Vai al contenuto

PsychoJuve

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    761
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

401 Excellent

2 Seguaci

Su PsychoJuve

  • Livello
    Juventino El Cabezon

Visite recenti

2766 visite nel profilo
  1. Lo ha fatto con Mendy e Laporte.
  2. Anche Guardiola cambia schieramento, forse non con la stessa frequenza di Allegri.
  3. Vorrei fare una domanda: C' e' qualcuno qui dentro che crede veramente che esiste un solo allenatore al mondo che non si adatta all' avversario? Ci sono membri dello staff apposta per studiare l' avversario. Dichiarazioni Guardiola: ''I look at the footage of our opponents and then try to work out how to demolish them.'' Ed un esempio specifico: “I can take us so far,” he told them. “I can analyse our opponents and use my tactical know-how to place you in the best positions. So, for example, today David [Alaba], I don’t want you going too far up the pitch because Stuttgart’s right wing [Martin Harnik] could do us some damage. But from here on in lads, it’s down to you. If you choose not to play with intensity, if you decide you’re not going to run your legs off out there, well, we won’t win the match.” Qui si vede chiaramente come Guardiola fa aggiustamenti (in questo caso difensivo con Alaba) in base all' avversario. Per favore, evitiamo i luoghi comuni della speculazione sull' avversario per quanto riguarda Allegri. Lo fanno tutti.
  4. Scambiereste dybala con pogba alla pari?

    Riporta esattamente le mie parole. Avevo scritto che ha un profilo atletico da centrocampista e nel commento che hai quotato ho scritto finalizzatore. Non preoccuparti, le due cose non si contraddicono. Ripeto, Dybala e' un giocatore atipico. Questa sua atipicita si dovra esprimere pure in un modo, senno e' una parola buttata a caso.
  5. Ciao Destra. Sicuramente Matuidi ha anche offerto copertura, ma credo che ieri il francese ha applicato in modo davvero equilibrato i suoi compiti, che erano molteplici: di pressione, di sovrapposizione, di copertura e di inserimento. Per quanto riguarda i principi di gioco, sicuramente Allegri ieri ha un po abbandonato la sua ''gestione'' del possesso, e come ho scritto prima, ha preferito possessi piu ''diretti'', per aumentare l' intensita di gioco. In fine, piu che di nuovi principi di gioco, direi che ieri ci sono stati principi di gioco ''ritrovati''. Dopo dicembre, cioe negli ultimi due mesi, la Juve aveva diminuito il suo livello di riaggressione e subiva contropiedi piu pericolosi. Ieri abbiamo di nuovo rivisto una Juve che ha applicato una riaggressione efficace e non ha subito ripartenze pericolose da parte dell' Atletico. Qui vorrei specificare che nella maggioranza dei casi, la Juve applica riaggressione e non un pressing alto.
  6. Ciao Yog, cerchero di dire la mia, ma ovviamente mi posso anche sbagliare. La cosa che ripeto sempre e' che, secondo me, bisogna smettere di ragionare di moduli e ruoli. I ragionamenti del tipo ''mettere il giocatore nel proprio ruolo'', ''fare un mercato in base ad un modulo preciso'', ''bisogna giocare con il 4-4-2'' etc., secondo me, nel calcio moderno sono ormai un limite, e la partita di Emre Can (ma non solo), lo dimostra ampiamente. Bisogna puntare sulla fluidita posizionale, e giocatori che non possono svolgere i loro compiti in piu zone del campo, ormai sono un limite per un TOP club. La differenza con la partita di Madrid e' che ieri siamo stati capaci di sfruttare l' ampiezza ed offrire al nostro gioco una rapidita di palleggio ed un livello di intensita e aggressivita ottimale. Tutte queste cose ci sono mancate fuori casa. Mi fermo un attimo sulla partita di Can. Praticamente e' stato applicato come terzo centrale in fase di possesso e come mezzala di pressione in non possesso (fino a quando non ha fatto il terzino destro nel secondo tempo). Questa funzione di Emre Can ha avuto un impatto positivo su tre giocatori: Pjanic: Li ha permesso di avere piu liberta centralmente, potendo anche usufruire del rombo arretrato in fase di costruzione. Cancelo: Li ha permesso di avere maggior liberta di spinta, senza troppi pensieri di ripiegamento. Lo stesso Can: Li ha diminuito, quasi azzerato, il suo piu grande punto debole, che e' la ricezione spalle alla porta, senza rinunciare al suo punto forte, che e' l' aggressione sull' uomo. Comunque ieri, lo stesso Allegri ha dichiarato che la stessa soluzione la voleva applicare anche a Madrid, ma nel calcio dopo la carta, esistono le fasi di applicazione ed esecuzione, fasi nelle quali gli interpreti scelti De Sciglio/Bentancur/Dybala sono venuti a mancare. Questa catena non ha offerto una ampiezza sulla destra funzionale, ne rapidita di palleggio (cosa che almeno sulla carta doveva offrire) ne intensita di movimento. In fine, mi e' piaciuto molto anche il fatto che la Juve ha effetuato possessi abbastanza diretti (che non significa verticali), anche se erano abbastanza monotoni, siccome di nuovo ci siamo affidati principalmente ai cross alti. Il nostro monotematismo e' un aspetto da migliorare, e secondo me Kean sotto questo punto di vista puo esserci di grande aiuto. Allegri adesso puo utilizzare il campionato per fare esperimenti, coinvolgendo piu giocatori nelle formazioni, e cosi valutare piu soluzioni per le partite in Champions.
  7. Caceres o spinazzola martedì?

    Non ho capito a cosa ti riferisci. Io mi riferisco al ripiego di Spinazzola (che si trova a centrocampo), non a quello di Caceres per difendere la profondita. De Paul e' tutto libero.
  8. Caceres o spinazzola martedì?

    Ci puo stare, anche se personalmente non mi piace dare l' ampiezza a due giocatori a piede invertito. Credo comunque che e' gia successo contro l' Inter con l' ingresso di Costa. Per quanto riguarda Pjanic mezzala, bisogna stare molto attenti alla tipologia di sforzi che li verra richiesta. Un saluto.
  9. Caceres o spinazzola martedì?

    Dai ragazzi, non scherziamo. Solo perche uno si chiama Lasagna, non puo fare un gesto tecnico apprezzabile? Anzi, e' stato un gesto tecnico di alta scuola. Ottimo movimento senza palla per prendere le spalle all' avversario, stop a seguire e coordinazione perfetta. Ma avete visto l' angolazione da dove ha tirato e dove e' finito il pallone? L' errore casomai e' di Spinazzola che non riesce a ripiegare e nemmeno stringe su De Paul, il quale e' stato totalmente dimenticato dai giocatori della Juve, ed ha avuto tutto il tempo e lo spazio per effetuare il suo lancio. P.S. Comunque il minuto e' l' 83o, e lo stesso Spinazzola ha dichiarato che non ha piu di 70 minuti di ritmo partita nelle gambe.
  10. Hai ragione. Nemmeno io mi voglio esprimere su un giudizio definitivo, perche non l' ho visto in partite intere. Ho fatto solo alcune considerazioni sparse in base ad analisi tattiche che ho visto/letto sul giocatore. Magari ci sono utenti che l' hanno visto giocare per almeno una 15 di partite e possono offrire un giudizio piu completo ed argomentato sul giocatore.
  11. Caceres o spinazzola martedì?

    Comunque ieri Allegri ha parlato di ampiezza ed aveva ragione. Non bisogna commettere lo stesso errore della andata, dove abbiamo rinunciato ad una ampiezza funzionale sulla destra. I nostri giocatori d' ampiezza per martedi sono Cancelo/Spinazzola/Bernardeschi. Tre per due posti. Da non escludere la difesa a tre. Allora Caceres e Spinazzola potrebbero giocare entrambi.
  12. Minuto 4:34: Quando vedo queste azioni vado fuori di testa (in senso positivo). Modernita al 120%. Recupero palla pulito e poi verticalizzazione immediata a spaccare le linee. Comunque, per quanto riguarda i suoi ''tackles'', una dote importantissima e' la sua capacita di rialzarsi rapidamente. In fine, il problema di queste analisi e' che si focalizzano solo sui pregi del giocatore e cosi facendo non aiutano a percepire la sua dimensione ''reale''.
  13. Kean il nostro Zaniolo

    Vorrei far notare come le tre azioni dove Kean e' protagonista (due gol e rigore) hanno dinamiche simili, sono contropiedi medii, dopo un recupero palla a centrocampo: Primo gol: Alex Sandro legge benissimo la postura dell' avversario ed accelera la sua corsa prima che si effetua il passaggio. Un intercetto di alta scuola. Secondo gol: Matuidi legge benissimo il ''pressing trigger'' (controllo dell' avversario spalle alla porta) e lo costringe all' errore. Azione del rigore: Bentancur e' aggressivo sul portatore, rubando palla e poi lanciando Kean in seconda battuta. Da notare in questa azione come il retropassaggio a Matuidi ha creato il tempo e lo spazio adatto, permettendo cosi a Bentancur di effetuare la giocata. I retropassaggi non sono il male del calcio, hanno la loro importantissima funzione.
  14. Si, lo so. Io ho semplicemente fatto alcune ''considerazioni sparse'' su diversi argomenti, confrontando Real e Juventus. L' argomento del ''baricentro alto'' l' ho utilizzato, perche viene spesso evidenziato come un problema principale della squadra (che lo puo anche essere, non lo escludo) da molti utenti su diversi topic. Sicuramente Allegri ha le sue colpe e responsabilita, e' l' allenatore della squadra. Ma li vanno date le responsabilita che si merita, non di piu e non di meno.
  15. Alcune considerazioni sparse: 1) Terzino offensivo: Marcelo, il terzino offensivo del Real, veniva coperto dal loro difensore/marcatore piu aggressivo (Ramos), capace di coprire ampie porzioni di campo e sempre pronto a tappare i bucchi che lasciava Marcelo. Noi invece, a differenza del Real, accanto al nostro terzino offensivo (Cancelo), abbiamo schierato un tale Bonucci, cioe un ''libero'' poco aggressivo, creando cosi una ''voragine'' sul nostro lato destro, la quale e' stata sfruttata piu volte dai nostri avversari. 2) Accorgimenti tattici: Il Real utilizzava una catena di costruzione precisa sulla sua sinistra, e molto spesso creava spazi utilizzando ''overloads''. Lo abbiamo fatto anche noi per poco tempo, sulla destra. 3) Baricentro alto: Il problema della Juve non e' il baricentro alto, ma lo scarso livello di aggressivita e reattivita, cosa che si puo migliorare in mille modi diversi (come tralatro dimostra anche l' Atletico), non solo con la linea difensiva alta. Per esempio, si possono adottare soluzioni del tipo: applicare ''pressing traps'' a tutto campo, ingabbiare l' avversario in certe zone perche non e' forte nei cambi di campo (tralatro un punto debole proprio dell' Atletico) applicazione di seconde palle studiate etc. Il punto di forza del Real stava nel fatto che non si difendeva sempre e solo con il baricentro alto, ma era spesso disposto a lasciare la palla all' avversario, siccome aveva una capacita elevata nell' assorbire pressione. Questo punto viene evidenziano dalle parole di Modric: ''Let's pick our battles. Just like we did against Juventus , you know? We played the same way, and they did too. Let their full-backs have the ball.'' Le parole indicano chiaramente come il Real sceglieva i suoi momenti, specialmente nelle partite decisive. In fine, il fatto che il Real non adottava sempre un baricentro alto, specialmente negli ultimi minuti, lo si puo confermare anche dai dati di possesso e di baricentro degli ultimi 10-15 minuti, nelle due sfide contro il Bayern. Ripeto, il baricentro alto e' solo uno dei modi per alzare il livello di aggressivita e reattivita di una squadra, non l' unico. 4) Gestione del possesso: Di nuovo, il problema della Juve non e' la ''gestione del possesso'' di per se, lo stesso Real gestiva il possesso, tralatro era la sua arma migliore. La differenza sta nel fatto che la gestione del possesso della Juve ha un tempo solo, quello sottoritmo, invece il Real dominava tecnicamente ogni avversario a tale livello di alzare i ritmi a propria volonta, anche quando giocava con reparti lunghi, cioe poteva alzare i ritmi anche con possessi che avevano una media di raggio di passaggio elevata, una cosa davvero straordinaria. 5) Tridente offensivo capace di alzare i ritmi da solo: La Juve non ha un tridente capace di alzare i ritmi da solo, come l' MSN o la BBC. Mandzukic non ha profondita e Dybala non ha l' intensita di movimento e il repertorio di movimenti senza palla di un Griezmann. Una priorita assoluta per migliorare il gioco della Juve e' la capacita di spaccare le linee in tutte le zone del campo (altro che ''tenere il baricentro alto''). P.S. Mandzukic e' l' attaccante piu ''proattivo'' degli ultimi dieci anni. Peccato che l' unico che l' ha capito e lo ha sfruttato al 100% sul campo e' stato solo Heynckes. P.P.S. Un allenatore che non sa utilizzare la palla lunga (giocata che nasce lo stesso giorno che nacque il calcio), non sara mai un vero allenatore.
×