giugliano ha parlato di “deprimente inversione di priorità”. Oltre a fare crescere il debito pubblico — ormai arrivato al 132% del Pil —  e a fare lievitare il costo del lavoro, queste politiche obbligano milioni di ventenni e trentenni a disoccupazione, lavori precari o alla fuga dall'Italia.  I giovani “Voteranno anche meno, ma hanno già pagato molto”. 

“I sindacati, negli ultimi anni, fanno sempre battaglie per i pensionati a ridosso della legge di bilancio, in autunno. Naturale, visto che la composizione della loro membership è sempre più spostata verso quell'area demografica. Lo trovo perplimente perché il sindacato dovrebbe essere una forza che rappresenta tutti i lavoratori, soprattutto chi è più in difficoltà. Ma l'attenzione al voto grigio da parte delle forze politiche e sindacali è ovunque, in Europa. Tutti cercano di conquistarlo". 

"Ho una domanda, però", conclude Giugliano. "Se tutti affollano quel campo, cosa ne resta degli altri? Per un ragazzo di 30 anni, che sappia fare due conti di matematica previdenziale, l’offerta politica italiana è piuttosto scarsa".

Modificato da siseneg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GabrielKoi    3344
Public Relations
Joined: 13-Jan-2010
24926 messaggi
1 ora fa, siseneg ha scritto:

"Gli italiani sono più tolleranti rispetto ai popoli di altri paesi quanto a crimini o peccati: pensano che tutti i politici abbiano scheletri nell'armadio, in un modo o nell'altro". Le cose "che ha fatto Berlusconi, o per cui è stato condannato, avrebbero posto la parola fine alla carriera politica di chiunque in Germania, Inghilterra o Francia. Gli italiani hanno basse aspettative". 

 

 

Per me è che in media gli italiani sono tolleranti rispetto ai crimini in generale, non solo per i politici. Basta vedere la totale giustificazione dell'evasione fiscale.

 

Altra cosa curiosa di questo elettorato, è il grande sostegno a partiti che sono contrari alle patrimoniali, tasse di successione (per queste due ci va pure il M5S) e a favore di flat-tax, politiche che favoriscono solo l'1% più ricco della popolazione a discapito del restante 99%.

Si parla tanto di pancia, e poi si comporta come se fosse un popolo di ricchi ereditieri che pensa a difendere il proprio castello da un esproprio bolscevico. Quando in realtà sono politiche di redistrubuzione applicate nella maggioranza dei paesi europei.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ilcampodice35    1911
Amministratore
Joined: 07-Nov-2006
17541 messaggi
16 minuti fa, GabrielKoi ha scritto:

 

Per me è che in media gli italiani sono tolleranti rispetto ai crimini in generale, non solo per i politici. Basta vedere la totale giustificazione dell'evasione fiscale.

 

Altra cosa curiosa di questo elettorato, è il grande sostegno a partiti che sono contrari alle patrimoniali, tasse di successione (per queste due ci va pure il M5S) e a favore di flat-tax, politiche che favoriscono solo l'1% più ricco della popolazione a discapito del restante 99%.

Si parla tanto di pancia, e poi si comporta come se fosse un popolo di ricchi ereditieri che pensa a difendere il proprio castello da un esproprio bolscevico. Quando in realtà sono politiche di redistrubuzione applicate nella maggioranza dei paesi europei.

 

 

L’italia È un paese di ricchi che vogliono difendere il castello. Si lavora poco e la ricchezza privata (altissima) è la cosa che sta mantenendo in piedi le vite di parecchi. Normalmente i modelli così non durano mai a lungo, ma resta il fatto che tanti fenomeni nascono da lì...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GabrielKoi    3344
Public Relations
Joined: 13-Jan-2010
24926 messaggi
2 ore fa, Ilcampodice35 ha scritto:

L’italia È un paese di ricchi che vogliono difendere il castello. Si lavora poco e la ricchezza privata (altissima) è la cosa che sta mantenendo in piedi le vite di parecchi. Normalmente i modelli così non durano mai a lungo, ma resta il fatto che tanti fenomeni nascono da lì...

 

Considerando che solo l'1,2% dei contribuenti ha un imponibile superiore ai 100mila euro, mi chiedo lo stesso come faccia ad avere successo (in termini elettorali) una flat-tax, che quindi non solo è estremamente iniqua (e dannosa per l'erario) ma neanche vantaggiosa per la maggioranza dei contribuenti .asd

Ma a dire il vero neanche una patrimoniale colpirebbe il vecchio tirchio (si scherza) con 75-100 mila euro in banca .asd

 

Modificato da GabrielKoi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ASDRUBALE    578
Tifoso Juventus
Joined: 31-May-2005
9781 messaggi
13 minuti fa, GabrielKoi ha scritto:

 

Considerando che solo l'1,2% dei contribuenti ha un imponibile superiore ai 100mila euro, mi chiedo lo stesso come faccia ad avere successo (in termini elettorali) una flat-tax, che quindi non solo è estremamente iniqua (e dannosa per l'erario) ma neanche vantaggiosa per la maggioranza dei contribuenti .asd

Ma a dire il vero neanche una patrimoniale colpirebbe il vecchio tirchio (si scherza) con 75-100 mila euro in banca .asd

 

Vabbè si legge di flat tax al 15%, ci credo siano tutti favorevoli.

 

Poi che siano percentuali a caso è un altro discorso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pie    868
Tifoso Juventus
Joined: 14-May-2007
10471 messaggi
14 ore fa, Zebrone 91 ha scritto:

e per quale motivo avrebbe dovuto dimettersi ? 

il PD lo ha abbandonato, visto che è stato eletto come indipendente ( ergo non ha mai avuto la tessera), e dal gruppo del PD è uscito per andare nel gruppo misto.

È stato eletto nelle liste del PD, il PD lo ha messo li a fare il presidente del senato

A fine legislatura esce dal PD è va a fare il leader di un partito in  palese contrasto col PD 

Se ne ricorda solo ora che il PD non gli piace? Dove sta la coerenza? 

 

Non voglio difendere il PD, ma siamo di fronte all'ennesimo caso di opportunismo politico 

Uno dei tanti 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Zebrone 91    568
Tifoso Juventus
Joined: 25-Apr-2008
2622 messaggi
1 minuto fa, pie ha scritto:

È stato eletto nelle liste del PD, il PD lo ha messo li a fare il presidente del senato

A fine legislatura esce dal PD è va a fare il leader di un partito in  palese contrasto col PD 

Se ne ricorda solo ora che il PD non gli piace? Dove sta la coerenza? 

 

Non voglio difendere il PD, ma siamo di fronte all'ennesimo caso di opportunismo politico 

Uno dei tanti 

forse non ti è chiaro il fatto che se istituzionalmente si comporta come deve comportarsi un presidente del senato, può pure passare dal PD a Fratelli d'italia. hai notato casi nei quali si è comportato in modo parziale ? non penso. mi pare che quando il governo ha messo le fiducie pure sulla legge elettorale lui non abbia mosso ciglio ( giustamente), nonostante non fosse concorde a livello personale. 

la presidente della camera Laura Boldrini è stata eletta con Sel, partito che è stato all'opposizione per tutti i 5 anni. ti pare che, nonostante fosse rimasta iscritta al gruppo Sel per 4 anni, abbia avuto comportamenti eversivi ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GabrielKoi    3344
Public Relations
Joined: 13-Jan-2010
24926 messaggi
25 minuti fa, ASDRUBALE ha scritto:

Vabbè si legge di flat tax al 15%, ci credo siano tutti favorevoli.

 

Poi che siano percentuali a caso è un altro discorso.

 

Silvio non aveva sparato così basso, parlava del 23%-25% in pratica il primo scaglione IRPEF .asd

 

Leggo che anche Fratelli d'Italia è d'accordo sul 15%, poi ci si chiede come fanno a stare tutti insieme appassionatamente nel centrodestra mentre di là si dividono. Quelli che dovrebbero rappresentare la destra sociale, sono a favore di una tassa che INVERTE completamente il principio cardine di una società "si contribuisce in base alle proprie possibilità", dove chi ha MENO in proporzione contribuisce MOLTO di PIU' di chi ha tanto .asd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pie    868
Tifoso Juventus
Joined: 14-May-2007
10471 messaggi
2 minuti fa, Zebrone 91 ha scritto:

forse non ti è chiaro il fatto che se istituzionalmente si comporta come deve comportarsi un presidente del senato, può pure passare dal PD a Fratelli d'italia. hai notato casi nei quali si è comportato in modo parziale ? non penso. mi pare che quando il governo ha messo le fiducie pure sulla legge elettorale lui non abbia mosso ciglio ( giustamente), nonostante non fosse concorde a livello personale. 

la presidente della camera Laura Boldrini è stata eletta con Sel, partito che è stato all'opposizione per tutti i 5 anni. ti pare che, nonostante fosse rimasta iscritta al gruppo Sel per 4 anni, abbia avuto comportamenti eversivi ?

Lui però è rimasto nel PD fino ad ottobre 2017.... Poi si è ricordato che non gli piaceva più il PD.... 

Però nel frattempo ha svolto l'incarico che gli è stato conferito, grazie al PD, fino alla fine, percependo i relativi  stipendi

Non è una questione di comportamento parziale o meno ma di coerenza e buon senso 

E la coerenza in politica è tutto, per quanto mi riguarda...altrimenti sei un casini qualsiasi 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiger Jack    894
Tifoso Juventus
Joined: 02-Apr-2008
31088 messaggi
21 minuti fa, GabrielKoi ha scritto:

 

Silvio non aveva sparato così basso, parlava del 23%-25% in pratica il primo scaglione IRPEF .asd

 

Leggo che anche Fratelli d'Italia è d'accordo sul 15%, poi ci si chiede come fanno a stare tutti insieme appassionatamente nel centrodestra mentre di là si dividono. Quelli che dovrebbero rappresentare la destra sociale, sono a favore di una tassa che INVERTE completamente il principio cardine di una società "si contribuisce in base alle proprie possibilità", dove chi ha MENO in proporzione contribuisce MOLTO di PIU' di chi ha tanto .asd

È infatti la nostra Costituzione (la stessa difesa da Salvini, Meloni e Silvio dagli attacchi "eversivi" renziani) al capitolo tributi prevede il principio della progressività delle imposte...ma nel caso della Flat tax si saranno dimenticati di leggerla...

Modificato da Tiger Jack

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Zebrone 91    568
Tifoso Juventus
Joined: 25-Apr-2008
2622 messaggi
2 minuti fa, pie ha scritto:

Lui però è rimasto nel PD fino ad ottobre 2017.... Poi si è ricordato che non gli piaceva più il PD.... 

Però nel frattempo ha svolto l'incarico che gli è stato conferito, grazie al PD, fino alla fine, percependo i relativi  stipendi

Non è una questione di comportamento parziale o meno ma di coerenza e buon senso 

E la coerenza in politica è tutto, per quanto mi riguarda...altrimenti sei un casini qualsiasi 

 secondo me, proprio rimanendo presidente, ha fatto un gran favore al parlamento tutto ( PD in primis), evitando problemi vari che sarebbero sorti in caso di sue dimissioni. è stato coerente con il mandato da presidente, servendo l'istituzione del senato. 

tra l'altro, se già stava maturando un'idea contraria al PD, ha dovuto starsene zitto per mesi, anzichè poter fare politica attiva ( se non avesse annunciato la decisione in questo ultimo mese, credo nessuno avrebbe sospettato la sua contrarietà al PD prima).  e riguardo i soldi, non è che avrebbe preso poco da semplice senatore non presidente....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ilcampodice35    1911
Amministratore
Joined: 07-Nov-2006
17541 messaggi
1 ora fa, GabrielKoi ha scritto:

 

Considerando che solo l'1,2% dei contribuenti ha un imponibile superiore ai 100mila euro, mi chiedo lo stesso come faccia ad avere successo (in termini elettorali) una flat-tax, che quindi non solo è estremamente iniqua (e dannosa per l'erario) ma neanche vantaggiosa per la maggioranza dei contribuenti .asd

Ma a dire il vero neanche una patrimoniale colpirebbe il vecchio tirchio (si scherza) con 75-100 mila euro in banca .asd

 

Ma secondo te esiste uno che vota Berlusconi per la flat tax?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GabrielKoi    3344
Public Relations
Joined: 13-Jan-2010
24926 messaggi
Adesso, Ilcampodice35 ha scritto:

Ma secondo te esiste uno che vota Berlusconi per la flat tax?

 

Hai ragione, ma ho il vizio di cercare di razionalizzare tutto, chiedo iscusi.

 

Ma anche i fasci della Meloni, che pena.. "Prima gli italiani! (se ricchi)!"

 

Poi noi ci sorbiamo il ritornello dei "radical-chic che bevono champagne nei salotti bene" .asd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Aut    6448
Tifoso Juventus
Joined: 12-Apr-2010
37242 messaggi

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiger Jack    894
Tifoso Juventus
Joined: 02-Apr-2008
31088 messaggi

Siamo arrivati alla pag. 666 mh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pie    868
Tifoso Juventus
Joined: 14-May-2007
10471 messaggi
1 ora fa, Zebrone 91 ha scritto:

 secondo me, proprio rimanendo presidente, ha fatto un gran favore al parlamento tutto ( PD in primis), evitando problemi vari che sarebbero sorti in caso di sue dimissioni. è stato coerente con il mandato da presidente, servendo l'istituzione del senato. 

tra l'altro, se già stava maturando un'idea contraria al PD, ha dovuto starsene zitto per mesi, anzichè poter fare politica attiva ( se non avesse annunciato la decisione in questo ultimo mese, credo nessuno avrebbe sospettato la sua contrarietà al PD prima).  e riguardo i soldi, non è che avrebbe preso poco da semplice senatore non presidente....

 

Bah, non mi convince molto, a me sembra che il favore lo ha fatto a se stesso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ASDRUBALE    578
Tifoso Juventus
Joined: 31-May-2005
9781 messaggi
3 ore fa, GabrielKoi ha scritto:

 

Silvio non aveva sparato così basso, parlava del 23%-25% in pratica il primo scaglione IRPEF .asd

 

Leggo che anche Fratelli d'Italia è d'accordo sul 15%, poi ci si chiede come fanno a stare tutti insieme appassionatamente nel centrodestra mentre di là si dividono. Quelli che dovrebbero rappresentare la destra sociale, sono a favore di una tassa che INVERTE completamente il principio cardine di una società "si contribuisce in base alle proprie possibilità", dove chi ha MENO in proporzione contribuisce MOLTO di PIU' di chi ha tanto .asd

Anche Salvini propone una flat tax al 15%.

Poi è un termine comodo, che fa supporre che il problema delle tasse alte in italia sia riconducibile solo all'irpef. 

Modificato da ASDRUBALE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siseneg    149
Tifoso Juventus
Joined: 30-Jul-2005
1484 messaggi
19 hours ago, Ilcampodice35 said:

Ma secondo te esiste uno che vota Berlusconi per la flat tax?

.quoto

e soprattutto sanno cos'è la flat tax? Ed i possibili svantaggi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiger Jack    894
Tifoso Juventus
Joined: 02-Apr-2008
31088 messaggi

Approvata la legge sul Biotestamento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Avvocato (34)    3138
Tifoso Juventus
Joined: 19-Mar-2008
33168 messaggi
Il 13/12/2017 alle 16:37 , Tiger Jack ha scritto:

Siamo arrivati alla pag. 666 mh

 

3BEFEDB9-2210-4D0B-9B66-845FE863F7C8.jpeg.73f262ff70db7fd90a9e04f2fb8ff068.jpeg

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Manzio    192
Tifoso Juventus
Joined: 30-Jul-2007
4691 messaggi

Trivial pursuit: chi ha affermato che manterrà gli 80 euro una volta al governo?

a) renzi

b)di maio

c)salvini

d)berlusconi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ghost    42
Tifoso Juventus
Joined: 01-Jun-2005
919 messaggi
49 minuti fa, Manzio ha scritto:

Trivial pursuit: chi ha affermato che manterrà gli 80 euro una volta al governo?

a) renzi

b)di maio

c)salvini

d)berlusconi

 

Ho vinto qualche cosa?

mh

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GabrielKoi    3344
Public Relations
Joined: 13-Jan-2010
24926 messaggi
44 minuti fa, Manzio ha scritto:

Trivial pursuit: chi ha affermato che manterrà gli 80 euro una volta al governo?

a) renzi

b)di maio

c)salvini

d)berlusconi

 

HAHAHAHAHAHAH.

 

Fa ridere che sia stato costretto ad ammetterlo, ma era ovvio in realtà.

Sono soldi che si vedono in modo chiarissimo in busta paga in una voce specifica (scelta deliberata) , figurati se uno di questi avrebbe le palle di toglierli .asd

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiger Jack    894
Tifoso Juventus
Joined: 02-Apr-2008
31088 messaggi

"Ruberò ai ricchi per dare ai poveri" .asd

 

IMG_20171216_110346.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siseneg    149
Tifoso Juventus
Joined: 30-Jul-2005
1484 messaggi
31 minutes ago, Tiger Jack said:

"Ruberò ai ricchi per dare ai poveri" .asd

 

IMG_20171216_110346.jpg

 

"Ha scritto una 'orazione' sociale che i candidati dovranno recitare" :haha:

Se questa notizia fosse stata riportata da un giornale tipo L'Unità avrei pensato seriamente che si sarebbe trattato di qualche caricatura... invece trattandosi del Messaggero temo che la storia dell'orazione è vera! Non c'è limite al grottesco...

La cosa triste è che questo personaggio quasi sicuramente diventerà (per l'ennesima volta) il prossimo presidente del consiglio... .oddio

Modificato da siseneg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×