Jump to content
Bradipo76

Agnelli: "In Champions meglio la Roma dell'Atalanta"

Recommended Posts

Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, B/N ha scritto:

è spettacolo puro... non è più sport

 

a me interessa chi vince e festeggio le vittorie, non le belle partite o le magliette esteticamente interessanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,887 posts
Adesso, Bad Moon Rising ha scritto:

 

che fa guadagnare soldi a chi è più bravo in campo, non chi è stato famoso in passato o bravo nel marketing.

Non si parla degli atleti, ma di chi questi soldi li investe

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,824 posts
1 minuto fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

a me interessa chi vince e festeggio le vittorie, non le belle partite o le magliette esteticamente interessanti.

allora bisogna cambiare sport 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,824 posts
1 minuto fa, GOGA MIGOGA ha scritto:

Non si parla degli atleti, ma di chi questi soldi li investe

 

esatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, GOGA MIGOGA ha scritto:

Non si parla degli atleti, ma di chi questi soldi li investe

 

 

chi li investe deve prendere i calciatori bravi per vincere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, B/N ha scritto:

allora bisogna cambiare sport 

 

bisogna cambiare spettacolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Aug-2006
3,751 posts
Adesso, Bad Moon Rising ha scritto:

 

a me interessa chi vince e festeggio le vittorie, non le belle partite o le magliette esteticamente interessanti.

Immagino che guarderai solo le partite della Juve......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,824 posts
2 minuti fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

bisogna cambiare spettacolo.

fai come ti pare

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, STELEO ha scritto:

Immagino che guarderai solo le partite della Juve......

 

guardo le partite della Juve e quelle in cui la competizione è interessante, combattuta. 

mi piace lo sport.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, B/N ha scritto:

fai come ti pare

 

io senza dubbio, continuo a guardare questo sport.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,824 posts
2 minuti fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

chi li investe deve prendere i calciatori bravi per vincere.

non sempre funziona... ma il discorso è un'altro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,824 posts
1 minuto fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

io senza dubbio, continuo a guardare questo sport.

contento tu

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Posted (edited)
2 minuti fa, B/N ha scritto:

non sempre funziona... ma il discorso è un'altro

 

il discorso è che uno sport dovrebbe reggersi sui meriti sportivi  e se un'azienda vuole guadagnare sullo sport deve vincere. se perde va in perdita e non conta se prima ha vinto tutto,. se perdi significa che hai sbagliato e non conta se sei seguito da 200mln di persone,

hai perso e guadagni meno,.

si vuole guadagnare sempre prendendosi la fetta di mercato migliore?

significa cessare lo sport e inserire delle misure che sono antisportive.

significa gestire un'azienda che prescinde dal campo.

quando accadrà, tutti gli sportivi saluteranno il calcio e la Juve.

Edited by Bad Moon Rising

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Aug-2006
3,751 posts
2 minuti fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

io senza dubbio, continuo a guardare questo sport.

Chiamalo come vuoi, il discorso è che noi tifosi paghiamo per guardarlo non per guadagnarci....... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,887 posts
Adesso, B/N ha scritto:

contento tu

L' evoluzione non dipenderà ne dalle sue idee ne dalle nostre.

 

La direzione è quella che piaccia o no 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Aug-2006
3,751 posts
1 minuto fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

il discorso è che uno sport dovrebbe reggersi sui meriti sportivi  e se un'azienda vuole guadagnare sullo sport deve vincere. se perde va in perdita e non conta se prima ha vinto tutto,.

 

se vuole guadagnare sempre prendendosi la fetta di mercato migliore? significa cessare lo sport e inserire delle misure che sono antisportive.

Quindi l'NBA non è uno sport?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
183 posts
Adesso, STELEO ha scritto:

Quindi l'NBA non è uno sport?

 

chi arriva ultimo si prende le scelte migliorinel mercato successivo, c'è un tetto degli ingaggi, etc etc

se queste cose non ci fossero, no, sarebbe uno spettacolo. finto. poco sportivo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Mar-2019
409 posts

 

Non capisco cosa ci sia di difficile da capire nelle parole di Agnelli, che vede la situazione non di oggi, ma da qui a 10 anni.

 

I fatturati delle top 20 società di calcio oggi valgono parecchi miliardi di euro, cosi come il business calcio europeo che vale quanto il pil di una piccola nazione.

La situazione di oggi è frammentata, Champions league e Premier league sono il grosso degli introiti delle sponsorizzazioni e diritti TV, perchè qualsiasi brand che sgancia la grana vuole apparire nella migliore competizione possibile e non in leghe inferiori, come lo sono oggi la Liga, Serie A, Bundes per non parlare dei vari campionati francesi belgi/olandesi (che si uniscono proprio per questo motivo) etc.

 

Se la champions vale 4mld di Euro e la Premier oltre 3, contro il "quasi" miliardo della Serie A oggi, il gap non sarà colmabile ne nel breve ne nel lungo periodo, i discorsi sul colmare il gap della nostra lega sulla Premier sono cavolate. E lo sono per diversi motivi

 

- Appeal del calcio inglese o di una competizione europea a eliminazione diretta come la champions.

- Situazione manageriale italiana, politica ed economica

- nel mondo economico chi acquisisce una posizione dominante in un settore a basso livello di innovazione difficilmente lascia il passo ai competitor. E il treno della crescita smisurata dovuta alla new economy dei social, internet etc. è partito quando la serie A era il giocattolino dell'inter di Moratti post calciopoli, facendoci completamente perdere il treno rispetto alla Premier e a società come Real / Barca

 

Un manager di alto livello come Andrea capisce la situazione, e capisce che la Champions league che porta introiti per oltre 100mln/annui a società che fatturano 400/500mln di euro non può essere considerato un ingresso "aleatorio", perchè le società si strutturano in base a questo tipo di ricavi, non solo in termini di stipendi dei tesserati, ma anche di infrastrutture.

 

Inoltre con tutto il rispetto per la favola Atalanta, che oggi stupisce, per poi tornare nel dimenticatoio fra 2/3 anni, Agnelli vede lo sviluppo del calcio in un campionato unico europeo che raccoglie non solo i top club europei (per vittorie e prestigio) con bacino di tifosi enorme, ma anche le società che hanno vinto meno ma che hanno il giusto fascino per essere all'interno della lega e che hanno comunque ampio bacino d'utenza (la Roma dell'esempio di Agnelli).

 

Inutile dire che il modello è quello delle franchigie NBA, che vengono date alla città dalla Lega, e che addirittura possono spostarsi di città, vi incollo sotto la descrizione

Le franchigie e il sistema sportivo nord-americano[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema sportivo professionistico nord-americano è organicamente diverso da quello europeo e in generale del resto del mondo: le varie leghe professionistiche d'estrazione statunitense (tra le quali la NBA) non rispondono direttamente ad alcuna federazione sportiva nazionale e non considerano i concetti di retrocessione in serie minori e di promozione in serie maggiori.

Le squadre della NBA sono chiamate con il termine franchigie e hanno caratteristiche di estrema flessibilità per quanto concerne simbologia, colori e identità territoriale: esse infatti possono essere rilocate in altre città a totale discrezione della lega e/o degli investitori, perlopiù per motivazioni puramente commerciali. Se una squadra si sposta da una città a un'altra porta con sé tutta la sua storia: i titoli vinti, i numeri di maglia ritirati, il nome della franchigia e quant'altro. A meno che non si crei una nuova franchigia o qualcuna cessi l'attività (volontariamente o per fallimento), le squadre concorrenti sono sempre le stesse stagione dopo stagione.

L'assemblea deputata a prendere tutte le decisioni riguardanti la gestione della lega (ivi compresa l'eventuale espansione) è il NBA Board of Governors. Il trasferimento in altra sede di una franchigia già esistente o l'istituzione di un expansion team (ossia una nuova franchigia) viene pianificato a tavolino, prendendo in considerazione parametri come la posizione della città, il numero di abitanti, la grandezza dell'impianto sportivo destinato a ospitare le gare interne (anche se solo progettato): il discrimine è pertanto la stima del valore del mercato di quella città e i benefici che una squadra potrebbe portare alla lega.

Un esempio di expansion team della lega fu l'entrata degli Charlotte Bobcats nel 2004, che furono la 30ª franchigia della NBA: la città di Charlotte aveva già avuto una squadra fino al 2002 (i Charlotte Hornets, poi spostati a New Orleans su richiesta della proprietà) e la lega si risolse a "renderle" una franchigia allorché venne a conoscenza di un progetto per la costruzione di una nuova moderna arena entro due anni, nonché tenendo conto della grande passione per la pallacanestro degli abitanti della Carolina del Nord.

Da ultimo, come accade nella maggior parte delle leghe americane, è bene sottolineare che la NBA adotta un ordine del fattore campo invertito rispetto agli standard europei: nell'elencare le squadre che giocano una partita, il primo nome indica la squadra in trasferta, mentre il secondo la squadra in casa.

 

Quindi avere città e squadre ben identificate, di tradizione e fascino, un elite che si spartisce la torta più grande dei ricavi, lasciando squadre "provinciali" ai campionati nazionali, dalle quali poi pescare giocatori per la lega principale europea.

 

Agnelli tempo fa disse parole importanti, il competitor del calcio è Netflix (inteso come consumo di contenuti in streaming), il Cinema e i videogiochi, se vuoi che la gente spenda soldi e tempo nel calcio, devi offrire un prodotto che competa con questi sopra, che offra il meglio dello spettacolo possibile.

 

Ultima postilla, leggo di qualcuno che prende ad esempio lo UTD come società che non patisce il mancato ingresso champions, signori, è il club che fattura più al mondo, con i diritti della premier che valgono come la champions. Non è la stessa cosa per qualsiasi altra società che fatturi meno di 500mln o militi nella premier.

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,887 posts
2 minuti fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

il discorso è che uno sport dovrebbe reggersi sui meriti sportivi  e se un'azienda vuole guadagnare sullo sport deve vincere. se perde va in perdita e non conta se prima ha vinto tutto,. se perdi significa che hai sbagliato e non conta se sei seguito da 200mln di persone,

hai perso e guadagni meno,.

si vuole guadagnare sempre prendendosi la fetta di mercato migliore?

significa cessare lo sport e inserire delle misure che sono antisportive.

significa gestire un'azienda che prescinde dal campo.

quando accadrà, tutti gli sportivi saluteranno il calcio e la Juve.

Sulla base di quanto dici sono molto più sportive e meritocratiche l' NBA o l' NFL del calcio europeo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Mar-2019
409 posts
7 minuti fa, Bad Moon Rising ha scritto:

 

il discorso è che uno sport dovrebbe reggersi sui meriti sportivi  e se un'azienda vuole guadagnare sullo sport deve vincere. se perde va in perdita e non conta se prima ha vinto tutto,. se perdi significa che hai sbagliato e non conta se sei seguito da 200mln di persone,

hai perso e guadagni meno,.

si vuole guadagnare sempre prendendosi la fetta di mercato migliore?

significa cessare lo sport e inserire delle misure che sono antisportive.

significa gestire un'azienda che prescinde dal campo.

quando accadrà, tutti gli sportivi saluteranno il calcio e la Juve.

 

Adesso, GOGA MIGOGA ha scritto:

Sulla base di quanto dici sono molto più sportive e meritocratiche l' NBA o l' NFL del calcio europeo

 

Infatti è molto più meritocratica l'NBA, con Salary Cap e scelte al draft dettate dalla classifica.

 

Secondo voi è meritocratico che l'atalanta giochi la champions e la roma no perchè oggi è più forte. Ma perchè una società come lo UTD che fa schifo da anni possa permettersi campagne acquisti faraoniche e stipendi  senza  senso pur non vincendo nulla da anni? Stessa cosa il Real prima di vincere la decima.

 

Dove sarebbe la correttezza della competizione (champions league) quando ci sono società che possono permettersi 300mln di ingaggi contro altre che a malapena arrivano a 50?

Certo bellissimo quando l'ajax sfiora la finale o l'atalanta i quarti, ma poi alla fine chi vince?

 

Ci si intorta con la bella storia della cenerentola, ma poi la gente vuole vedere Liverpool Barcellona o Real Madrid Manchester City/united, di una finale Porto-Monaco non frega una mazza a nessuno.

 

Se si vuole equilibrio il sistema calcio ha bisogno di riforme, e l'occasione di una lega europea è troppo importante. 

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Jun-2007
8,891 posts
10 minuti fa, Walter Mitty ha scritto:

 

 

Infatti è molto più meritocratica l'NBA, con Salary Cap e scelte al draft dettate dalla classifica.

 

Secondo voi è meritocratico che l'atalanta giochi la champions e la roma no perchè oggi è più forte. Ma perchè una società come lo UTD che fa schifo da anni possa permettersi campagne acquisti faraoniche e stipendi  senza  senso pur non vincendo nulla da anni? Stessa cosa il Real prima di vincere la decima.

 

Dove sarebbe la correttezza della competizione (champions league) quando ci sono società che possono permettersi 300mln di ingaggi contro altre che a malapena arrivano a 50?

Certo bellissimo quando l'ajax sfiora la finale o l'atalanta i quarti, ma poi alla fine chi vince?

 

Ci si intorta con la bella storia della cenerentola, ma poi la gente vuole vedere Liverpool Barcellona o Real Madrid Manchester City/united, di una finale Porto-Monaco non frega una mazza a nessuno.

 

Se si vuole equilibrio il sistema calcio ha bisogno di riforme, e l'occasione di una lega europea è troppo importante. 

 

 

Quindi uno juve Lecce in Italia è inutile giocarla perché non corretto? O è corretto che una società milionaria  che sbaglia acquisti o butta via denaro per demeriti dirigenziali rispetto ad una società virtuosa che con bravura ottiene migliori risultati vada in automatico in Champions?

stiamo parlando di sport, che messaggio mandi a un ragazzo? A cosa vale allenarsi duro e faticare se tanto non puoi raggiungere il tuo sogno di giocare la Champions con i tuoi compagni o la tua squadra?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,887 posts
3 minuti fa, filippo83 ha scritto:

Quindi uno juve Lecce in Italia è inutile giocarla perché non corretto? O è corretto che una società milionaria  che sbaglia acquisti o butta via denaro per demeriti dirigenziali rispetto ad una società virtuosa che con bravura ottiene migliori risultati vada in automatico in Champions?

stiamo parlando di sport, che messaggio mandi a un ragazzo? A cosa vale allenarsi duro e faticare se tanto non puoi raggiungere il tuo sogno di giocare la Champions con i tuoi compagni o la tua squadra?

Che messaggio passa giornalmente su di noi della Juve? Ti alleni duramente segui il tuo sogno, poi arrivano i gobbi e rubano.

E' educativo per un ragazzo? Non è comunque un mondo ideale purtroppo, meglio ampliare gli orizzonti 

In ogni caso, l'Eca non ha mai parlato di non voler giocare i campionati nazionali, anche nel basket Real, Barca, Bayern, Olimpia ecc. giocano le 2 competizioni.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Mar-2019
409 posts
1 minuto fa, filippo83 ha scritto:

Quindi uno juve Lecce in Italia è inutile giocarla perché non corretto? O è corretto che una società milionaria  che sbaglia acquisti o butta via denaro per demeriti dirigenziali rispetto ad una società virtuosa che con bravura ottiene migliori risultati vada in automatico in Champions?

stiamo parlando di sport, che messaggio mandi a un ragazzo? A cosa vale allenarsi duro e faticare se tanto non puoi raggiungere il tuo sogno di giocare la Champions con i tuoi compagni o la tua squadra?

 

Forse non hai capito, Juve Lecce è giustissimo giocarla oggi, ma dove sarebbe il giocare ad armi pari quando le due società in questione non dividono equamente i diritti TV e le relative sponsorizzazioni del campionato? 

 

La premier che distribuisce molti più soldi di diritti TV permette anche al "Lecce inglese" di poter garantire stipendi a ottimi giocatori e di fare acquisti onerosi da altre leghe, cosa che innalza il livello di competitività della lega, ma succede solo in Premier.

 

Togliti dai panni dall'essere tifoso della Juventus, secondo te è "normale" che nella serie A odierna una società possa avere talmente tanto gap economico da vincere 8 anni consecutivi?

Non sto dicendo che la Juve non abbia meriti nell'averlo, grazie a scelte lungimiranti, ma è anche vero che i diritti TV ad esempio sono spartiti in parti uguali solo al 50%, l'altra metà secondo te nelle casse di chi finisce? Guarda l'immagine sotto, e guarda i criteri di ripartizione di questo secondo 50%.

Schermata-2018-02-06-alle-18_07.04-1.png.b557ba965f8007e84c621f3ead737256.png

 

 

Allora bisogna stabilire se:

  1. avere più tifosi
  2. avere un bacino di tifosi/spettatori più ampio per la città di rappresentanza
  3. avere un passato migliore
  4. avere risultati sportivi migliori, che sono comunque una conseguenza dei punti sopra che danno potere economico al club,

sono vantaggi meritocratici.

 

E se lo sono per la spartizione dei diritti TV oggi, perchè non dovrebbero esserlo per determinare un eventuale inserimento del club in una Lega Europea?

Cosa c'è di scandaloso in quello che ha detto Agnelli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 27-Mar-2007
5,800 posts
Posted (edited)

per me ha detto una cag.ata pazzesca, la Eca a volte da alla testa

 

Edited by peval

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 25-Oct-2012
8,185 posts
6 ore fa, STELEO ha scritto:

Certe dichiarazioni sono da evitare perchè danno spunto agli antijuventini, media compresi, di travisare anche le più semplici ovvietà......

Concordo, anche se di fondo il presidente voleva fare un certo tipo di discorso che ci sta pure, ad una platea di professionisti del settore che avrebbero dovuto capirlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...