Jump to content

B&W Pride

Tifoso Juventus
  • Content count

    770
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by B&W Pride

  1. Sbagliato..... o meglio vero, ma accade perché tutta la squadra gioca per metterli nelle migliori condizioni (come noi dovremmo fare per Dybala e Higuain). Invece ti dico un’altra cosa, non ho dati statistici a confermarlo ma sono pronto a scommettere che tutte le volte che un giocatore segna piú del 50% dei punti della sua squadra, quella squadra 9 volte su 10 perde. A testimonianza che nel basket limitarsi a dare palla al piú forte non ti fa vincere praticamente mai....
  2. Che poi, quando dice che in Italia si pensa troppo agli schemi e poco alla tecnica avrebbe perfettamente ragione se si riferisse al solo settore giovanile. Lí si che il compito dell’allenatore é unicamente quello di formare i giocatori e farli lavorare sulla tecnica. Ma poi, in prima squadra, soprattutto ai livelli piú alti il mandato dell’allenatore non é piú di formare i giocatori ma è di sfruttarne le capacitá per ottenerne i migliori risultati possibili..... e gli schemi in questo senso aiutano non poco.
  3. Lapalissiano, ma poi vedi giocare la Juve di Allegri e hai la sensazione che la fase offensiva sia lasciata completamente al caso, perché di schemi o idee con cui far male all’avversario non se ne vedono. Da qui la domanda di Adani a cui Allegri ha risposto con un esempio sbagliatissimo.
  4. Allora mi dovresti anche dire quali schemi , che non riescono grazie alla bravura degli avversari, la nostra squadra cerca di fare. Io davvero, fatico a vederli....
  5. Fin dal mio primo intervento gli ho concesso l’attenuante dell’errore di espressione.... Ció non toglie che, presa alla lettera per come l’ha detta, la sua considerazione su basket e schemi é una gran catzata.... Mentre qui continuo a vedere che c’é gente che continua a dire che nel basket professionistico si puó vincere senza schemi.... Si puó segnare un canestro senza schemi, se ne possono segnare dieci, si puó segnare il canestro decisivo senza schemi..... ma provate a giocare 40 minuti senza schemi e vediamo come finisce! Ovvio che poi ci vuole anche il talento ma con solo quello nel Basket non vinci mai!
  6. Mi sembrava di essere stato chiaro.... si vince col talento. Compito di un allenatore é mettere i giocatori nella condizione di esprimere al meglio i loro talenti. Per fare questo, nel basket si fa larghissimo uso di schemi (che aiutano i giocatori!) . Allegri ieri sera ha detto un’altra cosa. Magari se é sbagliato, magari si é espresso male, magari volevo provocare, ma quello che ha detto é:” gli schemi non servono, guardate nel basket, si hanno 24 secondi per tirare e poi tutto si riduce a dare la palla al piú forte negli ultimi 3 secondi”.... Mi permetto di dissentire, nel basket gli schemi contano e molto, e tutto é finalizzato al non dover essere costretti a dare la palla al piú forte negli ultimi 3 secondi. Prima si prova a fare ben altro, e nel 70% dei casi ci si riesce anche.
  7. Solo che non ha detto questo.... le sue parole erano diverse. Queslle che hai detto tu sono le parole che avrebbe dovuto dire.... ma ha detto altro.
  8. Non ho visto cavs-indiana, ma suppongo che nei 47 minuti e mezzo precedenti, di schemi se ne siano visti .... Altrimenti dubito si sarebbe arrivati in equilibrio al 48mo. Golden State ha un quintetto fenomenale, ma anche un’organizzazione offensiva che non si era mai vista.... Le parole di Allegri purtroppo erano altre, magari si é espresso male, ma quello che ha detto é che gli schemi non contano nulla, conta solo l’organizzazione difensiva e dare la palla al piú forte che te la risolve.... Converrai con me che questa non é la mentalitá di nessuna delle squadre di basket che hai citato. Giocavano cosí i knicks di Carmelo Anthony..... sono diventati la squadra piú derisa della NBA.
  9. Comunque, da allenatore di basket, devo dire che sull’argomento Allegri ha detto una ........ cagata pazzesca. Nel basket, gli schemi, le idee di gioco sono tutto. É vero che tutto si risolve negli ultimi tre secondi dell’azione in cui devi dare la palla in mano a uno che la butti dentro, ma prima c’é un grandissimo lavoro di schemi e movimenti collaudati mirato a far arrivare quella palla, nella posizione preferita dal giocatore che tirerá, contro l’avversario piú debole, col maggior vantaggio di tempo e spazio possibile, e con il miglior posizionamento possibile a rimbalzo (in caso di errore) dei compagni. Altro che “palla al piú bravo che la risolve”! Nel basket chi gioca cosí non vince mai, ed é pieno di esempi di squadre con potenziale tecnico enorme che non hanno vinto una cippa perché non riuscivano a costruire buoni tiri per i loro giocatori migliori. É vero invece che nell’arco di una intera partita ci sono una decina di situazioni in cui il tuo attacco, magari per bravura della difesa, non riesce a costruire nulla e allora la differenza tra vincere o perdere la fa l’avere un giocatore in grado di fare canestro almeno nella metá di quelle situazioni. É peró da folli pensare che queste situazioni siano la norma per poter vincere le partite. Queste sono le situazioni che te le fanno perdere! E gli schemi servono appunto a fare in modo che una squadra ne debba affrontare 10 a partita anzi che 20 o 30. Se i tuoi schemi funzionano avrai poche situazioni di questo tipo e i tuoi campioni faranno in modo che anche da quelle poche situazioni ne uscirai con dei punti.... Se i tuoi schemi non funzionano avrai tantissime situazioni di questo tipo e potrai avere anche i piú forti giocatori al mondo ma perderai. Sará forse un genio di calcio.... ma se pensa veramente quello che ha detto, Allegri di basket non ha capito nulla.
  10. inutile provare a gestire se non ne sei capace

    Se fosse solo questa volta ci potrebbe anche stare....ma sará la 50ma volta che in questi 4 anni vedo la squadra fermarsi dopo essere passata in vantaggio, e non é un caso. Questa mentalitá l’ha portata Allegri..... che si giochi contro il Crotone o contro il Real, si arriva al minimo risultato desiderato e poi si attende solo la fine della partita. Spesso é andata bene, talvolta anche di straforo (vedi Benevento) ma non mancano i casi in cui abbiamo pagato carissimo questo atteggiamento (Bayern, Real, ieri, Lazio all’andata, un paio di supercoppe, solo per citare i primi casi che mi vengono in mente).
  11. Umore oggi

    3 su 3
  12. Umore oggi

    C’é un nome che torna sempre fuori attorno alle piú grandi ingiustizie (o meglio chiamarle porcate) della nostra storia ..... Perugia, farsopoli, ieri ..... Una volta puó essere una coincidenza, due un indizio, ma tre diventano una prova. Per questo sono incazzato nero..... ieri sera ero dispiaciuto per l’eliminazione ..... oggi, a mente fredda, ho fatto 2+2 e sono arrivato alla conclusione che quel signore é IL NOSTRO NEMICO..... subdolo, squallido, infame....
  13. Alla scoperta della Var: la nuova moviola in campo

    Si chiama “chiagni e fotti”..... non é il chiagni in se stesso che preoccupa...il problema é che quando succede significa che da quelle parti stanno anche “fottendo”..... e infatti....
  14. Alla scoperta della Var: la nuova moviola in campo

    Ciao Press, si é vero sono stato molto preso da questioni di lavoro e il mio tempo da dedicare al forum si é ridotto drasticamente.... Venendo all'argomento in questione, quello che é successo in altri sport in cui si é concessa la chiamata agli allenatori é che allenatori e giocatori si sono molto responsabilizzati. E anche i Mazzarri della situazione, abituati a protestare dal primo all'ultimo minuto, hanno imparato a usare le chiamate solo per i casi in cui effettivamente hanno probabilitá di avere successo..... (ammettendo implicitamente che in tutte le altre occasioni dubbie probabilmente era giusta la decisione dell'arbitro). Eppoi, scusa, ma se come dici tu qualcuno non ci riesce..... a un certo punto saranno catzi suoi ..... ne risponderá ai suoi giocatori, dirigenti, tifosi.... che anzi che con l'arbitro si incazzeranno con lui per avere sprecato le chiamate su episodi inesistenti rimanendone sprovvisto quando invece sarebbe servito di piú. Quanto ai tempi della chiamata, io non vedo problemi. Si puó chiamare il var in qualsiasi momento, ma la chiamata non ferma il gioco. Alla prima occasione in cui si ferma per altri motivi (un fallo, una rimessa, un fuorigioco ) si visiona il filmato e si decide ( esattamente come giá succede per i falli in cui si concede il vantaggio). Detto questo, do ragione a chi sostiene che il principale problema rimane la discrezionalitá lasciata all' arbitro in campo e soprattutto a chi guarda i filmati. Sapendo come vanno le cose nel nostro campionato, e vista la prima giornata, la paura é si sia trovato un modo piú sofisticato di autorizzare decisioni a nostro sfavore, da prendere sia davanti che dietro le quinte.... Sono molto curioso di vedere le statistiche a fine anno....
  15. Alla scoperta della Var: la nuova moviola in campo

    Io non sono cosí convinto che lasciare la chiamata agli allenatori non sia una buona idea....in altri sport si é fatto e ha ridotto sensibilmente le proteste, i capannelli attorno all'arbitro, i complottismi.... Dai ad ogni allenatore due chiamate a partita e sta a loro usarli solo per gli episodi di cui sono piú sicuri (eventualmente con l'aiuto dei giocatori da cui ricevono un segnale che gli dice se chiamare o meno il var). Ottieni come risultato immediato la sparizione del 99% dei casi di simulazione (nessun giocatore che sa di avere simulato fará mai sprecare una chiamata al suo allenatore), idem per contatti lievi o episodi dubbi anche per i giocatori protagonisti del contatto .... si pensi al rigore richiesto da pioli per il contatto tra chiellini e icardi.... ci siamo beccati dieci giorni di polemiche assurde su tutti i canali tv..... quando invece sarebbero bastati 2 minuti e tutto sarebbe finito lí. Se pioli chiamava il var veniva smentito immediatamente, ma molto probabilmente sarebbe stato lo stesso Icardi, sapendo di non avere subito fallo, a consigliare al suo allenatore di non sprecare una chiamata.
×