Jump to content
dal1982

È morto Diego Armando Maradona

Recommended Posts

Joined: 13-Nov-2007
12,721 posts

Da Repubblica intervista Minguella che lo portò al Barcellona (a cui in seguito portò anche Messi).

.......

L'affare saltò.
"Ci chiesero 100 mila dollari e in quel periodo il Barça non li aveva".
Nel 1980, invece, ci riuscì. O, quantomeno, ne era convinto...
"L'anno prima aveva vinto il mondiale Under 20 e il premio al miglior calciatore del torneo. Non c'era tempo da perdere. La trattativa fu molto lunga".
E giocata su più fronti.
"Prima negoziammo con l'Argentinos Juniors. Il presidente era un militare, un sottufficiale, un certo Consoli di origini italiana. C'era da superare la concorrenza della Juventus che aveva fatto un'offerta con Omar Sivori. Ci riuscimmo e i due club firmarono l'accordo, negli uffici dell'Afa, davanti a Grondona".
Non aveva, però, fatto i conti con i generali...
"Ebbene sì. In quel momento in Argentina c'era una dittatura militare guidata da Videla che d'accordo con gli altri generali decise che, in quella situazione, Diego sarebbe dovuto restare lì, quantomeno, fino al mondiale del 1982. Una settimana dopo aver firmato, infatti, fui costretti a tornare. Venne a prenderci all'hotel un giovane militare con un fucile e ci condusse in una strada molto stretta alla fine della quale c'era un grande portone. Entrammo e in fondo al corridoio, che sembrava un tunnel, ci stava aspettando l'ammiraglio Lacoste che ci comunicò che Maradona non poteva andar via".
Doveste tornare in hotel scortati dai carrarmati per evitare il linciaggio di chi vi accusava di volergli rubare Maradona.
"Rimasi qualche altro giorno a Buenos Aires per trovare una soluzione. Decidemmo con Maradona che la cosa migliore fosse quella di giocare al Boca Juniors, la sua squadra del cuore, per due anni. Non c'era altra scelta"

 

Sapevo che l'Avvocato si era interessato ma non sapevo bene in quale periodo. Era nel 1980, quando aveva 20 anni, avrebbe scritto la storia con la Juve. Sarebbe arrivato prima di Platini, verosimilmente Michel non sarebbe stato preso (c'era anche il limite dei 2 stranieri per squadra oltre a una certa sovrapposizione nei ruoli in campo). Sliding doors.  A noi è andata benissimo così con Re Michel e certo non cambierei mai Platini per nessuno incluso Maradona, però mi sarebbe piaciuto sbirciare nell'universo alternativo in cui il Pibe de Oro veste la nostra maglia, sotto la guida del Trap, credo che ci saremmo tolti qualche soddisfazione anche con quella configurazione.  E il Napoli avrebbe tuttora zeru tituli .asd

Edited by zizouzidane
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Mar-2006
4,850 posts
1 ora fa, Cene ha scritto:

Se ogni drogato, alcolizzato, evasore, violento, menefreghista delle regole dovesse essere giustificato con "se potessero lo farebbero tutti" si potrebbero tranquillamente aprire le porte delle carceri. Maradona era feccia, il fatto che fosse bravo a giocare a pallone non lo rende una persona migliore. Ieri è morto l'uomo, il calciatore non c'era più da 25 anni. 

perche dici violento ?

a me non sembrava lo fosse, ma onestamente non mi sono mai informato troppo su di lui

sicuramente non era un esempio, mi sembrava una persona abbastanza gentile

onestamente ha vissuto anche in un epoca piu selvaggia di questa forse 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 30-Nov-2010
10,521 posts
9 minuti fa, zizouzidane ha scritto:

Da Repubblica intervista Minguella che lo portò al Barcellona (a cui in seguito portò anche Messi).

.......

L'affare saltò.
"Ci chiesero 100 mila dollari e in quel periodo il Barça non li aveva".
Nel 1980, invece, ci riuscì. O, quantomeno, ne era convinto...
"L'anno prima aveva vinto il mondiale Under 20 e il premio al miglior calciatore del torneo. Non c'era tempo da perdere. La trattativa fu molto lunga".
E giocata su più fronti.
"Prima negoziammo con l'Argentinos Juniors. Il presidente era un militare, un sottufficiale, un certo Consoli di origini italiana. C'era da superare la concorrenza della Juventus che aveva fatto un'offerta con Omar Sivori. Ci riuscimmo e i due club firmarono l'accordo, negli uffici dell'Afa, davanti a Grondona".
Non aveva, però, fatto i conti con i generali...
"Ebbene sì. In quel momento in Argentina c'era una dittatura militare guidata da Videla che d'accordo con gli altri generali decise che, in quella situazione, Diego sarebbe dovuto restare lì, quantomeno, fino al mondiale del 1982. Una settimana dopo aver firmato, infatti, fui costretti a tornare. Venne a prenderci all'hotel un giovane militare con un fucile e ci condusse in una strada molto stretta alla fine della quale c'era un grande portone. Entrammo e in fondo al corridoio, che sembrava un tunnel, ci stava aspettando l'ammiraglio Lacoste che ci comunicò che Maradona non poteva andar via".
Doveste tornare in hotel scortati dai carrarmati per evitare il linciaggio di chi vi accusava di volergli rubare Maradona.
"Rimasi qualche altro giorno a Buenos Aires per trovare una soluzione. Decidemmo con Maradona che la cosa migliore fosse quella di giocare al Boca Juniors, la sua squadra del cuore, per due anni. Non c'era altra scelta"

 

Sapevo che l'Avvocato si era interessato ma non sapevo bene in quale periodo. Era nel 1980, quando aveva 20 anni, avrebbe scritto la storia con la Juve. Sarebbe arrivato prima di Platini, verosimilmente Michel non sarebbe stato preso (c'era anche il limite dei 2 stranieri per squadra oltre a una certa sovrapposizione nei ruoli in campo). Sliding doors.  A noi è andata benissimo così con Re Michel e certo non cambierei mai Platini per nessuno incluso Maradona, però mi sarebbe piaciuto sbirciare nell'universo alternativo in cui il Pibe de Oro veste la nostra maglia, sotto la guida del Trap, credo che ci saremmo tolti qualche soddisfazione anche con quella configurazione.  E il Napoli avrebbe tuttora zeru tituli .asd

Come una scelta può cambiare la storia...pazzesco. .oo 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Oct-2008
78,318 posts
11 minuti fa, MONARCH ha scritto:

 

Qui mi trovi d'accordo, ma si tratta di comportamenti anche antisportivi. Ed per questo che non è il più grande di tutti. Non è il Dio del Calcio, perchè non è un esempio per i giovani.

 

A Maradona non avrei affidato l'educazione dei miei figli manco per 5 minuti (almeno da quello che traspare dalla sua immagine pubblica. Magari è stato poi il miglior padre del mondo con le figlie).

Ma questo non è un problema, non è il ruolo che ha avuto nella storia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
12,721 posts
58 minuti fa, Anto Himself ha scritto:

secondo me è stata la sua grandezza... è diventato iconico perchè si è schierato dalla parte del "più debole" e ha vinto comunque.
Cosa fatta in una certa misura da totti e in maniera diversa da ADP quando è rimasto in B.

O Valentino Rossi quando era al suo apogeo con la Yamaha, rinunciando alla sella della Honda nettamente superiore e con cui dominava da un paio di stagioni.

E' la grandezza ma è anche un limite, fosse rimasto al Barcellona e avesse vinto più titoli, la coppa Campioni magari un certo numero di volte, il suo palmares brillerebbe probabilmente molto di più.

E Rossi chissà, forse avrebbe raggiunto Agostini come numero di mondiali.

E' un tipo di strada che ha anche controindicazioni in termini di gloria sportiva.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Dec-2006
2,867 posts
8 minuti fa, zizouzidane ha scritto:

Da Repubblica intervista Minguella che lo portò al Barcellona (a cui in seguito portò anche Messi).

.......

L'affare saltò.
"Ci chiesero 100 mila dollari e in quel periodo il Barça non li aveva".
Nel 1980, invece, ci riuscì. O, quantomeno, ne era convinto...
"L'anno prima aveva vinto il mondiale Under 20 e il premio al miglior calciatore del torneo. Non c'era tempo da perdere. La trattativa fu molto lunga".
E giocata su più fronti.
"Prima negoziammo con l'Argentinos Juniors. Il presidente era un militare, un sottufficiale, un certo Consoli di origini italiana. C'era da superare la concorrenza della Juventus che aveva fatto un'offerta con Omar Sivori. Ci riuscimmo e i due club firmarono l'accordo, negli uffici dell'Afa, davanti a Grondona".
Non aveva, però, fatto i conti con i generali...
"Ebbene sì. In quel momento in Argentina c'era una dittatura militare guidata da Videla che d'accordo con gli altri generali decise che, in quella situazione, Diego sarebbe dovuto restare lì, quantomeno, fino al mondiale del 1982. Una settimana dopo aver firmato, infatti, fui costretti a tornare. Venne a prenderci all'hotel un giovane militare con un fucile e ci condusse in una strada molto stretta alla fine della quale c'era un grande portone. Entrammo e in fondo al corridoio, che sembrava un tunnel, ci stava aspettando l'ammiraglio Lacoste che ci comunicò che Maradona non poteva andar via".
Doveste tornare in hotel scortati dai carrarmati per evitare il linciaggio di chi vi accusava di volergli rubare Maradona.
"Rimasi qualche altro giorno a Buenos Aires per trovare una soluzione. Decidemmo con Maradona che la cosa migliore fosse quella di giocare al Boca Juniors, la sua squadra del cuore, per due anni. Non c'era altra scelta"

 

Sapevo che l'Avvocato si era interessato ma non sapevo bene in quale periodo. Era nel 1980, quando aveva 20 anni, avrebbe scritto la storia con la Juve. Sarebbe arrivato prima di Platini, verosimilmente Michel non sarebbe stato preso (c'era anche il limite dei 2 stranieri per squadra oltre a una certa sovrapposizione nei ruoli in campo). Sliding doors.  A noi è andata benissimo così con Re Michel e certo non cambierei mai Platini per nessuno incluso Maradaona, però mi sarebbe piaciuto sbirciare nell'universo alternativo in cui il Pibe de Oro veste la nostra maglia, sotto la guida del Trap, credo che ci saremmo tolti qualche soddisfazione anche con quella configurazione.  E il Napoli avrebbe tuttora zeru tituli .asd

A noi è andata bene così ...  (non cambierei Michel con nessuno nemmeno per il grande Maradona .       ).                                       Forse dico forse sarebbe cambiato qualcosa per Maradona ( parlo a livello extracalcistico ) ma non mi voglio addentrare più di tanto dato che con i se e con i ma non si va mai lontano ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
4,156 posts
4 minuti fa, Rete di Bettega para Zoff! ha scritto:

A noi è andata bene così ...  (non cambierei Michel con nessuno nemmeno per il grande Maradona .       ).                                       Forse dico forse sarebbe cambiato qualcosa per Maradona ( parlo a livello extracalcistico ) ma non mi voglio addentrare più di tanto dato che con i se e con i ma non si va mai lontano ...

 

Ne dubito fortemente...più facile che avrebbe chiesto il trasferimento da Torino dopo due anni per un'altra squadra...Napoli era (ed è) una piazza di esaltati per lui era perfetta. 

Edited by Forza E Onore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
2,873 posts
8 minuti fa, MONARCH ha scritto:

 

Qui mi trovi d'accordo, ma si tratta di comportamenti anche antisportivi. Ed per questo che non è il più grande di tutti. Non è il Dio del Calcio, perchè non è un esempio per i giovani.

 

Anche sperperare soldi a destra e a manca, glorificandosi poi sui social medial della propria ricchezza, non mi sembra un comportamento da indicare ad esempio per i ragazzi.

Ed è quello che fanno oggi tantissimi personaggi famosi di molteplici categorie fra cui anche i calciatori.

 

Lasciamo che l'esempio per i giovani lo diano i genitori ai propri figli.

Al limite indichiamo loro Madre Teresa di Calcutta come ideale di rettitudine morale.

Non i calciatori, gli sportivi, gli attori i cantanti ecc. ecc. i quali, fondamentalmente, fanno solo il proprio mestiere.

 

 

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
4,653 posts
1 minuto fa, Vespa76 ha scritto:

 

Anche sperperare soldi a destra e a manca, glorificandosi poi sui social medial della propria ricchezza, non mi sembra un comportamento da indicare ad esempio per i ragazzi.

Ed è quello che fanno oggi tantissimi personaggi famosi di molteplici categorie fra cui anche i calciatori.

 

Lasciamo che l'esempio per i giovani lo diano i genitori ai propri figli.

Al limite indichiamo loro Madre Teresa di Calcutta come ideale di rettitudine morale.

Non i calciatori, gli sportivi, gli attori i cantanti ecc. ecc. i quali, fondamentalmente, fanno solo il proprio mestiere.

 

 

 

 

azz a quanto si legge in giro in realtà madre teresa era peggio di tutti i calciatori cantanti ecc messi assieme considerando certe sue pratiche e ideologie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
2,873 posts
1 minuto fa, UndiciLeoni ha scritto:

azz a quanto si legge in giro in realtà madre teresa era peggio di tutti i calciatori cantanti ecc messi assieme considerando certe sue pratiche e ideologie

 

Beh di certo non indicherei come esempio da seguire un calciatore...mi sembra molto riduttivo come ideale da seguire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-May-2014
4,653 posts
1 minuto fa, Vespa76 ha scritto:

 

Beh di certo non indicherei come esempio da seguire un calciatore...mi sembra molto riduttivo come ideale da seguire.

ah beh neppure io 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-May-2019
4,156 posts

L'uomo non lo può giudicare quasi nessuno perché penso che in pochi lo abbiano conosciuto veramente...si può giudicare la sua condotta mediatica quello si perché è alla portata di tutti.

 

Alla fine penso fosse una persona normalissima, come tante, con carattere, probabilmente anche con un'istruzione e un cervello al di sotto della media, probabilmente è stato un sempliciotto che dalla vita ha avuto un dono straordinario e che solo in parte ha saputo sfruttare a dovere.

 

Alla fine non me la prendo con lui..lui aveva il sacrosanto diritto di essere se stesso, di sbagliare, di essere così fuori regola e di pagarne le conseguenze...ed è sicuramente da stimare moltissimo per quello che faceva dentro al rettangolo di gioco..

 

il problema non è suo, il problema è delle persone che lo portano come un idolo, come un capopopolo, come una figura da stimare anche fuori dal campo, che lo mitizza, che in un certo senso LO STRUMENTALIZZA.

 

QUELLO E' GRAVE, INACCETTABILE E CHE MI FA SCHIFO OGNI VOLTA CHE VEDO TANTA GENTE PARLARE DI MARADONA IN QUEI TERMINI

Edited by Forza E Onore.
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 31-Jan-2019
1,445 posts

Ieri non ho avuto la forza di commentare. Oggi ho visto piangere Valdano in un filmato sulla prensa spagnola online, e ho pianto anche io. E' morto il più grande calciatore di tutti i tempi. Che il Signore ti abbia in gloria e che tu possa riposare in pace. Non sarai mai dimenticato.

  • Like 6
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Aug-2006
475 posts

tutti ad esaltarne il genio calcistico, che effettivamente e' da riconoscere ma, se quando giocava in italia, l'agenzia antidoping avesse fatto il suo dovere, quante probabilita' avrebbe

avuto, di diventare uno dei piu' grandi calciatori (non il piu' grande) di ogni epoca? quanto sarebbe durata la sua carriera? Due mesi di squalifica, poi ancora antidopin, ribeccato e ancora squalifica eppoi, eppoi....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Nov-2007
12,721 posts
2 minuti fa, Rete di Bettega para Zoff! ha scritto:

A noi è andata bene così ...  (non cambierei Michel con nessuno nemmeno per il grande Maradona .       ).                                       Forse dico forse sarebbe cambiato qualcosa per Maradona ( parlo a livello extracalcistico ) ma non mi voglio addentrare più di tanto dato che con i se e con i ma non si va mai lontano ...

Possibile, la certezza è che sarebbe cambiata la storia calcistica del Napoli. Un aspetto positivo del calcio di di quei tempi che si è perso è che era possibile che una squadra come il Napoli prendesse il miglior talento del calcio mondiale, oggi un qualcosa del genere non è più possibile se non hai un adeguato livello di ricavi il campionissimo te lo puoi solo che scordare, a quei tempi anche i tifosi delle squadre di seconda fascia potevano sognare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Feb-2007
11,387 posts
15 minuti fa, UndiciLeoni ha scritto:

azz a quanto si legge in giro in realtà madre teresa era peggio di tutti i calciatori cantanti ecc messi assieme considerando certe sue pratiche e ideologie

in che senso?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Mar-2019
617 posts
9 minuti fa, Vespa76 ha scritto:

 

Anche sperperare soldi a destra e a manca, glorificandosi poi sui social medial della propria ricchezza, non mi sembra un comportamento da indicare ad esempio per i ragazzi.

Ed è quello che fanno oggi tantissimi personaggi famosi di molteplici categorie fra cui anche i calciatori.

 

Lasciamo che l'esempio per i giovani lo diano i genitori ai propri figli.

Al limite indichiamo loro Madre Teresa di Calcutta come ideale di rettitudine morale.

Non i calciatori, gli sportivi, gli attori i cantanti ecc. ecc. i quali, fondamentalmente, fanno solo il proprio mestiere.

 

Esempio come calciatore.

Fonte di ispirazione.

Non esempio in senso assoluto.

 

Platini è un esempio.

Del Piero è un esempio.

E ce ne sono tanti altri... ma Diego proprio no... zero esempio se non per i napolesi che mischiano "ad arte" le sue origini povere con la lotta di classe.

Se poi vogliamo parlare dei genitori di oggi... meglio lasciar perdere.

 

"ha fatto sorridere Napoli" ha detto Cannavacciuolo commovendosi. E ci ha messo dentro la Juve, quando la Juve nel dualismo Napoli - Milan di quegli anni era una comparsa...

Cannavacciuolo così napoletano ed amante di Napoli che è andato a Nord ad aprire il suo ristorante "Villa Crespi" e non a Napoli...

Il Milan Berlusconiano degli olandesi e il Napoli di Maradona si contendevano gli Scudetti. Non la Juve. Ma a Napoli parlano di Maradona contro il potere della Juve.

Non hanno nemmeno la memoria storica.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
2,873 posts
1 minuto fa, MONARCH ha scritto:

 

Esempio come calciatore.

Fonte di ispirazione.

Non esempio in senso assoluto.

 

Platini è un esempio.

Del Piero è un esempio.

E ce ne sono tanti altri... ma Diego proprio no... zero esempio se non per i napolesi che mischiano "ad arte" le sue origini povere con la lotta di classe.

Se poi vogliamo parlare dei genitori di oggi... meglio lasciar perdere.

 

"ha fatto sorridere Napoli" ha detto Cannavacciuolo commovendosi. E ci ha messo dentro la Juve, quando la Juve nel dualismo Napoli - Milan di quegli anni era una comparsa...

Cannavacciuolo così napoletano ed amante di Napoli che è andato a Nord ad aprire il suo ristorante "Villa Crespi" e non a Napoli...

Il Milan Berlusconiano degli olandesi e il Napoli di Maradona si contendevano gli Scudetti. Non la Juve. Ma a Napoli parlano di Maradona contro il potere della Juve.

Non hanno nemmeno la memoria storica.

 

 

 

 

Infatti io non parlo dei tifosi o presunti tali, quelli lasciamoli alle loro fantasticherie malate.

Qui si parla del giocare in campo, non altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Jul-2006
5,894 posts
33 minuti fa, MONARCH ha scritto:

 

Qui mi trovi d'accordo, ma si tratta di comportamenti anche antisportivi. Ed per questo che non è il più grande di tutti. Non è il Dio del Calcio, perchè non è un esempio per i giovani.

Non condivido, chi lo dice che non possa essere stato un esempio per i giovani? Chissà quanti ragazzi si sono avviati a praticare uno sport grazie a lui...

il gol di mano antisportivo? Vero, ma non erano meno antisportivi i difensori (tra i quali i nostri) che ogni domenica per fermarlo cercavano di rompergli una gamba. Il calcio degli anni 80 non era quello di oggi e chi non l'ha vissuto non può capire il perché Maradona sia stato il più grande.

Può anche non andarci giù, ma ieri ci ha lasciato il più grande calciatore di tutti i tempi e  trovo sia infantile cercare di screditare la sua immagine, soprattutto in questo momento.

Sono juventino fino al midollo, ma ieri con lui se ne è andata un pezzo della mia gioventù, perché Maradona non era solo del Napoli, Maradona apparteneva a chi amava il calcio.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 02-Nov-2005
2,873 posts
11 minuti fa, zizouzidane ha scritto:

Possibile, la certezza è che sarebbe cambiata la storia calcistica del Napoli. Un aspetto positivo del calcio di di quei tempi che si è perso è che era possibile che una squadra come il Napoli prendesse il miglior talento del calcio mondiale, oggi un qualcosa del genere non è più possibile se non hai un adeguato livello di ricavi il campionissimo te lo puoi solo che scordare, a quei tempi anche i tifosi delle squadre di seconda fascia potevano sognare.

 

Che è poi il vero motivo per cui il calcio di allora era più bello.

C'era più equilibrio e qualsiasi squadra, anche quello minori, potevano avere un giocatore di livello nelle proprie fila (Zico all'Udinese per dire).

Potevano crescere giovani talenti senza doverli rivendere dopo pochi mesi per fare cassa.

Per non tacere del fatto che i campioni non "svolazzavano" continuamente da un club ad un altro solo per soldi.

 

Le prime 3-4 squadre di serie B erano, di fatto, equivalenti a quelle di serie A.

Quando ci giocavi contro, anche le grandi squadre potevano perdere. Specialmente in transferta.

Oggi invece se in coppa italia la Juve affronta, con la panchina, la prima della serie B.... probabilmente finisce 5 a 0.

 

 

 

Edited by Vespa76
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Apr-2007
21,713 posts
3 ore fa, fandidelpiero78 ha scritto:

Ecco la perla della giornata.oddio

 

 

mai capito e nemmeno apprezzato le ondate di emotività che spingono a fare certe sparate

 

tipo il giorno in cui morì  il povero Foe nella Confederation Cup

ricordo che il giorno dopo, in piena ondata di emotività, Blatter comunicò al mondo che da li in avanti non si sarebbe chiamata più Confederation Cup ma Foe Cup o qualcosa del genere e comunque intitolata al giocatore, magari qualcuno se lo ricorda....

cosa poi non mi sembra sia avvenuta, forse l'edizione dopo qualcuno timidamente provò a chiamarla così

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-May-2007
4,775 posts
4 minuti fa, zizouzidane ha scritto:

Possibile, la certezza è che sarebbe cambiata la storia calcistica del Napoli. Un aspetto positivo del calcio di di quei tempi che si è perso è che era possibile che una squadra come il Napoli prendesse il miglior talento del calcio mondiale, oggi un qualcosa del genere non è più possibile se non hai un adeguato livello di ricavi il campionissimo te lo puoi solo che scordare,

 

 

a quei tempi anche i tifosi delle squadre di seconda fascia potevano sognare.

Per poi pagarne le conseguenze fallendo e finendo nelle serie minori qualche anno dopo per i contraccolpi.

 

È quella condotta che ha reso il calcio italiano la mediocrità attuale dal quale ancora fa fatica a riprendersi.

Oltre all'incapacità di avere una visione a lungo termine.

Quella roba lì è stata la rovina del sistema.

 

Il Napoli attuale come percorso di crescita merita 1000 volte più stima.

Sono passati dalla C1 ad andare consecutivamente in coppa più di tutti.

Sono 10 anni che o si portano a casa un trofeo o lottano per vincere lo scudetto e sono talmente in salute dal punto di vista dei conti che quest'estate nonostante il contraccolpo della mancata champions hanno sborsato un girone sul mercato per prendere Oshimen(un cifrone che fino a poco fa mai avrebbero sborsato).

De laurentis a livello umano è un miserabile, ma oggi il Napoli è strutturalmente una big piu di quanto non lo fosse all'epoca.

Se sognano di meno è semmai perché il contesto più generale(vedi nazione) non  è particolarmente edificante, e un po si sono imborghesiti anche loro.

 

Parlando di sogni peraltro, giusto ieri l'Atalanta ha espugnato Anfield.

Lo scorso anno hanno sfiorato la semifinale di champions(L'ATALANTA)

Quello che sta facendo l'atalanta in questi anni cosa dovrebbe essere se non sognare?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 20-Jul-2006
5,894 posts
12 minuti fa, MONARCH ha scritto:

 

Esempio come calciatore.

Fonte di ispirazione.

Non esempio in senso assoluto.

 

Platini è un esempio.

Del Piero è un esempio.

E ce ne sono tanti altri... ma Diego proprio no... zero esempio se non per i napolesi che mischiano "ad arte" le sue origini povere con la lotta di classe.

Se poi vogliamo parlare dei genitori di oggi... meglio lasciar perdere.

 

"ha fatto sorridere Napoli" ha detto Cannavacciuolo commovendosi. E ci ha messo dentro la Juve, quando la Juve nel dualismo Napoli - Milan di quegli anni era una comparsa...

Cannavacciuolo così napoletano ed amante di Napoli che è andato a Nord ad aprire il suo ristorante "Villa Crespi" e non a Napoli...

Il Milan Berlusconiano degli olandesi e il Napoli di Maradona si contendevano gli Scudetti. Non la Juve. Ma a Napoli parlano di Maradona contro il potere della Juve.

Non hanno nemmeno la memoria storica.

 

 

 

Platini un esempio? Sicuro? Considero Platini il più grande calciatore bianconero, è stato il mio primo vero idolo e per me il numero 10 della Juve è lui, stop.

Ma sia per quanto fatto in campo (sapete tutti a cosa mi riferisco) che per quanto fatto fuori, non può certo essere additato ad esempio. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Feb-2007
11,387 posts
1 minuto fa, kocis11 ha scritto:

Platini un esempio? Sicuro? Considero Platini il più grande calciatore bianconero, è stato il mio primo vero idolo e per me il numero 10 della Juve è lui, stop.

Ma sia per quanto fatto in campo (sapete tutti a cosa mi riferisco) che per quanto fatto fuori, non può certo essere additato ad esempio. 

 

Perchè, che ha fatto fuori? E in campo?

Edited by Bianconero dentro
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 23-Feb-2006
2,837 posts
33 minuti fa, Vespa76 ha scritto:

 

Beh di certo non indicherei come esempio da seguire un calciatore...mi sembra molto riduttivo come ideale da seguire.

Uno volendo ce n'è, Gaetano Scirea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...