Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag ''morata''.

  • Cerca per tag

    Separa un tag dall'altro con una virgola
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2018/2019
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
    • Market Forum
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Calendari


Trovato 2 risultati

  1. Abbattendo i muri del mercato

    Mentre leggevo le news nel topic degli insiders mi sono soffermato a pensare quanto sia cambiato, dal punto di vista storico, il modo di gestire il mercato della Juventus: 1) La recompra di Morata (in favore del Real); 2) La percentuale su rivendita futura di Bentacur; 3) La clausola rescissoria nel contratto di Emre Can. Forse siamo giunti ad un crocevia significativo: prendendo come spunto, per ragioni storiche, solo gli ultimi 30 anni vediamo come clausole, recompre, e percentuali di rivendita non erano mai state contemplate dalla nostra dirigenza (ed in Italia in generale) mentre all'estero perlomeno le prime erano già utilizzate o iniziavano a farsi largo nelle modalità di accordo tra club e calciatori. Ad oggi stiamo assistendo ad un cambio di rotta alquanto evidente, come dimostrato dagli affari conclusi in questi ultimi anni. Durante il periodo della Triade era anche difficile vedere in calciatore acquistato in prestito dalla nostra società. Calcio diverso, come diversi erano gli interessi economici che ne ruotavano attorno. Faccio notare come come anche altre squadre italiane si siano accodate a questa tipologia di parametri, come dimostrano le clausole inserite nei contratti di Icardi, Mertens, Suso, Shick (solo per citarne alcuni). Da cosa è dovuto tutto cio? Dalla volontà di volersi uniformare ad una filosofia globale o per esigenze economiche a causa dell'enorme divario creatosi con gli altri campionati? Io credo che la verità stia nel mezzo. La necessità di dover riuscire a sopravvivere in un contesto che vede le altre forze portanti del calcio avere un potere economico maggiore, ha spinto i nostri a dover abbandonare la vecchia filosofia a pro di una più omogenea al modo di interagire moderno. Pesando i traguardi sportivi ed economici raggiunti dalla nostra attuale dirigenza in meno di dieci anni con le "paranoie" dei tifosi sui contratti di Morata, Bentacur ed Can, quello che vi chiedo è: Vi piace questo tipo di mentalità? Dovremmo accettarla e iniziare ad abituarci?
  2. La Juventus ha rotto definitivamente gli indugi: questo pomeriggio è partito l'assalto ad Alvaro Morata. A Milano, nel cuore del centro storico, il d.s. Fabio Paratici ha incontrato proprio Morata per approfondire la prospettiva del suo ritorno a Torino. (PravdaRosa.it)
×