Jump to content
Morpheus ©

Gianluigi Buffon: partita monumentale al ritorno alla Juventus

Recommended Posts

Joined: 21-Jul-2006
34,463 posts

903 presenze con le squadre di ckub. E un record è battuto, Maldini 902 

 

Grande gigi. 

Edited by dal1982
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
34,463 posts

@Morpheus ©si potrebbe aggiungere nel titolo questo record? 903 presenze con la squadre di club

Avanti che c'è un altro record nel mirino e poi è solo leggenda 

Edited by dal1982
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 22-May-2006
6,418 posts

Grande Gigi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon, 903 presenze in squadre di club: superato Maldini

Il numero uno della Juve ora punta al primato assoluto in serie A.

 

Immagine

 

FONTE

 

 

Con la presenza di oggi contro la Spal, Gianluigi Buffon diventa primatista assoluto per numero di presenze complessive, tra campionato e coppe, in squadre di club: sono 903, contro le 902 di Paolo Maldini.

 

Il numero uno della Juventus punta ora a un altro record, il maggior numero di presenze in serie A: è a 642 contro le 647 collezionate dalla bandiera del Milan.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-May-2006
6,508 posts

Ricordiamo ancora che non ha il record assoluto di presenze nelle nazionali maggiori e di partecipazioni ai mondiali grazie alla guida sciagurata di Ventura.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Jan-2014
5,773 posts

Immenso Gigi

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Aug-2008
6,814 posts
6 ore fa, Windom Earle ha scritto:

Ricordiamo ancora che non ha il record assoluto di presenze nelle nazionali maggiori e di partecipazioni ai mondiali grazie alla guida sciagurata di Ventura...

...e ad una nazionale davvero scarsa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Dybala festeggia Buffon: “Ma non ti stanchi mai dei record?” .asd 

Immagine

 

FONTE

 

 

Gianluigi Buffon è sicuramente tra i maggiori simboli del calcio italiano degli ultimi 20 anni. Il portiere, con la maglia della Juventus e della Nazionale addosso, ha battuto record su record, arrivando a superare anche “mostri sacri” come Paolo Maldini. L’ex difensore milanista, dopo la partita di oggi con la Spal, si è visto superare nel numero di presenze con i club in tutte le competizioni (903 a 902 per il portierone).

 

L’ennesimo grande traguardo nella carriera di Gianluigi Buffon, festeggiato anche da Paulo Dybala sui social. L’argentino, sul proprio profilo ufficiale Twitter, ha così commentato: “903 : un altro record @gianluigibuffon, ma non ti stanchi mai?”:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-May-2006
6,508 posts
9 hours ago, Sogno said:

...e ad una nazionale davvero scarsa.

 

Ma dai. La stessa nazionale che Conte ha fatto rendere. Arrivare ai mondiali non era affatto un miraggio. Usciti contro la Svezia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Aug-2008
6,814 posts
1 ora fa, Windom Earle ha scritto:

 

Ma dai. La stessa nazionale che Conte ha fatto rendere. Arrivare ai mondiali non era affatto un miraggio. Usciti contro la Svezia...

La Svezia è arrivata ai quarti di finale ai mondiali.

E la nazionale non era la stessa di Conte, molto più scarsa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon: “Record di presenze? La vita con me è stata benevola”

Con il gettone numero 903 il portiere bianconero ha staccato Paolo Maldini: “È una soddisfazione, la condizione psicofisica è molto buona”. Dybala: “Bayer? In Champions non ci sono avversari deboli”

 

Juve, Buffon: “Record di presenze? La vita con me è stata benevola”

 

FONTE

 

 

"Sono felice per il dato personale che ho raggiunto: è una soddisfazione, soprattutto arrivandoci a 42 anni in una condizione psicofisica molto buona. Mi dà tanta gioia, la vita con me è stata benevola, e io ci ho messo qualcosa di importante". 

 

Gigi Buffon racconte le proprie sensazioni dopo il record di presenze assoluto tra campionato e coppe in squadre di club (903) che apparteneva a Paolo Maldini. Sulla Juve e sulla vittoria contro la Spal ha aggiunto: "Siamo in costante crescita, aggiungiamo un mattone per volta, gara dopo gara, la strada è quella giusta. De Ligt? Ho visto un giocatore straordinario, applicato, concentrato: eccezionale dal primo all'ultimo minuto".

 

 

Dybala: “Bayer? In Champions non ci sono avversari deboli”

È importante vincere queste partite, nel primo tempo siamo stati lenti nelle manovre. Per fortuna siamo riusciti a sbloccarla all'ultimo secondo. Siamo stati bravi a trovare spazi - dice Dybala che ha fornito a Ronaldo l'assist del 2-0 -. Mi fa piacere, uno cerca sempre di dare il massimo per ogni compagno. Secondo me è stato un gol bellissimo, è stata un'azione tutta di prima", spiega la Joya. Ora si volta pagina e si pensa alla Champions League con la sfida contro il Bayer Leverkusen. "Non credo ci siano avversari deboli, lo stanno dimostrando tutti. Noi in dieci minuti abbiamo subito due gol a Madrid, sono tutte avversarie importanti", ha concluso il numero dieci bianconero.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-May-2006
6,508 posts
On 9/29/2019 at 1:29 PM, Sogno said:

La Svezia è arrivata ai quarti di finale ai mondiali.

E la nazionale non era la stessa di Conte, molto più scarsa.

 

Ha reso meno di quanto potesse fare. Non era più scarsa della Svezia.

Il risultato ai mondiali dice poco. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Aug-2008
6,814 posts
7 ore fa, Windom Earle ha scritto:

 

Ha reso meno di quanto potesse fare. Non era più scarsa della Svezia.

Il risultato ai mondiali dice poco. 

Il risultato ai mondiali dice tutto, altro che poco e la nazionale per quanto abbia reso meno per via di una gestione scellerata resta comunque molto scarsa e più scarsa di quella di conte.

Con questo non voglio sminuire il lavoro del fuggitivo che è un allenatoee migliore rispetto a Ventura, e non di poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-May-2006
6,508 posts
6 hours ago, Sogno said:

Il risultato ai mondiali dice tutto, altro che poco e la nazionale per quanto abbia reso meno per via di una gestione scellerata resta comunque molto scarsa e più scarsa di quella di conte.

Con questo non voglio sminuire il lavoro del fuggitivo che è un allenatoee migliore rispetto a Ventura, e non di poco.

 

Ci sono milioni di esempi di squadre che hanno reso di più o di meno del loro valore. L'esempio più eclatante la Danimarca, che a quell'Europeo neanche doveva partecipare. 

 

Dici anche tu, la nazionale ha reso meno per via di una gestione scellerata. Ecco, appunto. È quello che sto dicendo. Anche se più scarsa della precedente non era più scarsa della Svezia. Ha reso meno di quanto dovesse, quindi Buffon non si è fatto il suo sesto mondiale per colpa di quella gestione scellerata. Giustappunto 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Aug-2008
6,814 posts
1 ora fa, Windom Earle ha scritto:

 

Anche se più scarsa della precedente 

 

Avevi detto non lo fosse, ma fosse la stessa di Conte.

Adesso ci troviamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Nov-2010
8,754 posts

Ogni volta che li inquadrano sembra il più invasato dei tifosi. .rulez 

Quest'uomo è malato di calcio. .oo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon: "Sono ancora un calciatore competitivo"

Così il portiere bianconero: "Solo questa società poteva farmi accettare il ruolo di dodicesimo. Sarri? Carriera trentennale, qui il suo apice. Ha grandi idee e noi lo seguiamo, dopo Conte ed Allegri, ci dà grandi stimoli"

 

191245762-01a70a9a-bc72-444a-ac4e-5d2fbb

 

FONTE

 

 

"L'Inter è la rivale numero uno della Juventus, senza il minimo dubbio". Nonostante la sconfitta nel big match di domenica a San Siro contro la Juve, per Gianluigi Buffon i nerazzurri restano gli avversari più accreditati per la lotta Scudetto: "Lo sono perché conosco benissimo Conte, il suo modo di insegnare il calcio, di ragionare, di trasmettere convinzioni - ha aggiunto il portiere della Juventus, a margine della nomina ad ambasciatore del World Food Programme dell'Onu -. Conosco bene anche il direttore, Marotta, e anche moltissimi calciatori, che sono di primissimo livello". Sulla Nazionale italiana: "Un'ultima partita in azzurro? Accetterei con gran piacere solo nel momento in cui decidessi di smettere di giocare, prima non avrebbe senso. Mancini ha sempre dimostrato attenzione e delicatezza nei miei confronti. Come detto altre volte è qualcosa di non dovuto e che non cerco". 

 

 

Juve, Buffon: "Dopo Conte e Allegri, serviva Sarri"

"Sarri ha le idee chiare e noi abbiamo voglia di apprendere qualcosa di diverso rispetto agli ultimi 10 anni. La sua filosofia ci piace, i grandi giocatori hanno bisogno di stimoli". Gigi Buffon promuove la scelta di affidare la panchina della Juventus a Maurizio Sarri, un cambio di filosofia che ha portato una ventata di rinnovamento in casa bianconera. "Ha una carriera quasi trentennale e ha toccato il punto più alto proprio alla Juventus - aggiunge Buffon -. Ha tante convinzioni che trasferisce alla squadra che ha voglia di apprendere. Le prestazioni e i risultati arriveranno. Tutti parlano solo di Allegri ma prima ci sono stati anche Conte e altri. Credo che questo modo di giocare sia una filosofia che ci piace, i giocatori hanno bisogno anche di stimoli e le prestazioni vengono di conseguenza".

 

Juve, Buffon ambasciatore del WFP dell'ONU

Gigi Buffon è stato nominato oggi Goodwill Ambassador dello United Nations World Food Programme. Il WFP, la principale organizzazione umanitaria e agenzia delle Nazioni Unite, lo ha insignito di questo importante riconoscimento all'hotel Golden Palace di Torino. E all'appuntamento non ha voluto mancare il presidente della Juventus, Andrea Agnelli. Buffon, esordendo nella conferenza stampa, ha raccontato del suo primo approccio al WFP: "Lo conoscevo dal lontano 2003 perché in una partita al Friuli contro l'Udinese, nella quale vincemmo 1-0, entrammo in campo con una maglia con il simbolo del World Food Programme. Allora, però, non avevo la lucidità mentale che ho adesso, ma la conobbi e cominciai a seguire questa associazione che fa solo ed esclusivamente del bene. La nomina? Mi sono ritenuto un privilegiato perché ricevere questo tipo di proposta mi ha reso orgoglioso e ci ho messo poco tempo per accettare la sfida. Non ho l'illusione di poter cambiare il mondo, salvarlo e dare da mangiare a tutta la terra però penso che un piccolo contributo riuscirò a darlo e magari sarà una piccola goccia che verrà presa d'esempio da altri".

Juve, Buffon: "Sono ancora un calciatore competitivo"

Per il WFP lavorano 17mila persone in 83 Paesi nel mondo con obiettivo della fame zero nel 2030. E per Buffon "la nomina di ambasciatore è qualcosa di molto importante, che mi rende orgoglioso. Quello che mi interessa è che mi piacerebbe rimboccarmi le mani e metterle nello sporco, dove ci sono sudore e terra. È l'unico motivo per cui ho accettato questa cosa: per una crescita personale e per vivere esperienze che mi toccheranno e mi segneranno". L'obiettivo è quello anche di scendere sul campo e non di quello da calcio: "Partendo dal presupposto che il mio lavoro è ancora il calciatore e mi reputo ancora competitivo e godo di ottima salute, penso che ci sarà spazio per andare sul campo e toccare con mano determinate realtà. Fare solo la figurina, non mi riesce". Altro obiettivo sarebbe quello di coinvolgere qualche collega: "è un qualcosa che può sensibilizzare e il vero è fare emergere questo tipo di problema. Se si è in gruppo si può dare una bella mano", ha aggiunto il numero 77 della Juventus che ha avuto modo di parlare a margine anche di calcio: "Sono molto concentrato e focalizzato sul campo perché ho delle responsabilità anche lì come le ho sempre avute. E anche se non sono più protagonista assoluto settimanalmente credo che al di là di scendere in campo in tutte le partite il mio ruolo richieda un'attenzione totale, un ruolo che mi gratifica tanto perché non è sicuramente marginale".

 

Juve, Buffon: "Solo qui potevo fare il dodicesimo. Ma sono felice"

L'annata ha avuto un avvio decisamente positivo per il portiere bianconero e per la sua squadra come testimoniano classifica in campionato e prime uscite in Champions League: "La stagione sta andando molto bene - ha aggiunto -. Sono molto felice perché giustamente all'inizio nutrivo qualche perplessità, qualche dubbio sulla mia accettazione di questo nuovo ruolo, però con molta tranquillità e parlandone anche a casa ho detto 'secondo me l'unica squadra che può farmi accettare questa cosa in maniera serena è la Juve'. E dopo questa riflessione ho accettato e devo dire di aver avuto ragione. Sono soddisfatto, sono veramente contento per l'armonia che sto rivivendo nello spogliatoio con tutti, per la stima che sento da parte dei miei compagni, per il fatto che posso riabbracciare i miei tifosi, i miei dirigenti, i ragazzi con cui ho condiviso tantissimo dentro e fuori dal campo. Questo era il senso della cosa e per questo sono felice". 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2005
39,876 posts

Scelta perfetta quella di riportare Gigione nostro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon: “Capisco i tifosi della Juve ma Conte va stimato a prescindere”

Il portiere bianconero parla del suo ex allenatore: “Per il club ha dato tutto se stesso ottenendo dei risultati, non potrò mai criticarlo”. Su Sarri: "Il tecnico più pignolo che abbia mai avuto"

 

Afbeeldingsresultaat voor buffon e conte

 

FONTE

 

 

 

"Il verde è un bel colore, magari ci rappresenta poco ma è giustificato perché la linea verde sposata dal mister e dalla Federazione sta dando grandissimi risultati". Anche Gigi Buffon, a margine del Festival di Trento, promuove ai microfoni di Sky Sport la Nazionale italiana che ieri, battendo 2-0 la Grecia, si è guadagnata il pass per Euro2020 con tre gare d'anticipo. Un risultato che dimostra come il calcio italiano non sia così povero di qualità, anzi. "I giovani ci sono e il ct sta lavorando benissimo su dei ragazzi che hanno grandissimo talento e la convinzione di poterlo mostrare, e questo è un grandissimo risultato".

Buffon parla di Conte

Conosco alla perfezione la persona e il professionista, non potrò mai muovergli un appunto o una critica". Buffon spende parole al miele per Antonio Conte, criticato da parte della tifoseria bianconera per il passaggio sulla panchina dell'Inter. “È un uomo di una professionalità e correttezza verso i giocatori, veramente dà tutto se stesso e la notte non dorme se la squadra non mette in campo quello che richiede - spiega il portiere bianconero - Capisco il tifoso della Juve che possa esserci rimasto male ed è un sentimento giusto, ma deve anche partire dal presupposto che uno come Antonio va stimato a prescindere perché per la Juve ha dato tutto se stesso, ottenendo dei risultati. Le scelte professionali che uno fa possono essere discutibili ma ricordiamo quanto ha dato alla Juve, avendo anche ricevuto molto, come è capitato a me".

 

Buffon: “Sarri l’allenatore più pignolo”

"Conosco Sarri da cinque mesi ma posso dire già che è l'allenatore più pignolo che abbia avuto. Ulivieri e Allegri sono stati i più simpatici - prosegue nella particolare 'classifica' l'ex capitano bianconero e della Nazionale - Scala è stato il più serio, lo percepivo il padre-padrone di quel Parma, Ancelotti l'allenatore al quale devo di più: se Scala ha avuto la follia di farmi esordire giovanissimo, Carlo la fece più grande e dopo due mesi dal suo avvento mi fece scalare le gerarchie e mi mise davanti a Bucchi, che era un portiere della Nazionale. Divenni titolare dopo cinque-sei partite e quella è stata la mia consacrazione". Sul suo rapporto con Chiellini, Bonucci e Barzagli: "Voglio loro bene, ci lega un rapporto speciale. Con loro nessuna impresa sembra impossibile".

Buffon: “Senza il Psg avrei smesso”

"Ho fatto un anno strepitoso a Parigi come esperienza, mi ha migliorato e fatto diventare una persona più completa. Era un'esperienza di cui avevo bisogno dopo 40 anni vissuti in un certo modo. Uscivo dalla mia comfort zone, mettendomi alla prova in un ambiente nuovo, non era scontato che sarei riuscito ad adattarmi così bene. Ringrazierò per sempre il Psg, anche perché se non ci fossero stati loro avrei smesso. Con la Juve stavamo già pensando a qualcosa di futuristico. Sul mio ritorno a Torino ha pesato anche la responsabilità di essere padre, una sera ero a casa e mi sono detto: 'Sono qui a Parigi, non ci sono i tuoi figli, non c'è tua moglie, cosa stai facendo?'. E nel giro di un mese ho comunicato al Psg le mie necessità. Ho pensato che la chiusura della mia carriera con la Juve, con miei compagni, i tifosi, la dirigenza di sempre, persone con cui ho condiviso tutto, era più importante di quello che poteva essere il mio desiderio di ributtarmi in un'altra sfida. C'erano altre possibilità di andare all'estero, ho accettato, seppur con ruolo di campo con meno responsabilità ma che mi dà tanta soddisfazione, quello che mi interessa è sentire la stima di tifosi, giocatori, dirigenza", ha spiegato il portiere bianconero.

Buffon: “Alla Juve anche per Ronaldo”

"Ma che cavolo di gol mi ha fatto? Nonostante la frustrazione non potevo non riconoscere un gesto incredibile - prosegue Buffon ricordando il gol in rovesciata subito da Cristiano Ronaldo a Torino in Champions League. Il portiere racconta poi lo scambio di battute avuto con CR7 subito dopo il gol. "Io gli chiedo, ma quanti anni hai? E lui mi ha risposto: '33, non male vero?’”. Ora Cristiano Ronaldo è un suo compagno di squadra alla Juve. "Dopo aver fatto l'anno a Parigi e aver giocato con due futuri Palloni d'Oro come Neymar e Mbappé, al capolinea della mia carriera ho avuto la fortuna di giocare anche con Ronaldo. È un modo di misurarsi, perché giocare con i migliori ti fa capire quello che sei. Fra i motivi del mio ritorno alla Juve c'è anche la possibilità di giocare con lui. È un ragazzo davvero a modo, parliamo spesso ed è stata una grande scoperta", ha dichiarato il portiere della Juve. Sulla possibilità di Ronaldo di vincere di nuovo il Pallone d'Oro, Buffon ha concluso: "Glielo auguro tantissimo, perché se dovesse farcela vorrebbe dire che la Juve avrebbe vinto qualcosa di importante in Europa. Io l'ho solo sfiorato qualche volta, ma per un portiere è difficilissimo”.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-May-2006
3,905 posts

Sempre stato in accordo con Buffon su qualunque argomento calcistico trattasse....

 

...Concordo con tutte le sue parole tranne quelle sul vate del Salento....".....da lui tifosi della Juventus avrebbero meritato un trattamento diverso.....ha dato tanto  ok...ma ha ricevuto molto di piu'......."

....poteva fare altre scelte , i tifosi alla fine avrebbero capito ed accettato.....ha scelto la piu' infelice rinnegando il suo passato......ok l essere professionisti Gigi ma c'e un limite e noi gente  e tifosi comuni a queste cose nonostante tutto ci CREDIAMO  ancora....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon e Chiellini, la Juve pensa al rinnovo. E spunta un ruolo in società

Afbeeldingsresultaat voor buffon e chiellini juventus

 

FONTE

 

 

Un anno. Un anno ancora. La Juve sta pensando di rinnovare i contratti di Buffon e Chiellini, simboli della rinascita bianconera e di un consolidamento ai vertici che ogni stagione regala un'emozione nuova, diversa, meravigliosamente genuina. Gigi è rientrato dopo un anno a Parigi: troppo forte, il richiamo di casa, la possibilità di riabbracciare la sua famiglia, di vita e calcistica; Giorgio è sempre rimasto fedele alla Signora, è diventato il capitano e leader indiscusso, lo è anche in questi mesi difficili in cui sta combattendo contro la sfortunatissima rottura del crociato. Entrambi hanno un contratto fino al 2020. Entrambi non hanno intenzione di fermarsi qui.  

 

LA SCELTA - Ne ha scritto oggi Tuttosport, e le voci si sono rincorse perché iniziano a dare una prima quadra a un discorso che si preannunciava ingarbugliato e certamente delicato. La possibilità è che la Juve possa fare con loro una chiacchierata stile Barzagli: altro giro di giostra, poi un ruolo dirigenziale (o tecnico) pronto ad attenderli. Agnelli, che con Gigi ha un rapporto di amicizia di lunga data, e che ha scelto Chiellini come guida di queste grandi stagioni, non vorrebbe privarsi di elementi influenti e di gran carisma. La Juve ha un patrimonio, in questi due senatori. Non va sprecato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Apr-2006
116,688 posts

Buffon scrive una lettera al giovane se stesso

'Pipì sull'auto della polizia e boia chi molla' Buffon scrive una lettera al giovane se stesso

 

FONTE

 

 

Gianluigi Buffon è ritornato alla Juventus, dopo la parentesi di una stagione al Psg, per chiudere quella che è stata la carriera di uno - se non il più - dei più forti portieri e giocatori della storia. Così, come succede ai più grandi, Buffon si è raccontato, a cuore aperto, in una lunga lettera al giovane se stesso pubblicata sul The Player's Tribune. Tanti i temi toccati da Buffon, dalla testa calda che aveva a diciassette anni, a come si sia innamorato del ruolo che lo ha consacrato, grazie ai Mondiali di Italia '90, quando di anni ne aveva invece dodici. Eccone alcuni passaggi. 

BIRRA E PIPÌ - "Tra qualche giorno avrai la possibilità di esordire in Serie A con il Parma e non ne capisci abbastanza per avere paura. Dovresti essere a letto, a bere latte caldo. Ma che fai? Vai in un locale a bere una birra con il tuo amico della Primavera. Bevi una sola birra, vero? Ma poi esageri un po’. Pensi di essere il personaggio di un film. L’uomo forte. È così che abitualmente gestisci la pressione che non sai neanche di provare. Tra poco sarai fuori dalla discoteca a discutere con i poliziotti all’una di notte.

LA SOLITUDINE DI SUPERMAN - "Da un lato, è vero che un portiere ha bisogno di fiducia, dev’essere senza paura. Se chiedessi a un allenatore di scegliere tra il portiere più tecnico al mondo e quello più coraggioso, ti giuro che sceglierebbe il bastardo senza paura ogni volta. Dall’altro lato, una persona senza paura può dimenticare facilmente di avere una mente. Se vivi in modo nichilista, pensando solo al calcio, la tua anima inizierà a cambiare. Alla fine sarai così depresso che non avrai più voglia di alzarti dal letto. Ridi pure ma succederà a te. Succederà al punto più alto della carriera quando avrai tutto ciò che potrebbe volere un uomo dalla vita. Avrai 26 anni. Sarai il portiere della Juventus e della Nazionale. Avrai soldi e rispetto. La gente ti chiamerà addirittura Superman." 

 

EROE - "È per questo che sei diventato un calciatore. Non per i soldi o la fama. Per l’arte e lo stile di quest’uomo Thomas N’Kono (portiere del Camerun a Italia '90, ndr). Grazie alla sua anima. Dovrai ricordarti questo: i soldi e la fama non sono l’obiettivo. Se non curi l’anima, se non cerchi ispirazione fuori dal calcio, subirai un calo. Se potessi darti un consiglio, ti direi di essere più curioso del mondo attorno a te quando sei ancora giovane. Risparmierai tanto dolore a te e alla tua famiglia

BOIA CHI MOLLA - "Perché quando sei un giovane giocatore del Parma farai qualcosa d’ignorante che ti segnerà. Prima di una partita importante, vorrai fare un grande gesto per dimostrare ai compagni e ai tifosi che sei un leader, che hai coraggio, che hai grande personalità. Quindi scriverai un messaggio sulla maglia che vedesti una volta scritto sul banco di scuola. “Scriverai ‘Boia chi molla’”. Pensi che sia solo un modo per suonare la carica. Non sai che è uno slogan fascista. Questo è uno degli errori che provocheranno tanto dolore alla tua famiglia. Ma gli sbagli sono importanti perché ti ricordano che sei umano. Ti ricorderanno in continuazione che non sai un cazzo, amico mio. Questo è importante perché il mondo del calcio cercherà di convincerti che sei speciale. Ma devi ricordarti che non sei diverso dal barista o dall’elettricista di cui sei amico da una vita. :91_thumbsup::89_clap:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Nov-2006
78,983 posts

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...