Jump to content
Morpheus ©

[ UEFA Champions League - "Ott. Fin. And." ] Club Atlético de Madrid - Juventus F.C. 2-0

Recommended Posts

Joined: 07-Jul-2018
2,677 posts
18 minuti fa, Socrates ha scritto:

Juve, al ritorno servirà un’impresa storica: mai ribaltato un 2-0 in Champions

 

FONTE

 

 

«Il risultato si può ribaltare, anche perché peggio di così non possiamo fare e recupereremo qualche giocatore. Ci vorrà una grande partita, ovvio. E’ stato importante non aver preso il 3-0». Massimiliano Allegri ci crede e non può essere altrimenti. La Juve ha perso per 2-0 in casa dell’Atletico Madrid, al Wanda Metropolitano, sede della finale di Champions League e per tornare a giocare in quello stadio servirà un’impresa storica. Sì perché la Juventus non ha mai ribaltato una sconfitta per 2-0 nella Coppa dalle grandi orecchie.

 

Le statistiche dicono che la Juve nella storia ha avuto cinque occasioni per ribaltare un 2-0 in Coppa Campioni o Champions e non c’è mai riuscita, ma è il caso di non pensarci. Statistiche positive per l’Atletico Madrid che non è mai stato eliminato dopo aver vinto la gara di andata per 2-0.

 

Sarà molto complicato riuscire a far gol ai Colchoneros, la Juve lo ha già visto nella sfida d’andata. I bianconeri riusciranno a qualificarsi vincendo con tre o più gol di differenza (3-0, 4-1, 5-1, 5-2…) ma anche vincendo con ‘solo’ due gol di scarto. In quel caso però si andrebbe ai supplementari (solo con il 2-0). Con tutti gli altri risultati passerebbe l’Atletico Madrid per i gol in trasferta (3-1, 4-2, 5-3…). La Juve può sperare in un detto: c’è sempre una prima volta.

tranquilli.. non ci riusciremo nemmeno stavolta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Apr-2009
40,693 posts

Il risultato peggiore, la prestazione più inquietante

di Jacopo Azzolini | febbraio 21, 2019

 

Come detto più volte in conferenza, la priorità era quella di segnare per poter mettere la qualificazione in discesa, considerati i problemi che l’Atlético Madrid sta evidenziando in trasferta. Invece si esce dal Wanda Metropolitano, impianto che forse ha ieri vissuto la sua prima grande notte di Champions, col risultato più pesante possibile, quello che forse neanche il più pessimista avrebbe previsto.

 

In una gara dove si è sbagliato tutto, e che viene dopo mesi di prestazioni non certo irreprensibili, le responsabilità dello staff tecnico sono molteplici e parecchie da elencare: c’è per esempio un tridente pesante che forse non è mai stato l’abito più adatto per questa squadra, con una quasi totale assenza di rifinitura centrale (contro una squadra come l’Atlético non ci si può basare solo sulle corsie esterne), senza dimenticare un Dybala che continua a sembrare poco a suo agio come “tuttocampista“. Insomma una gestione dell’undici e dei cambi alquanto discutibile nel suo complesso, con la scelta De Sciglio per Cancelo che verrà imputata a lungo ad Allegri.

 

In un match contro una squadra che è maestra nella gestione dell’episodio e nel saper leggere i momenti della partita, la Juventus ha avuto la terribile colpa di sciogliersi nel momento clou nonostante tutto stesse girando per il verso giusto. Dopo un pessimo avvio in cui, per fortuna di Allegri, l’Atlético non aveva sfruttato bene alcune pericolose ripartenze, la prima frazione si era chiusa con una Juve complessivamente positiva e in crescendo. Certo, era un possesso soprattutto conservativo, però almeno si erano prese in mano le redini del gioco coi colchoneros che non riuscivano più a risalire.

 

Nella ripresa la Juventus però non ha saputo reagire ai (rumorosi) campanelli d’allarme che erano sorti:  in transizione negativa si è fatta trovare lunga e attaccabile, con Diego Costa e Griezmann  che sono stati messi davanti al portiere con grande facilità. Volendo sfruttare poi il fattore campo e approfittare di un avversario che sembrava spaesato, Simeone ha esaurito presto i cambi, passando da un centrocampo con 2 finte ali a una mediana con 2 ali pure. Il Cholo ha letto alla perfezione il momento della gara, l’inserimento di uomini abili in campo aperto ha ulteriormente spostato l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa. Invece che sfruttare gli spazi che si sarebbero potuti creare, la Juventus si è continuata a mostrare passiva e scarsamente decisa nei contrasti, con tante palle perse in mezzo (Allegri in conferenza stampa si è concentrato su questo), soffrendo il contesto imposto da un avversario che si è mostrato tanto superiore quanto più preparato. Seppur gli episodi stessero sorridendo a Madama, con la Juve che nel finale aveva ancora la fortuna di trovarsi (immeritatamente) sullo 0-0, su due calci piazzati è poi avvenuto il crollo definitivo, con quindi la debolezza “mentale” (nel senso di gestione degli episodi) andata di pari passo con quella tattica.

 

Contro una delle squadre che viene reputata tra le più speculative, la Juventus esce non solo con la qualificazione altamente compromessa, ma col desolante score di 4 occasioni enormi concesse, un gol annullato generosamente e una pericolosità offensiva ai minimi termini. Al ritorno, contro una squadra che numeri alla mano soffre parecchio lontano da casa, servirà una gara più di cuore e gamba (quindi diversa da quella del Wanda, alla fine rivelatasi più calcolatrice), un tipo di partita che quando messa spalle al muro la Juventus di Allegri ha dimostrato di saper fare.

 

Di certo, dopo ieri sera (conseguenza di un periodo non certo positivo), è doveroso farsi domande su come sta rendendo una delle Juventus più forti di sempre, una rosa che non sembra riuscire valorizzare a pieno gli elementi più tecnici. In questi anni, la squadra di Allegri è solitamente riuscita a salire di rendimento in base all’importanza della partita, in molti si aspettavano quindi una squadra che non avesse nulla a che vedere con quella dei due mesi precedenti. Anzi, si parlava anche di novità tattiche studiate ad hoc. Invece, la partita di Madrid – sia nell’undici (con anzi un Cancelo in meno) che nell’atteggiamento – è stata la diretta conseguenza di quanto vistosi in campo negli ultimi mesi. Non è stato un semplice match deciso da due calci piazzati, bensì un qualcosa che deve portare a profonde riflessioni sulla Juventus 2018-2019, soprattutto su quanto poco (e male) si sia sviluppata nella gestione della manovra offensiva e su quanto Allegri stia insistendo su una proposta di calcio forse inefficiente per il tipo di rosa con cui si ritrova.

 

https://www.juventibus.com/risultato-peggiore-prestazione-inquietante/

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Mar-2008
40,212 posts
1 ora fa, fandidelpiero78 ha scritto:

5c6eb62238f0e_Dz7xZ7oXcAAzKXG(1).png.ab877abd060b8979a0bd665b661d29ef.png

 

Io non ho parole, ma come si possono scrivere certe cose??????????.oddio.oddio

 

 

non meritano nemmeno di esser definite "persone" questi esseri. Indecenza allo stato puro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
3,811 posts
13 minuti fa, kefeo ha scritto:

è incredibile come tutto sia riconducibile solo ed esclusivamente ad Allegri

tutto il resto non conta

ok

rispetto questa visione delle cose

 

Infatti la colpa è anche della società la quale avrebbe dovuto capire l'anno scorso che era finito un ciclo.

Per emergere in Champions non bastava solo Ronaldo. Andava sostituito l'allenatore e potenziato (di molto) il centrocampo.

Nessuna delle due cose è stata fatta.

 

Se invece ragioniamo in termini di solo campionato allora le scelte prese vanno anche bene.

 

 

 

 

 

 

 

Edited by Vespa76
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 06-Aug-2016
11,916 posts
46 minuti fa, roccosiff ha scritto:

 

anche io non disprezzo il calcio difensivo

ma se lo fai come l'atletico però

a me la juve da l'impressione di non essere ne carne ne pesce. distanze tra reparti eccessive per fare densità e giocatori troppo poco tecnici per fare possesso.

a me giocare come l'atletico non dispiacerebbe, ma le vie di mezzo mi sanno di "poco"

Dipende e molto dagli uomini che hai a disposizione. È una banalità ma è così. Hai fior di giocatori, ma non tutti hanno determinate caratteristiche, trovare sempre la quadra appare molto più difficile di quel che sembra. E se ci aggiungi che un mister (non solo il nostro, tutti, ma proprio tutti eh) qualche volta fa degli sbagli, uscirne poi è ancora più difficile. Ti faccio un esempio banale, noi (secondo me ovviamente, ma penso senza giocarmi dei milioni di euro, pure per il mister, e la società, che altrimenti non lo supporterebbe) per caratteristiche dei giocatori non potremmo mai, ma proprio mai, fare un pressing asfissiante. In un calcio invece dove molte squadre paiono campare solo di quello, pare evidente che devi attuare una strategia diversa. Molte volte ti va bene, seppure a molti fa storcere il naso, qualche volta (raramente anche se dolorosissima) ti va male. Un allenatore nuovo, siamo davvero così sicuri che con la stessa rosa, potrebbe ad esempio fargli fare il pressing? Sono domande lecite fatte da chi apprezza sto mister per come mette in campo questi uomini, se mai ci fosse un altro che potrebbe fare meglio. Il prossimo mister che verrà, che non so ancora chi sia, devo ancora vederlo con questa rosa. Ma se il prossimo mister che verrà la rosa gliela cambiano, allora potrebbe anche essere banale per me chiedere chissà cosa avrebbe potuto fare il mister Allegri con sta rosa. Non se ne esce rocco lo capirai benissimo da solo, si può dire tutto ed il contrario di tutto, sugli allenatori, ma dovrebbero lavorare tutti nelle stesse identiche situazioni per giudicarli, ed è impossibile! Credo che non gli piaccia prendere gol a Max, piuttosto che farne uno in più, e mi trova d'accordo, tutto qui. Magari gli riuscisse sempre...

Il ciclo comunque, in primis per rinnovo rosa data l'età, prima o poi finirà, quello dico ai detrattori. Ma non cogliere quanto di buono fatto da sto signore in questi anni, non fa onore ripeto, neanche al suo più grande hater. 

Edited by Ettore Press
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Jul-2006
18,122 posts
1 ora fa, fandidelpiero78 ha scritto:

 

 

Io non ho parole, ma come si possono scrivere certe cose??????????.oddio.oddio

questa roba è fastidiosa da leggere ... ma proprio fastidiosa .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Mar-2008
40,212 posts
16 minuti fa, kefeo ha scritto:

è incredibile come tutto sia riconducibile solo ed esclusivamente ad Allegri

tutto il resto non conta

ok

rispetto questa visione delle cose

 

assolutamente no : ci sono colpe ben equamente distribuite 

- i giocatori in primis, perchè quelli vanno in capo e se sbagliano stop., svengono in difesa o tirano poco e male sono loro i colpevoli

- allenatore: perchè è max che deve metterli in campo dare compiti gestire i cambi e i  momenti della partita , motivarli e metterli nelle condizioni migliori di rendere

 - staff preparatore atletico : perchè sono loro che devono far si che la squadra arrivi al top di condizione agli ottavi di CL e comunque che corra non dico tutto l'anno ma almeno buona parte della stagione, cosa che da noi non si vede da una vita

- la società : colpevole in questo momento storico di non aver cercato a gennaio di mettere una toppa alla situazione centrocampo che è palese agli occhi di tutti. Difficile far mercato a gennaio ma come detto a destra e manca anticipare Ramsey forse si poteva

 

 

quindi non è solo andar contro Max , che ha colpe eccome se ne ha e del quale, penso, personalmente siamo fisiologicamente alla fine di un ciclo in quanto non penso che in Europa ormai riesca a darci quello che tutti si aspettano (E non dico che cambiare sarà tutto rose e fiori, anzi, potrebbe essere doloroso......ma forse ora comincia ad essere necessario).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Dec-2006
682 posts

mi sentivo più fiducioso dopo lo 0-3 col real, tant'è che mi ero giocato il 4-1 per noi e sapete com'è andata

stavolta neanche ho il patema 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Jul-2006
7,690 posts
16 minuti fa, Vespa76 ha scritto:

 

Infatti la colpa è anche della società la quale avrebbe dovuto capire l'anno scorso che era finito un ciclo.

Per emergere in Champions non bastava solo Ronaldo. Andava sostituito l'allenatore e potenziato (di molto) il centrocampo.

Nessuna delle due cose è stata fatta.

 

Se invece ragioniamo in termini di solo campionato allora le scelte prese vanno anche bene.

 

 

 

 

 

 

 

abbiamo perso 2 - 0 non 5 - 0

e faccio presente che c'è anche un ritorno da giocare

a me piace sperare e credere nella mia squadra

poi ognuno ragiona a modo suo

ci mancherebbe

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Aug-2006
1,949 posts

La Juventus ha una gamba e mezza fuori dalla CL.

 

Allegri idem, ma anche dalla Juventus per il prossimo anno.

 

L'uscita dalla CL agli ottavi con uno squadrone che ha appena comprato CR7 sarebbe un capolavoro che non riuscirebbe neppure ad Oronzo Canà!

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jun-2017
10,932 posts
56 minuti fa, baggioforever ha scritto:

Però, dai, mi starebbe pure bene se l'atteggiamento di ieri sera fosse con l'Atletico o al limite per esempio Napoli, ma abbiamo visto lo stesso (anche peggio) con l'Atalanta, col Parma, con lo Young Boys... non è che questo hanno giocatori meglio dei nostri, su....

Ma appunto è anche una maniera di approcciare la partita... Io ho visto tanti errori tecnici, e non solo tattici eh, in partite come Empoli altre squadre nettamente inferiori a.noi.

 

Ribadisco che per quanto mi riguarda sopravvalutatiamo molto alcuni dei nostri ragazzi.

 

Comunque resto speranzoso per la gara di ritorno 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Apr-2009
2,128 posts
34 minuti fa, Ettore Press ha scritto:

No Mastro non lo siamo sempre, di sicuro certo che no. Ora prevale il tuo dare contro al mister a prescindere, ma non lo siamo di certo mosci. Anzi mi pare che uno dei nostri motti era proprio quello di non mollare mai, e spesso è successo. Fa clamore, e molto, quando lo siamo, purtroppo. Ieri sera al cospetto dell'Atletico lo siamo stati, in determinate cose. E quelle rare volte che succede ci costano sconfitte amare. Ma il viaggio in Europa di Allegri è uno dei più intensi da quando è qui. E considerando gli avversari incontrati in Europa, negarlo, mi spiace non fa onore nemmeno al più grande hater del mister. Ricordo che se dovessimo guardare bene, in Europa solo una squadra può parlare, solo una. Tutte le altre hanno subito, anzi molto peggio, la nostra sorte in queste Champions. Sembra che lo dimentichiamo troppo spesso. Nessuno può parlare, tranne loro, perché nessuno ha portato a casa una mazza! 

Ora siamo fighi e belli perché c'è CR7? Certo che si perdio! Ma non toglie di una virgola la difficoltà che una squadra come la nostra può incontrare in questa coppa. Che equivale alle difficoltà di qualsiasi altra squadra arrivati a questo punto, tranne il Real, in questi anni. 

No fermo. Non ti consento di dirmi che do contro al mister o che sono un "hater". Altrimenti, in regime di reciprocità, io affermo che tu sei un amatore, un "lovers" per partito preso, di Allegri e questo non fa onore a te.

Ora, continuando questo scambio di opinioni scevri da ogni pregiudizio lun sull'altro, ti dico che il mio giudizio non si basa sulle vittorie ma sulle sconfitte e su come queste sono venute. Il problema non è perdere con l'atletico a madrid, o con il real... il problema è come si è perso. Infatti lo stesso discorso lo faccio per le vittorie nel campionato italiano... non critico, ovviamente, la vittoria... critico il modo.

Ma la domanda fondamentale rimane quella che ti ho posto tre topic fa: "Allegri sta tirando fuori il meglio da questa squadra e da questi giocatori?"

Se pensiamo che questa Juve non può dar di più, che Dybala sia una segha, che CR7 sia finito, che abbiamo un centrocampo scarso... inutile continuare il discorso. Teniamo allegri, che sta tirando fuori il meglio da questa juve punto e basta.

Ma se pensiamo che, come ha detto il mister, la Juve sia una delle quattro squadre più forti d'europa e che questa squadra possa far di meglio... beh il risultato non può che essere uno solo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Joined: 14-Jun-2021
0 posts
1 ora fa, fandidelpiero78 ha scritto:

5c6eb62238f0e_Dz7xZ7oXcAAzKXG(1).png.ab877abd060b8979a0bd665b661d29ef.png

 

Io non ho parole, ma come si possono scrivere certe cose??????????.oddio.oddio

 

 

C'avevo pure aperto un topic sull'odio dentro ai social. Ormai non mi stupisco più di nulla 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jun-2017
211 posts
27 minuti fa, maupassant ha scritto:

Io vado un po' controcorrente, a mente fredda, sulla prestazione dell'Atletico di ieri. Prima della partita, per come giochiamo, pensavo che non avremmo avuto più del 30% di passare il turno nonostante la nostra squadra sia tecnicamente più forte. L'atletico di ieri, però, soprattutto nei primi 20 minuti, non ha mai pressato alto come gli avevo visto fare negli anni scorsi nelle partite importanti. la sensazione è che ci temessero molto. Certo nella loro metà campo chiudevano con grinta e raddoppiavano, ma non facevano quel pressing totale che noi siamo incapaci di affrontare. Allora, mi sono detto che ce la potevamo fare se avessimo giocato la nostra partita normale. Il problema, però, è che la squadra non ha approfittato dei loro timori, essendo entrata in campo terrorizzata. Si badava solo a mantenere il pallone senza sbilanciarsi nemmeno di un centimetro: mai un dribbling, un affondo , un lancio verticale. A quel punto, l'Atletico che pure ha giocato una partita modesta tecnicamente (con una caterva di palloni facili sbagliati: sono convinto che alla prossima se ne andrà a casa se affronta una squadra vera) ha capito che poteva lanciarsi avanti con intensità, tanto dietro non rischiava niente perché noi manco ci provavamo (prima occasione da gol al 90' sul 2 a 0!!!). E alla fine Simeone, che è sì uno che si adatta alla situazione, ma è un allenatore vero che ottiene il massimo dai suoi al posto di intimorirli e depotenziarli, l'ha portata a a casa più facilmente di come avrebbe immaginato.Ma l'Atletico, quest'anno (non lo vedo più perché il calcio spagnolo non è più su Sky) mi è sembrato inferiore a quella degli anni passati, pur restando solido e rognoso.

sono molto d'accordo...anch'io ho avuto la sensazione che il primo tempo loro ci rispettassero molto, ma questo mi fa solo inca**are di più perchè è l'ulteriore riprova di un atteggiamento nostro imperdonabile...gli abbiamo reso la vita troppo facile, troppo...quando mai l'atletico, questo atletico, crea così tanto come il secondo tempo di ieri...tra l'altro con una semplicità disarmante...passaggio lungo sulla punta e tiro in porta, oppure calcio da fermo e via...e noi lì a vivacchiare in maniera snervante ed inutile, indegna per un ottavo di finale...nel secondo tempo poi la nostra presunzione di avere davanti il sassuolo di turno da punire prima o poi con il colpo del singolo ha infine determinato il risultato... e gli sta pure stretto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Apr-2009
26,061 posts
47 minuti fa, Shaithana ha scritto:

Trovo molto strano che nessuno faccia menzione della cosa forse peggiore dell'intera gestione-Allegri: gli infortuni muscolari quasi doppi rispetto alla media. 

 

E ogni anno che passa mi pare che vadano sempre ad aumentare. Bah. Che poi per cosa? Siamo spesso fuori forma e quando invece non lo siamo, comunque giochiamo ugualmente a ritmi bassi perché non siamo capaci diversamente. Dai, ma non se ne può più.

Edited by ● Ale Cerry ●
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jan-2008
13,572 posts

Oggi mi sento un po' così 

 

22928_umberto-agnelli_1.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Sep-2018
4,430 posts
3 ore fa, Ettore Press ha scritto:

Comunque al netto di tutto, due gol presi da palla inattiva, ed il primo dei quali per "merito" di uno dei tuoi difensori più esperti che si butta giù come neanche all'asilo, tra l'altro andando ad incasinare un eventuale possibile rinvio. E ripeto al netto di tutto, la partita l'hai persa per questi due episodi, dove non siamo stati difensori al pari loro, che ti avrebbero tenuto per le palle, e non ti avrebbero fatto saltare neanche di un millimetro, in area sullo 0-0 da palla inattiva. E su questi due episodi vorrei capire la colpa di Max. Perché il prima non prenderle dovrebbe essere un mantra zio lampo. Poi si può fare tutte le critiche del mondo al mister su questo, quello, e quell'altro....giuste o meno giuste. Sui due gol presi che cacchio può fare lui? Avrei di sicuro analizzato le altre occasioni dove si poteva prendere gol, perché la ripartenza, l'errore, il giocatore tale invece dell'altro, le poche azioni, quello vecchio, quello giovane, il gioco, lo schema....etc etc....due palle inattive e nemmeno si salta per contrastare, o ci si va con la cattiveria di chi un piede in area ad un quarto d'ora dalla fine non ce lo deve mettere nessuno. Vorreste farmi credere che anche in questi due episodi ha colpe il mister? Di fatto hai però perso per quello... 

Sarebbero state molto meglio le critiche dopo un 0-0. Ma non dovevamo fargli fare gol mannaggia la miseria, altro che volare per terra morti, dopo un soffio di vento...a 15 dalla fine!!!!!!! 

Potevamo perdere 4 a 0 ieri sera e stiamo qui a vedere se mister Allegri non ha colpe sui gol presi?

 

ABBIAMO FATTO ca**re, punto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
124,073 posts

Voce del verbo giochicchiare

 

231919019-1b00de2b-b3c5-47b2-99a0-dd2c59

 

FONTE

 

 

Essere juventini è diventato difficile.

 

Ma come? E’ mai possibile?

 

Cosa c’è di difficile a tifare per la squadra che negli ultimi sette anni domina la scena nazionale?

 

Eppure è molto difficile.

 

Se poi si tenta di parlare o scrivere di Juve, diventa ancora più difficile.

 

E no, non pensate che il problema sia affrontare i milanisti, interisti, napoletani e compagnia.

 

Gli anni di dominio hanno azzerato la loro obiettività, discutere con loro è ormai diventato come affrontare un dibattito con i terrapiattisti.

 

Il difficile sta nell’affrontare il popolo juventino, sempre più spaccato, manco fosse il PD con le sue correnti interne.

 

Loro con i renziani, i nostalgici di Bersani e le vedove di D’Alema, noi con le vedove di Conte, gli anti e i pro Allegri e infine gli “yes-man” quelli che al grido “la Juve viene prima di tutto” sono incapaci di essere obiettivi.

 

Perché ormai sembra che ti debba per forza schierare, e non si capisce il perché, dinanzi all’evidenza che invece andrebbe affrontata e condivisa da tutti.

 

Dopo l’imbarazzante prova di ieri sera, Andrea Pirlo ha dichiarato "non è una questione di pressione. Se vuoi andare a vincere la UCL, non puoi giocare con partite così, senza testa, senza personalità e senza voglia di costruire gioco. Sembrava come se l'Atletico volesse vincere e la Juve giochicchiare”.

 

Eccolo lì il termine da sottolineare in grassetto e incorniciare: giochicchiare.

 

Quello che ormai da tempo l’allenatore di questa squadra riesce a far esprimere alla sua rosa.

 

Dentro quel termine è racchiuso tutto.

 

Quel giochicchiare che lo scorso anno regalò al Napoli lo scontro diretto allo Stadium, riaprendo pericolosamente il campionato.

 

Quel giochicchiare conseguenza della mancanza di coraggio che ti fa tenere in panchina il giocatore più decisivo in stagione dopo Ronaldo, ovvero Cancelo, l’incapacità di trovare la giusta collocazione ad un talento come Dybala, ormai trattato come fosse un Giancarlo Marocchi qualsiasi, l’inadeguatezza di mettere uno dei due giocatori più forti al mondo nelle condizioni di segnare e risultare decisivo.

 

A questo punto le correnti interne al tifo bianconero ti danno il consenso o iniziano a sciorinare statistiche, record su record e chi più ne ha più ne metta.

 

Ma serve a poco, e sa molto di personaggio politico che cerca sempre di “avere ragione”.

 

Perché dopo magre figure come quella di ieri sera, continuare a sentire come un disco rotto le parole “lezione” “calma” “episodi” “maledizione” “sfortuna”, diventa irritante.

 

Se poi nella partita che aspetti dal 1 luglio, sbagli atteggiamento e se dopo lo sciagurato intervallo di Cardiff, continui sempre a regalare il secondo tempo in modo inspiegabile, il tutto diventa frustrante.

 

Se errare è umano, perseverare si sa è diabolico, e la nostra storia europea lo conferma.

 

Dove alla palla non spazzata di Evra si aggiunge quella “regalata” all’ultimo secondo al Bernabeu, dove il giusto approccio continua sempre a latitare, in un contesto nel quale sembra ormai cose se l’abilità di chi guida questa squadra sia quella di “normalizzare” i fuoriclasse.

 

Sandro, Dybala, Costa e a tratti anche Ronaldo, appaiano dei giocatori “normali” in modo inspiegabile e preoccupante.

 

La lezione di Simeone aldilà del temperamento e della grinta trasmessa ai suoi, è stata anche quella della gestione dei cambi, ha capito quando affondare, ha letto il momento e si è giocato le sue carte, mentre noi continuavamo a giochicchiare non cambiando neanche una virgola, ignorando perfino la fortuna (traversa e gol divorato) che in Champions per noi si presenta con la stessa frequenza di una eclissi solare.

 

Già si ritorna sempre lì... quella mancanza di idee, l’assenza di quel “pedigree” che contraddistingue ogni allenatore e di conseguenza la sua squadra.

 

In momenti e partite come queste, a volte ti salva solo il gioco, non può essere certo il giochicchiare, ma purtroppo anche lì molti sono convinti sia solo una questione di estetica.

 

Perfino l’allenatore subito dopo lo sciagurato pareggio interno con il Parma ha prontamente “richiamato” quelli che invocavano il bel gioco, sentenziando che con il bel gioco non si vince.

 

Siamo sicuri invece che con il giochicchiare si vinca, in Europa?

 

Siamo sicuri che continuare a giochicchiare con Ronaldo in squadra sia la mossa vincente?

 

Non c’è nessuna risposta definitiva, anche perché qualsiasi essa sia, sarà condizionata come accade da troppo tempo, dalle fazioni bianconere interne, le stesse che oggi hanno solo un punto d’incontro: 12-03-2019.

 

Si può fare tutto, certo il calcio insegna questo.

 

Ma anche un impresa non farà mai da “vera lezione” a questo gruppo, che pare quasi “sedato” da qualcuno che per ingaggio, responsabilità e rosa a disposizione, dovrebbe trovare il coraggio di svestire i panni di un irritante pompiere e indossare quelli di un accattivante pirotecnico.

 

A noi non resta che gridare un “fino alla fine” ma con coscienza e non in modo automatico come può essere pronunciare “triplete” per un interista.

 

Siamo la Juve.

 

Siamo la Juve di Cristiano Ronaldo: svegliamoci!

 

@leolab81 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Aug-2008
12,354 posts
4 minuti fa, Socrates ha scritto:

Voce del verbo giochicchiare

 

231919019-1b00de2b-b3c5-47b2-99a0-dd2c59

 

FONTE

 

 

Essere juventini è diventato difficile.

 

 

@leolab81 

ho smesso di leggere

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Mar-2008
40,496 posts
3 ore fa, TorinoGobba_1897 ha scritto:

 

Al ritorno va fischiato anche se so già che qualche nerd occasionale lo applaudirà 

 

sicuro!

 

ma spero vivamente si prenda qualche calcione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Nov-2011
70,735 posts
2 ore fa, Ettore Press ha scritto:

Molto, ma non di certo con gli utenti, anzi mi scuso in principio se è così. Sono nervoso perché non si doveva beccare gol, e soprattutto non in quel modo. Li avessi beccati prima, in altra maniera me ne starei zitto e muto, che ci sarebbe da dire? 

 

Ettore caro, ieri in primis bisognava fare gol

Potevi anche prenderle, ma la priorità era segnare

Andar lì per lo 0-0 è da calcolini del kaiser

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Joined: 14-Jun-2021
0 posts

Alfieri non si batte 

 

 

5A11A262-80A6-49EE-8CF1-460E4CF4770B.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Sep-2018
4,430 posts
Adesso, E.T. ha scritto:

 

Ettore caro, ieri in primis bisognava fare gol

Potevi anche prenderle, ma la priorità era segnare

Andar lì per lo 0-0 è da calcolini del kaiser

È proprio questa la mentalità errata tutta italiana

 

Difendere lo 0 a 0

 

Ma c**** no no e no!!!!

 

Ieri sera si poteva anche perdere ma biaognava segnare almeno un fottutissimo gol

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2008
38,173 posts
Adesso, E.T. ha scritto:

 

Ettore caro, ieri in primis bisognava fare gol

Potevi anche prenderle, ma la priorità era segnare

Andar lì per lo 0-0 è da calcolini del kaiser

 

ma secondo me avremmo anche voluto segnare, solo che avevamo una condizione ridicola e manca qualità in mezzo al campo per sviluppare gioco contro una squadra organizzata e che non regala spazi come l'atletico

 

preparatori da cacciare a calci in c**o e centrocampo da rivoluzionare. a questo punto anche giusto cambiare la guida tecnica per dare nuovi stimoli

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-May-2007
7,884 posts
1 minuto fa, Lizard King ha scritto:

 

ma secondo me avremmo anche voluto segnare, solo che avevamo una condizione ridicola e manca qualità in mezzo al campo per sviluppare gioco contro una squadra organizzata e che non regala spazi come l'atletico

 

preparatori da cacciare a calci in c**o e centrocampo da rivoluzionare. a questo punto anche giusto cambiare la guida tecnica per dare nuovi stimoli

è un pò come voler vincere al superenalotto sperando che la schedina vincente ti arrivi portata dal vento sotto l'uscio di casa .asd

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...