Vai al contenuto
Accedi per seguire   
Socrates

7 - CRISTIANO RONALDO

Recommended Posts

Socrates    3033
Amministratore
Joined: 04-Apr-2006
109842 messaggi

99p8qv.jpgCRISTIANO RONALDO

 

 

L'immagine può contenere: 1 persona

 

 

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Cristiano_Ronaldo

 

 

 

Nazione: Portogallo Portogallo
Luogo di nascita: Funchal
Data di nascita: 05.02.1985
Ruolo: Attaccante
Altezza: 185 cm
Peso: 85 kg
Nazionale Portoghese
Soprannome: CR7

 

 

 

Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro, meglio noto come Cristiano Ronaldo (Funchal, 5 febbraio 1985), è un calciatore portoghese, attaccante della Juventus e della nazionale portoghese, della quale è capitano. Con quest'ultima si è laureato campione d'Europa nel 2016.

Ritenuto uno dei migliori calciatori di tutti i tempi, è tra i marcatori più prolifici nella storia del calcio.

Nella sua carriera ha vestito le maglie di Sporting Lisbona, Manchester United e Real Madrid, vincendo una Supercoppa portoghese (2002), tre campionati inglesi(2006-2007, 2007-2008, 2008-2009), una Coppa d'Inghilterra (2003-2004), due Coppe di Lega inglesi (2005-2006, 2008-2009), due Supercoppe inglesi (2007, 2008), due campionati spagnoli (2011-2012 e 2016-2017), due Coppe del Re (2010-2011, 2013-2014), due Supercoppe spagnole (2012 e 2017), cinque UEFA Champions League (2007-2008, 2013-2014, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018), due Supercoppe UEFA (2014, 2017) e quattro Coppe del mondo per club FIFA(2008, 2014, 2016, 2017).

Con la nazionale portoghese ha giocato quattro campionati mondiali (2006, 2010, 2014, 2018), quattro campionati europei (2004, 2008, 2012, 2016) – vincendo quello del 2016, primo titolo ottenuto dal Portogallo – e una Confederations Cup (2017). Con la maglia dei lusitani è il primatista di presenze e di reti realizzate.

È comparso ininterrottamente nella classifica del Pallone d'oro dal 2004, vincendolo per cinque volte (nel 2008, 2013, 2014, 2016 e 2017), record condiviso con Lionel Messi. È stato insignito anche dei premi FIFA World Player of the Year nel 2008, UEFA Men's Player of the Year nel 2014, 2016 e 2017 e Best FIFA Men's Player nel 2016 e 2017.

 

 

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo 2018.jpg
Ronaldo con il Portogallo ai Mondiali 2018.
     
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 185 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Juventus Juventus
Carriera
Giovanili
1992-1995 Bianco e Blu.svg Andorinha
1995-1997 Nacional Nacional
1997-2002 Sporting Lisbona Sporting Lisbona
Squadre di club1
2002-2003 Sporting Lisbona Sporting Lisbona 25 (3)
2003-2009 Manchester Utd Manchester Utd 196 (84)
2009-2018 Real Madrid Real Madrid 292 (311)
2018- Juventus Juventus 0 (0)
Nazionale
2001 Portogallo Portogallo U-15 9 (7)
2001-2002 Portogallo Portogallo U-17 7 (5)
2003 Portogallo Portogallo U-20 5 (1)
2002-2003 Portogallo Portogallo U-21 10 (3)
2004 Portogallo Portogallo olimpica 3 (2)
2003- Portogallo Portogallo 154 (85)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Portogallo 2004
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
Oro Francia 2016
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Russia 2017

 

 

Biografia

180px-Funchal_CR7_Statue.JPG
 
La scultura di bronzo realizzata da Ricardo Velosa per il Museo CR7 di Funchal.

 

È nato nel 1985 a Funchal da Maria Dolores dos Santos Aveiro e José Dinis Aveiro (morto nel 2005 in seguito a problemi di alcolismo). Il nome Cristiano è dovuto alla fede cristiana della madre, mentre il secondo nome, Ronaldo, fu scelto in onore di Ronald Reagan, attore preferito del padre e presidente degli Stati Uniti a quell'epoca. Ha un fratello maggiore, Hugo (nato nel 1975), e due sorelle maggiori, Elma (nata nel 1974) e Liliana Cátia (nata nel 1976).

Nel luglio 2010 ha annunciato la nascita del suo primogenito, decidendo di non rivelare il nome della madre e di assumere la custodia esclusiva del bambino. L'8 giugno 2017 è diventato padre di due gemelli, un maschio e una femmina, nati da madre surrogata. Il 12 novembre 2017 diventa padre di Alana Martina, avuta da Georgina Rodriguez, sua compagna dal 2016.

Nel 2016, a Funchal, è stato aperto un museo interamente dedicato alla sua carriera.

È testimonial di varie aziende, tra cui Clear, Giorgio Armani e Nike: il 23 febbraio 2010, in collaborazione con quest'ultima, gli è stata dedicata una statua di 10 metri raffigurante lui stesso nel centro della città di Madrid. È inoltre apparso nelle copertine dei videogiochi PES 2008, PES 2012, PES 2013 e FIFA 18.

Nell'ottobre del 2013 ha lanciato la propria linea di intimo, chiamata CR7 (soprannome con cui è noto, frutto dell'abbinamento delle sue iniziali col suo numero di maglia), disegnata in collaborazione con lo stilista statunitense Richard Chai. Nel settembre del 2015 ha lanciato il suo profumo: Cristiano Ronaldo Legacy.

Cristiano Ronaldo si è spesso distinto anche per le sue azioni fuori dal campo di gioco: vicino alla causa palestinese, nel 2012 ha venduto all'asta la Scarpa d'oro ottenuta l'anno precedente, destinando il ricavato – un milione e mezzo di euro – al finanziamento di scuole per i bambini di Gaza; nel febbraio 2013 ha consegnato un assegno di 100 000 euro ricevuto dalla UEFA al Comitato Internazionale della Croce Rossa; nel marzo 2014 ha donato a una famiglia spagnola 70.000 euro per finanziare completamente le cure di un bambino affetto da una malattia al cervello.

Nel 2015 è stato distribuito in tutto il mondo un documentario sulla sua vita e sulla sua carriera calcistica, prodotto dal regista inglese Anthony Wonke e intitolato Ronaldo. Al 2015, con un patrimonio di 210 milioni di euro, è il calciatore più ricco del mondo davanti a Lionel Messi e Neymar. Secondo quanto riportato dalla rivista Forbes nella classifica degli sportivi più pagati del mondo, nel solo 2014 ha guadagnato 79,6 milioni di dollari, precedendo Lionel Messi (73,8) e piazzandosi dietro ai pugili Manny Pacquiao (160) e Floyd Mayweather Jr. (300).

Il 15 giugno 2018 Cristiano Ronaldo si è riconosciuto colpevole di quattro reati fiscali, relativi al periodo 2011-14, di fronte al Consiglio di Stato spagnolo, ottenendo una condanna di due anni (sospesa grazie alla condizionale) e una multa di 18,8 milioni di euro. Il 26 luglio successivo è arrivato il visto dell'Agenzia tributaria che ha reso ufficiale l'accordo tra il calciatore il fisco spagnolo.

 

Caratteristiche tecniche

220px-Cristiano_se_prepara_%285097618935
 
Ronaldo si prepara a tirare un calcio di punizione.

 

È dotato di grande velocità palla al piede (è uno dei giocatori più veloci al mondo, con una velocità massima di 33,6 km/h). Dotato di una grande tecnica individuale, nel suo bagaglio tecnico rientrano varie finte, tra cui dribbling, doppi passi, rapidi cambi di direzione e la cosiddetta rabona. Destro naturale, è in grado di calciare con entrambi i piedi. Giocatore polivalente, capace di giocare su entrambe le fasce o anche al centro, si definisce un'ala, ma può ricoprire anche il ruolo di centravanti grazie alle sue capacità di accentrarsi e di effettuare inserimenti in area dalla fascia sinistra. È spesso autore di cross dalla fascia, ma ha anche uno spiccato senso del gol e sa segnare sia di piede sia di testa, anche con tiri potenti da fuori area. Dotato di tempismo, forza fisica, un ottimo senso della posizione e di uno stacco notevole, eccelle nel gioco aereo. Nel novero delle sue abilità rientrano infine i calci piazzati: è un ottimo rigorista e tiratore di punizioni.

 

Carriera

Club

Inizi e Sporting Lisbona

Cresce nell'Andorinha, dove comincia a giocare all'età di 7 anni, squadra in cui suo padre fa il magazziniere; i ragazzi di dodici anni già all'epoca lo volevano a giocare assieme a loro e pare non passasse mai la palla. Nel 1995 si trasferisce al Nacional, che ne rileva le prestazioni in cambio di due mute di divise nuove. Due anni più tardi, a 12 anni, approda allo Sporting Lisbona in cambio di € 12 000, divenendo il ragazzino più pagato del Paese. Gioca per cinque anni nelle giovanili della squadra e dimostra presto il proprio talento.

Esordisce in prima squadra durante una gara contro l'Inter, valevole per il terzo turno preliminare della Champions League 2002-2003. Nella sua prima stagione allo Sporting Lisbona colleziona 25 presenze in campionato, di cui 11 da titolare, vincendo la Supercoppa portoghese 2002, pur non giocando la partita.

Manchester United

220px-Cristiano_Ronaldo_%28cropped%29.jp
 
Ronaldo durante una gara di Premier League 2006-2007.

 

Il 13 agosto 2003, Cristiano Ronaldo si trasferisce al Manchester United per 12,24 milioni di sterline, diventando così il teenager più costoso nella storia del calcio inglese. Oltre a ciò diventa anche il primo giocatore portoghese dei Red Devils.

Chiede di vestire la maglia numero 28 (come allo Sporting), per evitare pressioni ed eventuali paragoni nel caso scegliesse la numero 7, storicamente amata dai tifosi del Manchester, essendo stata in passato di campioni come George Best, Bryan Robson, Éric Cantona e, fino alla stagione precedente, David Beckham: viene tuttavia convinto da Alex Ferguson ad indossare proprio il 7.

Esordisce con i Red Devils il 16 agosto 2003 contro il Bolton, subentrando al 60' al posto di Nicky Butt. Segna la sua prima marcatura per il Manchester con un calcio di punizione, nella vittoria per 3-0 ai danni del Portsmouth il 1º novembre 2003. Dopo aver pagato un periodo di adattamento al calcio inglese, Ronaldo si rende protagonista di una buona stagione d'esordio, collezionando 29 presenze in campionato (40 totali) e segnando anche il primo gol nella finale di Coppa d'Inghilterra vinta per 3-0 contro il Millwall.

Il 19 marzo 2008 - con la doppietta segnata ai danni del Bolton - il portoghese supera George Best, che nella stagione 1967-1968 aveva messo a segno 33 gol tra coppe e campionato. Il record era rimasto imbattuto per quarant'anni. L'8 giugno contribuisce alla conquista della UEFA Champions League 2007-2008 da parte del Manchester, realizzando il gol del momentaneo 1-0 contro il Chelsea. La partita si deciderà ai tiri di rigore, che vedranno i Red Devils prevalere per 6-5, nonostante un errore dello stesso Ronaldo. Chiude la stagione con 42 centri in 49 partite disputate.

A fine stagione si laurea capocannoniere - con 31 gol in 34 partite - della Premier League (che gli consentono di vincere la Scarpa d'oro 2008, con 62 punti) e della Champions League, con 8 gol in 11 partite, contribuendo in maniera decisiva alla conquista dell'accoppiata titolo inglese-Champions League da parte dei Red Devils.

Il 21 dicembre 2008 vince con la propria squadra la Coppa del mondo per club FIFA 2008. Termina l'avventura con la maglia dello United segnando 118 gol in 292 partite e vincendo in quattro occasioni il premio FA Premier League Player of the Month (novembre e dicembre 2006, gennaio e marzo 2008).

Real Madrid

2009-2012
180px-Cristiano_Ronaldo_Madrid.jpg
 
Ronaldo con la maglia numero 9 nella stagione 2009-2010.

 

L'11 giugno 2009 il Manchester United annuncia di aver accettato l'offerta di 80 milioni di sterline (circa € 94 milioni) da parte del Real Madrid e autorizza quindi il club a trattare col giocatore. Quindici giorni dopo il club madrileno annuncia di aver ufficialmente siglato l'accordo con il Manchester United per il trasferimento di Cristiano Ronaldo in Spagna a partire dal 1º luglio. Per lui il club ha fissato una clausola rescissoria di 1 miliardo di euro, una somma che non ha eguali nella storia del calcio. La sua presentazione ufficiale, il 6 luglio allo Stadio Santiago Bernabéu, è seguita da 80 000 tifosi.

Presa la maglia numero 9, esordisce nella Liga il 29 agosto 2009 nell'anticipo della prima giornata, Real Madrid-Deportivo (3-2), e segna il suo primo gol con la nuova maglia su calcio di rigore. Conclude la stagione con 35 presenze e 33 reti. In seguito all'addio al club di Raúl sceglie di indossare la maglia numero 7.

Il 20 aprile 2011 il Real si aggiudica la Coppa del Re, superando in finale il Barcellona per 1-0 grazie a una rete di Ronaldo nei supplementari. È il primo giocatore del Real Madrid a superare, con 51 gol, il record di 47 gol stagionali di Ferenc Puskás del 1959-1960. Chiude il campionato con 40 gol e il titolo di Pichichi.

Il 4 novembre riceve per la seconda volta la Scarpa d'oro (precedentemente aveva ottenuto il riconoscimento nel 2008) come miglior cannoniere europeo della passata stagione. Ronaldo con 40 gol e 80 punti complessivi, precede Lionel Messi e Antonio Di Natale. Il 2 maggio 2012 conquista il suo primo campionato spagnolo, nella partita vinta contro l'Athletic Bilbao per 3-0.

2012-2015
180px-Ronaldo_vs._FC_Schalke_04_%2816854
 
Ronaldo durante la partita di Champions League 2014-2015contro lo Schalke 04.

 

Il 29 agosto 2012 vince la Supercoppa di Spagna. Il 13 gennaio 2014 vince il suo secondo Pallone d'oro in carriera, primo Pallone d'oro FIFA per il portoghese.

Il 24 maggio 2014 il Real si impone 4-1 in finale di Champions contro l'Atlético Madrid, vincendo la decima Coppa dei Campioni della sua storia. Ronaldo sigla la quarta rete, diventando il secondo giocatore nella storia del calcio a segnare in due finali con due squadre diverse (il primo a riuscirci è stato il difensore jugoslavoVelibor Vasović).

Apre la sua sesta stagione con la maglia del Real Madrid marcando una doppietta in Supercoppa UEFA, che permette alla sua squadra di vincere il titolo per la seconda volta nella sua storia, con il risultato di 2-0, contro il Siviglia. Il 13 settembre seguente, realizza il suo 14° gol ai danni dell'Atletico Madrid, divenendo il miglior marcatore nella storia di tale derby.

Il 12 gennaio 2015, grazie al 37,66% di voti a favore, conquista il personale terzo Pallone d'oro in carriera, secondo consecutivo da quando ha assunto la denominazione di Pallone d'oro FIFA.

Il 10 marzo è autore di due marcature nella sconfitta per 3-4 incassata dallo Schalke 04 in Champions League, che gli permettono di superare Raúl e di diventare, con 78 reti all'attivo, il miglior marcatore delle competizioni UEFA per club. Il 5 aprile seguente, nella storica vittoria per 9-1 sul Granada, è autore di cinque marcature (settimo giocatore nella storia del Real Madrid a esserci riuscito) che gli permettono di raggiungere per la prima volta in carriera tale traguardo.

Il 23 maggio 2015 si laurea per la terza volta in carriera Pichichi. Il 6 giugno 2015, con la conclusione della 60ª edizione della Champions League, si laurea, a pari merito con i blaugrana Neymar e Lionel Messi con un totale di 10 reti, capocannoniere della suddetta competizione per la 4ª volta in carriera.

2015-2018
180px-RealM-Shahter15_%282%29.jpg
 
Ronaldo impegnato nella Champions League 2015-2016contro lo Šachtar.

 

Durante la stagione 2015-2016 infrange due primati di Raúl: diventa infatti il miglior marcatore nella storia del Real Madrid, dapprima in campionato, superando le 229 reti dello spagnolo grazie a una cinquina contro l'Espanyol, e poi in assoluto, toccando – un mese dopo – quota 324 centri in gare ufficiali con la maglia del club madrileno. Il 5 marzo 2016 tocca quota 252 reti nella Liga, sorpassando Telmo Zarra al secondo posto nella classifica dei marcatori di tutti i tempi del campionato spagnolo.

Il 28 maggio 2016 realizza l'ultimo rigore che consente al Real Madrid di vincere la propria undicesima Champions League contro i cugini dell'Atlético (1-1 ai supplementari): per il portoghese si tratta del terzo successo nella competizione, il secondo in tre anni con i Blancos. Inoltre, con 16 gol in 12 incontri di Champions, Cristiano Ronaldo ottiene il suo quinto titolo di capocannoniere della massima competizione continentale, eguagliando Messi. Termina la stagione con un altro record: è l'unico calciatore nella storia a esser andato a segno per più di 50 volte in competizioni ufficiali in sei stagioni consecutive (in questa stagione 36 presenze e 35 gol in campionato e 12 presenze e 16 gol in Champions League).

Il 12 dicembre 2016 è premiato da France Football con il secondo Pallone d'oro della carriera, il quarto contando anche i Palloni d'oro FIFA, mentre il 9 gennaio 2017, nell'ambito dei The Best FIFA Football Awards 2016, riceve per la prima volta il The Best FIFA Men's Player (erede del FIFA World Player of the Year). Nel corso della stagione si aggiudica il Mondiale per club (segnando una tripletta in finale), la Liga (con 24 gol a referto) e la Champions League in finale contro la Juventus (dove segna una doppietta). Si laurea capocannoniere del torneo per la quinta stagione consecutiva (sesta nella sua carriera), con un bottino di 12 gol, e diventa il primo giocatore capace di segnare in tre finali di Champions League (considerando anche la Coppa dei Campioni, solo Alfredo Di Stéfano riuscì a fare meglio, andando a segno in cinque finali).

Inizia la stagione 2017-2018 vincendo la Supercoppa UEFA, contro il Manchester United (2-1). Gioca anche l'andata della Supercoppa di Spagna contro il Barcellona al Camp Nou; nell'occasione, segna il gol del 2-1 ma viene espulso per doppia ammonizione, reagendo con una spinta ai danni dell'arbitro: il gesto gli costa cinque giornate di squalifica. Nonostante un avvio di stagione difficile in campionato, stabilisce un nuovo record in Champions League, andando a segno in tutte e sei le giornate della fase a gironi. Il 7 dicembre 2017 si aggiudica il Pallone d'oro per la quinta volta in carriera, raggiungendo in testa all'albo d'oro Lionel Messi; il riconoscimento di France Football segue il The Best FIFA Men's Player conferitogli dalla FIFA il 23 ottobre precedente. A dicembre vince la sua quarta Coppa del mondo per club (record a pari merito con Toni Kroos); Ronaldo segna un gol in semifinale con l'Al-Jazira (2-1) e uno finale con il Grêmio, divenendo al contempo il miglior marcatore di sempre della competizione con 7 reti.

Il 3 aprile 2018, realizzando due gol nella gara d'andata dei quarti di finale di Champions League contro la Juventus, di cui il secondo con una pregevole rovesciata, diventa il primo giocatore nella storia della competizione a segnare per dieci partite consecutive. Va a segno anche al ritorno prima di interrompere la sua striscia nella gara d'andata delle semifinali contro il Bayern Monaco. Il 26 maggio, battendo il Liverpool per 3-1, si aggiudica per la quarta volta (la terza consecutiva) la Champions League con il Real Madrid, per la quinta volta a livello personale contando anche il successo ottenuto nel 2007-2008 con il Manchester United. Il portoghese stabilisce quindi il nuovo primato individuale di vittorie nella competizione nell'era della UEFA Champions League.

Juventus

Il 10 luglio 2018 viene annunciato il suo trasferimento a titolo definitivo alla Juventus a fronte di un corrispettivo pari a 100 milioni di euro (più altri 12 di oneri accessori), che ne fanno il trasferimento più oneroso della storia della Serie A. Il giocatore portoghese firma un contratto della durata di quattro anni.

 

Nazionale

2003-2016

180px-Cristiano_Ronaldo_20120609.jpg
 
Ronaldo impegnato all'Europeo 2012.

 

Cristiano Ronaldo esordisce con la nazionale maggiore il 20 agosto 2003, a 18 anni, entrando nel secondo tempo della gara amichevole vinta 1-0 contro il Kazakistan.

Nel 2004 partecipa all'Europeo, disputato in casa. Il primo gol in nazionale arriva il 12 giugno 2004, nella fase a gironi degli Europei contro la Grecia, partita persa per 1-2. Nella rassegna continentale, i lusitani raggiungono la finale proprio contro la Grecia già affrontata nella fase a gironi, perdendo nuovamente, per 0-1; Ronaldo chiude la competizione con due reti e due assist in sei partite. Sempre nel 2004 prende parte con la nazionale olimpica ai Giochi olimpici di Atene, in cui gioca 3 partite e segna 1 gol.

È tra i maggiori fautori della qualificazione portoghese al Mondiale in Germania, segnando 7 gol nelle sfide qualificatorie. Contro l'Iran, il 17 giugno, arriva la sua prima rete nella rassegna mondiale, che sancisce il 2-0 finale. Chiude il Mondiale con 6 presenze e una rete, il Portogallo esce in semifinale e perde la finale per il terzo posto contro la Germania (3-1).

Il 6 febbraio 2007, nell'amichevole di Londra contro il Brasile, gioca la sua prima partita da capitano, a 22 anni.

Firma 8 reti nelle qualificazioni a Euro 2008, portando la nazionale portoghese alla fase finale dell'Europeo in Austria e Svizzera, in cui il Portogallo viene eliminato ai quarti di finale dalla Germania (3-2) e Ronaldo segna un solo gol contro la Rep. Ceca, incontro vinto 1-3. Nel 2010 prende parte al campionato mondiale in Sudafrica, segnando una rete in quattro apparizioni; il Portogallo è estromesso dalla Spagna agli ottavi (1-0). Mette a referto 7 marcature nelle qualificazioni a Euro 2012, torneo nel quale trascina i lusitani fino alla semifinale, persa contro la Spagna ai tiri di rigore.

Nel 2014 consegue due importanti traguardi statistici: il 3 marzo, nell'amichevole contro il Camerun vinta 5-1, realizza una doppietta che gli permette di scavalcare Pauleta e diventare il miglior marcatore di sempre del Portogallo con 49 gol; il 14 novembre diventa il miglior marcatore nella storia dei campionati europei, incluse le qualificazioni, con 23 centri.

Tali traguardi sono intervallati da un'anonima partecipazione al Mondiale 2014, in cui il Portogallo non va oltre la fase a gironi: Ronaldo contribuisce alla qualificazione della propria nazionale rendendosi decisivo negli spareggi validi per l'accesso alla fase finale in Brasile, segnando tutti i quattro gol - tra andata, vinta 1-0, e ritorno, vinto 3-2 - coi quali i portoghesi battono la Svezia.

2016-

170px-Cristiano_Ronaldo_Portugal.jpg
 
Ronaldo al Mondiale 2018.

 

Nel 2016 vince l'Europeo svoltosi in Francia. Dopo un inizio poco brillante, contrassegnato da poca lucidità e anche da un rigore sbagliato, segna una doppietta nella partita contro l'Ungheria (3-3), valida per la terza giornata della fase a gironi, permettendo ai lusitani di qualificarsi agli ottavi di finale come una delle migliori terze classificate. Contribuisce al raggiungimento della finale propiziando il gol decisivo di Ricardo Quaresma agli ottavi contro la Croazia (vinti 0-1 dopo i supplementari), segnando il primo tiro di rigore della serie contro la Polonia ai quarti (dopo che la partita si era conclusa 1-1) e aprendo le marcature nella semifinale contro il Galles (2-0). Durante la finale contro la Francia, in seguito a una dura entrata di Dimitri Payet, è costretto a lasciare il campo al 25'. Nonostante la sua uscita dal campo, il Portogallo riesce a vincere per 1-0, grazie al gol decisivo di Éder durante i tempi supplementari, laureandosi campione d'Europa per la prima volta nella sua storia.

Convocato per la Confederations Cup 2017 svoltasi in Russia, decide con un gol la seconda sfida, contro la Russia (1-0), e apre le marcature nella terza sfida del girone, contro la Nuova Zelanda, grazie ad un gol su calcio di rigore (4-0 il risultato finale). Scende in campo anche nella semifinale persa ai tiri di rigore contro il Cile, ma salta la finale per il terzo posto vinta dai suoi compagni contro il Messico, beneficiando di un permesso concessogli per raggiungere i figli neonati.

Convocato per il Mondiale 2018 in Russia, durante le cui qualificazioni al Mondiale 2018 ha messo a segno 15 reti, una in meno del capocannoniere Robert Lewandowski, realizza una tripletta nella partita d'esordio con la Spagna (3-3), diventando il quarto giocatore a segnare in quattro edizioni diverse della Coppa del Mondo (dopo Pelé, Uwe Seeler e Miroslav Klose) e il più anziano a segnare tre gol in una partita della manifestazione; inoltre, raggiungendo quota 85 gol con la sua nazionale, dopo la rete segnata al Marocco nella seconda partita della competizione, supera Ferenc Puskás come miglior marcatore di una nazionale europea. Il Portogallo si qualifica per gli ottavi di finale, dove viene eliminato dall'Uruguay con il risultato di 2-1.

 

Record

220px-Cristiano_Ronaldo_%28L%29%2C_Lione
 
Cristiano Ronaldo condivide con Lionel Messi il primato di vittorie nel Pallone d'oro.

 

Dati aggiornati al 30 giugno 2018.

Durante la sua carriera Cristiano Ronaldo è riuscito a battere diversi record:

  • Unico calciatore ad aver vinto nello stesso anno solare la Champions League, l'Europeo, il Mondiale per club e il Pallone d'oro.
  • Uno dei due calciatori, insieme a Lionel Messi, a vincere cinque Palloni d'oro (nel 2008, nel 2016 e nel 2017 con il premio assegnato da France Football e nel 2013 e 2014 quando il premio della rivista francese si è fuso col FIFA World Player of the Year dando vita al Pallone d'oro FIFA).
  • Uno dei due calciatori, insieme a Lionel Messi, ad aver vinto la Scarpa d'oro per quattro volte.
  • Uno dei tre calciatori, insieme a Thierry Henry e Lionel Messi, ad aver vinto la Scarpa d'oro per due stagioni consecutive (2013-2014 e 2014-2015).
  • Uno dei due calciatori, insieme a Luis Suárez, ad aver vinto la Scarpa d'oro in due campionati differenti (Premier League e Liga).
  • Unico calciatore ad aver realizzato più di 50 gol stagionali in sei stagioni consecutive (2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016).
  • Unico calciatore ad aver segnato almeno una rete in 4 europei e 4 mondiali consecutivi (Euro 2004, Mondiali 2006, Euro 2008, Mondiali 2010, Euro 2012, Mondiali 2014, Euro 2016, Mondiali 2018).
  • Uno dei quattro calciatori, insieme a Miroslav Klose, Pelé e Uwe Seeler, a segnare in quattro edizioni diverse della Coppa del Mondo (Mondiali 2006, Mondiali 2010, Mondiali 2014, Mondiali 2018).
  • Calciatore ad aver segnato più gol (85) in una nazionale europea.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (395) nei cinque maggiori campionati europei (Spagna, Germania, Inghilterra, Italia e Francia).
  • Uno dei due calciatori, insieme a Michel Platini, ad aver segnato più gol (9) nella fase finale dei campionati europei.
  • Unico calciatore ad aver segnato in quattro diverse edizioni degli europei (2004, 2008, 2012, 2016).
  • Calciatore ad aver segnato più gol (29) ai campionati europei, incluse le qualificazioni.
  • Calciatore ad aver giocato più partite (21) nella fase finale dei campionati europei.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (123) nelle competizioni UEFA per club.
  • Calciatore ad aver fatto più gol (107) con lo stesso club nelle competizioni UEFA per club.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (121) in UEFA Champions League.
  • Unico calciatore ad aver vinto per sette volte la classifica marcatori della UEFA Champions League (2007-2008, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018).
  • Unico calciatore ad aver vinto per sei volte consecutive la classifica marcatori della UEFA Champions League (2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018).
  • Unico calciatore ad aver segnato almeno 10 gol in un'edizione di UEFA Champions League per 7 stagioni consecutive (2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018).
  • Calciatore ad aver realizzato il maggior numero di reti (17) in una singola edizione di Coppa dei Campioni/Champions League (2013-2014).
  • Calciatore ad aver segnato più gol (19) in Champions League in un anno solare (2017).
  • Unico calciatore ad aver vinto cinque UEFA Champions League.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (32) in partite internazionali in un anno solare (2017)
  • Unico calciatore ad aver segnato in tutte e sei le giornate della fase a gironi di Champions League (2017-2018).
  • Unico calciatore ad aver segnato per undici partite consecutive in Champions League.
  • Unico calciatore ad aver segnato in tre finali di UEFA Champions League.
  • Uno dei tre calciatori, insieme a Mario Mandžukić e Velibor Vasović, ad aver segnato con due squadre diverse in una finale di UEFA Champions League.
  • Calciatore ad aver realizzato più doppiette (34) in UEFA Champions League.
  • Uno dei due calciatori, insieme a Lionel Messi, ad aver realizzato più triplette (7) in Champions League.
  • Calciatore ad aver realizzato più triplette (3) in una singola edizione di UEFA Champions League (2015-2016).
  • Calciatore ad aver segnato più gol (12) su calcio di punizione in UEFA Champions League.
  • Calciatore ad aver vinto più edizioni della Coppa del mondo per club (4), insieme a Toni Kroos.
  • Calciatore ad aver segnato più gol (7) nella Coppa del mondo per club.
  • Uno dei due calciatori, insieme a Pelé, ad aver realizzato una tripletta in una finale di Coppa Intercontinentale/Coppa del mondo per club.
  • Unico calciatore ad aver realizzato almeno 30 gol per 6 stagioni consecutive del campionato spagnolo (2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016).
  • Calciatore ad aver realizzato il maggior numero di triplette in Liga (34).
  • Calciatore ad aver realizzato più gol su calcio di rigore nella Liga (61).
  • Calciatore ad aver segnato più gol (22) nel derbi madrileño.

Nel Real Madrid

Nella nazionale portoghese

  • Calciatore con più presenze (154).
  • Calciatore con più marcature segnate (85).

Palmarès

Club

Competizioni nazionali

Competizioni internazionali

Individuale

2007-2008
2013-2014, 2015-2016, 2016-2017
2007-2008 (31 gol), 2010-2011 (40 gol), 2013-2014 (31 gol), 2014-2015 (48 gol)
2007, 2008, 2009, 2011, 2012, 2013, 2015, 2016, 2017
2016
2014
  • Sir Matt Busby Player of the Year: 3
2004, 2007, 2008
2006-2007
2007, 2008
2007, 2008
2009-2010, 2013-2014
2013-2014
2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2015-2016
2004
  • Miglior Giocatore FIFPro: 1
2008
2008, 2013, 2014
  • Calciatore dell'anno di World Soccer: 4 2008, 2013, 2014, 2016
Miglior calciatore dell'anno: 2011, 2014, 2016, 2017
Maggior attrazione mediatica: 2011
Calciatore preferito dai fan: 2013, 2014
2013, 2014, 2016, 2017
  • ESPN miglior sportivo internazionale: 1
2014
Portogallo 2004, Polonia-Ucraina 2012, Francia 2016
2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017
2004, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017
2006, 2007, 2008, 2009
2007, 2008, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2017
2007, 2008, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014
2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018
  • Squadra ideale della Liga: 1
2014-2015[140]
2009 (15 aprile 2009: Porto - Manchester United 0-1)
2007-2008
2007-2008 (8 gol), 2012-2013 (12 gol), 2013-2014 (17 gol), 2014-2015 (10 gol, a pari merito con Neymar eMessi), 2015-2016 (16 gol), 2016-2017 (12 gol), 2017-2018 (15 gol)
2004-2005 (4 gol, a pari merito con Crouch e Defoe)
2007-2008 (31 gol)
2010-2011 (7 gol, a pari merito con Messi)
2010-2011 (40 gol), 2013-2014 (31 gol), 2014-2015 (48 gol)
2012 (3 gol, a pari merito con Mandžukić, Gómez, Balotelli, Dzagoev e Torres)
2016 (4 gol), 2017 (2 gol, a pari merito con Maurício e Romarinho)

Onorificenze

Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria  Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
  — 2004
Medaglia al merito dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa - nastrino per uniforme ordinaria  Medaglia al merito dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa
  — 2014
Grand'Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique - nastrino per uniforme ordinaria  Grand'Ufficiale dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique
  — 2014

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire   

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×