Jump to content

Marco Esnaider

New Member
  • Content Count

    2
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2 Neutral

About Marco Esnaider

  • Rank
    Juventino Godot
  1. Seppur in un momento depressivo del Mercato, e più nel dettaglio di questo topic. Ci sono diversi aspetti interessanti, su cui provo a fare qualche ragionamento.. - Cessione Cancelo: Non ha convinto? Ci serve il cash? Onestamente credo una combinazione di entrambi i motivi. Personalmente ho amato vedere Cancelo pattinare in mezzo al campo, con la sua facilità tecnica disarmante, tuttavia è opportuno sottolineare come Joao non sia Dani Alves, e pur essendo tecnicamente spaziale, al netto del Cross dove è davvero straordinario, non ha una brillantezza esasperata nell'ultima "giocata" capace di assolverlo completamente dalle cappellate difensive a cui espone. In ogni caso, perdiamo un giocatore che in una Juve che si pone l'obbiettivo divenire più intraprendente nel campo di gioco, sembrava essere l'uomo giusto al momento giusto. - Questione Dybala: Paulino viene da una stagione deludente, seppur a parer mio, eccessivamente giudicata in maniera negativa. Lui, CR7 e Manzo proprio non potevano coesistere, ed Allegri ha pensato, e secondo me a buona ragione fino a quando Mandzo ha retto, che il gioco della Juve si massimizzasse tenendo fuori Paulo dall'area di rigore. I rimproveri pubblici a Dybala, e il suo linguaggio del corpo insofferente a tratti, hanno comunque mostrato una bassa capacità del nostro 10 di reagire alla situazione, e certamente le sue prestazioni non hanno dimostrato che il mister poi sbagliasse nel tenerlo fuori. Secondo me, è questo elemento che lo ha trasformato in un cedibile, non tanto il valore tecnico quanto il profilo della personalità: campione è quello capace di sovvertire l'inerzia anche quando le cose non vanno come dovrebbero. Come su Cancelo, Dybala, resta tecnicamente un giocatore molto adatto per un Calcio più votato al dialogo nello stretto. L'argentino pur non avendo una visione di gioco da trequartista, ha comunque una grandissima capacità tecnica, nonchè visione della porta, per cui la cessione in questo momento, mi lascerebbe abbastanza perplesso.
  2. Diverse sono le considerazioni da fare su Dybala, proprio perchè nella valutazione del suo rendimento rientrano fattori di matrice diversa: tattica, tecnica, fisica, mentale. A mio avviso, la motivazione predominante è di natura tattica: Dybala ha subito Ronaldo. La presenza di Ronaldo, e la contestuale assenza a centrocampo di Khedira,Cuadrado, un Can inizialmente non all'altezza, hanno spinto Allegri a schierarlo Centrocampista con prestazioni comunque decorose, sopratutto per un "adattato". Tuttavia, Paulo alla lunga ha pagato l'assenza del gol, che sappiamo essere VITALE e fonte di Energia pura, per un attaccante, e Paulo non solo è un buon attaccante ma è un ottimo attaccante, che sente la porta da Dio. Progressivamente, Dybala ha accusato questo schieramento da adattato, finendo per perdere fiducia e spensieratezza. Tuttavia, questo discorso per quanto valido, non può e non deve essere una giustificazione. Sono concorde con chi sostiene che Dybala dallo scorso anno ha avuto una flessione in termini di atteggiamento: si è sentito arrivato ed è diventato presuntuoso, e sopratutto ha mostrato un egocentrismo che assolutamente non mi piace. Faccio un esempio, Bernardeschi, a prescindere dalla sua prestazione individuale, è sempre pro-attivo, concentrato, Paulo invece vuole proprio mostrare il suo nervosismo. Da un punto di vista fisico, onestamente lo trovo un po rallentato, allo stato attuale, rispetto alle sue migliori condizioni, ma potrebbe essere anche temporaneo, d'altronde noi tifosi non abbiamo il polso ne delle sue condizioni fisiche ne tanto meno della qualità dei suoi allenamenti (e comunque mi pare Allegri abbia detto che ha avuto qualche problemino). Detto ciò, quello che io penso di Dybala, è che lui è un giocatore che ha la migliore qualità nel gol. Ovvio che se poi c'è Ronaldo, che per rendere al massimo richiede Mandzukic, amen. Ci sta che venga adattato. Purtroppo come Trequartista non ha: 1) La visione di gioco all'altezza della sua tecnica (cosa opposta per me di Bernardeschi, che spesso ha grande idee e una tecnica che non lo supporta) 2) La strappanza per favorire le ripartenze. Quindi tirando le somme: -Se è disposto a fare l'adattato, può comunque dare una grande mano, però deve accettare la nuova collocazione, e rimettersi di nuovo in discussione, cercando di migliorarsi. - Se invece non è disposto, è necessario che cambi area, e a quel punto la Juve potrebbe valutare un profilo più trequartista e meno seconda punta, che tanto pure un griezzman non vedrei come collocarlo in questa squadra. Il mio desiderio è ovviamente quello che Paulo riveda il suo atteggiamento, e in qualsiasi posizione sia chiamato ad agire, faccia vedere il suo potenziale, considerando che tecnicamente è tanta roba e che ha tutto per poter trasformare una stagione da 5 in qualcosa di magico. Forza!
×
×
  • Create New...