Jump to content
The Ultimate

Una verità scomoda: i veri responsabili del mancato salto di qualità definitivo

Recommended Posts

Joined: 01-May-2019
1,937 posts

Siccome o per pigrizia o per comodo molti di noi non riescono a essere lucidi su questo fatto è bene ricordare qual'e' stata la giusta Narrazione sportiva degli ultimi due anni della squadra:

 

 

 

Stagione 2018-2019

 

La stagione si apre con l'arrivo di CR7 e di Cancelo..tanta curiosità, tanto entusiasmo..c'è voglia di vincere e di Champions ma sopratutto c'è voglia di mostrare un bel calcio..non ci si accontenta più della vittoria si vuole anche uno spettacolo che sia esteticamente gratificante.

 

Mister Allegri raccoglie la sfida..già nelle prime partite l'effetto Ronaldo spinge tutto l'ambiente..nelle prime giornate si vede una squadra giocare con un baricentro più alto, si vede una squadra che concedeva probabilmente qualcosina in più alle avversarie ma che offriva uno spettacolo sicuramente maggiore.....tutto questo va avanti, se non ricordo male, fino al pareggio con il Genoa....

Da lì in poi la nostra crescita si è bloccata...siamo tornati ad esprimere un calcio per lo più conservativo..

Vinciamo in Italia e in Europa veniamo PIALLATI da una banda di ragazzini terribili che giocano ad altissima intensità..

 

Le critiche più accese che si rivolgono alla squadra sono:

- il fatto di non avere una condizione fisica performante e di non saper giocare ad alta intensità

- Il fatto di non riuscire ad attaccare in maniera organica ma che la costruzione del gioco d'attacco veniva affidata al talento dei singoli

- Il fatto di non riuscire a pressare in maniera corale e continua

 

Cominciano gli AllegriOut, Allegri Viene esonerato a fine stagione ed il resto è storia..

 

 

Stagione 2019-2020

 

Inizia l'era Sarri, allenatore famoso sopratutto per il proprio calcio fatto di pressing alto, difesa a zona e costruzione della manovra offensiva in modo meccanica e avvolgente.

Inizia la stagione ed è palese un netto cambio di rotta rispetto alle ultime stagioni: la squadra difende molto più alta, gli attaccanti si muovono in maniera diversa, c'è la continua ricerca dei famosi "triangoli" di costruzione che hanno reso celebre il suo modo di fare calcio..partita dopo partita la squadra diventava sempre più organizzata, non in maniera continua forse, ma si vedevano degli scampoli di calcio di alta qualità (penso alle partite con Napoli e Inter)..e poi? Poi anche qui..tutto ad un tratto boom, la crescita si ferma, il gioco involve e quella che era partita come un qualcosa di diverso somiglia sempre di più alla Juve dell'anno primo, con tanto di Sarri post Brescia che dice apertamente "Questa squadra non può giocare in modo diverso.."

 

Le critiche che vengono mosse alla squadra sono ESATTAMENTE LE STESSE DI QUELLE DELLA STAGIONE PRECEDENTE:

 

- il fatto di non avere una condizione fisica performante e di non saper giocare ad alta intensità

- Il fatto di non riuscire ad attaccare in maniera organica ma che la costruzione del gioco d'attacco veniva affidata al talento dei singoli

- Il fatto di non riuscire a pressare in maniera corale e continua

 

 

Alla conclusione ci arrivate anche da voi..da mesi ci stiamo scannando tutti sull'operato di Sarri o su quanto di buono o meno è stato fatto da Allegri in passato, perdendo di vista Il vero punto focale di tutta questa situazione:

C'e' una parte Consistente della squadra che ha una sorta di "rigetto" in modo consapevole o meno ad ogni tipo di cambiamento tattico troppo distante da quello espresso negli ultimi anni e nei momenti stagionali di difficoltà ci si rintana SEMPRE nella propria coperta di Linus rappresentata da quel calcio conservatore e compassato che ci ha caratterizzato in questi anni..

E finché non cediamo o accantoniamo qualche giocatore anche importante con quella forma mentis, non faremo MAI quello step di mentalità che cerchiamo da anni ormai.

 

Il problema signori miei, è la mentalità di una parte molto consistente dei giocatori di questa rosa.

  • Like 4
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,032 posts

Mah, non credo che ci sia un problema di mentalità.

Non da parte di un gruppo che conta tanti, ma proprio tanti calciatori che hanno giocato centinaia di partite e vinto. Vinto tanto. Vinto scudetti, coppe europee, europei e mondiali con le rispettive nazionali. Il più cojone dei nostri come minimo ha vinto uno scudetto. 

 

Buffon (che ha ancora la voglia di mettersi i guantoni a 42 anni) , Barzagli, Bonucci, Chiellini, Ronaldo, Pjanic, Khedira, Matuidi, Mandzukic l'anno scorso... problema di mentalità?

Questa è gente che la mentalità la insegna agli altri, piuttosto che farsela insegnare.

 

Il problema è un altro. Il pretendere di insegnare ad uno squalo a volare. Non diventa un'aquila. Ma rimane squalo. Il fatto che non riesca a volare non lo riduce a sardina. 

 

Non insultiamoli questi ragazzi, dicendogli che manca la mentalità. Hanno vinto dopo aver vinto, sono quasi dieci anni che lo fanno.

Se siamo insoddisfatti, è forse a noi tifosi che manca la mentalità. 

 

Mi auguro che tornino tempi magri, al più presto. Non perchè mi piaccia soffrire, ma perchè abbiamo bisogno di ritornare alla realtà. Diamo per scontato, per dovuto tutto quello che è costato tempo, impegno, fatica, duro lavoro a tutti i livelli per anni. Ci farà bene un po' di dieta. 

 

 

Edited by Bradipo76
  • Like 10
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Nov-2008
6,782 posts

Per fare cambiare mentalità a giocatori importanti serve un allenatore importante....Pep is the answer!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,032 posts

Se vi viene voglia di dire che i nostri calciatori mancano di carattere, stampatevi questa immagine e mettetevela sopra il comodino:

 

unnamed.jpg.74e418b3858dba4d96a25afc49474964.jpg

 

Un uomo, campione del mondo,  che aveva rischiato di perdere uno "scudettino". Precisamente il suo settimo scudettino consecutivo. L'avrebbe potuta vivere sul mood tarato sull' eh beh, pazienza. 

Edited by Bradipo76
  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,032 posts

Chiamerei il motivatore di Bonucci, magari ci da una mano. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
70,032 posts

.

Edited by Bradipo76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
9,931 posts

m*****a....quanti topic inutili

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Oct-2019
111 posts

Noi gobbi siamo vittime della sindrome : " Bello & bono " .

Da altre parti invece godono da sempre con la sindrome : " Ciapa & scapa " .

Nel nostro cervello cè sempre il tarlo maledetto delle CC e CL .

Sono vecchio e ho visto tutte le edizioni .

A fine anni 50 Charles - Sivori - Boniperti giocavano il miglior calcio al mondo e le CC andavano altrove .

Negli anni 60 stessa roba : squadre europee che giocavano da Dio

e le CC andavano a milano con mezzo tiro in porta a partita e caffe corretti a gògò .

Negli anni 70 gli inglesi che giocavano il miglior calcio al mondo non si capacitavano come facevano a perdere .

Negli anni 80 la Juve vinceva alla grande le coppe Rimet per litaglia e poi perdeva da Magath .

Gli anni 90 e quelli successivi ve li ricordate ?

Nel 2006 eravamo in B  e giocando alla Teddy Raspa vincevamo a Berlino il più grottesco Campionato Mondiale .

A parte le molteplici edizioni consegnate a domicilio dagli errori arbitrali :

sono pochine quelle che hanno vinto con il " Bello & bono " e tante con il " Ciapa & scapa " .

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Oct-2019
111 posts

PS - osservazione ai gestori di questa benedetta associazione :

        Il rosso e azzurro in oggetto : non si possono avere un pò più :laugh: " milanesi " .

      

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Apr-2019
3,633 posts
6 ore fa, Garby ha scritto:

Per fare cambiare mentalità a giocatori importanti serve un allenatore importante....Pep is the answer!

Non e vero...Mentalita e un conto, ma la capacita di cambiare e un altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Apr-2019
3,633 posts
5 ore fa, The Ultimate ha scritto:

 


Non so quanto Sarri sia stato il primo obbiettivo della Juventus e non so quanto realmente sia stato vicino Guardiola (mi fido di Crocop quindi immagino davvero molto).
Fattosta' che Guardiola così come Sarri sono scelte che rompono totalmente con la nostra storia recente, sia per modo di intendere il calcio che come spettacolarizzazione di quest'ultimo.
Se avessimo voluto continuare il solco degli ultimi anni avremmo scelto qualcun'altro..ma siccome è stata fatta una scelta molto ben precisa, va seguita in tutto e per tutto altrimenti sarebbe solo deleterio. È inutile che te la prendi con me quando non sono io ad aver scelto l'allenatore di figline Valdarno .asd



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

 

Ho trovato giusto adeguarsi al calcio moderno...sempre piu veloce, gente che corre per 90 minuti, barricentro alto, movimenti di continuo, dinamici ecc...ma per cambiare devi avere anche i giocatori adatti...Non servono solo i nomi importanti e basta...Questo, secondo me, la societa l'ha sottovalutato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 27-Mar-2007
5,797 posts

solite supercazzole

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
28,525 posts

Sono in parte d'accordo, @The Ultimate.

 

Sarri lo ha detto: per chi è abituato a giocare un certo calcio, per tanto tempo, il cambiamento non è facile. E' una regola della vita, non del calcio.

 

La differenza con Allegri è che Allegri ha un'altra visione del calcio che è più in linea con i giocatori che amano questo calcio. Legittima, certamente.

Sarri non era il mio allenatore preferito, ma la mentalità di Sarri secondo me, per la Juve di oggi e domani, è quella giusta.

 

Alla Juve serve:

- la mentalità calcistica tipo quella di Sarri (chiunque sia l'allenatore, Sarri o no)

- i giocatori forti e giusti

- la struttura solida della società Juventus, con la visione di apertura e cambiamento che parzialmente è già in atto.

 

Non una o due di queste componenti. Tutte e tre.

Un mix di continuità e innovazione che rappresenta un grande propulsore di successi, in tutti i sensi.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jun-2006
28,525 posts

Sì ma si riesce a fare un caxxo di discorso senza prendersi a sberle?

Mah...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Feb-2019
1,833 posts

Secondo me è proprio l'opposto, nel senso che grazie alla mentalità vincente di questi ragazzi siamo riusciti a portare a casa ottimi risultati, nonostante oggettivi problemi di composizione della rosa, negli ultimi anni. 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jun-2007
6,377 posts

Se la società sbaglia più sessioni di mercato, non comprando nessuno dei giocatori di cui avrebbe avuto bisogno l'allenatore.

Se la società acquista solo badando ad occasioni a parametro zero, con costosissimi ingaggi e molte incognite (Rabiot, Ramsey) in un reparto in cui abbiamo seri problemi da anni.

Se la società vende badando solo alle plusvalenze più che all'utilità dei giocatori di cui ti privi.

Se la società intende cambiare filosofia di gioco ingaggiando un allenatore che predilige 4-3-3 o 4-3-1-2 e non acquista nè trequartisti nè attaccanti esterni.

Se riempiamo la rosa di infortunati cronici (De Sciglio, Khedira, Costa, Ramsey, senza dimenticare Chiellini che è l'unico di questi a poterci dare ancora qualcosa)

Se rinnoviamo il contratto ad ex grandi giocatori ormai diventati rottami (Khedira, Matuidi e, prima ancora, Mandzukic).

 

Che senso ha dare la colpa alla mentalità dei giocatori che abbiamo o all'allenatore?

E' vero che è venuta a mancare la personalità di pilastri come Barzagli, Buffon (ormai panchinaro) e Chiellini (causa infortuni) ma questa squadra la mentalità ce l'ha, eccome.

 

Aldilà dell'operato di Sarri, che sarà valutato a fine maggio, la situazione ha 2 colpevoli certi: Paratici e Nedved.

Edited by Maxel
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 16-Aug-2008
6,234 posts

Ma che 2 palle questi topic.

Tifosi che pensano di avere la verità in tasca, quando sono meri spettatori di ciò che accade e circonda, ma d'altronde in un paese dove la non competenza viene premiata a piu' livelli i risultati sono questi.

  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
1,937 posts
 

Quali sono i calciatori che danno corpo al problema che esponi? 

Ti ho fatto 3 nomi prima e sono quelli avrebbero dovuto raccogliere l'eredità spirituale della BBC..su tutti, per quel che mi riguarda sono Alex Sandro, Bonucci e Pjanic e credo che in estate almeno 2/3 ci saluteranno..l'unico del vecchio gruppo che si sbattendo cercando di fare suo quello che chiede Sarri è Dybala (Chiellini per adesso in campo non si è mai visto e Buffon gioca in porta, ma comunque sono due giocatori a quasi fine carriera)

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Feb-2019
1,833 posts
4 minuti fa, Maxel ha scritto:

Se la società sbaglia più sessioni di mercato, non comprando nessuno dei giocatori di cui avrebbe avuto bisogno l'allenatore.

Se la società acquista solo badando ad occasioni a parametro zero, con costosissimi ingaggi e molte incognite (Rabiot, Ramsey) in un reparto in cui abbiamo seri problemi da anni.

Se la società vende badando solo alle plusvalenze più che all'utilità dei giocatori di cui ti privi.

Se la società intende cambiare filosofia di gioco ingaggiando un allenatore che predilige 4-3-3 o 4-3-12 e non acquista nè trequartisti nè attaccanti esterni.

Se riempiamo la rosa di infortunati cronici (De Sciglio, Khedira, Costa, Ramsey, senza dimenticare Chiellini che è l'unico di questi a poterci dare ancora qualcosa)

Se rinnoviamo il contratto ad ex grandi giocatori ormai diventati rottami (Khedira, Matuidi e, prima ancora, Mandzukic).

 

Che senso ha dare la colpa alla mentalità dei giocatori che abbiamo o all'allenatore?

E' vero che è venuta a mancare la personalità di pilastri come Barzagli, Buffon (ormai panchinaro) e Chiellini (causa infortuni) ma questa squadra la mentalità ce l'ha, eccome.

 

Aldilà dell'operato di Sarri, che sarà valutato a fine maggio, la situazione ha 2 colpevoli: Paratici e Nedved.

 

Scusami Maxel, secondo me è troppo riduttivo come discorso. 

I parametri zero sono probabilmente diventati una soluzione necessaria, quando si è deciso di accettare la sfida e l'opportunità Ronaldo. 

 

Se non fosse arrivato CR7, probabilmente avremmo sistemato il centrocampo con investimenti importanti, primo tra tutti il ritorno Pogba. 

Sì è scelto di fare un qualcosa di diverso (da qui forse l'uscita di scena di Marotta, chi lo sa) che può potenzialmente cambiare la storia del club, ma i cui effetti si vedranno nel medio periodo e che, nel frattempo, ha delle implicazioni importanti nel breve, sia dal punto di vista finanziario, sia dal punto di vista tecnico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
230 posts

Io vorrei vedere una Juve che gioca col 2-4-4 come il Liverpool a Madrid o l'Atalanta che ha due terzini che fanno l'ala. Il problema è che se l'Atalanta a settembre e ottobre prende delle sonore sberle per eccesso di spregiudicatezza, ne parla qualche tifoso nei bar di Bergamo e lo scrive solo l'Eco di Bergamo, due righe.
Alla prima partita che la Juve perde in questa maniera, ne parlerebbe tutta Italia, dai giornali ai bar fino a Tina Cipollari.
Per noi sarebbe molto difficile insistere su quella strada.
Ci vuole tanto tanto coraggio, sia da parte dei dirigenti che dei tifosi.
Al momento non ce l'abbiamo.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jun-2007
6,377 posts
9 minuti fa, Destra5 ha scritto:

 

Scusami Maxel, secondo me è troppo riduttivo come discorso. 

I parametri zero sono probabilmente diventati una soluzione necessaria, quando si è deciso di accettare la sfida e l'opportunità Ronaldo. 

 

Se non fosse arrivato CR7, probabilmente avremmo sistemato il centrocampo con investimenti importanti, primo tra tutti il ritorno Pogba. 

Sì è scelto di fare un qualcosa di diverso (da qui forse l'uscita di scena di Marotta, chi lo sa) che può potenzialmente cambiare la storia del club, ma i cui effetti si vedranno nel medio periodo e che, nel frattempo, ha delle implicazioni importanti nel breve, sia dal punto di vista finanziario, sia dal punto di vista tecnico. 

riduttivo? a me sembra un discorso molto ampio invece. Pensi che gli acquisti di Ramsey e Rabiot siano meno onerosi di quelli di un giovane, nome a caso, come barella? A parametro zero non vuol dire gratis. Fai il conto di quanto costino di ingaggio e commissioni agli agenti. Non regge nemmeno il discorso sulla plusvalenza in caso di vendita. Chi te li compra con un ingaggio di 7 milioni netti più bonus? Fatti il conto di quanto costino complessivamente 4-5 anni di contratto di questi giocatori rispetto ad altri, magari più onerosi in termini di cartellino, ma con ingaggi più allineati con i valori di mercato. Come fa Rabiot a prendere 7 milioni + 2 di bonus??? Maddai!

Edited by Maxel
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
1,937 posts
Io vorrei vedere una Juve che gioca col 2-4-4 come il Liverpool a Madrid o l'Atalanta che ha due terzini che fanno l'ala. Il problema è che se l'Atalanta a settembre e ottobre prende delle sonore sberle per eccesso di spregiudicatezza, ne parla qualche tifoso nei bar di Bergamo e lo scrive solo l'Eco di Bergamo, due righe.
Alla prima partita che la Juve perde in questa maniera, ne parlerebbe tutta Italia, dai giornali ai bar fino a Tina Cipollari.
Per noi sarebbe molto difficile insistere su quella strada.
Ci vuole tanto tanto coraggio, sia da parte dei dirigenti che dei tifosi.
Al momento non ce l'abbiamo.
 


Il coraggio serve, ma da parte dei giocatori!

La società ha avuto coraggio scegliendo un allenatore completamente di rottura rispetto agli ultimi anni.

L'allenatore ha avuto coraggio provando ad impostare un tipo di calcio che se attecchisce porta ad una grande spettacolarizzazione

Basta difendere i giocatori quando gli ultimi 2 anni dimostrano in maniera lampante che se non c'è stata una svolta tattica la responsabilità è soprattutto di una parte di loro.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
230 posts
3 minuti fa, The Ultimate ha scritto:

 


Il coraggio serve, ma da parte dei giocatori!

La società ha avuto coraggio scegliendo un allenatore completamente di rottura rispetto agli ultimi anni.

L'allenatore ha avuto coraggio provando ad impostare un tipo di calcio che se attecchisce porta ad una grande spettacolarizzazione

Basta difendere i giocatori quando gli ultimi 2 anni dimostrano in maniera lampante che se non c'è stata una svolta tattica la responsabilità è soprattutto di una parte di loro.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

 

Io sono per la rivoluzione, eh. Solo che è difficile.

Dovesse andare via Sarri, io spero che non si ritorni ai soliti allenatori perfetti per noi (Inzagi, per intenderci.)

Tu sottovaluti l'ambiente, che non è solo la Continassa, il DNA, ma siamo tutti noi.

Non basta che il coraggio lo trovino i calciatori.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2008
25,967 posts

La mentalità, c**** la mentalità!!! Come ho fatto a non pensarci prima

  • Haha 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...