Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Aspetta, ancora non sei al corrente di alcune attività medianiche.
  3. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Ma quanti danni ci ha fatto questo?
  4. Questi so inglesi, fanno gli assegni sui pezzi di carta ed in banca te li pagano, hanno un modo meno formale di fare le cose. Però è chiaro che, per come la vedo io, l'intervento sul media più importante d'Italia ha come scopo principale quello di evitare l'escalation di notizie anche sui top media. Una cosa è se esce il tweet di Radio Sportiva o di Guelpa ed un'altra se Sky e Mediaset aprono i TG con la notizia. Io lo vedo come un prendere tempo.
  5. Il topic degli Insiders • Spring edition

    devi essere almeno Kevin Bacon per potertelo permettere
  6. Forse sì, ma perché allora il pupo che ieri ha parlato a Sky ha glissato sulla domanda riguardante la presenza di una clausola che libererebbe Pep in caso di sentenza? A domanda specifica ha risposto con una locuzione latina, una scena quasi di Manzoniana memoria tale che avrebbero dovuto rispondere "Che vuol ch'io faccia del suo latinorum?" , e ha poi continuato dicendo che Pep in ogni caso vuole rimanere a Manchester. Magari mi sbaglio alla grande, ma per me qualcosa bolle in pentola
  7. Grazie Andrea Barzagli!

    Intervista a Barzaglione: Che cosa è stata la BBC? «L’intuizione è stata di Conte, che ci ha messo a giocare a tre. Però sembravamo fatti apposta per incontrarci. La BBC esaltava le doti di ognuno. In campo bastavano gli sguardi, ci capivamo al volo. C’è stata in tutti e tre grande professionalità, grande attaccamento alla Juve e soprattutto grande voglia di migliorarsi. E questo non è scontato, perché nel calcio ci sono giocatori che potrebbero fare molto di più e non lo fanno. C’è una B in più da ricordare, quella di Gigi: un punto fisso, intelligenza e talento». Quale è la differenza tra il giocare nella Juve e altrove? «Il Dna. Entri dentro questo club e senti subito il peso della maglia, la storia del club, la sua filosofia. Le persone che ci lavorano dentro, dal presidente fino a chi è considerato l’ultimo della piramide, hanno questa mentalità vincente. Non è un caso se la Juve ha conquistato più scudetti degli altri. Perché lo scudetto si vince giornata per giornata, in allenamento quasi più che in partita, fuori dal campo non meno che dentro. Ogni volta che ti svegli e sai di dover andare a lavorare, ci vai con lo spirito giusto? Ci vai perché ti vuoi sacrificare? Ci vai perché ti vuoi migliorare? Questo fa la differenza. E l’ha fatta anche in questi otto anni». Quale difensore può essere un suo erede? «Mi auguro che Rugani e Romagnoli possano diventare colonne importanti. Loro secondo me hanno un potenziale, ma è fondamentale, per un difensore, essere punto di riferimento dei propri compagni. In questo, essendo giovani, cresceranno naturalmente. Il talento lo hanno». Romero è un buon giocatore? «Ha grandi potenzialità, arriverà in un gruppo con giocatori che possono insegnare molto, sia Giorgio che Leo sono grandissimi difensori. Se sei intelligente e inizi a prendere da loro migliori molto. E poi, quando arrivi nella Juve, oltre ad essere bravo devi avere personalità. È fondamentale». C’è un difensore straniero che le piace? «De Ligt dell’Ajax. È giovane, tosto. Ma il modello vero è Ramos. Quando stai così tanto ad alti livelli in una squadra forte e in nazionale, un motivo c’è. Sei un fuoriclasse». Con Ronaldo non era automatica, la vittoria in Champions… «No. Quelle sono le aspettative. È un giocatore che ci mancava, certo. Quando le partite contano, con Ronaldo, parti sempre con un gol di vantaggio. Ce l’ha fatto vedere, Cristiano, segnando sempre nelle partite che contavano. Pensi al ritorno con l’Atletico. Sono quei giocatori che ti fanno vincere. Però poi dietro devi avere una squadra forte». 3Lei può non dirmi delle banalità. Com’è Ronaldo? È come lo immaginavate, nello spogliatoio? «Lui è un divo, non c’è dubbio. Lo è per quello che si è creato: è il personaggio più seguito al mondo anche sui social. È un mito mondiale. Però poi è entrato in uno spogliatoio di calcio, il nostro. Ed è entrato come uno dei tanti. Ha dimostrato prima di tutto la sua professionalità, perché è un professionista incredibile. Poi ha messo anche la sua personalità e simpatia. Forse all’inizio potevamo vederlo come uno di quei giocatori che fanno la differenza e quindi non con timore ma con rispetto, poi abbiamo scoperto non solo il giocatore ma la persona. Ci abbiamo scherzato, abbiamo anche noi la chat e scriviamo cavolate, come tutti, e lui c’è. Cristiano ha sempre preso parte alle cene di squadra, come tutti. Non fa il divo, pur essendolo» Le dispiace che Allegri vada via? «È una persona genuina, veramente genuina che specie con me, Giorgio, prima con Gigi, passava del tempo a parlare di vita, non solo di calcio. Ci ha fatto fare anche delle grandi risate, in questi anni. Nelle riunioni tecniche raccontava aneddoti in livornese. Ultimamente abbiamo tre quarti della squadra straniera... Faticavamo, Giorgio è anche livornese, a capirlo. Immagino gli altri. Uscivamo dalle riunioni sempre con il sorriso sulla bocca. È una persona che ti toglie quel minimo di stress e tensione che hai e che ti porta il calcio italiano. Vai a lavorare e fai le cose serie però la battuta, stemperare il momento, anche prima delle partite, aiuta. Max non è solo un ottimo tecnico, è molto bravo a curare anche i rapporti personali Mi ha insegnato molto e secondo me è cresciuto tanto anche lui, in questi anni. Mancherà, sono stati cinque anni intensi. Conte era diverso... «Antonio è un martello sul lavoro, ma anche lui, quando si lascia andare, è divertente. È uno molto concentrato sul lavoro. Sempre. È anche grazie a questo che ci ha fatto crescere. È stato parte fondamentale della famosa BBC, Conte ci ha insegnato un modo di difendere diverso rispetto a quello di una volta. Molto più aggressivo, un modo originale di marcare. Anche grazie a lui c’è stata questa crescita importante della Juventus. Dopo di lui Max è stato il meglio che si potesse trovare perché ha integrato la mentalità che aveva creato Antonio con quel tocco di leggerezza che ha lasciato tutti giocare con più semplicità». Di che allenatore ha bisogno la Juventus? «Non lo so e, in questo momento, visto che stanno decidendo, non mi voglio esprimere. Loro sanno benissimo cosa devono fare e ieri Paratici ci ha detto che hanno le idee chiare. Hanno sbagliato raramente e prenderanno la decisione giusta per il club». [...] La giornalaccio rosa dello Sport
  8. Ma scusa, perchè non dovrebbe farlo? "Salve sono Olga Cocimelova" solo perchè deve affittare un'auto? Boh! Non è che stiamo parlando di chissà chi.
  9. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Riconoscimenti facciali, aerei, gestione alberghi, circoli golf, treni, e ora pure Uber. Qua dentro siamo davvero alla follia totale.
  10. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Ma quanto fa scoppiare il fegato avere un simile allenatore? A parte che ha prodotto pure lo scisma degli increduli qua dentro.
  11. All'euvospin a pvendere la cvema di pistacchio.
  12. TOP ma le voci su Pirlo (e tutt'al più De Rossi) sono vere?
  13. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Esattamente, titolare carta di credito e nome guidatore devono tassativamente coincidere.
  14. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Oggi venerdi, domenica si chiude il campionato. Fate concludere la stagione, portate pazienza.
  15. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    ma io questi tuoi discorsi, questo tuo credere posso anche capirlo poi però ci dev'essere coscienza di come sia il mondo del calcio e degli affari se non sei nato ieri, si sa benissimo come vanno certe cose chiunque venga, chiunque, da Guardiola a Zeman, da Carrera a Malesani, la Juve non manda via il suo ottimo allenatore senza avere già la sicurezza di avere il successore poi se in parte si crede anche ai soli articoli di giornale, Zidane si mise già d'accordo con noi (con tanto di ultimi incontri a Torino a gennaio/febbraio) prima di andare poi al Real, e all'estero uscirono voci su Guardiola già a Marzo e ripeto, visto che hai risposto solo a questo mio post vice allenatore e presidente della Lazio hanno detto che Inzaghi resta queste non valgono? le voci degli interessati e della società valgono solo per noi?
  16. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Chiellini e Barzagli intervistati da Tuttosport e Gazza*****a hanno ribadito che i tifosi devono stare sereni e che arriverà un grande allenatore
  17. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Vai... Ora sport*****aset ritira fuori le accuse a Ronaldo.. Ma quanto fanno schifo... Se arriva Guardiola si libereranno un sacco di posti di lavoro...
  18. Io di NCC conosco solo il Nucleo Controllo Cucine di triste memoria a naia...
  19. Secondo tutti i media la sentenza sul city riguarderà la stagione 2020/2021. "Come scriveva il New York Times, tuttavia, data la lunga istruttoria e l’annesso potenziale contenzioso legale, l’eventuale sanzione non scatterebbe prima dell’edizione 2020/21: per questo motivo il Manchester City potrebbe quindi iscriversi regolarmente alla prossima Champions."
  20. Come mai allora non è uscito un comunicato ufficiale? Piccolo piccolo? Nemmeno una menzione della cosa nel loro sito? "Nostro rappresentante parla con Sky Italia?"? Nulla? E la leccata vergognosa a Di Marzio? Dai era palesemente un teatrino, e quello che ha parlato un signor Nessuno
  21. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Aridanghete.. Oh, io faccio il commercialista.. Ho 3 clienti grossi che hanno il noleggio a lungo termine.. Li prenoto io.. Ma non è che li prenoto a nome mio.. Non è che se sei Pep Guardiola non devi garantire con Carta di Credito del guidatore effettivo.. Non diciamo fesserie, se non le si conoscono..
  22. CR7 ha l'aereo privato, ma ha la macchina intestata, pagherà l'assicurazione sulla macchina di proprietà... e poi non l'ho mai visto in macchina con l'autista su instagram anzi, credo proprio che gli piaccia guidare... Ma la moglie di Guardiola ce l'ha scritto in fronte di essere la moglie di? No perchè mi sembra che abbia un nome e cognome piuttosto comuni, fino ad oggi io di Serra famose nel calcio conoscevo solo Katia Serra...
  23. Il topic degli Insiders • Spring edition

    Questa è anche gente normalissima. Io sono di Roma e Totti puoi incontrarlo al bar o con la sua macchina ad andare in giro o nella villa (che affitta nonostante sia miliardario) a Sabaudia (non ai Caraibi). Chiusa questa parentesi potete smetterla di dimostrare 13 anni? (Ammesso ne abbiate di più) Adesso serve silenzio e tempo. Non chiedete ogni tre secondi novità e non siate distruttivi o autolesionisti e non fate congetture basate sul vostro non conoscere le persone. Della serie sono miliardario = ho l'autista o non dò il mio nome quando prenoto qualcosa.
  24. Il topic degli Insiders • Spring edition

    gli schemi non esistono (cit.) dite quello che volete ma questo è lo sport: agonismo, competizione, sudore, fatica, applicazione, studio costante
  25. Che però ha espressamente affermato di parlare per conto della proprietà da cui è stato autorizzato a farlo.
  1. Load more activity
×