Jump to content
Morpheus ©

[ Serie A TIM ] Juventus - Roma 1-0

I sondaggi di tifosibianconeri.com  

161 members have voted

  1. 1. Chi è stato per voi il migliore in campo?

    • SZCZESNY
      45
    • DANILO
      3
    • BONUCCI
      0
    • CHIELLINI
      9
    • DE SCIGLIO
      61
    • CUADRADO
      0
    • LOCATELLI
      2
    • BENTANCUR
      20
    • BERNARDESCHI
      14
    • CHIESA
      0
    • KEAN
      1
    • MORATA
      0
    • KULUSEVSKI
      1
    • ARTHUR
      4
    • ALEX SANDRO
      1


Recommended Posts

Joined: 24-Jul-2014
12,205 posts
7 minuti fa, IlPilotaDiRonaldo_ ha scritto:

non possiamo appoggiarci solo su alcuni giocatori

serve il gioco corale, del movimento senza palla e degli inserimenti da dietro

deficitiamo troppo in queste cose

Il gioco corale lo puoi fare se hai giocatori in grado di gestire la palla e non perderla ed evitare di farsi aggredire 

Ripeto con due palleggiatori come Dybala e Arthur tutta la squadra be beneficerà 

Gli inserimenti da dietro li puoi fare se ci sono i tempi giusti per farli e questo tempi te li garantiscono chi riesce a mantenere il possesso 

Dybala nelle ripartenze riuscendo a pulire palla e fare i cambi gioco ti garantisce di salire con la squadra , Arthur assieme a Locatelli, con il fraseggio , dando garanzie di non perdere palla , ti consente di fare sovrapposizioni in sicurezza 

 

Tutte cose che non puoi fare se non hai Giocatori con determinate doti tecniche 

Edited by Marcello1975

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jun-2005
22,744 posts

La Juventus ha ritrovato il piacere di difendere

Con la Roma un’altra vittoria della solidità difensiva bianconera.

Alla luce del risultato finale ma soprattutto di com’è andata la gara, si può dire che ormai il processo di ri-allegrizzazione della Juventus è evidente e procede spedito. Dopo un periodo di incubazione iniziale, Allegri sta infatti gradualmente ritrovando una coerenza d’insieme alla sua idea di calcio e disegnando una forma più nitida della sua nuova squadra. La Juventus, non senza difficoltà e inciampi, sta tornando a essere una squadra più di lotta che di governo, che è sempre più abituata a passare molto tempo senza il pallone e ad attaccare in maniera abbastanza “fisica”. In parte, è un processo dettato dalle caratteristiche e dalle potenzialità dei giocatori a disposizione, ma è in primo luogo Allegri che sembra sempre più convinto che questa sia una squadra che può dare il suo meglio “in contropiede”, o in generale, che debba abituarsi a soffrire.

 

 

E infatti quella contro la Roma non è stata una partita semplice, tutt’altro. La Roma di Mourinho, pur non essendo pericolosissima, ha avuto larghi momenti di dominio territoriale, e alla fine si può dire che la sua sconfitta sia stata sostanzialmente casuale. Come al solito non ci concentreremo sugli episodi arbitrali che l’hanno segnata, e ci concentreremo su alcune scelte strategiche e adattamenti di entrambe le squadre, perché potrebbero darci ulteriori piccoli indizi sul loro futuro prossimo.

 

Le scelte di pressing della Juventus e i movimenti della Roma

La Juventus ha iniziato la partita con un piglio abbastanza aggressivo. L’obiettivo in pressing era quello di andare a prendere alta la Roma durante la costruzione bassa, scalando in maniera feroce con la mezzala lato palla di fianco alle due punte e con Locatelli che seguiva per dare copertura, venendo coperto a sua volta dalla mezzala lato opposto. L’obiettivo, insomma, era sporcare il più possibile la circolazione centrale, disturbando soprattutto i due mediani di Mourinho e provando a forzare l’errore in mezzo al campo per tagliare i rifornimenti ai quattro giocatori offensivi della Roma.

 

pressjuve

 

Di fatto, però, questa iniziativa di pressing si è scontrata con una buona fluidità iniziale dei giallorossi, che a loro volta cercavano di risalire dalla destra sfruttando, con palla al terzino, l’abbassamento di Pellegrini alle spalle di Zaniolo e l’ulteriore supporto di Mkhitaryan e Abraham. Le rotazioni della Roma si intrecciavano con le scalate in avanti della Juventus e ciò portava a una piccola partita nella partita nella zona centrale del campo, precisamente alle spalle di Locatelli. In questo solco, la Roma è riuscita a creare buona parte dei migliori sviluppi della sua partita.

 

pelle1.jpg

 

pelle2.jpg

 

 
 
 

 

Con Locatelli occupato ad andare verso Cristante – o a dare copertura a Bernardeschi – dietro di lui per Chiellini e Bonucci c’era il compito non facile di gestire il trequartista e la punta di Mourinho. Per sfuggire al controllo dei centrali, Pellegrini si portava fino in fascia nei suoi abbassamenti a “cucire” il gioco, venendo preso in consegna da De Sciglio, che a sua volta doveva disinteressarsi di Zaniolo, che partiva largo, ma poteva andare ad accentrarsi e creare un sovraccarico centrale insieme a Mkhitaryan e Abraham, spesso prima che Bentancur potesse rientrare per assorbire l’uscita di Locatelli. La qualità di esecuzione di Pellegrini e Zaniolo ha reso giocabili anche delle uscite particolarmente complicate per via della pressione intensa della Juventus, ma era pericolosa anche la palla lunga su Abraham, poiché Chiellini si alzava spesso direttamente su Zaniolo, con il rischio di rimanere a metà strada e creare spazi in caso di seconda palla recuperata da parte della squadra giallorossa.

 

lunga

 

Il numero 22 della Roma, sostituito da El Shaarawy per infortunio al 26’, sembrava avere un certo peso anche nelle azioni manovrate in cui la Roma riusciva a far abbassare la Juventus e si ritrovava, dunque, ad attaccare di posizione nella metà campo avversaria.

 

zaniolo

 

L’obiettivo della Roma in questo tipo di azioni – anche successivamente all’uscita di Zaniolo – era quello di riempire la trequarti con i due esterni dopo aver catalizzato l’attenzione del centrocampo avversario altrove, per esempio con gli abbassamenti del mediano lato palla tra difensore centrale e terzino, in diagonale, e il contemporaneo abbassamento di Pellegrini. Una volta uscito Zaniolo però, complice anche un atteggiamento posizionale alla lunga più cauto della Juventus dopo il vantaggio, la Roma ha fatto più fatica a trovare con continuità ricezioni pulite davanti all’area.

 

Il piano offensivo di Allegri

Dall’altra parte, la Juventus ha avuto una chiara strategia per l’attacco all’ampiezza sin dai primi minuti. L’obiettivo era quello di pescare Cuadrado e De Sciglio in posizione avanzata e arrivare al cross, ma prima di fare ciò Allegri chiedeva ai suoi di pazientare nel giro palla in modo da dare tempo alle due mezzali – Bernardeschi e Bentancur – di portarsi a ridosso dei compagni più avanzati.

 

juvepos

 

La Juventus formava spesso una sorta di 3-1-6, con Locatelli a galleggiare tra le due punte della Roma, e le mezzali insieme agli esterni a incastrarsi nei corridoi più esterni, mantenendo così le due punte al centro dell’attacco. Un modo per cercare di sovraccaricare l’ampiezza di fronte al 4-4-2 su blocco medio con poche uscite in pressione alta della Roma, che si manteneva sempre molto stretta e molto corta sul campo senza palla.

 

apre1

Avendo mediamente più tempo a disposizione col pallone, spesso erano i centrali ad allargare il gioco.

 

Una variante vedeva la mezzala lato palla, quando il terzino dello stesso lato riceveva più in basso, sganciarsi subito sulla fascia davanti a lui, per dare una soluzione lungo linea o tirare via un uomo dal centro. È proprio da una situazione del genere che nasce lo sviluppo che porta all’assist di De Sciglio sul gol di Kean.

 

mezzcamb

 

I cambi gioco da destra verso sinistra, in maniera più o meno lunga o diretta, sono stati certamente la migliore arma offensiva della Juventus, nonché l’unica risorsa effettiva per la produzione di occasioni. Oltre al gol, Mattia De Sciglio è entrato in gioco anche per le altre due grandi occasioni della partita, un cross di sinistro per la rovesciata di Bernardeschi (e il successivo errore di Kean), e una percussione dello stesso De Sciglio dopo aver saltato Karsdorp con uno stop di petto e aver proseguito la corsa portando avanti il pallone con la testa. Una partita particolarmente notevole, dati i precedenti di De Sciglio con la Juventus.

 

Come abbiamo imparato ad aspettarci da Allegri, una volta acquisito il prezioso vantaggio la sua squadra è stata soprattutto attenta a coprire la sua metà campo anziché provare a riprendere il controllo del possesso. Il suo 5-3-2 senza palla era aggressivo soprattutto sui fianchi, tanto che si è visto a tratti anche un 4-4-2 con Cuadrado alzarsi al fianco dei centrocampisti e Bernardeschi più defilato, entrambi attenti a uscire sui terzini della Roma. Alla lunga, anche a causa dell’assedio posizionale della squadra di Mourinho, la difesa della Juventus si è retta soprattutto sull’ennesima partita stoica di Chiellini e su una partecipazione intensa e chirurgica dei due mediani, pronti a riempire buchi e portare raddoppi. La Juventus ha ritrovato un minimo di continuità nel palleggio con l’ingresso di Arthur, soprattutto nei primissimi istanti della sua partita, in cui ha giocato sul centrosinistra, ma è stata soprattutto questa rinnovata accettazione del predominio avversario ad aver portato punti al fischio finale.

 

Mourinho invece può dirsi abbastanza soddisfatto della prestazione della sua squadra, dalla qualità dei movimenti contro pressione, all’ottima gestione difensiva in campo aperto delle punte esplosive della Juventus. Una prestazione soddisfacente che però alla fine non è risultata sufficiente per rendersi pericolosi con continuità. Ovviamente su questo ha pesato molto l’infortunio di Zaniolo, ma l’allenatore portoghese dovrà trovare un modo di trasformare in occasioni da gol il dominio territoriale nelle partite in cui le difese avversarie sono più fisiche ed esperte.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jun-2006
14,141 posts
6 minuti fa, Jules ha scritto:

 

La vecchiaia ha i suoi (pochi) vantaggi! .asd

 

 

Si nasce incendiari e si diventa pompieri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Jun-2008
8,630 posts
47 minuti fa, Jerry Drake ha scritto:

Spera sempre che il pulmann resista dammi ascolto. O che la fortuna ci assista,  ma una delle 2 deve resistere se no addio 

dai su capisco che i tuoi amiconi sarri e pirlo avrebbero fatto di meglio....asd

ma adesso c'è allegri...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 05-Mar-2019
1,625 posts
14 minuti fa, Jules ha scritto:

 

"Stiamo arrivando"... insomma! .asd
Diciamo che fossi in un neomelodico o in un meraviglioso mi preoccuperei più di come l'Inter sia riuscita a finire in 11 la partita dell'Olimpico...


siamo a tre punti dai cinopezzenti favoriti per lo scudetto con Spiaze meglio di Gonde, Geko meglio di Nutellone e Dunfries (che in confronto De Sceglie era Roberto Carlos) meglio di Hakimi.

 

Se vinciamo a Milano sarà un terremoto…

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Sep-2006
64,497 posts

Scusate se vado OT ma in vista della supercoppa hanno già in mente il delitto perfetto .asd 

 

22 dicembre o 5 gennaio le date in cui si disputerà .asd 

 

E dovesse disputarsi a gennaio (e qualcosa mi dice che sarà così .asd) la partita con il Napulè verrebbe rinviata a data da destinarsi e gli permetterebbe di avere disponibili contro di noi i giocatori africani .asd 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Sep-2020
3,869 posts
14 minuti fa, Marcello1975 ha scritto:

Il gioco corale lo puoi fare se hai giocatori in grado di gestire la palla e non perderla ed evitare di farsi aggredire 

Ripeto con due palleggiatori come Dybala e Arthur tutta la squadra be beneficerà 

Gli inserimenti da dietro li puoi fare se ci sono i tempi giusti per farli e questo tempi te li garantiscono chi riesce a mantenere il possesso 

Dybala nelle ripartenze riuscendo a pulire palla e fare i cambi gioco ti garantisce di salire con la squadra , Arthur assieme a Locatelli, con il fraseggio , dando garanzie di non perdere palla , ti consente di fare sovrapposizioni in sicurezza 

 

Tutte cose che non puoi fare se non hai Giocatori con determinate doti tecniche 

 

per me il gioco corale puoi farlo anche con de sciglio e bernardeschi

palla sui piedi non fai alcun gioco corale, sei di facile lettura per gli avversari e ti deprimi in quanto non trovi sbocchi

abbiamo poco coraggio in fase offensiva

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Jun-2008
50,522 posts
 
Se Abraham avesse sbagliato, Orsato avrebbe potuto comunque concedere il rigore...
questo é il punto, mi sembra fu così su Inzaghi svariati anni fa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jul-2014
12,205 posts
11 minuti fa, IlPilotaDiRonaldo_ ha scritto:

 

per me il gioco corale puoi farlo anche con de sciglio e bernardeschi

palla sui piedi non fai alcun gioco corale, sei di facile lettura per gli avversari e ti deprimi in quanto non trovi sbocchi

abbiamo poco coraggio in fase offensiva

Il coraggio lo puoi avere se hai dei giocatori che danno tranquillità non perdendo mai il possesso per errori di passaggio o stop sbagliati che permettono agli avversari di aggredire e rubare palla 

Se tu fai il coraggioso e vai oltre la linea della palla ma il tuo compagno non è in grado di gestirla e sbaglia il passaggio o lo stop e la perde , il risultato è che ti ritrovi sbilanciato, fuori posizione,  e sono volatici per diabetici 

 

Vedi Jorginho e Verratti in nazionale , o credi che se al posto loro ci fossero rabiot e bentancur il gioco dell Italia avrebbe la stessa efficacia ? 

La differenza la fa la qualità tecnica nel passare e stoppare la palla, nella visione di gioco ,  che ti permette di proporti senza la paura che chi gestisce palla la perda 

Edited by Marcello1975

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Mar-2021
1,100 posts
45 minuti fa, Arminius ha scritto:

 

È un Kassborer Setra, con anima in adamantio, rivestimento in polilega vanadio-levandosio, pneumatici in ologomma e schermi a gravità negativa. Una volta settato e difficile da perforare con normali missili Lukaku o Abraham.

Solo un bombardamento intensivo con lanciasiluri Haaland potrebbe provocare danni. Ma per il momento possuamo stare ragionevolmente tranquilli  .asd

 

Adamantio, caro, adamantio e vibranio. Un mix fra lo scheletro di Wolverine e lo scudo di CAP...   .rulez

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Sep-2020
3,869 posts
3 minuti fa, Marcello1975 ha scritto:

Il coraggio lo puoi avere se hai dei giocatori che danno tranquillità non perdendo mai il possesso per errori di passaggio o stop sbagliati che permettono agli avversari di aggredire e rubare palla 

Se tu fai il coraggioso e vai oltre la linea della palla ma il tuo compagno non è in grado di gestirla e sbaglia il passaggio o lo stop e la perde , il risultato è che ti ritrovi sbilanciato, fuori posizione,  e sono volatici per diabetici 

 

Vedi Jorginho e Verratti in nazionale , o credi che se al posto loro ci fossero rabiot e bentancur il gioco dell Italia avrebbe la stessa efficacia ? 

La differenza la fa la qualità tecnica nel passare e stoppare la palla, nella visione di gioco ,  che ti permette di proporti senza la paura che chi gestisce palla la perda 

quindi tutte le squadre in campionato che giocano meglio di noi hanno verratti a centrocampo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
22,098 posts
27 minuti fa, Arminius ha scritto:

 

Si nasce incendiari e si diventa pompieri

Queste sono frasi che si dicono nelle Residenze Anni Azzurri. Insieme a rosso di sera bel tempo si spera e tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Poi ci si addormenta davanti alla tv fino all'ora del semolino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Apr-2006
35,187 posts

De ligt Bonucci Danilo(Sandro)

Cuadrado bentancur Arthur Locatelli chiesa

Dybala morata

Secondo me questa è la migliore Juventus con questi uomini

In pratica il 352 in possesso di Pirlo e il 433 in non in non possesso

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 19-Aug-2008
22,098 posts
9 minuti fa, uno juventino a roma ha scritto:
59 minuti fa, Jules ha scritto:
 
Se Abraham avesse sbagliato, Orsato avrebbe potuto comunque concedere il rigore...

questo é il punto, mi sembra fu così su Inzaghi svariati anni fa

Per Saccani non è così.  Nell'episodio che citi l'arbitro fu aspramente criticato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 14-Mar-2021
1,100 posts
1 minuto fa, Michè.Pizza.Pfizer&Panna ha scritto:

De ligt Bonucci Danilo(Sandro)

Cuadrado bentancur Arthur Locatelli chiesa

Dybala morata

Secondo me questa è la migliore Juventus con questi uomini

In pratica il 352 in possesso di Pirlo e il 433 in non in non possesso

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk
 

 

Come fosse Antani x 2 con scappellamento a dx ? :|

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Apr-2006
35,187 posts
 
Come fosse Antani x 2 con scappellamento a dx ? 
m*****a non ho capito niente

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Jul-2006
18,084 posts
Migliori in campo non ne ho visti.
Una partita indecente,senza gioco,si buttava il pallone in avanti a caso,dove va va.
Centrocampo inesistente,ci e andata molto bene.Ringraziamo Orsato.
Bisognerebbe arrivare a dicembre con questa classifica e poi inserire qualche giocatore vero,con questi sarà dura arrivare fra le prime 4.


Inviato dal mio SM-A125F utilizzando Tapatalk

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 11-Apr-2006
35,187 posts

Ringraziamo orsato, ringraziamo orsato... Mah nessuno che ha detto ringraziamo szczesny... Mah

Il gol sarebbe stato annullato comunque

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Jan-2011
18,912 posts
1 ora fa, zlataniere ha scritto:

La Juventus ha ritrovato il piacere di difendere

Con la Roma un’altra vittoria della solidità difensiva bianconera.

Alla luce del risultato finale ma soprattutto di com’è andata la gara, si può dire che ormai il processo di ri-allegrizzazione della Juventus è evidente e procede spedito. Dopo un periodo di incubazione iniziale, Allegri sta infatti gradualmente ritrovando una coerenza d’insieme alla sua idea di calcio e disegnando una forma più nitida della sua nuova squadra. La Juventus, non senza difficoltà e inciampi, sta tornando a essere una squadra più di lotta che di governo, che è sempre più abituata a passare molto tempo senza il pallone e ad attaccare in maniera abbastanza “fisica”. In parte, è un processo dettato dalle caratteristiche e dalle potenzialità dei giocatori a disposizione, ma è in primo luogo Allegri che sembra sempre più convinto che questa sia una squadra che può dare il suo meglio “in contropiede”, o in generale, che debba abituarsi a soffrire.

 

 

E infatti quella contro la Roma non è stata una partita semplice, tutt’altro. La Roma di Mourinho, pur non essendo pericolosissima, ha avuto larghi momenti di dominio territoriale, e alla fine si può dire che la sua sconfitta sia stata sostanzialmente casuale. Come al solito non ci concentreremo sugli episodi arbitrali che l’hanno segnata, e ci concentreremo su alcune scelte strategiche e adattamenti di entrambe le squadre, perché potrebbero darci ulteriori piccoli indizi sul loro futuro prossimo.

 

Le scelte di pressing della Juventus e i movimenti della Roma

La Juventus ha iniziato la partita con un piglio abbastanza aggressivo. L’obiettivo in pressing era quello di andare a prendere alta la Roma durante la costruzione bassa, scalando in maniera feroce con la mezzala lato palla di fianco alle due punte e con Locatelli che seguiva per dare copertura, venendo coperto a sua volta dalla mezzala lato opposto. L’obiettivo, insomma, era sporcare il più possibile la circolazione centrale, disturbando soprattutto i due mediani di Mourinho e provando a forzare l’errore in mezzo al campo per tagliare i rifornimenti ai quattro giocatori offensivi della Roma.

 

pressjuve

 

Di fatto, però, questa iniziativa di pressing si è scontrata con una buona fluidità iniziale dei giallorossi, che a loro volta cercavano di risalire dalla destra sfruttando, con palla al terzino, l’abbassamento di Pellegrini alle spalle di Zaniolo e l’ulteriore supporto di Mkhitaryan e Abraham. Le rotazioni della Roma si intrecciavano con le scalate in avanti della Juventus e ciò portava a una piccola partita nella partita nella zona centrale del campo, precisamente alle spalle di Locatelli. In questo solco, la Roma è riuscita a creare buona parte dei migliori sviluppi della sua partita.

 

pelle1.jpg

 

pelle2.jpg

 

 
 
 

 

Con Locatelli occupato ad andare verso Cristante – o a dare copertura a Bernardeschi – dietro di lui per Chiellini e Bonucci c’era il compito non facile di gestire il trequartista e la punta di Mourinho. Per sfuggire al controllo dei centrali, Pellegrini si portava fino in fascia nei suoi abbassamenti a “cucire” il gioco, venendo preso in consegna da De Sciglio, che a sua volta doveva disinteressarsi di Zaniolo, che partiva largo, ma poteva andare ad accentrarsi e creare un sovraccarico centrale insieme a Mkhitaryan e Abraham, spesso prima che Bentancur potesse rientrare per assorbire l’uscita di Locatelli. La qualità di esecuzione di Pellegrini e Zaniolo ha reso giocabili anche delle uscite particolarmente complicate per via della pressione intensa della Juventus, ma era pericolosa anche la palla lunga su Abraham, poiché Chiellini si alzava spesso direttamente su Zaniolo, con il rischio di rimanere a metà strada e creare spazi in caso di seconda palla recuperata da parte della squadra giallorossa.

 

lunga

 

Il numero 22 della Roma, sostituito da El Shaarawy per infortunio al 26’, sembrava avere un certo peso anche nelle azioni manovrate in cui la Roma riusciva a far abbassare la Juventus e si ritrovava, dunque, ad attaccare di posizione nella metà campo avversaria.

 

zaniolo

 

L’obiettivo della Roma in questo tipo di azioni – anche successivamente all’uscita di Zaniolo – era quello di riempire la trequarti con i due esterni dopo aver catalizzato l’attenzione del centrocampo avversario altrove, per esempio con gli abbassamenti del mediano lato palla tra difensore centrale e terzino, in diagonale, e il contemporaneo abbassamento di Pellegrini. Una volta uscito Zaniolo però, complice anche un atteggiamento posizionale alla lunga più cauto della Juventus dopo il vantaggio, la Roma ha fatto più fatica a trovare con continuità ricezioni pulite davanti all’area.

 

Il piano offensivo di Allegri

Dall’altra parte, la Juventus ha avuto una chiara strategia per l’attacco all’ampiezza sin dai primi minuti. L’obiettivo era quello di pescare Cuadrado e De Sciglio in posizione avanzata e arrivare al cross, ma prima di fare ciò Allegri chiedeva ai suoi di pazientare nel giro palla in modo da dare tempo alle due mezzali – Bernardeschi e Bentancur – di portarsi a ridosso dei compagni più avanzati.

 

juvepos

 

La Juventus formava spesso una sorta di 3-1-6, con Locatelli a galleggiare tra le due punte della Roma, e le mezzali insieme agli esterni a incastrarsi nei corridoi più esterni, mantenendo così le due punte al centro dell’attacco. Un modo per cercare di sovraccaricare l’ampiezza di fronte al 4-4-2 su blocco medio con poche uscite in pressione alta della Roma, che si manteneva sempre molto stretta e molto corta sul campo senza palla.

 

apre1

Avendo mediamente più tempo a disposizione col pallone, spesso erano i centrali ad allargare il gioco.

 

Una variante vedeva la mezzala lato palla, quando il terzino dello stesso lato riceveva più in basso, sganciarsi subito sulla fascia davanti a lui, per dare una soluzione lungo linea o tirare via un uomo dal centro. È proprio da una situazione del genere che nasce lo sviluppo che porta all’assist di De Sciglio sul gol di Kean.

 

mezzcamb

 

I cambi gioco da destra verso sinistra, in maniera più o meno lunga o diretta, sono stati certamente la migliore arma offensiva della Juventus, nonché l’unica risorsa effettiva per la produzione di occasioni. Oltre al gol, Mattia De Sciglio è entrato in gioco anche per le altre due grandi occasioni della partita, un cross di sinistro per la rovesciata di Bernardeschi (e il successivo errore di Kean), e una percussione dello stesso De Sciglio dopo aver saltato Karsdorp con uno stop di petto e aver proseguito la corsa portando avanti il pallone con la testa. Una partita particolarmente notevole, dati i precedenti di De Sciglio con la Juventus.

 

Come abbiamo imparato ad aspettarci da Allegri, una volta acquisito il prezioso vantaggio la sua squadra è stata soprattutto attenta a coprire la sua metà campo anziché provare a riprendere il controllo del possesso. Il suo 5-3-2 senza palla era aggressivo soprattutto sui fianchi, tanto che si è visto a tratti anche un 4-4-2 con Cuadrado alzarsi al fianco dei centrocampisti e Bernardeschi più defilato, entrambi attenti a uscire sui terzini della Roma. Alla lunga, anche a causa dell’assedio posizionale della squadra di Mourinho, la difesa della Juventus si è retta soprattutto sull’ennesima partita stoica di Chiellini e su una partecipazione intensa e chirurgica dei due mediani, pronti a riempire buchi e portare raddoppi. La Juventus ha ritrovato un minimo di continuità nel palleggio con l’ingresso di Arthur, soprattutto nei primissimi istanti della sua partita, in cui ha giocato sul centrosinistra, ma è stata soprattutto questa rinnovata accettazione del predominio avversario ad aver portato punti al fischio finale.

 

Mourinho invece può dirsi abbastanza soddisfatto della prestazione della sua squadra, dalla qualità dei movimenti contro pressione, all’ottima gestione difensiva in campo aperto delle punte esplosive della Juventus. Una prestazione soddisfacente che però alla fine non è risultata sufficiente per rendersi pericolosi con continuità. Ovviamente su questo ha pesato molto l’infortunio di Zaniolo, ma l’allenatore portoghese dovrà trovare un modo di trasformare in occasioni da gol il dominio territoriale nelle partite in cui le difese avversarie sono più fisiche ed esperte.

 

che belli che sono i post in cui si parla di calcio !! .oo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 08-Jul-2006
18,084 posts
Se dava il vantaggio ,il VAR avrebbe annullato la rete . Sai perché ? Perché Mirtikian fa l'assist con un braccio .
Chi l'ha detto?
Chi l'ha visto?
È un complotto

Inviato dal mio SM-A125F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 28-Nov-2010
10,335 posts

partita già archiviata.

 

 

juve finalmente solida che non dà più l'impressione di prender gol ad ogni palla in area.

 

speriamo di recuperare giocatori e testa alla champions adesso.

 

3 punti in russia vorrebbe dire passaggio ipotecato.

 

tra l'altro rischio fortemente di non vederla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jul-2014
12,205 posts
15 minuti fa, IlPilotaDiRonaldo_ ha scritto:

quindi tutte le squadre in campionato che giocano meglio di noi hanno verratti a centrocampo?

Le squadre che giocano meglio  di noi chi sono oltre a Napoli e Milan esattamente ? 

Oppure per te anche altre squadre giocano meglio , con coraggio Anche se  poi perdono?

 

Stile Sarri e pirlo da noi , uccellati immancabilmente una partita si e una no in nome del tutti avanti 

 

Si è visto il milan che fatica ha fatto a creare Gioco senza Diaz e Theo 

 

Il Napoli ha palleggiatori migliori dei nostri di ieri eh , insigne tanto bistrattato qua dentro ha qualità di palleggio importanti

 

Le partite bisogna portarle a casa altrimenti è tutta fuffa 

 

E con i giocatori attuali , facessimo un gioco offensivo,  saremmo sempre esposti a rischi di prendere uno o due gol a partita perché perderemmo palloni sanguinosi e ci ritroveremmo sbilanciati 

 

Cosa che accadeva puntualmente con sarri e Pirlo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Sep-2020
3,869 posts
1 minuto fa, Marcello1975 ha scritto:

Le squadre che giocano meglio  di noi chi sono oltre a Napoli e Milan esattamente ? 

Oppure per te anche altre squadre giocano meglio , con coraggio Anche se  poi perdono?

 

Stile Sarri e pirlo da noi , uccellati immancabilmente una partita si e una no in nome del tutti avanti 

 

Si è visto il milan che fatica ha fatto a creare Gioco senza Diaz e Theo 

 

Il Napoli ha palleggiatori migliori dei nostri di ieri eh , insigne tanto bistrattato qua dentro ha qualità di palleggio importanti

 

Le partite bisogna portarle a casa altrimenti è tutta fuffa 

 

E con i giocatori attuali , facessimo un gioco offensivo,  saremmo sempre esposti a rischi di prendere uno o due gol a partita perché perderemmo palloni sanguinosi e ci ritroveremmo sbilanciati 

 

Cosa che accadeva puntualmente con sarri e Pirlo 

 

ma perché perculate Sarri che ha vinto il campionato?

ma è diventato un tipo di sport prendere per il c**o senza alcun motivo tra l'altro, l'ultimo allenatore ad aver vinto lo scudetto con la juve?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Jul-2014
12,205 posts
35 minuti fa, Michè.Pizza.Pfizer&Panna ha scritto:

De ligt Bonucci Danilo(Sandro)

Cuadrado bentancur Arthur Locatelli chiesa

Dybala morata

Secondo me questa è la migliore Juventus con questi uomini

In pratica il 352 in possesso di Pirlo e il 433 in non in non possesso

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk
 

Sono d accordo 

Unico appunto che Arthur non giocherà mai in mezzo ma a lato con Manuel fra i due cc 

 

E per me ci sarà ballottaggio benta rabiot 

Per me il francese è meglio per caratteristiche di box to box 

 

Nonostante ieri Rodrigo ha giocato una gran partita eh , e sai che non sono un fan dell uruguaiano ma ieri bravo bravo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 04-Jun-2005
22,744 posts
8 minuti fa, IlPilotaDiRonaldo_ ha scritto:

 

ma perché perculate Sarri che ha vinto il campionato?

ma è diventato un tipo di sport prendere per il c**o senza alcun motivo tra l'altro, l'ultimo allenatore ad aver vinto lo scudetto con la juve?

tu fai lo stesso con uno dei nostri top 3 allenatori della storia .asd 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...