Vai al contenuto
Accedi per seguire   
Socrates

15 - ANDREA BARZAGLI

Recommended Posts

Socrates    3982
Amministratore
Joined: 04-Apr-2006
111384 messaggi

2v3hb1h.pngANDREA BARZAGLI

 

 

flzi9y.jpg

 

 

 

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Barzagli

 

 

 

 

Nazione: Italia 20px-Flag_of_Italy.svg.png
Luogo di nascita: Fiesole (Firenze)
Data di nascita: 08.05.1981
Ruolo: Difensore
Altezza: 186 cm
Peso: 79 kg
Nazionale Italiano
Soprannome: La roccia

 

 


Andrea Barzagli (Fiesole, 8 maggio 1981) è un calciatore italiano, difensore centrale della Juventus e della Nazionale italiana.
 
È stato campione del mondo con la Nazionale italiana nel 2006 e vice-campione d'Europa nel 2012.
 
 

 

 

 

 

 

Biografia


Il 13 luglio 2013 si è sposato con la modella Maddalena Nullo nel borgo ligure di Tellaro. Hanno due figli: Mattia (nato il 13 febbraio 2008) e Camilla (nata il 2 luglio 2011).

È cittadino di Scandicci (FI) e dal 6 marzo 2008 è anche cittadino onorario di Pollina (PA).

 

 

 

 

 

Caratteristiche tecniche


È un difensore completo, corretto, veloce, robusto e capace di giocare palla a terra. Si fa notare anche per la costanza, la concentrazione e per l'ottimo senso della posizione in campo. Perno insostituibile della difesa juventina e della Nazionale, è considerato uno dei migliori difensori nel panorama europeo della sua generazione. Grazie alle sue prestazioni difensive, è stato soprannominato «The Wall» (il muro) dai tifosi.

 

 

 

 

 

 

Carriera

 

 

 

Club


Rondinella e Pistoiese

Inizia a giocare a calcio nelle fila della Cattolica Virtus, piccola società fiorentina, e poi nella Rondinella, con la quale esordisce nel 1998, a 17 anni, nei Dilettanti e ottiene la promozione in Serie C2 che gli permette di esordire tra i professionisti l'anno successivo.

Nel 2000 passa alla Pistoiese, in Serie B, e dopo 5 presenze a metà stagione ritorna alla Rondinella in C2.


Ascoli e Chievo

L'anno seguente entra nella rosa dell'Ascoli, dove rimane per due stagioni, la prima in Serie C1 e la seconda in Serie B; totalizzando 46 presenze e 3 reti. Passa quindi al Chievo: con la formazione veronese debutta in Serie A a 22 anni, il 31 agosto 2003 in Brescia-Chievo (1-1), e disputa una stagione da titolare, coronata da 29 presenze e 3 reti.


Palermo

Nel 2004 il Palermo acquista il giovane difensore per 2,53 milioni di euro, che diventa subito titolare e perno della difesa palermitana. Nella stagione 2007-2008 diventa anche il capitano della squadra. Tra i rosanero, Barzagli ha collezionato in 4 anni 142 presenze in Serie A, mettendo a segno 3 reti. Totalizza anche 15 presenze ed un gol in Coppa UEFA.


Wolfsburg

Nell'estate 2008 è stato ceduto, per 11,87 milioni di euro, al club tedesco del Wolfsburg insieme al suo compagno di reparto al Palermo Cristian Zaccardo. A fine stagione vince la Bundesliga giocando tutti i 34 incontri del torneo senza essere mai sostituito.

Il 15 settembre 2009 ha esordito in Champions League in Wolfsburg-CSKA Mosca (3-1). Chiude la seconda stagione al Wolfsburg con 2 presenze in Champions e 3 in Europa League e 24 presenze di campionato con una rete all'attivo. Nella terza stagione in Germania collaziona 17 presenze in campionato prima di passare alla Juventus a gennaio.


JUVENTUS

Il 27 gennaio 2011 la Juventus annuncia ufficialmente il suo arrivo dal Wolfsburg per una cifra pari a 300 000 euro più eventuali bonus legati ai risultati sportivi, sino ad un massimo di 600 000 euro, firmando un contratto fino al 2013. Esordisce con la casacca bianconera il 2 febbraio nella gara persa in trasferta contro il Palermo (2-1), sua ex squadra, valida per la 23ª giornata di campionato. Chiude la stagione con 15 presenze in campionato.

La stagione successiva si conferma come titolare inamovibile della difesa bianconera, la meno battuta del campionato con 20 reti subite in 38 incontri, vincendo lo scudetto con una giornata d'anticipo. Per lui si tratta del secondo titolo nazionale in carriera, dopo quello 2008-2009 in Germania. Nell'ultima partita di campionato, giocata il 13 maggio e vinta contro l'Atalanta, segna la sua prima rete in maglia bianconera inusualmente su calcio di rigore pochi minuti dopo esser subentrato all'infortunato Giorgio Chiellini, fissando il risultato sul 3-1: era l'unico fra i titolari ancora senza reti all'attivo in stagione. Chiude la stagione con 35 presenze in campionato e 4 in Coppa Italia, persa in finale contro il Napoli. A fine stagione, il 15 maggio, rinnova il contratto coi bianconeri fino al 2015.

Al primo impegno della stagione 2012-2013, l'11 agosto a Pechino, vince la sua prima Supercoppa italiana dopo che la Juventus batte per 4-2 il Napoli. Il 28 aprile 2013, nel derby della Mole vinto per 2-0, ottiene la 100ª presenza con la maglia della Juventus. Il 5 maggio seguente arriva la conquista con tre giornate d'anticipo del secondo scudetto consecutivo, grazie al successo casalingo per 1-0 sul Palermo. Chiude la stagione come bianconero con più presenze in assoluto, 48, alla pari con Leonardo Bonucci, delle quali 34 in Serie A, 4 in Coppa Italia, 9 in Champions League e una in Supercoppa italiana.

La stagione seguente si apre il 18 agosto 2013 con la vittoria della sua seconda Supercoppa italiana, dopo che la Juventus batte per 4-0 la Lazio allo Stadio Olimpico di Roma. Il 4 maggio 2014 arriva la conquista del suo terzo scudetto consecutivo.

Il 1º luglio 2014, finito anzitempo il Mondiale in Brasile, si sottopone in Finlandia alla asportazione parziale dell'angolo del calcagno del piede destro e alla bursectomia retrocalcaneale, con prognosi di tre mesi. Torna in campo a febbraio 2015 in una partita amichevole con la squadra Primavera. Disputa la sua prima presenza in campionato il 9 marzo 2015 nella vittoria casalinga contro il Sassuolo, entrando dalla panchina. La partita seguente gioca da titolare nella vittoria esterna contro il Palermo. Il 2 maggio vince il suo quarto scudetto consecutivo, grazie al successo esterno per 1-0 sulla Sampdoria. Il 20 maggio vince la sua prima Coppa Italia, partecipando nella vittoriosa finale sulla Lazio. Il 6 giugno parte titolare nella finale di Champions League contro il Barcellona, che vedrà vincere i catalani per 3-1.

Dopo essere stato in dubbio a causa di una lesione di primo grado alla coscia subita durante un'amichevole contro il Borussia Dortmund il 25 luglio, recupera in breve tempo dall'infortunio e gioca titolare nella partita di Supercoppa Italiana vinta l'8 agosto a Shangai contro la Lazio. Si tratta per lui della terza vittoria in questa competizione.

 

 

 

 

 

Nazionale

 
La prima convocazione azzurra arriva nel 2002 quando indossa la maglia dell'Under-20. L'anno successivo Claudio Gentile lo promuove nella sua Under-21, con la quale gioca e vince da titolare gli Europei Under-21 del 2004. Ad agosto 2004 fa parte della selezione Olimpica, con la quale vince la medaglia di bronzo ad Atene.

Il 17 novembre 2004, a 23 anni, esordisce in Nazionale, guidata allora da Marcello Lippi, nella partita amichevole Italia-Finlandia (1-0), dimostrandosi uno dei migliori giovani azzurri.

Dopo essere entrato stabilmente nel gruppo degli Azzurri, Barzagli ha preso parte al Mondiale 2006, dove ha esordito negli ottavi contro l'Australia (1-0), entrando in campo dopo l'espulsione di Marco Materazzi. Ha giocato invece dal primo minuto l'incontro successivo, il quarto di finale vinto contro l'Ucraina (3-0).

Dopo la vittoria dei Mondiali, Barzagli gioca da titolare molte partite delle qualificazioni agli Europei, e viene quindi convocato dal nuovo CT Roberto Donadoni per l'Europeo 2008. Gioca da titolare la prima partita del girone, la pesante sconfitta per 3-0 contro l'Olanda, e poi non viene più schierato. La manifestazione si conferma sfortunata per Barzagli quando, il 19 giugno, durante un allenamento si rompe il menisco interno del ginocchio sinistro, e non è più disponibile per il resto del torneo, che per la Nazionale si conclude ai quarti di finale contro la Spagna.

Rimane fuori dal giro della Nazionale per più di tre anni, fino a quando il 2 ottobre 2011 viene convocato da Cesare Prandelli a seguito delle ottime prestazioni fornite con la maglia della Juventus all'inizio della stagione 2011-2012. Disputa quindi da titolare le partite contro Serbia e Irlanda del Nord valide per la qualificazione agli Europei 2012.

Il 13 maggio 2012 viene inserito dal CT Prandelli nella lista dei 32 calciatori pre-convocati per la fase di preparazione in vista dell'Europeo 2012, venendo poi incluso nella lista definitiva consegnata il 29 maggio. Uno stiramento al polpaccio sinistro durante l'allenamento del 4 giugno ne mette comunque in dubbio la partecipazione, salvo poi venir confermato dopo accertamenti medici l'8 giugno. Esordisce a Poznan, il 18 giugno nella gara vinta contro l'Irlanda (2-0), e quindi gioca le tre partite della fase finale; la Nazionale italiana perde 4-0 contro la Spagna in finale.

Il 16 maggio 2013 viene inserito da Prandelli in una lista di 31 giocatori da cui uscirà la rosa per la FIFA Confederations Cup 2013, venendo confermato in essa nella lista ufficiale consegnata il 3 giugno. In tale torneo gioca fino alla semifinale persa contro la Spagna, mentre non gioca per un infortunio al tendine la partita contro l'Uruguay che consente all'Italia di ottenere il terzo posto e la medaglia di bronzo.

Il 13 maggio 2014 è stato inserito nella lista di 30 calciatori pre-convocati in vista dei Mondiali 2014, confermato nei 23 disponibili per il torneo il 1º giugno seguente. Ha quindi giocato interamente le tre partite disputate dalla Nazionale, che viene eliminata nella fase a gironi.


 

 

 

 

 

PALMARÉS

 

 

 

 

Club


16px-Scudetto.svg.png 16px-Scudetto.svg.png 16px-Scudetto.svg.png 16px-Scudetto.svg.png  Campionato italiano: 4 - Juventus: 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015

20px-Coccarda_Coppa_Italia.svg.png  Coppa Italia: 1 - Juventus: 2014-2015
 
20px-Supercoppaitaliana.png20px-Supercoppaitaliana.png20px-Supercoppaitaliana.png  Supercoppa italiana: 3 - Juventus: 2012, 2013, 2015
 
 
20px-Meisterschale.png  Campionato tedesco: 1 - Wolfsburg: 2008-2009


20px-600px_rosso_con_giglio.png  Campionato italiano di Serie D: 1 - Rondinella: 1998-1999
 
20px-600px_Bianconero_ascolano.png  Campionato italiano di Serie C1: 1 - Ascoli: 2001-2002

20px-600px_Bianconero_ascolano.png Supercoppa di Lega Serie C1: 1 - Ascoli: 2002

 

 

 

 

 

Nazionale


20px-Flag_of_Italy.svg.png  Campionato d'Europa Under-21: 1 - Germania 2004

18px-Bronze_medal.svg.png  Bronzo olimpico: 1 - Atene 2004

10px-Coppa_mondiale.svg.png  Campionato del mondo: 1 - Germania 2006

20px-Flag_of_Italy.svg.png  Vice-campione d'Europa: 1 - Polonia-Ucraina 2012

20px-Flag_of_Italy.svg.png  Terzo Posto Confederations Cup: 1 - Brasile 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

Individuale


24px-Juventusstemma.png24px-Juventusstemma.png24px-Juventusstemma.png  Gran Galà del calcio AIC: 3 - Squadra dell'anno: 2012, 2013, 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

Onorificenze


80px-Cavaliere_OMRI_BAR.svg.png Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Roma, 27 settembre 2004.
Di iniziativa del Presidente della Repubblica.

80px-ONUNY.png Collare d'oro al Merito Sportivo Roma, 23 ottobre 2006.

80px-ITA_OMRI_2001_Uff_BAR.svg.png Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Roma, 12 dicembre 2006.
Di iniziativa del Presidente della Repubblica.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire   

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×