Jump to content

Mescalero

Tifoso Juventus
  • Content Count

    379
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

99 Excellent

About Mescalero

  • Rank
    Juventino Soldatino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Di quelli come lui, che danno l'anima per la Juventus, avevo il poster in camera da ragazzo. Così, su due piedi, l'ultimo grande giocatore in grado di farmi emozionare con la maglia bianconera.
  2. Con o senza Ronaldo i gol che sono mancati sono quelli del centrocampo. La Juventus dalla stagione 2011/12 alla 2017/18 ha avuto un centrocampo che oltre a dare garanzie nel far girare tutta la squadra ha anche fatto sempre molti gol. Con il declino di Khedira e di Matuidi, con Pjanic (anche lui in fase calante, probabilmente) che non ha più provato soluzioni da fuori e calci di punizione, con Emre Can che non ha il gol nelle sue corde dal 2018/19 i gol dei centrocampisti hanno iniziato a scarseggiare. Quelli hanno un peso enorme e, a mio avviso, la differenza è proprio lì. Al momento la Juventus avrebbe centrocampisti (forse l'unica eccezione è Bentancur) che sanno segnare, a cui vanno ad aggiungersi anche gli esterni, ma non so se finora non l'hanno fatto perché c'era Ronaldo o per altri motivi. Di sicuro i suoi 30-35 gol stagionali mancheranno, ma mi aspetto che lì davanti i vari Dybala, Morata e Kean riescano a garantire quei gol "mancanti". Le qualità le hanno tutte, tutti in passato hanno dimostrato di poter garantire quei 15-20 gol ciascuno...
  3. Nella situazione attuale servirebbe tempo a chiunque, pure a Klopp (che per inciso al Liverpool ci ha messo 2 anni abbondanti per far vedere qualcosa di buono), Guardiola, Tuchel e qualsiasi altro allenatore di tuo gradimento. Serviva tempo anche a Sarri, forse a Pirlo oltre al tempo serviva pure qualche anno di esperienza. Questo non significa però che adesso non c'è da ricostruire e rimettere in carreggiata una squadra giovane e che ha dei valori, anche se qui pare che certi giocatori arrivano in serie A e alla Juventus per caso, per botte di c**o o per chissà cos'altro... Ma, invece di sentenziare, perché non riguardare le partite dei primi 3/4 anni di Allegri, quando aveva una squadra costruita con criterio e con giocatori funzionali. Perché a me pare proprio che la questione sia diventata un partito preso, non altro. Non riesco a capire se la tua, come quella di altri utenti e altri tifosi, sia goduria per vedere la Juventus perdere e tirare M***A addosso ad Allegri, alla squadra e alla società o qualcosa di più simile a frustrazione.
  4. In certe situazioni a mio parere potranno pure giocare insieme, non li vedo affatto incompatibili. Comunque nella situazione attuale, della Juventus e di mercato in generale, è un'operazione che ha senso: è una tipologia di giocatore che alla Juventus serviva (forse indipendentemente da Ronaldo) e ha uno status per le liste che è manna dal cielo.
  5. Non ho mai giudicato nessuna squadra sulla base di due partite, non comincio certo a farlo adesso. Quando parlo di circo non parlo tanto di quello che si vede in campo ma anche di quello che c'è intorno. Parlo dei De Laurentiis, dei Lotito, dei Moratti e affini che rovinano il mondo dello sport (e pure qui vedo che si chiede ad Agnelli di fare altrettanto). Parlo di quelli che con i loro comportamenti hanno fatto in modo che per andare a vedere una partita può servire la scorta della polizia. Parlo di quei giocatori che non perdono occasione per protestare con l'arbitro ad ogni decisione contraria, per poi andare a lamentarsi in diretta davanti alle telecamere. L'unico circo che ho visto stasera sono quei tifosi frustrati che da anni non perdono occasione per fischiare ed offendere dei tesserati della Juventus. A me l'idea di Pirlo non piaceva, così come quella di Sarri ma non ho certo goduto delle sconfitte della Juventus per poter dire che avevo ragione e non ho passato le ultime due stagioni a dare sentenze e a gridare vergogna. Non piaceva l'idea di Allegri nel 2014 e sono stato contento di essermi sbagliato. Ho guardato le partite tifando, come faccio da oltre 30 anni e come continuerò a fare. Che ti devo dire? Sarò strano io che prendo il calcio come un gioco, pur soffrendo serate come questa, e non ne faccio una questione di vita o di morte. Però noto che da un pezzo è diventato pesante pure parlare di calcio qui su un forum.
  6. Quindi? Seguendo gli umori delle tifoserie, o di parte di esse, in Italia siamo pieni di società che somigliano più a dei circhi che a delle squadre di calcio.
  7. Sì, mi trovi d'accordo su questo. Applicando la stessa logica però ti dico che Allegri, a mio avviso, non doveva essere mandato via a furor di popolo nel 2019, dopo i risultati che ha ottenuto, per poi cambiare due allenatori in due anni. Come ho già scritto, senza sollevare Allegri dalle sue responsabilità su queste due partite, resto altrettanto convinto che le situazioni che si sono create negli ultimi due anni ancora pesano e che lo stesso Allegri dovrà lavorare ben più di quanto ha fatto nel 2014. Ecco perché servirà tempo e pazienza.
  8. La rivoluzione non ci sarà per due motivi: 1) Allegri e questa dirigenza (Arrivabene, Cherubini e Nedved) godono della fiducia di chi li paga e di quelli con cui collaborano. Un progetto sportivo (ma non solo) non può essere valutato su un periodo breve, soprattutto quando gli investimenti sono importanti. Ci vuole pazienza e lavoro. In Italia siamo poco abituati, però è così. Una mancata qualificazione in Champions League non gli farà cambiare idea. 2) La squadra negli ultimi anni è cambiata, l'età media si è abbassata, si abbasserà ancora e ci sono giocatori (pure tra quelli che non piacciono alla tifoseria) che hanno margini di miglioramento. Uno dei problemi del Milan è stato proprio fare continue rivoluzioni, dal 2011 fino al 2019. Erano pronti all'ennesimo cambio fino al momento in cui con Pioli, alla ripresa del campionato dopo i mesi di stop per la pandemia, hanno beccato una serie di risultati che ancora non si spiegano.
  9. La Juventus di Ferrara era partita forte, quella di Delneri fino a gennaio aveva fatto vedere qualcosa ed era in corsa pure per lo scudetto fino alla partita di Parma. Klopp al Liverpool c'ha messo quasi due anni per far vedere qualcosa. Secondo me stai correndo troppo, in ogni caso ci vuole pazienza. Poi ti dico, Allegri può fallire, come tutti, ma dopo due allenatori a cui non è stato dato tempo non si può fare lo stesso errore per una terza volta, e non si può fare perché l'allenatore non piace a una parte della tifoseria.
  10. In 2 mesi di lavoro (che poi non sono due mesi, perché due mesi fa eravamo nel pieno degli Europei, ci sono giocatori che sono rientrati da meno di un mese) non costruisci niente in un lasso di tempo così breve. E ti dico, secondo me, viste le premesse e viste le condizioni, ci vorranno mesi. Ora c'è Allegri, e ci sarà per anni, a meno di clamorosi disastri e mi pare giusto anche imbastire un progetto a lungo termine. A differenza di quanto fatto negli ultimi due anni.
  11. Quello che abbiamo visto è frutto degli ultimi 2/3 anni. Anni di esperimenti, di prove, di errori di pianificazione e di organizzazione. Prima ci si rende conto che c'è bisogno di lavoro e di ricostruire, prima si invertirà la marcia. Allegri, piaccia o non piaccia, è qui per questo, perché in passato su questo aspetto ha dato garanzie. Mentalmente la squadra è fragile, tecnicamente e tatticamente c'è una gran confusione. Sentendo i fischi dello stadio e leggendo certi commenti penso che molti non l'hanno capito, non hanno minimamente idea di quelle che sono le difficoltà di questa squadra . C'è una squadra giovane, che ha delle lacune ma anche molte qualità, che va sistemata, che dovrebbe essere sostenuta e in un certo senso protetta da un ambiente esterno che sono 10 anni che aspettava questi momenti. Evidentemente anche dall'interno c'è chi aspettava questi momenti. 1 punto dopo le prime due partite è poca roba ed è abbastanza preoccupante l'atteggiamento della squadra, che personalmente non mi aspettavo, con un periodo difficile davanti, giocatori giovani, una dirigenza che ha il compito difficile di ricostruire e una tifoseria in preda a isterismi. Personalmente penso che questo sarà un anno di sofferenza, forse più dell'anno scorso.
  12. Sono d'accordo. È un giocatore della Juventus e va sostenuto, tanto dalla società quanto dai tifosi. A me ha sorpreso veramente il suo approccio nell'ultimo anno e soprattutto quello a una prima partita di campionato che stava andando in porto senza grossi patemi. A caldo ero convinto che non si potesse accettare un atteggiamento del genere alla Juventus, poi a mente fredda dico che sono in linea di massima d'accordo con te. Giusto non massacrarlo, ci mancherebbe, ma è anche vero che c'è un portiere come Perin che negli ultimi due anni al Genoa ha fatto bene e forse, vista la condizione di Szczesny, meriterebbe una chance. Senza massacrare nessuno, ovviamente. Non sarebbe il primo portiere ad aver bisogno di fermarsi per un periodo per risolvere alcune eventuali difficoltà. Il problema è che con Buffon eravamo abituati tutti troppo bene. Pure quelli che l'hanno criticato apertamente negli ultimi anni.
  13. L'atteggiamento di Szczesny è stato imbarazzante, qualcosa che alla Juventus non è accettabile: non puoi presentarti alla prima di campionato in queste condizioni e mandare all'aria una partita che stavi portando a casa anche in maniera abbastanza tranquilla. Non penso che Perin avrebbe avuto un atteggiamento del genere e Szczesny è questo, poco di più, ma i black out li ha sempre avuti. Oggi i due punti li ha persi lui, niente storie, può starci una partita così nell'arco di un campionato, ma se inizi così è preoccupante.
  14. Mi trovi d'accordo, aggiungerei poi che è uno che il pallone lo sa tenere molto bene. Comunque, visto che l'hai seguito (perlomeno più di me, immagino), condivido volentieri con te una mia idea sul giocatore: secondo me, farlo giocare molto basso, come accadeva l'anno scorso, non lo mette nelle condizioni migliori. Per quel poco che ho visto quando era al Barcellona lo ricordo spesso muoversi 10-15 metri più avanti, dove riusciva spesso anche ad andare in verticale, cosa che l'anno scorso ha fatto poco. Ad essere sincero sarei veramente curioso di vederlo di fianco ad un altro giocatore dai piedi buoni con cui "dialogare" come può essere Pjanic.
  15. @Terminator-J aggiungo solo che un sistema così, dove le società non hanno la possibilità di far leva più di tanto sul costo del cartellino, potrebbe essere una delle svolte positive di tutto il movimento calcistico in futuro. Perché poi molto, se non tutto, potrebbe dipendere dalla struttura (intesa come forza della società, gestione, pianificazione, le stesse infrastrutture di proprietà, il marchio) e in quel caso, mi duole dirlo anche se da juventino sarei tentato a goderne come un riccio, il calcio italiano nel suo complesso sarebbe dietro a realtà come quelle che hanno nei Paesi Bassi, negli stati scandinavi, persino al Portogallo...
×
×
  • Create New...