Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'naby keita'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 1 result

  1. Appena ho capito che la faccenda di mercato stava prendendo una brutta piega, ho cominciato a pensare. Ho chiesto a parecchia gente perchè - secondo loro - la società stava puntando il sig. N'Zonzi. Molti di essi, profondi conoscitori del bracconiere medioevale, mi hanno confermato che verrebbe a dare fisicità ed a fare legna. Solo questo. Altri, invece, pur corroborando la tesi suesposta, mi hanno linkato un articolo di una rivistella online, tale "ultimo uomo", dicendomi che evidentemente la società stava cercando un profilo di questo tipo, e che quindi non c'era molto da star qui a discutere. Sta bene, dico. Leggi di qui e leggi di là, scopri che il sig. Tolisso (che nulla c'entra con il tornio) andrà al Bayern, più o meno per la stessa cifra che andrai a pagare per N'Zonzi. Sta bene anche sta roba. Poi ti viene in mente che non esistono solo sti tizi. Esistono altri giocatori importanti, che danno fisicità ed equilibrio: Emre Can, Weigl, Matic, William Carvalho, Krychowiak, Gonalons, e per certi versi anche Granit Xhaka (sebbene sia più regista d'ordine che spaccachuli, ma tant'è). Allora a questo punto ti addentri nelle fauci del calcio mondiale e vedere se magari ci sono giocatori diversi, ma egualmente solidi. E ti viene in mente che ci sono altri centrocampisti che a loro modo hanno una potenza di fuoco addizionale, senza per forza essere dei torni israeliani. Kantè su tutti. Lo abbiamo ammirato nel Leicester del cantante prima, e nel Chelsea del mio capitano, poi. Ma poi c'è la sua evoluzione: NABY KEITA, classe 1995, del Lipsia dei miracoli. Si chiarisca da subito sta piccolissima faccenda: è alto 1.72 circa, non 1.96 come N'Zonzi. Ma se elimini la parte idiota della mera altezza, che nel calcio conta quanto un Hopper in un foro frogio di tifosi alsaziani, e ti concentri sulle caratteristiche di questo Guineano frizzantino, allora possiamo provare a pensare anche noi, qui. L'amico Ibra, ieri apriva un topic su Lemar, chiedendo al sig. Giuseppe di aprire il poia per prendere un trequartista che ti da soluzioni oblique e periferiche. Naby Keita è, in effetti, un trequartista ortodosso trasformato in un mediano filiforme. Un Lemar divenuto Kantè. Prendete le caratteristiche principali di Kantè e di Lemar, e fondetele in un unicum, e come per magia esce Naby Keita. Dicevo: nasce trequartista ed in effetti è uno che sulla terza linea ha corsa, dribbling e fosforo, ed inoltre vede la porta, ed anzi, la vede molto bene. Col tempo, abbassa il suo modo di giocare; mezzala di intensità e strappanza, e poi ancora addirittura centrale a 2, dove diventa determinante nel calcio di Hasenhuttl. Alle volte in mediana a 2 con Demme (altro brevilineo), altre invece con Ilsanker, che è più un metodista classico e fisico. Ad ogni modo, Keita si è trasformato in un centrale di assalto. C'è una cosa da dire, comunque. E' vero che ha caratteristiche tecniche del trequartista ma questo non significa che in mediana ti possa fare il regista. Di Pirlo ne nasce uno ogni 30 anni, e quindi dimenticatevi la poesia e concentratevi sulla prosa. Non è un regista. Il suo gioco tecnico è facile e non azzardato, quindi gioca bene "sul corto", ma non ha il calcio "lungo", non ha il cambio campo. Non è quel genere di giocatore. Sa verticalizzare, sa forzare la giocata, ma non organizza il gioco, semmai lo equilibra, lo assesta. Come Kantè. Corre, stringe il campo, unisce i reparti e usa il fisico esplosivo con la resistenza. Però non confondiamo le idee. Non è paragonabile a Kantè, concettualmente. Kantè è dappertutto e ti serve a dare quantità, tanto è vero che quest'ultimo ha un gioco elementare, quasi conservativo. Keita è più istintivo, e difatti questo è un pò il difetto principale, perchè in una mediana a 2 devi stare molto attento, specie alla fase difensiva, ai movimenti senza palla, ed a come manovri la palla in fase di uscita. Ricordo in tal senso un gol letteralmente regalato al Bayern. Ma, ad ogni modo, sto ragazzo sta crescendo notevolmente, e potrebbe essere una idea per il mercato. Magari per inserire in rosa un giocatore tecnico, esplosivo e duttile (come detto, ha conoscenze per giocare trequartista, esterno tattico alla Lemar, interno, e mediano a 2). Piccola nota di colore: guardate le statistiche (gol e assist). solo quest'anno 8 reti e 8 assist.
×
×
  • Create New...