Jump to content
Sign in to follow this  
Bradipo76

Petrachi: "Il calcio non è uno sport per signorine"

Recommended Posts

Joined: 17-Apr-2007
19,194 posts

stando al protocollo della polemica sterile e inutile, le prossime a polemizzare dovrebbero essere le danzatrici di danza classica con il loro tuppino in bella mostra

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,436 posts

Si ok, capisco, a volte certi termini cambiano la loro funzionalità nel tempo, si creano situazioni storiche particolari, il mondo cambia, ecc, ecc.

Io credo però che bisogna sempre capire se l'intenzione è negativa o no. Parolacce a parte, bisogna semplicemente usare le parole nel modo giusto, senza farsi troppe seghe mentali.

Qualunque cosa/parola può diventare offensiva se usata scientemente con lo scopo di offendere/discriminare. 

E poi di conseguenza ogni cosa diventa una polemica, un prendere le distanze da questo e da quello, parte la prosopopea del moralismo da bar, ecc. 

Ma non è nemmeno questo che da fastidio. E' che è su tutto. Su qualunque cosa.

In una fiction del menga (fiction, non documentario o Tg) c'era una tizia che parlava male della birra artigianale. Ha fatto una battuta in un dialogo mi sembra.

 

https://www.dissapore.com/notizie/birra-artigianale-rai-condannata-a-risarcire-unionbirrai-per-danno-di-immagine/

 

Qualunque cacatella oggi diventa motivo di polemiche e prese di posizione. Tutti a volere essere politicamente corretti a tutti i costi. 

E' pietoso tutto ciò. Ed è pietoso perché si sta esagerando. Se ne fa poi sempre un caso nazionale. 

Poi oh, ognuno la pensi come vuole. Ma io sono bello che stufo. 

E' un po' come quando danno un rigore alla Juve e arriva il solito parlamentare deficiente che invece di occuparsi di cose serie fa l'interrogazione parlamentare al governo. 

Come se il governo potesse dare delle risposte sul rigore, tra l'altro...

Ecco. Se io di questo signore, incontrandolo per strada, gli dicessi che avendo egli il cervello bacato meriterebbe un'invalidità e una pensione come portatore di handicap, o diversamente abile, cambierei l'utilizzo abituale di questi aggettivi. Diventerebbero dispregiativi. Per dire... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,436 posts
4 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Beh, alcune sì altre no, direi.

Il tizio dei gatti era Bigazzi .asd 

 

Ah si bravo! E' lui. Ricordavo vagamente...

Che poi a me manco mi è simpatico. E' un violaceo quello che te lo raccomando.... 

Uhppercarità! :S

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
1,975 posts
12 ore fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

“Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso”. 

E cominciano le proteste degli animalisti. 

 

"Il calcio non è uno sport per signorine"

E cominciano le polemiche su presunti sessismi di Tizio e di Caio.

 

"Non tutte le ciambelle riescono col buco"

E si incazza l'associazione nazionale pasticceri. 

 

"Mamma li turchi!"

E arriva la protesta ufficiale di Erdogan e soci. 

 

"Negro", che è un termine normalissimo (utilizzato senza aggettivi annessi offensivi) che andrebbe utilizzato quotidianamente, ora è diventato discriminatorio.

"bianco-caucasico" invece no. "Giallo-asiatico" solo metà. Del resto a molti il giallo è un colore che non piace, troppo vistoso, soprattutto fosforescente. 

"Nero" idem con patate. Meglio dire "di colore", sennò qualcuno alza il dito e ti rimprovera. 

 

Due falliti senza soldi e senza mestiere vanno davanti una telecamera, dicono di aver subito abusi sessuali da MJ 25 anni fa, senza nessuna prova, e anche con alcune prove del contrario, e I Simpson eliminano da tutte le programmazioni e da tutti i cofanetti la puntata dove Jacko doppiava un personaggio.

 

Dopo che dalla metà degli anni 80 la serie i Simpson ha reso protagonista l'asiatico che possiede il supermarket dove ne succedono di tutti i colori, (con tutti i simpatici stereotipi del caso), si è deciso che per rispetto delle altre etnie il suddetto verrà cancellato per tutti gli episodi a venire. Farebbero bene a cancellare tutta la serie per sempre allora, perché senza un minimo di apertura mentale e senso dell'ironia praticamente quasi ogni paese/cultura (Italia compresa), viene sistematicamente derisa e offesa con stereotipi idioti e spesso anche errati sulla realtà socio-culturale. E così per ogni mestiere, categoria sociale, ecc. 

 

Una volta un Tizio in tv, durante un programma di cucina, aveva accennato alla faccenda dei vicentini-magnagatti. Non che fosse una genialata la sua, anzi, era meglio evitare di imbattersi in quel tipo di questioni, ma lo hanno depennato dalla tv per via delle proteste degli animalisti. In studio stavano sicuramente cucinando altri prodotti di origine animale, bistecche, o che ne so.... Ma per quello non ci sono state proteste. Ma è logico. Quelle frasi in effetti erano un forte incentivo ad andare per strada a cercare dei randagi da fare al forno con le patate e il rosmarino. Chi di noi non ha cenato, per colpa di quello lì, con il fufi della situazione rubato al vicino?  

 

Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna.

 

Se parli di qualcuno e dici che è un handicappato lo stai offendendo. Devi dire che è un portatore di handicap (che in teoria è la stessa identica cosa).

 

E via così per X che tende all'infinito. 

 

Si sta esagerando. 

Questa specie di mania del politicamente corretto sta facendo diventare qualunque cosa un'idiozia. Anche perché è legata solo a dei supposti principi morali di moda in questo momento. Magari per altri valori le polemiche non scoppiano con la stessa forza. 

Così non si può dire più niente...

E che palle!  

Quoto tutto, ma secondo me hai dimenticato la cosa più importante. Se tutte le X che succedono, appunto, succedono, è per la tristezza e pigrizia mentale della massa che è sempre pronta ad "indignarsi" per qualunque suggerimento sufficientemente ripetuto e strombazzato dai media (e non solo).

 

Mi sto rileggendo per diletto la Storia dei Greci e la Storia d'Italia di Idro Montanelli, è incredibile quanto queste cose succedevano anche nei tempi antichi....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 22-May-2006
7,769 posts

La polemica è ridicola.

 

Anche se non capisco di cosa protesti la Roma le decisioni dell’arbitro mi sembrano tutte corrette

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,345 posts
14 ore fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

“Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso”. 

E cominciano le proteste degli animalisti. 

 

"Il calcio non è uno sport per signorine"

E cominciano le polemiche su presunti sessismi di Tizio e di Caio.

 

"Non tutte le ciambelle riescono col buco"

E si incazza l'associazione nazionale pasticceri. 

 

"Mamma li turchi!"

E arriva la protesta ufficiale di Erdogan e soci. 

 

"Negro", che è un termine normalissimo (utilizzato senza aggettivi annessi offensivi) che andrebbe utilizzato quotidianamente, ora è diventato discriminatorio.

"bianco-caucasico" invece no. "Giallo-asiatico" solo metà. Del resto a molti il giallo è un colore che non piace, troppo vistoso, soprattutto fosforescente. 

"Nero" idem con patate. Meglio dire "di colore", sennò qualcuno alza il dito e ti rimprovera. 

 

Due falliti senza soldi e senza mestiere vanno davanti una telecamera, dicono di aver subito abusi sessuali da MJ 25 anni fa, senza nessuna prova, e anche con alcune prove del contrario, e I Simpson eliminano da tutte le programmazioni e da tutti i cofanetti la puntata dove Jacko doppiava un personaggio.

 

Dopo che dalla metà degli anni 80 la serie i Simpson ha reso protagonista l'asiatico che possiede il supermarket dove ne succedono di tutti i colori, (con tutti i simpatici stereotipi del caso), si è deciso che per rispetto delle altre etnie il suddetto verrà cancellato per tutti gli episodi a venire. Farebbero bene a cancellare tutta la serie per sempre allora, perché senza un minimo di apertura mentale e senso dell'ironia praticamente quasi ogni paese/cultura (Italia compresa), viene sistematicamente derisa e offesa con stereotipi idioti e spesso anche errati sulla realtà socio-culturale. E così per ogni mestiere, categoria sociale, ecc. 

 

Una volta un Tizio in tv, durante un programma di cucina, aveva accennato alla faccenda dei vicentini-magnagatti. Non che fosse una genialata la sua, anzi, era meglio evitare di imbattersi in quel tipo di questioni, ma lo hanno depennato dalla tv per via delle proteste degli animalisti. In studio stavano sicuramente cucinando altri prodotti di origine animale, bistecche, o che ne so.... Ma per quello non ci sono state proteste. Ma è logico. Quelle frasi in effetti erano un forte incentivo ad andare per strada a cercare dei randagi da fare al forno con le patate e il rosmarino. Chi di noi non ha cenato, per colpa di quello lì, con il fufi della situazione rubato al vicino?  

 

Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna.

 

Se parli di qualcuno e dici che è un handicappato lo stai offendendo. Devi dire che è un portatore di handicap (che in teoria è la stessa identica cosa).

 

E via così per X che tende all'infinito. 

 

Si sta esagerando. 

Questa specie di mania del politicamente corretto sta facendo diventare qualunque cosa un'idiozia. Anche perché è legata solo a dei supposti principi morali di moda in questo momento. Magari per altri valori le polemiche non scoppiano con la stessa forza. 

Così non si può dire più niente...

E che palle!  

150 minuti di applausi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
16,345 posts

Per me ha ragione. Ma io sono maschilista a prescindere sefz

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Joined: 31-May-2020
0 posts
16 ore fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

“Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso”. 

E cominciano le proteste degli animalisti. 

 

"Il calcio non è uno sport per signorine"

E cominciano le polemiche su presunti sessismi di Tizio e di Caio.

 

"Non tutte le ciambelle riescono col buco"

E si incazza l'associazione nazionale pasticceri. 

 

"Mamma li turchi!"

E arriva la protesta ufficiale di Erdogan e soci. 

 

"Negro", che è un termine normalissimo (utilizzato senza aggettivi annessi offensivi) che andrebbe utilizzato quotidianamente, ora è diventato discriminatorio.

"bianco-caucasico" invece no. "Giallo-asiatico" solo metà. Del resto a molti il giallo è un colore che non piace, troppo vistoso, soprattutto fosforescente. 

"Nero" idem con patate. Meglio dire "di colore", sennò qualcuno alza il dito e ti rimprovera. 

 

Due falliti senza soldi e senza mestiere vanno davanti una telecamera, dicono di aver subito abusi sessuali da MJ 25 anni fa, senza nessuna prova, e anche con alcune prove del contrario, e I Simpson eliminano da tutte le programmazioni e da tutti i cofanetti la puntata dove Jacko doppiava un personaggio.

 

Dopo che dalla metà degli anni 80 la serie i Simpson ha reso protagonista l'asiatico che possiede il supermarket dove ne succedono di tutti i colori, (con tutti i simpatici stereotipi del caso), si è deciso che per rispetto delle altre etnie il suddetto verrà cancellato per tutti gli episodi a venire. Farebbero bene a cancellare tutta la serie per sempre allora, perché senza un minimo di apertura mentale e senso dell'ironia praticamente quasi ogni paese/cultura (Italia compresa), viene sistematicamente derisa e offesa con stereotipi idioti e spesso anche errati sulla realtà socio-culturale. E così per ogni mestiere, categoria sociale, ecc. 

 

Una volta un Tizio in tv, durante un programma di cucina, aveva accennato alla faccenda dei vicentini-magnagatti. Non che fosse una genialata la sua, anzi, era meglio evitare di imbattersi in quel tipo di questioni, ma lo hanno depennato dalla tv per via delle proteste degli animalisti. In studio stavano sicuramente cucinando altri prodotti di origine animale, bistecche, o che ne so.... Ma per quello non ci sono state proteste. Ma è logico. Quelle frasi in effetti erano un forte incentivo ad andare per strada a cercare dei randagi da fare al forno con le patate e il rosmarino. Chi di noi non ha cenato, per colpa di quello lì, con il fufi della situazione rubato al vicino?  

 

Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna.

 

Se parli di qualcuno e dici che è un handicappato lo stai offendendo. Devi dire che è un portatore di handicap (che in teoria è la stessa identica cosa).

 

E via così per X che tende all'infinito. 

 

Si sta esagerando. 

Questa specie di mania del politicamente corretto sta facendo diventare qualunque cosa un'idiozia. Anche perché è legata solo a dei supposti principi morali di moda in questo momento. Magari per altri valori le polemiche non scoppiano con la stessa forza. 

Così non si può dire più niente...

E che palle!  

 

vabbè c'hai buttato dentro di tutto al c**** de cane in questo post 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,436 posts
6 ore fa, Aut ha scritto:

 

vabbè c'hai buttato dentro di tutto al c**** de cane in questo post 

 

Massì, lo so. :( 

 

Sono stanco, un po' di tutto. Mea culpa. 

Mi è scappata la sparata. E' voluto.

Ma è solo per far capire che ormai siamo circondati da queste cose. 

Sembra una caccia alle streghe. Appena "sbagli" una parola, sei f*****. sefz 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 25-Jan-2012
28,809 posts

m*****a il termine negro lo usavano i testi scientifici all'epoca di Darwin e fino agli anni 50,quando ancora era dilagante il razzismo negli USA

non lo metterei sullo stesso piano di una frase che è falsa di suo, visto che il calcio moderno vede tra i suoi maggiori esponenti gente tipo Neymar e Cr7 che sono tutt'altro che "maschi" quando subiscono entrate un po' più ruvide...

Edited by Azathoth

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,436 posts
20 minuti fa, Azathoth ha scritto:

m*****a il termine negro lo usavano i testi scientifici all'epoca di Darwin e fino agli anni 50,quando ancora era dilagante il razzismo negli USA

non lo metterei sullo stesso piano di una frase che è falsa di suo, visto che il calcio moderno vede tra i suoi maggiori esponenti gente tipo Neymar e Cr7 che sono tutt'altro che "maschi" quando subiscono entrate un po' più ruvide...

 

Io lo uso da sempre, e non l'ho mai utilizzato con lo scopo di offendere qualcuno.

Poi ok, nell'ultimo decennio visto l'andazzo generale l'ho messo da parte anche io, e uso nero. Ma ora anche quello è diventato pericoloso. 

Tra un po' anche "di colore" diventerà offensivo. Dovremmo inventarci qualcos'altro... 

 

19 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

Il tizio dei gatti era Bigazzi .asd 

 

Tra le altre cose, (triste casualità o premonizione non saprei dire), scopro or-ora che è appena venuto a mancare, proprio in queste ore. 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Comunque credo di aver portato la discussione un po' OT. Chiedo scusa. 

La rimetto subito sul binario.

Tornando a bomba, pongo una domanda a tutti. 

 

Se voi foste tutte donne e giocatrici di calcio (a qualunque livello), la frase di Petrachi la riterreste offensiva e discriminatoria nei vostri confronti?

Svaluta il calcio femminile?

 

Per me no. E' solo un vecchio modo di dire. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Nov-2007
37,007 posts
19 ore fa, Bradipo76 ha scritto:

 

Beh, alcune sì altre no, direi.

Il tizio dei gatti era Bigazzi .asd 

Bradipo non hai portato bene al buon Beppe mh

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
71,167 posts
51 minuti fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

 

Io lo uso da sempre, e non l'ho mai utilizzato con lo scopo di offendere qualcuno.

Poi ok, nell'ultimo decennio visto l'andazzo generale l'ho messo da parte anche io, e uso nero. Ma ora anche quello è diventato pericoloso. 

Tra un po' anche "di colore" diventerà offensivo. Dovremmo inventarci qualcos'altro... 

 

 

Tra le altre cose, (triste casualità o premonizione non saprei dire), scopro or-ora che è appena venuto a mancare, proprio in queste ore. 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Comunque credo di aver portato la discussione un po' OT. Chiedo scusa. 

La rimetto subito sul binario.

Tornando a bomba, pongo una domanda a tutti. 

 

Se voi foste tutte donne e giocatrici di calcio (a qualunque livello), la frase di Petrachi la riterreste offensiva e discriminatoria nei vostri confronti?

Svaluta il calcio femminile?

 

Per me no. E' solo un vecchio modo di dire. 

 

 

45 minuti fa, Il Messaggero ha scritto:

Bradipo non hai portato bene al buon Beppe mh

 

oh porca miseria...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Jul-2005
61,941 posts

Che palle.

E' un modo di dire che non offende nessuno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Jan-2010
29,279 posts

Ragazzi, la lingua si evolve eh..

 

Non è che siccome i nostri genitori da piccoli cantavano i watussi che erano altissimi negri, allora possiamo dare di negro alla gente.

 

E' un modo di dire che ha fatto il suo tempo. Possiamo dire che i contatti fanno parte del gioco senza dover utilizzare termine con "signorine" "femminucce" "f*****" ecc..

Tra l'altro trovo ridicolo cercare di mantenere questa immagine machista del calcio, come se ancora fosse quello degli anni '60 dove si tiravano i cartoni in campo (e che per fortuna non è più).

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jan-2006
27,650 posts

Ormai non si può dire nulla, sono tutti pronti a farti la guerra su ogni minima ''battuta''.

Poi che Petrachi sia nel pallone è un altro discorso, ma nel 2019 è assurdo creare polemiche per ogni frase del genere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jul-2007
3,312 posts
Il 8/10/2019 alle 18:09 , CRAZEOLOGY ha scritto:

“Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo ucciso”. 

E cominciano le proteste degli animalisti. 

 

"Il calcio non è uno sport per signorine"

E cominciano le polemiche su presunti sessismi di Tizio e di Caio.

 

"Non tutte le ciambelle riescono col buco"

E si incazza l'associazione nazionale pasticceri. 

 

"Mamma li turchi!"

E arriva la protesta ufficiale di Erdogan e soci. 

 

"Negro", che è un termine normalissimo (utilizzato senza aggettivi annessi offensivi) che andrebbe utilizzato quotidianamente, ora è diventato discriminatorio.

"bianco-caucasico" invece no. "Giallo-asiatico" solo metà. Del resto a molti il giallo è un colore che non piace, troppo vistoso, soprattutto fosforescente. 

"Nero" idem con patate. Meglio dire "di colore", sennò qualcuno alza il dito e ti rimprovera. 

 

Due falliti senza soldi e senza mestiere vanno davanti una telecamera, dicono di aver subito abusi sessuali da MJ 25 anni fa, senza nessuna prova, e anche con alcune prove del contrario, e I Simpson eliminano da tutte le programmazioni e da tutti i cofanetti la puntata dove Jacko doppiava un personaggio.

 

Dopo che dalla metà degli anni 80 la serie i Simpson ha reso protagonista l'asiatico che possiede il supermarket dove ne succedono di tutti i colori, (con tutti i simpatici stereotipi del caso), si è deciso che per rispetto delle altre etnie il suddetto verrà cancellato per tutti gli episodi a venire. Farebbero bene a cancellare tutta la serie per sempre allora, perché senza un minimo di apertura mentale e senso dell'ironia praticamente quasi ogni paese/cultura (Italia compresa), viene sistematicamente derisa e offesa con stereotipi idioti e spesso anche errati sulla realtà socio-culturale. E così per ogni mestiere, categoria sociale, ecc. 

 

Una volta un Tizio in tv, durante un programma di cucina, aveva accennato alla faccenda dei vicentini-magnagatti. Non che fosse una genialata la sua, anzi, era meglio evitare di imbattersi in quel tipo di questioni, ma lo hanno depennato dalla tv per via delle proteste degli animalisti. In studio stavano sicuramente cucinando altri prodotti di origine animale, bistecche, o che ne so.... Ma per quello non ci sono state proteste. Ma è logico. Quelle frasi in effetti erano un forte incentivo ad andare per strada a cercare dei randagi da fare al forno con le patate e il rosmarino. Chi di noi non ha cenato, per colpa di quello lì, con il fufi della situazione rubato al vicino?  

 

Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna.

 

Se parli di qualcuno e dici che è un handicappato lo stai offendendo. Devi dire che è un portatore di handicap (che in teoria è la stessa identica cosa).

 

E via così per X che tende all'infinito. 

 

Si sta esagerando. 

Questa specie di mania del politicamente corretto sta facendo diventare qualunque cosa un'idiozia. Anche perché è legata solo a dei supposti principi morali di moda in questo momento. Magari per altri valori le polemiche non scoppiano con la stessa forza. 

Così non si può dire più niente...

E che palle!  

 

Di base sono assolutamente d'accordo con te quasi su tutto.

 

Però dai, 'orcoddue, questi sono DIRIGENTI SPORTIVI/ISTITUZIONI che ci mettono quotidianamente la faccia a livello nazionale, con tutti i soldi che prendono potrebbero pure studiare per un ampliamento del glossario... l'altro giorno Lotito con "la pelle normale", Tavecchio con Opti Pobà sceso dal barcone: ma che è!? Dai, non stanno al bar, non possono dirlo davanti ad un microfono o a delle penne, come invece effettivamente potremmo farlo noi in privato, magari in maniera anche scherzosa (ho amici di colore che non se la prendono affatto se li si chiama "nigga"). Se questi danno esempi del genere, mi sembra ovvio che il razzismo ed il sessismo continuino a dilagare sempre più, di trogloditi ne abbiamo formati già fin troppi.

 

P.S. "Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna."

 

Un conto è gridare "buuu" o fischiare chiunque non indossi la maglia della propria squadra, un conto è fare -come la stragrande maggioranza dei trogloditi- il verso della scimmia "hu-hu-hu-hu" o mimare lanci di banane all'indirizzo di calciatori di colore: per me, prima ci sbarazziamo di questa FECCIA e meglio è. E vi prego, non cercategli una giustificazione (Pogba lo si applaudiva perchè era fortissimo ed un bravo ragazzo, mentre ad Ogbonna ho sentito riservare frasi del tipo "ma quando se ne torna in Africa 'sto ne**o di mer*a, è scandaloso, come si fa a far giocare un ne**o!?"... grande coerenza), 'chè non può esistere nell'anno domini 2019.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-May-2007
3,901 posts

Avesse detto "Mezze seghe" avrebbe ottenuto lo stesso quello che intendeva(forse pure più forte) senza offendere nessuno.

Se sei uno che è abituato ad avere gli occhi addosso queste cose le dovresti sapere e allora te la cerchi.

Polemica che è figlia dei tempi e che sottolinea una fase di evoluzione(o comunque un tentativo)della società in cui viviamo dal punto di vista culturale.

Quella è un espressione figlia di un passato non troppo remoto dove c'era un immagine ben precisa della figura femminile e che per forza di cose cozza con molti aspetti di quella che è la figura femminile oggi e quella che vorrebbe essere(e menomale aggiungerei).

Aggiungiamoci che il ruolo della figura femminile e il machismo in Italia è stato(ed è ancora) un problema non di poc conto.

 

Dire che il linguaggio e le parole non sono importanti è sciocco.

Il linguaggio e i termini che si usano nella definizione di una cultura sono FONDAMENTALI.

E soprattutto c'è sempre un piccolo particolare chiamato contesto, quello secondo il quale io in casa mia per i fatti miei posso permettermi di smitragliare peti a raffica come una gatling mentre magari al bar con gli amici no(per fare un esempio fine fine sefz ).

Se tu dici una cosa in un determinato contesto, dove non ci sei solo tu, che tu creda o no a a quello che dici conta zero perchè c'è un peso che dai tu alle tue parole e poi c'è ne è un peso specifico dato dal contesto che non puoi ignorare.

Non è che esisti solo tu e le tue interpretazioni e puoi pensare che il mondo debba per forza venirti incontro.

Negli anni 30 in Germania erano tutti Nazi?

No, c'erano persone normalissime con una casa, degli affetti da sfamare e difficoltà da risolvere al quale i discorsi del baffetto su razze varie e Spazio vitale in fondo importavano poco o nulla, ma intanto quello che è successo è stato pure grazie al loro fondamentale contributo, che ci credessero o meno.

 

Non è necessario essere persone stupide o orribili per dire e fare cose stupide o orribili

 

L'attegiamento che ha sempre avuto uno come Del Piero fuori da campo, sotto questo punto di vista ha fatto e dovrebbe far scuola a molti.

 

 

Edited by Eorlingas

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Oct-2006
8,436 posts
4 ore fa, _aLEx-1O_ ha scritto:

 

Di base sono assolutamente d'accordo con te quasi su tutto.

 

Però dai, 'orcoddue, questi sono DIRIGENTI SPORTIVI/ISTITUZIONI che ci mettono quotidianamente la faccia a livello nazionale, con tutti i soldi che prendono potrebbero pure studiare per un ampliamento del glossario... l'altro giorno Lotito con "la pelle normale", Tavecchio con Opti Pobà sceso dal barcone: ma che è!? Dai, non stanno al bar, non possono dirlo davanti ad un microfono o a delle penne, come invece effettivamente potremmo farlo noi in privato, magari in maniera anche scherzosa (ho amici di colore che non se la prendono affatto se li si chiama "nigga"). Se questi danno esempi del genere, mi sembra ovvio che il razzismo ed il sessismo continuino a dilagare sempre più, di trogloditi ne abbiamo formati già fin troppi.

 

P.S. "Vai allo stadio, gridi Buuu! e sei automaticamente razzista, anche se nella tua magari gioca Pogba e lo applaudi quando segna."

 

Un conto è gridare "buuu" o fischiare chiunque non indossi la maglia della propria squadra, un conto è fare -come la stragrande maggioranza dei trogloditi- il verso della scimmia "hu-hu-hu-hu" o mimare lanci di banane all'indirizzo di calciatori di colore: per me, prima ci sbarazziamo di questa FECCIA e meglio è. E vi prego, non cercategli una giustificazione (Pogba lo si applaudiva perchè era fortissimo ed un bravo ragazzo, mentre ad Ogbonna ho sentito riservare frasi del tipo "ma quando se ne torna in Africa 'sto ne**o di mer*a, è scandaloso, come si fa a far giocare un ne**o!?"... grande coerenza), 'chè non può esistere nell'anno domini 2019.

 

Ok.

E' roba incivile, senza dubbio. E nelle curve italiane se ne sentono di tutti i colori. Concordo.

Ma è incivile anche gridare "arbitro c****to!" (insulto decisamente vintage), o fare cori su Schillaci che ruba le gomme e via dicendo. 

Sono tante le cose brutte che si sentono nel porto franco stadio.

Io ho sentito insulti di Juventini a Del Piero nella fase finale della carriera. "Quando si toglie dalle palle sto ex giocatore finito?" e via dicendo. Salvo poi gridare e gioire 10 minuti dopo se un suo gol ci portava in vantaggio. Vogliamo parlare degli insulti che si è beccato Giovinco allo stadium? 

Spesso ci si dimentica che spesso i tifosi cercano un punto sensibile/debole per mettere in difficoltà chi gioca sul campo. O che spesso per il trasporto del momento si dicono vaccate che dopo un'ora dalla fine della partita non si direbbero. 

Capita, purtroppo. E spesso poi le cose degenerano. 

Come dice giustamente l'utente Eorlingas il sistema odierno forse cerca di evolversi in meglio dal punto di vista civile e queste distorsioni si sta cercando di eliminarle. 

Va bene. 

Ma gli automatismi per cui "quello è razzista", "quello è maschilista", ecc, sono molto pericolosi. 

Inoltre spesso sono falsi e pretestuosi. Qualcuno fa lo scandalizzato per farsi pubblicità. E' che, come dicevo in altri post, si sta esagerando un po' ovunque col politicamente corretto. 

Allora o le cose si fanno, cum grano salis, o ne vengono fuori solo pasticci. 

Basti dire che un politico importante ha detto che sarebbe giusto cambiare il finale dell'opera Carmen (Georges Bizet) perché il finale è maschilista.  

Se si vogliono fare delle battaglie per l'evoluzione positive della specie umana, sono il primo a firmare. Ma prima bisogna accendere il cervello e mantenere la calma e un certo equilibrio.

Sbaglierò. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jul-2007
3,312 posts
15 minuti fa, CRAZEOLOGY ha scritto:

 

Ok.

E' roba incivile, senza dubbio. E nelle curve italiane se ne sentono di tutti i colori. Concordo.

Ma è incivile anche gridare "arbitro c****to!" (insulto decisamente vintage), o fare cori su Schillaci che ruba le gomme e via dicendo. 

Sono tante le cose brutte che si sentono nel porto franco stadio.

Io ho sentito insulti di Juventini a Del Piero nella fase finale della carriera. "Quando si toglie dalle palle sto ex giocatore finito?" e via dicendo. Salvo poi gridare e gioire 10 minuti dopo se un suo gol ci portava in vantaggio. Vogliamo parlare degli insulti che si è beccato Giovinco allo stadium? 

Spesso ci si dimentica che spesso i tifosi cercano un punto sensibile/debole per mettere in difficoltà chi gioca sul campo. O che spesso per il trasporto del momento si dicono vaccate che dopo un'ora dalla fine della partita non si direbbero. 

Capita, purtroppo. E spesso poi le cose degenerano. 

Come dice giustamente l'utente Eorlingas il sistema odierno forse cerca di evolversi in meglio dal punto di vista civile e queste distorsioni si sta cercando di eliminarle. 

Va bene. 

Ma gli automatismi per cui "quello è razzista", "quello è maschilista", ecc, sono molto pericolosi. 

Inoltre spesso sono falsi e pretestuosi. Qualcuno fa lo scandalizzato per farsi pubblicità. E' che, come dicevo in altri post, si sta esagerando un po' ovunque col politicamente corretto. 

Allora o le cose si fanno, cum grano salis, o ne vengono fuori solo pasticci. 

Basti dire che un politico importante ha detto che sarebbe giusto cambiare il finale dell'opera Carmen (Georges Bizet) perché il finale è maschilista.  

Se si vogliono fare delle battaglie per l'evoluzione positive della specie umana, sono il primo a firmare. Ma prima bisogna accendere il cervello e mantenere la calma e un certo equilibrio.

Sbaglierò. 

 

Non sbagli, hai scritto l'ennesimo post da incorniciare, specie sulla parte degli automatismi pericolosi dietro cui tante volte si cela un secondo fine.

 

Volevo solo invitare una volta per tutte a NON giustificare chi discrimina per il colore della pelle, che imho è da idioti integrali, non si tratta nemmeno di inciviltà ma di pura delinquenza: è un atto che NON si può mettere sullo stesso piano degli altri esempi che hai riportato all'inizio -per quanto fastidiosi possano essere-, se uno tratta una PERSONA da scimmia per me è un co*lione che deve assumersi le proprie responsabilità e -possibilmente- pagare. Per il resto null'altro da aggiungere, sono assolutamente dalla tua parte, e lo ripeto per l'ennesima volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...