Benvenuto, Ospite!

Registrati, sarai in grado di discutere, condividere e inviare messaggi privati con gli altri membri della nostra community.
Avvisiamo l'utenza che per poter accedere al forum, in seguito agli aggiornamenti effettuati, bisognerà inserire tra i dati di accesso il proprio nickname e non più il nome scelto durante la registrazione.
Accedi per seguire   
Seguaci 0
Mauro86

Attacco a Parigi

64 messaggi in questa discussione

3 hours ago, Re Alex 10 said:


Così interrompi la democrazia cit. .sisi

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
 

ci sono casi e casi, sospetti e sospetti come ho scritto, prima, in chiaro italiano

 

se vuoi fare il salviniano di turno basta che lo dici e ti tratto come tale

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ci sono casi e casi, sospetti e sospetti come ho scritto, prima, in chiaro italiano
 
se vuoi fare il salviniano di turno basta che lo dici e ti tratto come tale
 

No, ma ogni volta che ci sono casi di bestialità come questo con gente nota alle forze d'ordine come questo e mi uscite con la storia della democrazia mi fate salire il veleno ..

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche molti in odor di mafia sono noti alle forze dell'ordine.
Che facciamo? Mettiamo tutti dentro anche senza prove?
Perchè, almeno in Italia, mi sembra che la mafia sia un problema un tantinello più grave dell'Isis.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anche molti in odor di mafia sono noti alle forze dell'ordine.
Che facciamo? Mettiamo tutti dentro anche senza prove?
Perchè, almeno in Italia, mi sembra che la mafia sia un problema un tantinello più grave dell'Isis.

Qua siamo sul piano terroristico eh .. non per sminuire la mafia, anzi.. ma qua si parla di terrorismo che è una cosa diversa.

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Ilcampodice34 ha scritto:

Sbattere fuori dove? Per fare un esempio questo era belga. 

 

Preciso solo che era nato e viveva a Parigi

 

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/04/21/karim-cheurfi-lattentatore-di-parigi_7a9afb98-9936-4060-9fe2-4e017b648e4a.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono un complottista (anzi mi stanno spesso sulle balls) ma io questo episodio non lo definirei propriamente un atto terroristico. Cioè sto qui ha in mano un fucile da guerra (uno dei migliori) carico in una delle vie più popolate al mondo a qualsiasi ora, e si mette a sparare solo ed esclusivamente (sembrerebbe) ai poliziotti? 

Se avesse voluto davvero fare del terrorismo avrebbe sparato ad altezza d'uomo a chiunque ed il bilancio sarebbe stato enormemente più grave.

A me sta cosa, non torna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, canos78 ha scritto:

Non sono un complottista (anzi mi stanno spesso sulle balls) ma io questo episodio non lo definirei propriamente un atto terroristico. Cioè sto qui ha in mano un fucile da guerra (uno dei migliori) carico in una delle vie più popolate al mondo a qualsiasi ora, e si mette a sparare solo ed esclusivamente (sembrerebbe) ai poliziotti? 

Se avesse voluto davvero fare del terrorismo avrebbe sparato ad altezza d'uomo a chiunque ed il bilancio sarebbe stato enormemente più grave.

A me sta cosa, non torna.

 

 

Una cosa che colpisce è l'enorme quantità di balle che ormai esce fuori ad ogni attentato, confondendo le idee e alimentando la paura. Solo a questo giro si sono diffuse notizie come la provenienza belga dell'attentatore (ottima per far pronunciare a Le Pen e Fillon gli slogan sulla chiusura delle frontiere, e all'oscena Meloni un accostamento tra Bruxelles tana dei terroristi e sede UE), sull'esistenza di un secondo attentatore e di una seconda vittima, sono stati diffusi ancora una volta nome e generalità di una persona che non c'entrava nulla, e la rivendicazione Isis è arrivata subito dopo, insolitamente, e pure sbagliata. Cose simili sono successe ultimamente anche nei casi di San Pietroburgo e Dortmund (quest'ultimo un caso davvero clamoroso).

 

È ovvio che con questo surplus di informazioni diffuse ad arte nel momento di maggior angoscia da certa propaganda si finisca per non avere un'idea chiara di ciò che succede, e che una volta svuotati gli eventi di tutta la retorica rimanga tanto poco da farti pensare al complotto, anche quando il terrorismo islamico è un problema reale. Ferrara (quindi non propriamente una zecca rossa) sul Foglio scrive una cosa giusta, cioé che nel marasma non sappiamo riconoscere un jihadista da un pistolero non radicalizzato che odiava i poliziotti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21 aprile 2017 alle 14:27 , AndreaTek ha scritto:

 

Ma civiltà non vuol dire "avere un loro uomo al potere".

 

Se no tutti te lo chiederebbero. Oltre al fatto che sarebbe una dimostrazione nel volere la discriminazione. Un mussulmano che vive in Europa non dovrebbe dire "sono mussulmano o voglio essere rappresentato" ma "sono Europeo e seguo la regole/ideali europee" indipendentemente dal credo religioso.

 

:)

Civiltà é essere rappresentati. Loro non lo sono. Se non sono rappresentato (e penso di essere marginalizzato), cerco di farmi sentire in altri modi, autoorganizzandomi. Le mafie in Italia non sono nate in posti che si sono sempre sentiti conquistati e oppressi da uno stato lontano per niente, se vuoi un esempio diverso dai soliti mafiosi in America...

 

p.s. Mi piacerebbe fosse come dici tu, ma questo fa a cazzotti con l'enorme numero e rappresentanza di cattolici dichiarati in politica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21 aprile 2017 alle 20:21 , Re Alex 10 ha scritto:


Qua siamo sul piano terroristico eh .. non per sminuire la mafia, anzi.. ma qua si parla di terrorismo che è una cosa diversa.

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
 

Molto meno pericolosa e impattante. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Molto meno pericolosa e impattante. 

Ma è trattata in amniera diversa proprio perché colpisce in maniera insensata e senza punti di riferimento.

Bada bene non sminuisco la mafia, che è una male assoluto, ma il terrorismo su piano mondiale è trattato su un altro livello.

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21 aprile 2017 alle 14:58 , minuano ha scritto:

 

 

Ma - perdona se mi permetto - i musulmani non sono un "gruppo sociale", sono appartenenti a una religione e sul piano sociale sono in posizione estremamente variegata.

E più sono al potere, più danni fanno: in medio oriente si sbudellano a vicenda (ossia sciiti VS sunniti) da 1.400 anni con una violenza e uno sprezzo per la vita umana che in occidente sono da tempo quasi inimmaginabili (basti pensare al bieco utilizzo dei bambini per azioni efferatissime). E sono per la quasi totalità musulmani.

Proprio in quelle zone avviene la maggior parte degli atti di violenza in nome di questa (purtroppo assai diffusa) lettura della religione.

E le dinastie al potere (in Iran, in Arabia Saudita etc.) mediamente sono di un'arretratezza e di una cattiveria fuori dal comune.

Ma è possibile anche l'opposto, basti guardare a quella isolatissima, ma molto significativa figura che è il re del Marocco.

 

 

I musulmani in Europa SONO un gruppo sociale, non fosse altro per l'enorme pressione esterna che li rende tali (se senti esponenti di partiti importanti in tutta Europa prendersela con loro indiscriminatamente e in generale un senso di sospetto da parte di grandi parti della popolazione, cosa ti aspetti che facciano loro se non unirsi sulla base di quel tratto comune?). Tra l'altro di partiti identitari cattolici l'Europa é piena...

 

sul fatto che facciano danni mischi argomenti che c'entrano poco. In primo luogo nessuno chiede teocrazie (il punto é che sono il 7/8% della popolazione e hanno lo 0% della rappresentanza, non che dovrebbero avere il 51%...), in secondo immagino che Sadiq Khan non abbia ancora fatto lapidare nessuno a Londra, ma ci manco da qualche mese...Saddam per anni é stato iperlaico, così come Gheddafi, e nessuno dei due in quelle aree si é fatto mancare nulla in termini di sanguinarietá. Magari il problema non é "musulmano", é "medio-oriente"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il fatto che colpisca in maniera insensata, significa solo che la gente lo percepisce in maniera differente, non che sia più pericoloso di altri fenomeni esistenti come la mafia.
Solamente che la stragrande maggioranza della gente pensa "Eh, ma io con la mafia non ci ho a che fare e quindi corro pochi pericoli, mentri questi attentati avvengono casualmente e potrei rimanerci secco, quindi mandiamo in galera anche solo chi è sospettato di terrorismo, perchè se no non mi sento sicuro".
Quindi siamo tutti civili e garantisti fino a che non ci troviamo di fronte a qualcosa per noi non controllabile e visto che stiamo parlando di una categoria di persone (i mussulmani) di cui noi non facciamo parte, ecco che siamo disposti a togliere i diritti ad altre persone, che non consideriamo neanche italiani anche se magari nati qui, per la nostra sicurezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 22/4/2017 alle 21:23 , Ilcampodice34 ha scritto:

I musulmani in Europa SONO un gruppo sociale, non fosse altro per l'enorme pressione esterna che li rende tali (se senti esponenti di partiti importanti in tutta Europa prendersela con loro indiscriminatamente e in generale un senso di sospetto da parte di grandi parti della popolazione, cosa ti aspetti che facciano loro se non unirsi sulla base di quel tratto comune?). Tra l'altro di partiti identitari cattolici l'Europa é piena...

 

sul fatto che facciano danni mischi argomenti che c'entrano poco. In primo luogo nessuno chiede teocrazie (il punto é che sono il 7/8% della popolazione e hanno lo 0% della rappresentanza, non che dovrebbero avere il 51%...), in secondo immagino che Sadiq Khan non abbia ancora fatto lapidare nessuno a Londra, ma ci manco da qualche mese...Saddam per anni é stato iperlaico, così come Gheddafi, e nessuno dei due in quelle aree si é fatto mancare nulla in termini di sanguinarietá. Magari il problema non é "musulmano", é "medio-oriente"

 

A mio avviso l'islam ha un grosso, anzi enorme, problema di violenza, innanzitutto interna, ma anche esterna.

Il fatto che alcuni esponenti politici (ma neppure troppi) considerino l'islam come un problema di ordine pubblico è perché l'Islam è, anche, un problema di ordine pubblico, probabilmente il più rilevante nel mondo dopo il traffico di droga e armi, se consideri che solo dal'11 settembre 2001 si sono contati oltre trentamila attacchi terroristici mortali in tutto il mondo (sotto questo profilo c'è il medio oriente, ma c'è anche l'oriente, pensa all'Indonesia o alle Filippine, l'Africa,  le repubbliche ex sovietiche, insomma tutti i luoghi in cui è arrivato l'islamismo) e non passa settimana che non si contino centinaia di morti. Inoltre non mi pare vero che non siano rappresentati: ci sono musulmani nei consigli comunali e nei parlamenti di tutta europa.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire   
Seguaci 0

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.