Jump to content
Bradipo76

Agnelli: "In Champions meglio la Roma dell'Atalanta"

Recommended Posts

Joined: 17-Jun-2007
8,959 posts
17 minuti fa, GOGA MIGOGA ha scritto:

Il concetto di mediare da una cosa che funziona per adattarla alle specificità di un altro contesto traspare dalle parole di Agnelli.

Ma bisogna prestare attenzione, perdere tempo ad ascoltarsi tutta l'intervista come ha fatto qualcuno.

Il problema che si tende a saltare alle conclusioni, dare giudizi su una frase estrapolata volutamente male dai media.

Come ogni cosa è giusto leggere o ascoltare per intero, informarsi bene e non giudicare il libro dalla copertina. 
 

L’idea di Agnelli sulla Superlega può piacere o meno, si discute su come ha posto l’argomento. Agnelli è un uomo navigato conosce il mondo giornalistico la società in cui vive, perciò quella frase poteva evitarla

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 12-Apr-2006
1,107 posts

Senza raggiungere gli estremismi della Super lega, io penso che una Champions con meno posti assegnati dai singoli campionati compensati da un buon numero di Wild card per le "stagioni sbagliate" delle squadre a miglior ranking Uefa, sarebbe un giusto compromesso. 

Per esempio: invece di 4 posti sicuri per Inghilterra Spagna Italia e Germania si potrebbero dare 3 posti per uno e liberare 4 Wild card per le prime 4 squadre del ranking non qualificatesi. 

A cascata per le altre nazioni fino ad avere 24 qualificate sul campo e 8 a "inviti". 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Feb-2020
290 posts

da "vincere è l'unica cosa che conta" a "il bacino d'utenza e il blasone è l'unica cosa che conta".

no, non è più Juve questa roba qui.

la nostra storia è fondata sul vincere, ma non ieri.. vincere oggi.

se una piccola vince.. giù il cappello.

il resto sono chiacchiere per stravolgere i meriti e acchiappare soldi.

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,996 posts
1 ora fa, Polio ha scritto:


Io l’ho ascoltata tutta, ed è sempre la solita tarantella del campionato europeo per club, dove vuole andare a parare. Vuole fare una nba europea ma del calcio, senza idea di come costruire il modello in termini organizzativi, infrastrutturali e logistici. Con la convinzione che se ogni anno posso vedere Juve Real o United Real ci sia il mondo disposto a svenarsi per volo hotel e biglietti. Questi sono fuori di melone, i ricchi quelli veri allo stadio ci vanno solo se hanno l’accredito, catering e parcheggio gratis, la maggioranza  è tt gente che si leva qualcosa dalla bocca per una passione.

l tuo ragionamento è assolutamente sensato, ma secondo me ognuno di noi si deve porre lquesta domanda: voglio vedere la Juve sempre ai vertici del calcio mondiale, non dico vincere ovviamente o diventare come molte squadre sudamericane competitive forse solo a casa loro?

In base a questa risposta ogni altro discorso ne consegue.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Aug-2008
10,606 posts
Posted (edited)

parlate tutti di meritocrazia però poi odiate a morte le squadre che salgono e scendono tra serie A e B ottenendo soldi da diritti tv e "paracadute".

alla fine l'Atalanta farà questo, soltanto più in grande  .asd

mi auguro per loro che possano rimanere su questo livello per molto tempo, ma probabilmente faranno come l'Udinese

 

(quasto a prescindere dal concetto di lega europea, che a me piacerebbe molto)

Edited by Mr.Simpatia11

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Feb-2006
883 posts
Posted (edited)
1 ora fa, GOGA MIGOGA ha scritto:

l tuo ragionamento è assolutamente sensato, ma secondo me ognuno di noi si deve porre lquesta domanda: voglio vedere la Juve sempre ai vertici del calcio mondiale, non dico vincere ovviamente o diventare come molte squadre sudamericane competitive forse solo a casa loro?

In base a questa risposta ogni altro discorso ne consegue.

Fai delle assunzioni molto forti e, secondo me, alla luce della storia delle coppe europee, non vere.

Ovviamente, come si può intuire, non sono per nulla d'accordo con Andrea Agnelli.

A chi come te e altri juventini, vede una logica nelle intenzioni di Andrea Agnelli (che poi parla per conto dell'ECA, è chiaro), suggerisco di ricordare un piccolo grande dato:

la Juventus ha vinto tutte le coppe europee che ha in bacheca prima che la visione del calcio "a difesa degli investimenti" (ma che per me è puro elitarismo) che Agnelli ed altri propongono cominciasse a modificare l'assetto delle competizioni europee stesse.

Per dirla semplice: la Juve ha vinto l'ultima coppa europea nel 1995-1996, ovvero l'ultima stagione in cui le coppe europee erano:

  1. Champions con solo squadre campioni, niente seconde, terze, quarte etc. Giocava solo la squadra campione in carica + le squadre camioni di ciascun campionato nazionale;
  2. Coppa UEFA dove partecipavano tutte le migliori non vincitrici (competizione che hai tempi aveva lo scopo di "difendere gli investimenti", peccato che probabilmente non si riuscì a renderla abbastanza attrattiva per gli sponsor);
  3. Coppa delle Coppe dove partecipavano squadre magari non sempre eccezionali nei propri campionati, ma capaci di vincere le partite dentro-fuori meglio di altre, dato che avevano vinto nelle rispettive coppe nazionali.

Era la formula più equilibrata possibile. Poi a qualcuno, ovvero il G-14, poi soppiantato dall'ECA per conto di cui Agnelli che ne è presidente parla, è venuto voglia di giocare sempre tra chi aveva speso più soldi e quindi aveva più "nomi" in squadra, riuscendo così a coniugare una volontà "aggiratoria" del merito sportivo ai desiderata degli sponsor e delle tv che volevano avere più spesso come prodotto di punta scontri tra squadre di blasone e nomi altisonanti tra i giocatori. 

Qundi sono iniziate le minacce di Superlega, l'UEFA ha gradualmente ceduto ed oggi abbiamo una Champions che ha fagocitato tutto, Coppa delle Coppe e l'allora Coppa UEFA che hanno chiuso i battenti definitivamente (l'Europa League è un altro tipo di torneo, non si illudano di poterci prendere in giro mantenendo lo stesso trofeo fisico, quella è purtroppo una "coppetta" rispetto alla Coppa UEFA) . 

Quello che abbiamo visto nelle 23 stagioni seguenti al maggio 1996, è anche figlio di quella graduale riforma, attuata dall'UEFA come risposta alle minacce di Superlega.

Giusto per estremizzare, potrei dire tranquillamente che ogni volta che la Juventus ha perso una finale di Champions, da allora, lo ha fatto contro squadre che avevano fatto più investimenti e che quindi la nuova formula delle coppe ha via via sempre più protetto. E questo è valso sempre. Il Dortmund nel '97,  il Real nel '98, il Milan nel 2003, il Barça nel 2015, il Real nel 2017 erano tutte squadre che avevano speso di più sul mercato rispetto alla Juve che le affrontò.

Non so se Agnelli sia coscente o no di questo dato di fatto, probabilmente non gli interessa neanche, dato che secondo me parla solo per obiettivi economici e non sportivi, ma con questo attegiamento per me è chiaro che sta in fondo difendendo gli interessi di chi è più ricco, quindi non della Juventus in Europa, dato che è forse la più ricca di tutti in Italia ed è più ricca di alcuni in Europa, ma proprio nelle coppe europee a cui lui si riferisce, per fatturato viene dietro ben 9 squadre , e immagino altrettante per cifra spesa sul mercato.

Poi ci sarebbe anche da dire che queste idee sono oltretutto in contrasto con la logica sportiva stessa. Una stagione "sbagliata" in cui puoi stare fuori, se ben utilizzata (vedi Juventus 2011-2012 ad esempio), è fondamentale per porre della basi per le stagioni future, quindi può forse essere un danno economico non partecipare alla Champions, ma è di sicuro un potenziale vantaggio sportivo.

 

Edited by ragazzo non sono stato io
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Aug-2006
14,983 posts
10 ore fa, PASSIONE BIANCONERA ha scritto:

Assolutamente un'uscita infelice e mi spiace molto.

Ha fatto un danno alla Juventus ed a se stesso.

hai guardato il video?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Jun-2005
4,125 posts

In pochi giorni Andrea ha fatto il disastro completo:

1) passi per l'endorsement a Paratici che speriamo sia solo di facciata ma ne dubito

2) difende il Cinese intertriste che l'aveva fatta tanto grossa da essere criticato pure dal fazioso Mentana. Lui dice che gli è amico e fa quasi intendere di essere d'accordo con gli insulti del Cretino;

3) se la prende con l'Atalanta che è l'unico raggio di sole nel panorama calcistico scioccamente plurimiliardario.

E' riuscito ad aver torto marcio su tutti fronti coperti, a farsi nuovi nemici gratuiti, a farci inca**are perché sostenere l'Inda, la Roma e le altre metropolitane. E' una VERGOGNA indice di una sciocca visione elitaria.

CI HAI DELUSO PROFONDAMENTE ANDREA

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Jun-2005
4,125 posts
1 ora fa, Bad Moon Rising ha scritto:

da "vincere è l'unica cosa che conta" a "il bacino d'utenza e il blasone è l'unica cosa che conta".

no, non è più Juve questa roba qui.

la nostra storia è fondata sul vincere, ma non ieri.. vincere oggi.

se una piccola vince.. giù il cappello.

il resto sono chiacchiere per stravolgere i meriti e acchiappare soldi.

Ti quoto commosso! Se la tenga Andrea la NBA. Tra l'altro, il calcio è così diffuso che qualche Atalanta, per fortuna verrà fuori sempre. Mentre la Juventus in un campionato europeo siffatto farebbe la fine di Boston e Chicago nella NBA. Preferisco mille volte vincere la Coppa Italia che perdere una finale di Champion!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 10-Sep-2006
3,600 posts
19 hours ago, Bradipo76 said:

 

E tu credi che facendo un sistema più chiuso il gap si riduca? 

Dai per scontato che evolva verso un modello ad NBA. Ma è tutt'altro che scontato, appunto. 

Non credo proprio che Real e Barcellona un giorno incontrino Agnelli e Zang e dicano loro "toh, mi sta bene che si faccia un sistema nel quale la distanza di 300 milioni l'anno che c'è tra noi e voi si riduca, che pure voi siate capaci di prendere i calciatori che prendiamo noi. Abbiamo proprio voglia di vedere un sistema più equilibrato".

 

Quando in Europa è sbarcato lo sceiccame, la reazione della vecchia guardia non è stata "benvenuti voi che c'avete li sordi", ma "facciamo il fair play finanziario". .asd 


 

Esatto. Vogliono distanziarsi ulteriormente come elite. Magari gli riesce e dura un paio di stagioni - molto presto pero' quest'elite rimarra' sola soletta mentre lo sport "popolare" rifondera' squadre e societa' mentalmente piu' sane e meno megalomani. Almeno e' quello che auspico. 

Che poi sta NBA del calcio porta con se' l'enorme differenza di concetto di sport, squadra, franchigia che si ha in Europa e oltreoceano. La' per interessi economici spostano squadre da citta' a citta', sarebbe praticamente impossibile farlo in Europa. Immaginate il Milano San Germano, Romanchester Unito, Barcellentus, Real Arsenal...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 18-Oct-2006
633 posts
2 ore fa, B/N ha scritto:

hai guardato il video?

Ho guardato il video è resto sempre ancorato ancor di più a quanto ho scritto. 

Io sono un  fautore della Super Lega, ma il merito sportivo è e deve essere prioritario su di ogni altra considerazione. Come scrive qualcuno, stiamo passando da "vincere è l'unica cosa che conta"  "guadagnare è il solo motivo per cui dobbiamo competere". Si vuole giustificare una stagione sbagliata a tutela degli investimenti. Dico che gli investimenti  bisogna essere capaci a farli e se non hai sempre queste capacità te ne prendi le responsabilità, senza bisogno di bunus a tua tutela. 

Agnelli ha fatto una gaffe che  da lui non mi aspettavo. Si fosse limitato all'esempio Roma, se ne sarebbe forse discusso un mezzo pomeriggio, tirando in ballo l'Atalanta, società che oggi han dei grandi meriti per quanto riesce a fare sul campo e non, ha dato l'immagine, di chi vuole solo e prioritariamente a salvaguardare i propri interessi,  mettendo il risultato sportivo in secondo piano. Io come tifosi e credo come tutti noi juventini, dedichiamo la nostra passione verso questa squadra con il desiderio di vincere il più possibile e se lo si fa riuscendo anche a ricavare utili da investire tanto meglio. Ma se non ci si riesce non c'è ne si deve fare un dramma, ma ricominciare per raggiungere  gli obiettivi sportivi che ripeto devono sempre essere prioritari a quelli economici. Poi in fondo se  non vinci non puoi pensare sempre di guadagnare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,129 posts
5 ore fa, tantra72 ha scritto:

Senza raggiungere gli estremismi della Super lega, io penso che una Champions con meno posti assegnati dai singoli campionati compensati da un buon numero di Wild card per le "stagioni sbagliate" delle squadre a miglior ranking Uefa, sarebbe un giusto compromesso. 

Per esempio: invece di 4 posti sicuri per Inghilterra Spagna Italia e Germania si potrebbero dare 3 posti per uno e liberare 4 Wild card per le prime 4 squadre del ranking non qualificatesi. 

A cascata per le altre nazioni fino ad avere 24 qualificate sul campo e 8 a "inviti". 

ad esempio… .the

 

ed in questo caso all'atalanta sarebbe occorso uno sforzo ulteriore (a testimonianza della reale solidità del progetto)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,129 posts
Posted (edited)
2 ore fa, PASSIONE BIANCONERA ha scritto:

Ho guardato il video è resto sempre ancorato ancor di più a quanto ho scritto. 

Io sono un  fautore della Super Lega, ma il merito sportivo è e deve essere prioritario su di ogni altra considerazione. Come scrive qualcuno, stiamo passando da "vincere è l'unica cosa che conta"  "guadagnare è il solo motivo per cui dobbiamo competere". Si vuole giustificare una stagione sbagliata a tutela degli investimenti. Dico che gli investimenti  bisogna essere capaci a farli e se non hai sempre queste capacità te ne prendi le responsabilità, senza bisogno di bunus a tua tutela. 

Agnelli ha fatto una gaffe che  da lui non mi aspettavo. Si fosse limitato all'esempio Roma, se ne sarebbe forse discusso un mezzo pomeriggio, tirando in ballo l'Atalanta, società che oggi han dei grandi meriti per quanto riesce a fare sul campo e non, ha dato l'immagine, di chi vuole solo e prioritariamente a salvaguardare i propri interessi,  mettendo il risultato sportivo in secondo piano. Io come tifosi e credo come tutti noi juventini, dedichiamo la nostra passione verso questa squadra con il desiderio di vincere il più possibile e se lo si fa riuscendo anche a ricavare utili da investire tanto meglio. Ma se non ci si riesce non c'è ne si deve fare un dramma, ma ricominciare per raggiungere  gli obiettivi sportivi che ripeto devono sempre essere prioritari a quelli economici. Poi in fondo se  non vinci non puoi pensare sempre di guadagnare.

ma la gaffe qual è?

 

lui ha chiesto ai suoi interlocutori se una certa cosa è corretta o no

non ha detto che l'atalanta sta usurpando un posto a qualcuno che per diritto divino lo avrebbe meritato

 

come ha scritto @tantra72 quella attuale è una delle tante formule possibili

volendo allora uno potrebbe anche opinare sul fatto che alcune nazioni, in virtù d'un ranking migliore, possono iscrivere di diritto quattro squadre direttamente alla fase a gironi ed altre solo una previo passaggio dei preliminari: questo va bene? solo l'atalanta ha diritto di mostrare sul campo i propri meriti? solo dall'atalanta può arrivare la ventata di aria nuova nell'asfittico mondo dei toppe clubbe? non credo

 

 

Edited by plotino
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,996 posts
Posted (edited)
4 ore fa, ragazzo non sono stato io ha scritto:

Fai delle assunzioni molto forti e, secondo me, alla luce della storia delle coppe europee, non vere.

Ovviamente, come si può intuire, non sono per nulla d'accordo con Andrea Agnelli.

A chi come te e altri juventini, vede una logica nelle intenzioni di Andrea Agnelli (che poi parla per conto dell'ECA, è chiaro), suggerisco di ricordare un piccolo grande dato:

la Juventus ha vinto tutte le coppe europee che ha in bacheca prima che la visione del calcio "a difesa degli investimenti" (ma che per me è puro elitarismo) che Agnelli ed altri propongono cominciasse a modificare l'assetto delle competizioni europee stesse.

Per dirla semplice: la Juve ha vinto l'ultima coppa europea nel 1995-1996, ovvero l'ultima stagione in cui le coppe europee erano:

  1. Champions con solo squadre campioni, niente seconde, terze, quarte etc. Giocava solo la squadra campione in carica + le squadre camioni di ciascun campionato nazionale;
  2. Coppa UEFA dove partecipavano tutte le migliori non vincitrici (competizione che hai tempi aveva lo scopo di "difendere gli investimenti", peccato che probabilmente non si riuscì a renderla abbastanza attrattiva per gli sponsor);
  3. Coppa delle Coppe dove partecipavano squadre magari non sempre eccezionali nei propri campionati, ma capaci di vincere le partite dentro-fuori meglio di altre, dato che avevano vinto nelle rispettive coppe nazionali.

Era la formula più equilibrata possibile. Poi a qualcuno, ovvero il G-14, poi soppiantato dall'ECA per conto di cui Agnelli che ne è presidente parla, è venuto voglia di giocare sempre tra chi aveva speso più soldi e quindi aveva più "nomi" in squadra, riuscendo così a coniugare una volontà "aggiratoria" del merito sportivo ai desiderata degli sponsor e delle tv che volevano avere più spesso come prodotto di punta scontri tra squadre di blasone e nomi altisonanti tra i giocatori. 

Qundi sono iniziate le minacce di Superlega, l'UEFA ha gradualmente ceduto ed oggi abbiamo una Champions che ha fagocitato tutto, Coppa delle Coppe e l'allora Coppa UEFA che hanno chiuso i battenti definitivamente (l'Europa League è un altro tipo di torneo, non si illudano di poterci prendere in giro mantenendo lo stesso trofeo fisico, quella è purtroppo una "coppetta" rispetto alla Coppa UEFA) . 

Quello che abbiamo visto nelle 23 stagioni seguenti al maggio 1996, è anche figlio di quella graduale riforma, attuata dall'UEFA come risposta alle minacce di Superlega.

Giusto per estremizzare, potrei dire tranquillamente che ogni volta che la Juventus ha perso una finale di Champions, da allora, lo ha fatto contro squadre che avevano fatto più investimenti e che quindi la nuova formula delle coppe ha via via sempre più protetto. E questo è valso sempre. Il Dortmund nel '97,  il Real nel '98, il Milan nel 2003, il Barça nel 2015, il Real nel 2017 erano tutte squadre che avevano speso di più sul mercato rispetto alla Juve che le affrontò.

Non so se Agnelli sia coscente o no di questo dato di fatto, probabilmente non gli interessa neanche, dato che secondo me parla solo per obiettivi economici e non sportivi, ma con questo attegiamento per me è chiaro che sta in fondo difendendo gli interessi di chi è più ricco, quindi non della Juventus in Europa, dato che è forse la più ricca di tutti in Italia ed è più ricca di alcuni in Europa, ma proprio nelle coppe europee a cui lui si riferisce, per fatturato viene dietro ben 9 squadre , e immagino altrettante per cifra spesa sul mercato.

Poi ci sarebbe anche da dire che queste idee sono oltretutto in contrasto con la logica sportiva stessa. Una stagione "sbagliata" in cui puoi stare fuori, se ben utilizzata (vedi Juventus 2011-2012 ad esempio), è fondamentale per porre della basi per le stagioni future, quindi può forse essere un danno economico non partecipare alla Champions, ma è di sicuro un potenziale vantaggio sportivo.

 

Ti rispondo semplicemente che quando abbiamo vinto molte o tutte le nostre coppe, era diverso l'attrezzo, erano diverse le regole nonché i metodi di preparazione, il tutto in un mondo geopolitico che oggi non c'è più.

Che ci piaccia o meno le cose intorno a noi cambiano indipendentemente dalla nostra volontà.

Il punto è cercare di governare per quanto possibile i cambiamenti o subirli passivamente, tretium non datur, il singolo li subisce senza se ne ma, un gruppo di società potenti può provare ad influire, ma non può fermare l'evoluzione.

Dico questo nel rispetto delle idee diverse dalla mia, che ho vissuto quegli anni e pur rimpiangendoli per mille ed un motivo, accetto, per non estinguermi anzi tempo, le novità.

Edited by GOGA MIGOGA

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Feb-2006
883 posts
48 minuti fa, GOGA MIGOGA ha scritto:

Ti rispondo semplicemente che quando abbiamo vinto molte o tutte le nostre coppe, era diverso l'attrezzo, erano diverse le regole nonché i metodi di preparazione, il tutto in un mondo geopolitico che oggi non c'è più.

Che ci piaccia o meno le cose intorno a noi cambiano indipendentemente dalla nostra volontà.

Il punto è cercare di governare per quanto possibile i cambiamenti o subirli passivamente, tretium non datur, il singolo li subisce senza se ne ma, un gruppo di società potenti può provare ad influire, ma non può fermare l'evoluzione.

Dico questo nel rispetto delle idee diverse dalla mia, che ho vissuto quegli anni e pur rimpiangendoli per mille ed un motivo, accetto, per non estinguermi anzi tempo, le novità.

Anche io ho vissuto quegli anni e so bene che era "un altro calcio", in termini di regole soprattutto (la preparazione cambia sembre in realtà, le regole credo non siano mai cambiate così tanto quanto sono cambiati a metà dei '90, in quasi 70 anni di coppe europee sotto l'ediga dell'UEFA).

I cambiamenti vanno governati il più possibile, si, su questo siamo assolutamente d'accordo.

Ma ciascuno dovrebbe governarli nella direzione di maggior vantaggio. I club potenti che vogliono fare la Superlega e "suggeriscono" (di fatto impongono) riforme all'UEFA, sono più forti della Juventus sul piano economico. Per come la vedo io, i loro interessi sarebbero in totale contrasto con quelli della Juventus.  Lo sono sempre stati. La proprietà della Juventus, che tutti noi tifosi ringraziamo comunque sempre per tutto quello che ha fatto, vive secondo me da anni (forse da sempre, non sprei dire), di un grande equivoco, che la porta al contempo ad essere la più odiata in Italia ed a soffrire così tanto da anni. 

La Juventus è una squadra che si muove sul mercato come una squadra "povera" e "provinciale" (lasciate stare il singolo movimento sul mercato tipo CR7, sono eccezioni che vengono poi ampiamente colmate da gestioni al ribasso delle altre operazioni), ma appoggia i ricchi e "recita" la parte della società ricca.

Questo attegiamento, congiunto ad un ottimo lavoro di programmazione sportiva, la mantiene a livelli elevati, al top in Italia, ma sempre un gradino sotto le migliori in Europa. Per come la vedo io, la Juventus è gestionalmente parlando più parente dell'Atalanta (o anche della Roma o dell'Atletico di Madrid, se volete) che del Bayern di Monaco o del PSG, etc. Se si facesse mai la Superlega, la Juventus rischierebbe di finire nelle squadre interessanti, ma di seconda fascia, nelle vecchie coppe europee la Juventus era una delle squadre titolate, nonché per lungo tempo l'unica che le aveva vinte tutte.

 

Gli interessi della Juventus dovrebbero essere quindi quelli di difendere le Atalante di turno, per capirci. Ormai siamo arrivati a questa Champions... Grazie alla spinta di quei club. Io punterei a limitare i danni anzi.

Esagerando e provocando, se io fossi Agnelli direi agli altri top team: fatevi pure una superlega che noi restiamo in Champions, e la riportiamo ad una partecipante per nazione (e ne vinciamo anche un po', aggiungo io).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jan-2006
27,823 posts

Per me l'ha fatta fuori dal vaso, è un concetto che non condivido perché lo ritengo antisportivo.

Ma sarò un appassionato d'altri tempi, che vi devo dire.

Poi va bè, lui ha il suo punto di vista, ci mancherebbe, però oggettivamente parlando non mi piace per niente questo modo di vedere lo sport. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Aug-2008
10,606 posts
2 ore fa, plotino ha scritto:

ma la gaffe qual è?

 

lui ha chiesto ai suoi interlocutori se una certa cosa è corretta o no

non ha detto che l'atalanta sta usurpando un posto a qualcuno che per diritto divino lo avrebbe meritato

 

come ha scritto @tantra72 quella attuale è una delle tante formule possibili

volendo allora uno potrebbe anche opinare sul fatto che alcune nazioni, in virtù d'un ranking migliore, possono iscrivere di diritto quattro squadre direttamente alla fase a gironi ed altre solo una previo passaggio dei preliminari: questo va bene? solo l'atalanta ha diritto di mostrare sul campo i propri meriti? solo dall'atalanta può arrivare la ventata di aria nuova nell'asfittico mondo dei toppe clubbe? non credo

appunto...

per dire, i più anziani potrebbero avere da ridire sull'attuale formula della Coppa dei Campioni

dove ultimamente ha spesso addirittura vinto chi Campione non è stato, in patria .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
5,792 posts
4 minuti fa, Mr.Simpatia11 ha scritto:

appunto...

per dire, i più anziani potrebbero avere da ridire sull'attuale formula della Coppa dei Campioni

dove ultimamente ha spesso addirittura vinto chi Campione non è stato, in patria .asd

 

Eccomi eccomi.asd

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-May-2019
1,996 posts
1 ora fa, ragazzo non sono stato io ha scritto:

Anche io ho vissuto quegli anni e so bene che era "un altro calcio", in termini di regole soprattutto (la preparazione cambia sembre in realtà, le regole credo non siano mai cambiate così tanto quanto sono cambiati a metà dei '90, in quasi 70 anni di coppe europee sotto l'ediga dell'UEFA).

I cambiamenti vanno governati il più possibile, si, su questo siamo assolutamente d'accordo.

Ma ciascuno dovrebbe governarli nella direzione di maggior vantaggio. I club potenti che vogliono fare la Superlega e "suggeriscono" (di fatto impongono) riforme all'UEFA, sono più forti della Juventus sul piano economico. Per come la vedo io, i loro interessi sarebbero in totale contrasto con quelli della Juventus.  Lo sono sempre stati. La proprietà della Juventus, che tutti noi tifosi ringraziamo comunque sempre per tutto quello che ha fatto, vive secondo me da anni (forse da sempre, non sprei dire), di un grande equivoco, che la porta al contempo ad essere la più odiata in Italia ed a soffrire così tanto da anni. 

La Juventus è una squadra che si muove sul mercato come una squadra "povera" e "provinciale" (lasciate stare il singolo movimento sul mercato tipo CR7, sono eccezioni che vengono poi ampiamente colmate da gestioni al ribasso delle altre operazioni), ma appoggia i ricchi e "recita" la parte della società ricca.

Questo attegiamento, congiunto ad un ottimo lavoro di programmazione sportiva, la mantiene a livelli elevati, al top in Italia, ma sempre un gradino sotto le migliori in Europa. Per come la vedo io, la Juventus è gestionalmente parlando più parente dell'Atalanta (o anche della Roma o dell'Atletico di Madrid, se volete) che del Bayern di Monaco o del PSG, etc. Se si facesse mai la Superlega, la Juventus rischierebbe di finire nelle squadre interessanti, ma di seconda fascia, nelle vecchie coppe europee la Juventus era una delle squadre titolate, nonché per lungo tempo l'unica che le aveva vinte tutte.

 

Gli interessi della Juventus dovrebbero essere quindi quelli di difendere le Atalante di turno, per capirci. Ormai siamo arrivati a questa Champions... Grazie alla spinta di quei club. Io punterei a limitare i danni anzi.

Esagerando e provocando, se io fossi Agnelli direi agli altri top team: fatevi pure una superlega che noi restiamo in Champions, e la riportiamo ad una partecipante per nazione (e ne vinciamo anche un po', aggiungo io).

L'importante è che entrambi, che evidentemente non siamo di primo pelo, comprendiamo i punti di vista dell'altro.

Infatti mi piacciono la tua logica e il tuo fondo romantico, io sono forse un po' più disincantato.

In ogni caso, comprendendo anche il punto di vista del nostro presidente, ho cercato di spiegarlo nei miei post.

Quello che non ho compreso è stato il processo sommario ha cui è stato sottoposto, non da te, AA.

Trovo che tanti giudizi siano stati molto affrettati 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jul-2007
22,129 posts
4 ore fa, Servillo23 ha scritto:

Per me l'ha fatta fuori dal vaso, è un concetto che non condivido perché lo ritengo antisportivo.

Ma sarò un appassionato d'altri tempi, che vi devo dire.

Poi va bè, lui ha il suo punto di vista, ci mancherebbe, però oggettivamente parlando non mi piace per niente questo modo di vedere lo sport. 

e meno male che sei un "appassionato d'altri tempi" .asd

 

3 ore fa, Mr.Simpatia11 ha scritto:

appunto...

per dire, i più anziani potrebbero avere da ridire sull'attuale formula della Coppa dei Campioni

dove ultimamente ha spesso addirittura vinto chi Campione non è stato, in patria .asd

capito Mr.Simpatia? il vecchio format della Coppacampioni era antisportivo perché i suoi criteri "restrittivi" non hanno permesso al Lanerossivicenza o al Perugia di dimostrare il loro valore su palcoscenici consoni alla grandezza di quelle formazioni

e poi con quel nome così presuntuoso, coppacampioni, ma chi si credono di essere?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
15,384 posts
4 ore fa, fandidelpiero78 ha scritto:

 

Eccomi eccomi.asd

Ma smettila....tu sei la mia pischella ! .oo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
5,792 posts
2 minuti fa, mma fighter ha scritto:

Ma smettila....tu sei la mia pischella ! .oo

:nono:.asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 07-Apr-2019
15,384 posts
7 minuti fa, fandidelpiero78 ha scritto:

:nono:.asd

E invece sì...mia dolce donzella !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Aug-2006
3,790 posts

A mio parere la formula attuale della champions è bellissima, il fatto che rientrino le prime quattro dei campionati più importanti permette di vedere partite bellissime tra le squadre più forti d'europa, ovviamente per noi era meglio prima perchè penso che con le vecchie regole in questi 8 anni una champions o due le avremmo portate a casa, ma questo è un altro discorso....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Sep-2019
363 posts

Quindi, dalle parole del Presidente, una squadra non avrebbe nemmeno la possibilità di crearselo un Ranking importante. Mi spiace ma per me ha "pisciato fuori dall'orinale".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...