Jump to content
Morpheus ©

CICLISMO - UCI World Tour 2018

Recommended Posts

Moeller 73    2,277
Tifoso Juventus
Joined: 19-Aug-2008
15,066 posts

Grandissimo Vincenzo ! Sono contento per lui e per il nostro ciclismo. Un'altra perla di una grande carriera. E' il nostro Gimondi 2.0. Gli manca solo il Mondiale per dirsi completamente soddisfatto. :sisi:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Moeller 73    2,277
Tifoso Juventus
Joined: 19-Aug-2008
15,066 posts
Adesso, Morpheus © ha scritto:

Che azione che ha fatto sul Poggio, d'altri tempi .oo 

Diciamo un'azione moderna. In passato Coppi vinse la Sanremo andando in fuga solitaria sul Turchino e lasciando il secondo a 15 minuti e oltre. Ma penso anche a Chiappucci nel 1991. Oggi simili fughe non sono più fattibili. Comunque Nibali è un campione a tutto tondo, molto meglio di un Froome.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tatanka37    2,672
Tifoso Juventus
Joined: 11-Mar-2009
50,340 posts

Vincenzo Nibali ce l'abbiamo noi!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Si è risolta con una volata atipica la prima tappa del Giro di Catalogna 2018, 152 chilometri con partenza ed arrivo a Calella. Il vento favorevole, infatti, ha sospinto il gruppo ad altissime velocità: successo netto per il giovane colombiano Alvaro Hodeg, alla seconda vittoria consecutiva dopo che venerdì scorso si era imposto alla Handzame Classic. 

Nella prima parte di gara erano andati in fuga Tom Bohli (BMC), Jesus Ezquerra (Burgos-BH), Daniel Turek (Israel Cycling Academy), Andrei Grivko (Astana), Antonio Molina (Caja Rural – Seguros RGA) e Markel Irizar (Trek Segafredo), ma il gruppo si è sempre mantenuto a portata, per poi accelerare nel finale e tornare a contatto nel finale. Negli ultimi 25 chilometri, i corridori hanno anche affrontato la salita del Port de Collsacreu, che però non ha creato selezione in gruppo, nonostante il ritmo della Movistar, proseguito anche in discesa. Il gruppo è rimasto sempre compatto, dirigendosi così verso la volata, non scontata dato il finale nervoso.

La Quick-Step Floors, come suo solito, ha preso in mano il comando delle operazioni in favore del giovane Alvaro Hodeg, sprinter colombiano classe 1996 che nelle ultime settimane sta rubando la scena anche a nomi ben più gettonati. Una volta lanciato, ha letteralmente dominato, passando sotto la linea d’arrivo ancora in piena spinta con un paio di biciclette di margine su tutti gli altri. Seconda e terza posizione, nell’ordine, per la coppia della Bora-Hansgrohe formata da Sam Bennett e Jay McCarthy, mentre Mikael Morkov (apripista di Hodeg) ha chiuso quarto. Quinta e sesta piazza per gli azzurri Roberto Ferrari (UAE Emirates) e Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida), mentre Nacer Bouhanni (Cofidis) ha chiuso solo al settimo posto nonostante fosse il grande favorito della vigilia. Alle sue spalle Alejandro Valverde (Movistar), ottavo.

 

https://www.oasport.it/2018/03/giro-di-catalogna-2018-alvaro-hodeg-domina-la-prima-volata-a-calella/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Niki Terpstra ha vinto la E3 Harelbeke, gara prestigiosa che funge da vero e proprio preludio al Giro delle Fiandre in programma la domenica di Pasqua. L’esperto olandese ha conquistato il primo successo di peso della stagione a quattro anni di distanza dal trionfo nella Parigi-Roubaix. Il 33enne è arrivato sul traguardo in solitaria al termine di una corsa ben condotta e letteralmente dominata: i 206 chilometri nel bel mezzo delle Fiandre, caratterizzati da 15 muri con 4 settori in pavè, hanno premiato il corridore della Quick Step che ha fatto la differenza nella seconda parte di gara.

Il gruppo si è spezzato a oltre 100 chilometri dal traguardo a causa di una brutta caduta. Negli ultimi 80km lo stesso Terpstra e il compagno di squadra Lampaert hanno forzato il ritmo e nel giro di pochi chilometri sono riusciti ad avere 40” di vantaggio su un gruppo composto da Van Avermaet, Oss, Sagan, Gilbert, Benoot, Stybar, Durbridge, Gaudin. A 55km dal traguardo, Van Avermaet prova l’allungo insieme a Gilbert e Benoot mentre il Campione del Mondo perde contatto e rimane fuori dai giochi.

Sull’atteso Kwaremont non succede molto, Lampaert e Terpstra conservano il vantaggio nei confronti di un gruppo di 11 uomini che si è nel frattempo formato, tra cui figurano anche i nostri Matteo Trentin e Gianni Moscon. Sulla Salita del Corvo si invola il solitaria il futuro vincitore, gli inseguitori rimangono sempre a circa 30”, nel finale provano a rientrare ma non riescono a ricucire il distacco. Terpstra trionfa, il compagno di squadra Gilbert è secondo davanti a Van Avermaet. Alle loro spalle degli ottimi Trentin e Moscon che lanciano segnali incoraggianti in vista delle Classiche del Nord.

 

https://www.oasport.it/2018/03/e3-harelbeke-2018-trionfo-in-solitaria-di-niki-terpstra-gilbert-e-van-avermaet-si-arrendono-ottimi-moscon-e-trentin/

Share this post


Link to post
Share on other sites
juventino93    830
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jan-2008
32,400 posts

Sagan batte Viviani e vince la Gand-Wevelgem.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Alejandro Valverde conquista la 98ma edizione del Giro di Catalogna, mettendo così il suo terzo sigillo nella corsa iberica dopo quelli dello scorso anno e del 2009. L’Embatido ha gestito alla perfezione la tappa finale, riuscendo a mantenere il vantaggio in classifica generale. Sul traguardo di Barcellona esulta invece il britannico Simon Yates, che con una grande azione nel finale riesce ad anticipare il gruppo e conquistare la vittoria in solitaria.

Fin dalla partenza si susseguono scatti e controscatti in testa, ma il gruppo mantiene un ritmo indiavolato e va ad annullare nel giro di pochi chilometri tutti i tentavi. Il gruppo entra così compatto nel circuito finale, dove ripartono di nuovo gli attacchi. A due giri dal termine si forma un quartetto al comando con Simon Yates e Carlos Verona (Mitchelton-Scott), Marc Soler (Movistar) e Matej Mohoric (Bahrain). Questi corridori guadagnano subito diversi secondi di vantaggio, con il gruppo lanciato a tutta nell’inseguimento. In questa fase concitata di gara avviene una caduta nelle prime posizioni che costringe al ritiro Egan Bernal (Team Sky), che si trovava al secondo posto in classifica generale.

Sull’ultimo passaggio sulla salita del Montjuic arriva l’azione decisiva con Simon Yates che sferra l’attacco e se ne va. Marc Soler prova a tenere il suo ritmo, ma senza successo. Yates riesce così a guadagnare una decina di secondi di vantaggio, che sarà poi sufficiente per andare a conquistare la vittoria in solitaria sul traguardo di Barcellona. Secondo posto invece per Soler a 13”, mentre il gruppetto dei migliori arriva a 18”, con Pierre Latour (AG2R La Mondiale) che vince lo sprint per la terza piazza.

In classifica generale arriva la doppietta per la Movistar, con il successo di Alejandro Valverde davanti al colombiano Nairo Quintana a 29″. Completa il podio Latour a 47” a pari di Yates, ma il francese diventa terzo per una migliore somma di piazzamenti. Chiude la top 5 un altro corridore della Movistar: Soler a 1’10”, tra i più brillanti in questa settimana.

 

https://www.oasport.it/2018/03/giro-di-catalogna-2018-alejandro-valverde-conquista-la-corsa-ultima-tappa-a-simon-yates-che-vince-in-solitaria-a-barcellona/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Yves Lampaert vince ancora alla Attraverso le Fiandre – Dwars Door Vlaanderen 2018. Clima e percorso da vero Belgio, tattica di squadra perfetta: con il dorsale numero 1 sulla schiena, il belga della Quick-Step Floors ha confermato la vittoria dello scorso anno a soli quattro giorni dal Giro delle Fiandre.

Inizio di corsa ad altissime andature, ma per i primi 100 chilometri, di fatto, il gruppo è rimasto compatto, nonostante si sia allungato in diverse fasi. I primi ad attaccare e prendere vantaggio sono stati Luke Rowe (Team Sky) e Tony Martin, che pur in momentI diversi hanno preso un buon margine iniziale per poi essere riassorbiti dal gruppo. La corsa, però, si è accesa in maniera definitiva a 53 chilometri dal traguardo sull’attacco del ceco Zdenek Stybar (QuickStep Floors), cui ha provato a rispondere senza successo Alejandro Valverde (Movistar), prontamente ripreso dal resto del gruppo. Su queste accelerazioni, però, il gruppo si è assottigliato in maniera decisa, fino a che davanti sono rimasti solamente una decina di uomini che hanno riassorbito Stybar, con tutti i big della vigilia presenti in questo drappello.

Tiesj Benoot (Lotto Soudal) e Greg Van Avermaet (Bmc) sono riusciti ad avvantaggiarsi sul resto del gruppo, ma il lavoro della QuickStep Floors e della LottoNL-Jumbo ha neutralizzato anche il tentativo del tandem belga. Sul pavé, poco dopo, Sep Vanmarcke (LottoNL-Jumbo) e Yves Lampaert (QuickStep Floors) se ne sono andati sfruttando le pietre, raggiunti poco dopo da Mike Teunissen (Sunweb), Mads Pedersen (Trek-Segafredo) ed Edvald Boasson Hagen(Dimension Data): questo quintetto ha preso margine sugli inseguitori, guadagnando oltre 40” sugli altri big.

Negli ultimi 5 chilometri si sono scatenati gli attacchi, dopo che Vanmarcke aveva alzato il ritmo sull’ultimo tratto di pavé mettendo in fila indiana tutti gli altri. Il quintetto, però, è rimasto compatto fino all’ultimo chilometro: a 800 metri dal traguardo Lampaert si è trovato davanti con una decina di metri di vantaggio su tutti gli altri e ha deciso di attaccare. In breve ha messo da parte un margine sufficiente per andare a confermarsi al primo posto. Seconda posizione per Teunissen, che ha vinto la volata dei battuti, mentre Vanmarcke si è dovuto accontentare della terza piazza, pur destando ottime sensazioni in vista dei prossimi appuntamenti. A seguire Boasson Hagen e Pedersen, mentre Stybar ha chiuso sesto battendo Benoot in una volata a due dopo che si erano avvantaggiati sugli altri inseguitori. 12esimo Gianni Moscon (Team Sky), il migliore degli italiani.

 

https://www.oasport.it/2018/03/attraverso-le-fiandre-2018-yves-lampaert-concede-il-bis-la-quick-step-floors-non-sbaglia-mai2/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

"J.K. Rowling, famosissima autrice di una delle saghe letterarie più belle di ogni tempo che han emozionato dagli anni 90 sino ad oggi intere generazioni con le avventure di Harry Potter, ci ha in questa uscita raccontato una grande verità.
 

Analizzandola nel dettaglio, ci parla della vera e propria essenza della speranza dandoci il pensiero che, oltre il buio, c’è sempre non l’auspicio bensì la certezza della presenza della luce.

 

No, non è un racconto di fantasia del mago più famoso della storia… Sebbene un pizzico di magia nel mondo dello sport ce la mettiamo sempre e non per allungare il discorso ma perché realmente risiede nelle corde dell’animo all’interno di ognuno di noi, ma di risveglio delle emozioni che da qualche anno ha colpito il nostro ciclismo italiano.

 

Chi vi scrive è cresciuto con la vera e propria essenza del ciclismo che fece per anni ed anni sussultare battiti cardiaci a ogni scatto, ossia Marco Pantani: quando scattava Marco si fermava ogni cosa in Italia, qualsiasi cosa cui eravamo intenti a realizzare in modo tale da apprezzare la magnificenza non solo del gesto tecnico ma anche dello sforzo di uno straordinario ed inarrivabile atleta che ha segnato lo sport italiano. Accendeva non solo la passione, ma la luce.

 

Poi però questa luce più bella è andata perduta con la sua tragica scomparsa. Il sottoscritto e molti come dissero un giorno di tanto tempo fa che si sarebbe chiusa la saracinesca su questo sport. Nulla aveva più senso ed è stato come vedere appassire improvvisamente una rosa che fino a poco prima brillava di luce propria. Quante volte, in questo contesto, abbiamo detto “mai più”?.

Tante. Troppe. Ed era vero. Ed era purtroppo infinitamente giusto.

Buio, incredibile ed irrefrenabile.

 

Lungo come un tunnel di una ferrovia, infinito come un mare ad agosto privo però di lucentezza e di vita. Tutto era diventato sbiadito, non interessante. Mancava decisamente il fattore pulsante che tastasse il perno delle sensazioni più profonde che rappresenta, per ogni appassionato, la vera e propria chiave di volta nel profondo amore verso uno sport.

 

Ma questa strana pazza e spesso imprevedibile vita, però, poi finisce per sorprenderti sempre, e ti mette sulla scena un piccolo ragazzo (Nel mio caso, compaesano puro) di 182cm per 64kg di peso proveniente da Messina. Pare che lo chiamino “Lo Squalo dello Stretto”, perché ha una caparbietà talmente incredibile di azzannare le gare e mozzare il fiato degli avversari in salita in alcune competizioni dove, quando cominciano a girargli le gambe non ce ne sta più per nessuno."

 

Continua su: http://discesalibera.org/2018/04/05/il-raggio-di-sole-del-ciclismo-italiano-vincenzo-nibali/

Share this post


Link to post
Share on other sites
juventino93    830
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jan-2008
32,400 posts

Brutta caduta per Trentin alla Roubaix.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Intanto ieri: 

 

La sesta ed ultima tappa della 58ma edizione del Giro dei Paesi Baschi non delude le aspettative e regala grandissimo spettacolo. Al termine dei 122 km da Eibar ad Arrate, con ben otto GPM, trionfa in solitaria lo spagnolo Enric Mas, che stacca i compagni di fuga nel finale e conquista la sua prima vittoria da professionista. Arriva così anche il 25° successo stagionale per una Quick-Step Floors sempre più dominante. In classifica generale si impone invece lo sloveno Primoz Roglic, che nonostante diverse difficoltà oggi, riesce a gestire bene il proprio vantaggio e va così a portarsi a casa la maglia gialla.

 

https://www.oasport.it/2018/04/giro-dei-paesi-baschi-2018-enric-mas-trionfa-in-solitaria-nellultima-tappa-primoz-roglic-conquista-la-generale/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts
40 minuti fa, juventino93 ha scritto:

Brutta caduta per Trentin alla Roubaix.

 

Speriamo niente di grave...

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

Come procede la Roubaix ? Ho messo solo adesso, ho visto che si è sentito male un ciclista

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts
2 minuti fa, vale85 ha scritto:

Come procede la Roubaix ? Ho messo solo adesso, ho visto che si è sentito male un ciclista

 

Andatura alta, siamo a 64 km dall'arrivo

 

Si lavora in gruppo con 45'' secondi di ritardo dalla testa della corsa

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Scatta Greg!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

Non l'ho capito Sagan ora mh

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Mi sembra prestino 

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

Ma hanno pulito il pavè ? Non si vedono i nuvoloni  di polvere, anche se il clima sembra clemente oggi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

m*****a che volo

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

La mossa alla garibaldina di Sagan è meno scriteriata di quello che sembrava, visto che dietro non sanno come reagire, solo che manca veramente troppo ...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
juventino93    830
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jan-2008
32,400 posts

Azione kamikaze di Sagan mh

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
vale85    953
Tifoso Juventus
Joined: 04-Nov-2008
4,783 posts

Comunque lo amo sto psicopatico, solo lui ha le palle per anche solo pensarle mosse del genere, indipendentemente da come andrà a finire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
juventino93    830
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jan-2008
32,400 posts

Si sta staccando il Lotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Morpheus ©    10,707
Amministratore - CDA Founder
Joined: 13-Oct-2005
212,927 posts

Si parla di arresto cardiaco per Goolaerts...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×