Jump to content
Diogene il Cinico

Maurizio Sarri [Topic Unico]

Diogene il Cinico

IMPORTANTE: lo Staff non può umanamente essere presente 24/7 sul forum. Nel caso in cui vediate una violazione (o ciò che ritenete essere una violazione), limitatevi a SEGNALARE, senza rispondere a tono per evitare la discussione degeneri in un vicolo cieco di insulti e flame. I membri dello Staff provvederanno quanto prima a risolvere la questione. 

 

Sempre per il punto sopra, sono VIETATE anche le contestazioni pubbliche legate all'operato e alle decisioni prese dallo Staff, che saranno ineluttabilmente sanzionate.

Message added by Diogene il Cinico

Recommended Posts

Joined: 16-Aug-2013
8,484 posts
1 ora fa, baggioforever ha scritto:

Giusto, ho confuso con il City

 

Confusione a parte, hai saltato tante partite dei gironi e trascurato partite come quelle contro il Borussia e contro il Real campione in carica, fermo restando che le varie sfide contro porto e monaco sono state tutto fuorché orribili

Edited by orlando9164
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Aug-2013
8,484 posts
1 ora fa, Azathoth ha scritto:

dalla conferenza pre gara di eri si evince chiaramente che da qui a fine anno continuerà ad alternare il 433 e il 4312 a seconda dell'avversario che incontreremo

 

Secondo me è la giusta strada da seguire, purtroppo non abbiamo né la rosa adatta per poter proporre con continuità il 4-3-3, né col rombo esprimiamo il massimo potenziale.

 

La squadra non è completa e ben costruita da anni, tutti giocatori eccessivamente eterogenei tra di loro, senza ricambi diretti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
9 minuti fa, orlando9164 ha scritto:

 

Comunque poco cambia, hai saltato tante partite dei gironi e trascurato partite come quelle contro il Borussia e contro il Real campione in carica, fermo restando che le varie sfide contro porto e monaco sono state tutto fuorché orribili

é vero, poco cambia. Il mio parere è che ci furono molte partite inguardabili, solo alcune eccezionali. Chiaramente ci furono anche partite di medio livello. Ma non è che voglio fare il gioco della valutazione partita per partita. Il mio parere GENERALE è quello che ho indicato. Se si scende nei dettagli, si possono trovare punti a favore di tutto e del contrario di tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Feb-2006
17,220 posts
Il 5/2/2020 alle 21:28 , Dek_90 ha scritto:

Io voglio spezzare una lancia (extracampo) in suo favore: nella conferenza post Napoli sicuramente non ha ben figurato, ma fino a quel momento dal punto di vista "mediatico" si é comportato molto bene, a giugno ci si aspettava molto di peggio sotto questo punto di vista (almeno io si sefz)

 

 

Beh su alcune questioni(stimoli,stanchezza etc)aveva lasciato molto a desiderare....

 

Dico sta cosa, non per alimentare dietrologia sul conto del tecnico...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jun-2017
10,834 posts
2 ore fa, baggioforever ha scritto:

Quando ci si basa sui risultati, torna sempre il discorso del momento della società, della rosa, della situazione di partenza ecc. Ci sono allenatori o giocatori che per circostanze sono capitati in squadre, o momenti di squadre, diversi da altri. Il famoso paradosso: Iaquinta ha vinto il Mondiale, è più forte di Messi e Ronaldo? Oppure: Totti non ha vinto niente, è un signor nessuno? Gasperini non ha vinto niente, è un nessuno?

Io sono convinto, certo opinione mia, che Allegri abbia avuto una fortuna enorme per il momento in cui si è seduto sulla panchina della Juventus, e sono convinto, sempre opinione mia, che il 90% degli allenatori di serie A avrebbe avuto risultati simili. In condizioni come la prima juve di Conte, o al Chelsea al primo anno di Conte, o quest'anno all'Inter secondo me Allegri avrebbe fatto molto peggio di Conte.

 

Non ci si basa solo sui risultati ma comunque anche quelli contano... Il discorso è che Allegri ha preso una squadra che per Conte non avrebbe fatto strada eppure ci ha portati subito in finale di Cl.... Il primo anno di Conte si è ritrovato in mano una squadra fortissima e senza nessun impegno Europeo e soprattutto senza grosse pressioni. Appena sono salite quelle, abbiamo visto una Juve completamente diversa e timorosa... 

 

Ti ripeto io non giudico dai risultati e basta, ma dalla costanza che si ha anche nello svolgere il proprio lavoro. Conte fino ad ora ha dimostrato di brillare il primo anno e poi di scoppiare in quelli successivi, vedi Bari, Juve, Italia, Chelsea... praticamente in tutte le sue esperienze ha fatto casini ed è scappato via...Questo rientra nei sui difetti e non lo rende un grande allenatore. Allegri al Milan, arrivando da Cagliari, ha subito vinto un campionato... Sarri a Londra in un anno ha fatto grandi cose... 

E ti aggiungo una cosa, se Gasperini a 60 anni non si è mai mosso dalla provincia, anche perchè lo ha fatto con pessimi risultati, ci sarà un motivo... non è un brocco ma non è nemmeno un grandissimo allenatore.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Aug-2013
8,484 posts
1 minuto fa, juventus1992 ha scritto:

 

Non ci si basa solo sui risultati ma comunque anche quelli contano... Il discorso è che Allegri ha preso una squadra che per Conte non avrebbe fatto strada eppure ci ha portati subito in finale di Cl.... Il primo anno di Conte si è ritrovato in mano una squadra fortissima e senza nessun impegno Europeo e soprattutto senza grosse pressioni. Appena sono salite quelle, abbiamo visto una Juve completamente diversa e timorosa... 

 

Ti ripeto io non giudico dai risultati e basta, ma dalla costanza che si ha anche nello svolgere il proprio lavoro. Conte fino ad ora ha dimostrato di brillare il primo anno e poi di scoppiare in quelli successivi, vedi Bari, Juve, Italia, Chelsea... praticamente in tutte le sue esperienze ha fatto casini ed è scappato via...Questo rientra nei sui difetti e non lo rende un grande allenatore. Allegri al Milan, arrivando da Cagliari, ha subito vinto un campionato... Sarri a Londra in un anno ha fatto grandi cose... 

E ti aggiungo una cosa, se Gasperini a 60 anni non si è mai mosso dalla provincia, anche perchè lo ha fatto con pessimi risultati, ci sarà un motivo... non è un brocco ma non è nemmeno un grandissimo allenatore.

 

Quoto, quoto.

 

Se un allenatore non regge le alte pressioni di una big (suo caso), oppure crolla nei momenti critici, sm3rda qualche elemento della società nelle interviste, perde la testa contro la dirigenza e si comporta malamente con alcuni giocatori non può essere un grandissimo allenatore.

 

Ad alti livelli, l'allenatore non è solo il maestrino che replica alla perfezione giorno dopo giorno l'allenamento perfetto, non è il "secchione" che esce da Coverciano con tutte le competenze del caso e poi rischia di essere appeso ad uno dei muri dello spogliatoio alla prima esclusione eccellente da un 11 titolare, l'allenatore ormai è molto di più, e non basta essere un fenomeno in campo per potersi definire un "grandissimo allenatore", questo è solo UNO dei TANTI aspetti.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
46 minuti fa, juventus1992 ha scritto:

 

Non ci si basa solo sui risultati ma comunque anche quelli contano... Il discorso è che Allegri ha preso una squadra che per Conte non avrebbe fatto strada eppure ci ha portati subito in finale di Cl.... Il primo anno di Conte si è ritrovato in mano una squadra fortissima e senza nessun impegno Europeo e soprattutto senza grosse pressioni. Appena sono salite quelle, abbiamo visto una Juve completamente diversa e timorosa... 

 

Ti ripeto io non giudico dai risultati e basta, ma dalla costanza che si ha anche nello svolgere il proprio lavoro. Conte fino ad ora ha dimostrato di brillare il primo anno e poi di scoppiare in quelli successivi, vedi Bari, Juve, Italia, Chelsea... praticamente in tutte le sue esperienze ha fatto casini ed è scappato via...Questo rientra nei sui difetti e non lo rende un grande allenatore. Allegri al Milan, arrivando da Cagliari, ha subito vinto un campionato... Sarri a Londra in un anno ha fatto grandi cose... 

E ti aggiungo una cosa, se Gasperini a 60 anni non si è mai mosso dalla provincia, anche perchè lo ha fatto con pessimi risultati, ci sarà un motivo... non è un brocco ma non è nemmeno un grandissimo allenatore.

Vabbè, io sono di opinioni nettamente differenti. Per me Conte prese una squadra con la società allo sbando, rigenerò Bonucci e Marchisio, portò sicurezza e vinse un campionato contro il Milan che aveva una rosa superiore (guarda caso, allenata da Allegri poi esonerato). Invece Allegri trovò una squadra sicura e fortissima, reduce da 3 scudetti consecutivi, e per contro i rivali in Italia in fase decadente.

Che il problema di Conte sia il carattere, o meglio l'incapacità di controllare il suo ego (si chiama disturbo narcisistico di personalità) il suo limite, e sto constatando che sta peggiorando in questo.

Io però lo reputo lo stesso un grande.

Gasperini non ha avuto l'occasione giusta. E' andato una volta all'Inter, società che ha distrutto tutti gli allenatori che ha avuto, compreso Lippi, e che solo con Mourinho ha vinto, ma soprattutto perchè nel 2006 un complotto ha tolto di mezzo la Juve. Gasperini al momento giusto alla Juve o al Milan avrebbe, secondo me, fatto molto bene.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jun-2017
10,834 posts
1 minuto fa, baggioforever ha scritto:

Vabbè, io sono di opinioni nettamente differenti. Per me Conte prese una squadra con la società allo sbando, rigenerò Bonucci e Marchisio, portò sicurezza e vinse un campionato contro il Milan che aveva una rosa superiore (guarda caso, allenata da Allegri poi esonerato). Invece Allegri trovò una squadra sicura e fortissima, reduce da 3 scudetti consecutivi, e per contro i rivali in Italia in fase decadente.

Che il problema di Conte sia il carattere, o meglio l'incapacità di controllare il suo ego (si chiama disturbo narcisistico di personalità) il suo limite, e sto constatando che sta peggiorando in questo.

Io però lo reputo lo stesso un grande.

Gasperini non ha avuto l'occasione giusta. E' andato una volta all'Inter, società che ha distrutto tutti gli allenatori che ha avuto, compreso Lippi, e che solo con Mourinho ha vinto, ma soprattutto perchè nel 2006 un complotto ha tolto di mezzo la Juve. Gasperini al momento giusto alla Juve o al Milan avrebbe, secondo me, fatto molto bene.

 

 

Conte il primo anno da noi si ritrovò Buffon, Licht, Barzagli, Chiellini, Marchisio, Bonucci, PIRLO, Vidal, Vucinic.... Il Milan aveva una rosa vecchia, logora, e con tanti che volevano abbandonare la nave... Eravamo nettamente più forte ed infatti la storia poi parla chiaro dove sono arrivati questi giocatori... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
47 minuti fa, orlando9164 ha scritto:

 

Quoto, quoto.

 

Se un allenatore non regge le alte pressioni di una big (suo caso), oppure crolla nei momenti critici, sm3rda qualche elemento della società nelle interviste, perde la testa contro la dirigenza e si comporta malamente con alcuni giocatori non può essere un grandissimo allenatore.

 

Ad alti livelli, l'allenatore non è solo il maestrino che replica alla perfezione giorno dopo giorno l'allenamento perfetto, non è il "secchione" che esce da Coverciano con tutte le competenze del caso e poi rischia di essere appeso ad uno dei muri dello spogliatoio alla prima esclusione eccellente da un 11 titolare, l'allenatore ormai è molto di più, e non basta essere un fenomeno in campo per potersi definire un "grandissimo allenatore", questo è solo UNO dei TANTI aspetti.

Per me non è così. Gasperini ha avuto una unica esperienza, l'Inter, che è la società che sappiamo, e che ha fatto a polpette tutti gli allenatori, compreso Lippi.

Allenatori che sbroccano contro giocatori o società ce ne sono dappertutto. Basta vedere Zidane contro Bale, e che se ne andò anche per questo appena vinta una Champions dal Real, Lippi-Baggio (ma pure con Vieri e Torricelli), Ibra con Guardiola, Del Piero con Capello, e pure Allegri con Bonucci, tanto per fare degli esempi. Che Conte stia peggiorando l'ho scritto pure io, ed è un peccato, perchè senza questo problema sarebbe il numero 1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-May-2019
4,806 posts
1 ora fa, MadJ1897 ha scritto:

 

 

Beh su alcune questioni(stimoli,stanchezza etc)aveva lasciato molto a desiderare....

 

Dico sta cosa, non per alimentare dietrologia sul conto del tecnico...

si si, io mi riferivo puramente alle cose mediatiche, extracampo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Oct-2019
482 posts

Vorrei fermarmi un'attimo sul concetto dell' ''intensita''.

 

Maggiore importanza nel calcio ha l'intensita di concentrazione, non quella fisica/atletica.

 

La Juve di Allegri era una squadra intensa, sotto questo aspetto. Non esiste fare 180'minuti senza permettere al Barca del MSN di segnare, se non hai un livello di intensita di concentrazione elevato.

 

Ed e'proprio qui che si deve migliorare la Juve di Sarri. Deve diventare una squadra intensa mentalmente. Lo deve fare semplicemente con nuovi principi difensivi. Acquisita l'intensita mentale adatta, si puo passare ad acquisire consapevolezza nel nuovo modo di difendere. L'intensita fisica e'secondaria e riguarda la gestione delle forze e modalita di pressione.

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
2 minuti fa, juventus1992 ha scritto:

 

Conte il primo anno da noi si ritrovò Buffon, Licht, Barzagli, Chiellini, Marchisio, Bonucci, PIRLO, Vidal, Vucinic.... Il Milan aveva una rosa vecchia, logora, e con tanti che volevano abbandonare la nave... Eravamo nettamente più forte ed infatti la storia poi parla chiaro dove sono arrivati questi giocatori... 

Questi giocatori c'erano quasi tutti anche prima. La rosa del Milan non era affatto logora per me; se guardiamo le età allora oggi, alla juve, ci dovremmo disperare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
1 minuto fa, PsychoII ha scritto:

Vorrei fermarmi un'attimo sul concetto dell' ''intensita''.

 

Maggiore importanza nel calcio ha l'intensita di concentrazione, non quella fisica/atletica.

 

La Juve di Allegri era una squadra intensa, sotto questo aspetto. Non esiste fare 180'minuti senza permettere al Barca del MSN di segnare, se non hai un livello di intensita di concentrazione elevato.

 

Ed e'proprio qui che si deve migliorare la Juve di Sarri. Deve diventare una squadra intensa mentalmente. Lo deve fare semplicemente con nuovi principi difensivi. Acquisita l'intensita mentale adatta, si puo passare ad acquisire consapevolezza nel nuovo modo di difendere. L'intensita fisica e'secondaria e riguarda la gestione delle forze e modalita di pressione.

Su questo, sono perfettamente d'accordo. O meglio, in questo aspetto deve migliorare in senso di costanza. Perchè in certe partite regge per tutto il tempo, in altre a buchi di concentrazione, dove sembra giocare di inerzia. Quello che è straordinario dell'Atalanta, è proprio la concentrazione per tutta la partita (qualcuna la bucano anche loro, eh...)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Jun-2017
10,834 posts
2 minuti fa, baggioforever ha scritto:

Questi giocatori c'erano quasi tutti anche prima. La rosa del Milan non era affatto logora per me; se guardiamo le età allora oggi, alla juve, ci dovremmo disperare.

 

Non era logora? 

 

Ti faccio un elenco: Nesta, Van Bommel, Zambrotta, Inzaghi, Seedorf, Gattuso, Pato, Mexes, Aquilani, Abate, Nocerino, Ambrosini, Robinho, Cassano... E potrei continuare...

 

Tutti giocatori logori o ultra vecchi che infatti dopo un anno lasciarono il calcio giocato... 

 

Noi ad oggi di vecchio abbiamo Cr7, che è ancora il più forte al mondo, Buffon come secondo portiere, Chiellini che comunque resta un difensore fortissimo e Sami... Per il resto di logori non ne vedo... Ci vuoi mettere De sciglio? ma lo avevano anche loro ai tempi... 

 

Le due rose non erano nettamente paragonabili 

  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
15,388 posts

Mi auguro che stasera provi il tridente Dybala/Douglas/Ronaldo,

è ora di far sedere per un po' Higuain !

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
8,357 posts
4 ore fa, baggioforever ha scritto:

Quando ci si basa sui risultati, torna sempre il discorso del momento della società, della rosa, della situazione di partenza ecc. Ci sono allenatori o giocatori che per circostanze sono capitati in squadre, o momenti di squadre, diversi da altri. Il famoso paradosso: Iaquinta ha vinto il Mondiale, è più forte di Messi e Ronaldo? Oppure: Totti non ha vinto niente, è un signor nessuno? Gasperini non ha vinto niente, è un nessuno?

Io sono convinto, certo opinione mia, che Allegri abbia avuto una fortuna enorme per il momento in cui si è seduto sulla panchina della Juventus, e sono convinto, sempre opinione mia, che il 90% degli allenatori di serie A avrebbe avuto risultati simili. In condizioni come la prima juve di Conte, o al Chelsea al primo anno di Conte, o quest'anno all'Inter secondo me Allegri avrebbe fatto molto peggio di Conte.

Che abbiamo fatto degli step in avanti in Champions... io ho visto molte partite orribili della Juve di Allegri, tranne una con il Chelsea, una col Barcelona e una l'anno scorso al ritorno con l'Atletico. La partita di ritorno con l'Ajax è stata una vergogna di atteggiamento pauroso (sempre opinione mia). L'atteggiamento in Champions, tanto per dire, mi pare che quest'anno siamo migliorati sensibilmente. Certo, staremo a vedere nel prosieguo.

 

A Madrid, a Dortmund, a Monaco volte la memoria fa brutti scherzi, .asd Però hai perfettamente ragione, ci vuole anche la fortuna di trovarsi in una situazione favorevole e anche di avere la capacità di sfruttare l'occasione. A differenza dei singoli, sono le squadre che nella maggioranza dei casi fanno la fortuna degli allenatori. Sono tanti gli allenatori per i quali si pronosticavano orizzonti di gloria e che sono caduti al primo impegno serio. Ad esempio, in Italia, Di Francesco su tutti. Quello che voglio dire, è che una volta che ti si sono accesi addosso i riflettori ed il mondo del calcio si è accorto quanto, presumibilmente, sei bravo, perchè all'Empoli, al Mainz, al Sassuolo, piuttosto che al Porto hai mostrato delle capacità e magari ti sei portato a casa un po' di argenteria, dopo devi anche dare seguito al tuo lavoro e consolidare l'opinione che gli adetti ai lavori hanno di te

Se al Sassuolo hai fatto bene e al Siviglia hai fatto benissimo poi devi dimostrare di poter fare, più o meno le stesse cose. quando sali di livello. Per Di Francesco ed Emery non è stato così, per Villas Boas men che meno, Per Klop, Mourinho e Conte il discorso è diametralmente opposto. Qui non si discute di moduli o di tattiche, si discute di quanto un allenatore risulta "vincente" anche cambiando ambiente. Ad esempio, Ten Hag è un fenomeno? O un altro Luis Enrique o un nuovo Villas Boas?

Non lo sappiamo, come non lo sappiamo di Allegri, allegri dati alla mano ha vinto lo scudetto in tutte le squadre che ha allenato. Vediamo cosa succede se e quando troverà un nuovo ingaggio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
8,357 posts
1 ora fa, juventus1992 ha scritto:

 

Non ci si basa solo sui risultati ma comunque anche quelli contano... Il discorso è che Allegri ha preso una squadra che per Conte non avrebbe fatto strada eppure ci ha portati subito in finale di Cl.... Il primo anno di Conte si è ritrovato in mano una squadra fortissima e senza nessun impegno Europeo e soprattutto senza grosse pressioni. Appena sono salite quelle, abbiamo visto una Juve completamente diversa e timorosa... 

 

Ti ripeto io non giudico dai risultati e basta, ma dalla costanza che si ha anche nello svolgere il proprio lavoro. Conte fino ad ora ha dimostrato di brillare il primo anno e poi di scoppiare in quelli successivi, vedi Bari, Juve, Italia, Chelsea... praticamente in tutte le sue esperienze ha fatto casini ed è scappato via...Questo rientra nei sui difetti e non lo rende un grande allenatore. Allegri al Milan, arrivando da Cagliari, ha subito vinto un campionato... Sarri a Londra in un anno ha fatto grandi cose... 

E ti aggiungo una cosa, se Gasperini a 60 anni non si è mai mosso dalla provincia, anche perchè lo ha fatto con pessimi risultati, ci sarà un motivo... non è un brocco ma non è nemmeno un grandissimo allenatore.

 

Ma sai, riguardo a Gasp, ci sono allenatori, come appunto Gasperini, che sono bravissimi a lavorare con materiale, magari non di primissima scelta, ma dal quale riescono a tirare fuori il massimo ottimizzando le qualità di ognuno. Lo dimostra il fatto che quasi tutti quei giocatori che all'Atalanta sembravano dei fenomeni, non hanno proseguito in quel percorso di crescita e sono rimasti, nella migliore delle ipotesi dei buoni gregari, Kessie, Gagliardini, Petagna, Cristante...la lista sarebbe lunga.

Andonio invece, si frega da solo perchè ha un carattere, diciamo particolare, all'inizio lo ami, ma poi ti insegue, ti pressa, Conte è uno che ti fa i buchi nella schiena alla fine ti prosciuga e non ne puoi più. Due anni di Conte sono il massimo che qualsiasi ambiente può sopportare, o vinci in quel biennio o devi cambiare piani.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2006
2,007 posts
9 minuti fa, Arminius ha scritto:

 

A Madrid, a Dortmund, a Monaco volte la memoria fa brutti scherzi, .asd Però hai perfettamente ragione, ci vuole anche la fortuna di trovarsi in una situazione favorevole e anche di avere la capacità di sfruttare l'occasione. A differenza dei singoli, sono le squadre che nella maggioranza dei casi fanno la fortuna degli allenatori. Sono tanti gli allenatori per i quali si pronosticavano orizzonti di gloria e che sono caduti al primo impegno serio. Ad esempio, in Italia, Di Francesco su tutti. Quello che voglio dire, è che una volta che ti si sono accesi addosso i riflettori ed il mondo del calcio si è accorto quanto, presumibilmente, sei bravo, perchè all'Empoli, al Mainz, al Sassuolo, piuttosto che al Porto hai mostrato delle capacità e magari ti sei portato a casa un po' di argenteria, dopo devi anche dare seguito al tuo lavoro e consolidare l'opinione che gli adetti ai lavori hanno di te

Se al Sassuolo hai fatto bene e al Siviglia hai fatto benissimo poi devi dimostrare di poter fare, più o meno le stesse cose. quando sali di livello. Per Di Francesco ed Emery non è stato così, per Villas Boas men che meno, Per Klop, Mourinho e Conte il discorso è diametralmente opposto. Qui non si discute di moduli o di tattiche, si discute di quanto un allenatore risulta "vincente" anche cambiando ambiente. Ad esempio, Ten Hag è un fenomeno? O un altro Luis Enrique o un nuovo Villas Boas?

Non lo sappiamo, come non lo sappiamo di Allegri, allegri dati alla mano ha vinto lo scudetto in tutte le squadre che ha allenato. Vediamo cosa succede se e quando troverà un nuovo ingaggio.

 

Vabbè, al Cagliari no sefz

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
8,357 posts
32 minuti fa, baggioforever ha scritto:

Vabbè, al Cagliari no sefz

 

No, al Cagliari, no e manco alla SPAL:261: Lo vedi che la memoria fa brutti scherzi...sefz

Edited by Arminius
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 27-Jun-2008
31,210 posts
1 ora fa, PsychoII ha scritto:

Vorrei fermarmi un'attimo sul concetto dell' ''intensita''.

 

Maggiore importanza nel calcio ha l'intensita di concentrazione, non quella fisica/atletica.

 

La Juve di Allegri era una squadra intensa, sotto questo aspetto. Non esiste fare 180'minuti senza permettere al Barca del MSN di segnare, se non hai un livello di intensita di concentrazione elevato.

 

Ed e'proprio qui che si deve migliorare la Juve di Sarri. Deve diventare una squadra intensa mentalmente. Lo deve fare semplicemente con nuovi principi difensivi. Acquisita l'intensita mentale adatta, si puo passare ad acquisire consapevolezza nel nuovo modo di difendere. L'intensita fisica e'secondaria e riguarda la gestione delle forze e modalita di pressione.

 

il discorso è condivisibile, però come ti dicevo in precedenza, secondo me è un pò più facile quando hai giocatori che hanno (in questo caso) la concentrazione nel dna, per esempio se ti difendi con Barzagli e Chiellini stai abbastanza tranquillo sul fatto che saranno concentrati per tutta la gara e che copriranno eventuali voli di fantasia di un giocatore come Bonucci.

E nonostante questo anche la Juve di Allegri aveva dei passaggi a vuoto clamorosi, tralasciando l'inizio del secondo anno (fisiologico visto i cambiamenti se vuoi), direi a partire da Cardiff (con avvisaglie, come Genova).

Anche se raramente della difesa secondo me, ad un certo punto capitava mancasse semplicemente il filtro del centrocampo, di colpo.

 

Edited by PGJR7
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Aug-2009
12,248 posts
6 ore fa, baggioforever ha scritto:

Quando ci si basa sui risultati, torna sempre il discorso del momento della società, della rosa, della situazione di partenza ecc. Ci sono allenatori o giocatori che per circostanze sono capitati in squadre, o momenti di squadre, diversi da altri. Il famoso paradosso: Iaquinta ha vinto il Mondiale, è più forte di Messi e Ronaldo? Oppure: Totti non ha vinto niente, è un signor nessuno? Gasperini non ha vinto niente, è un nessuno?

Io sono convinto, certo opinione mia, che Allegri abbia avuto una fortuna enorme per il momento in cui si è seduto sulla panchina della Juventus, e sono convinto, sempre opinione mia, che il 90% degli allenatori di serie A avrebbe avuto risultati simili. In condizioni come la prima juve di Conte, o al Chelsea al primo anno di Conte, o quest'anno all'Inter secondo me Allegri avrebbe fatto molto peggio di Conte.

Che abbiamo fatto degli step in avanti in Champions... io ho visto molte partite orribili della Juve di Allegri, tranne una con il Chelsea, una col Barcelona e una l'anno scorso al ritorno con l'Atletico. La partita di ritorno con l'Ajax è stata una vergogna di atteggiamento pauroso (sempre opinione mia). L'atteggiamento in Champions, tanto per dire, mi pare che quest'anno siamo migliorati sensibilmente. Certo, staremo a vedere nel prosieguo.

Non sono per niente d'accordo: Conte con la stessa squadra s'è arenato nel fango di galatasaray, allegri a momenti vinceva la CL. Con allegri siamo andati a Tottenham a matare l'inglese facendo ritornare in auge the killer lady sui tabloid.  In CL nei 5 anni di allegri l'aveva la sensazione di poter battere chiunque. Quest'anno se ci capita un bayah o un Real siamo fuori al 100%. Poi da tifoso spero sempre nel miracolo, ma non ci credo manco se lo vedo. A me fa ridere sentire parlare di CL. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Aug-2009
12,248 posts
4 ore fa, baggioforever ha scritto:

é vero, poco cambia. Il mio parere è che ci furono molte partite inguardabili, solo alcune eccezionali. Chiaramente ci furono anche partite di medio livello. Ma non è che voglio fare il gioco della valutazione partita per partita. Il mio parere GENERALE è quello che ho indicato. Se si scende nei dettagli, si possono trovare punti a favore di tutto e del contrario di tutto.

In 5 anni ha sbagliato solo contro l'ajax. Il resto delle volte ha vinto contro ogni pronostico ed ha perso solo con squadre più forti.

Io starei attentissimo al Lione, che quest'anno si può perdere contro chiunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Aug-2009
12,248 posts
2 ore fa, baggioforever ha scritto:

Questi giocatori c'erano quasi tutti anche prima. La rosa del Milan non era affatto logora per me; se guardiamo le età allora oggi, alla juve, ci dovremmo disperare.

L'anno dopo ci fu la diaspora. Andarono via tutti i senatori in blocco. E lì fu colpa di un Galliani ormai allo sbando totale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Mar-2009
51,984 posts
24 minuti fa, vikke55 ha scritto:

In 5 anni ha sbagliato solo contro l'ajax. Il resto delle volte ha vinto contro ogni pronostico ed ha perso solo con squadre più forti.

Io starei attentissimo al Lione, che quest'anno si può perdere contro chiunque.

 

E basta su...

Non fai altro che spargere in ogni topic il tuo pessimismo e le tue previsioni catastrofiche

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
28,583 posts
3 ore fa, PsychoII ha scritto:

Vorrei fermarmi un'attimo sul concetto dell' ''intensita''.

 

Maggiore importanza nel calcio ha l'intensita di concentrazione, non quella fisica/atletica.

 

La Juve di Allegri era una squadra intensa, sotto questo aspetto. Non esiste fare 180'minuti senza permettere al Barca del MSN di segnare, se non hai un livello di intensita di concentrazione elevato.

 

Ed e'proprio qui che si deve migliorare la Juve di Sarri. Deve diventare una squadra intensa mentalmente. Lo deve fare semplicemente con nuovi principi difensivi. Acquisita l'intensita mentale adatta, si puo passare ad acquisire consapevolezza nel nuovo modo di difendere. L'intensita fisica e'secondaria e riguarda la gestione delle forze e modalita di pressione.

 

Sono d'accordo ma c'è un aspetto da considerare: i giocatori stanno concentrando l'attenzione sugli aspetti schematici, che sono molto energivori (mentalmente).

Solo quando li avranno assimilati bene, e cioè li applicheranno naturaliter, potranno intensificare la concentrazione sulla intensità costante nella gara. Accadrà ma devi arrivarci.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   1 member

×
×
  • Create New...