Vai al contenuto

luciano.favero

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    283
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

83 Excellent

Su luciano.favero

  • Livello
    Juventino Soldatino
  1. applausi al campione. viva la sportività. viva il calcio. applausi al campione. STRONZO! - Ho corretto, altrimenti non si capiva a chi fosse riferito. È tutto suo il complimento (anche se ben condiviso coi suoi compagni)! -
  2. Non so a chi tu stia rispondendo ma, come dicevo nel post sopra, occhio a non confondere le cose. Io sostengo che le polemiche sull'applauso siano inutili e insensate (ben vengano gesti di sportività), ma che al limite, se si vuole contestare qualcosa, andrebbe sottolineato il fatto che la stragrande maggioranza di coloro che vi hanno partecipato son le stesse persone che non sostengono la squadra nè prima nè dopo l'applauso "incriminato" e che se ne vanno via prima del fischio finale. Questi due atteggiamenti son sotto gli occhi di tutti, inutile sostenere il contrario (onore a te che in Tribuna Sivori ti distingui dagli altri), e il mio auspicio è che, in un percorso di crescita del tifo (in ogni senso, in ogni settore), si riesca a far conciliare tutte queste cose. Non credo sia così difficile riuscirci. P.S.: nel mio modo di intendere un percorso di crescita del tifo escluderei a priori parolacce verso gli utenti, il "voi" usato a casaccio e indici puntati a prescindere, come nel tuo caso (ribadisco che non so a chi son riferiti, ma c'è chi potrebbe trovarci motivo di scontro). È un consiglio, se ti interessa non mandare a rotoli il post.
  3. Io torno a dire che l'unica polemica sacrosanta da fare resta il dover sottolineare che, il 90% di chi si è alzato in piedi a tributare il gesto atletico, son gli stessi che non mettono nemmeno lo 0,00001% della stessa passione nel sostenere la propria squadra né prima né dopo il gesto stesso e che abitualmente se ne escono 20 minuti prima della fine... gesti che, se vogliamo dirla tutta, possiamo dire essere dimostrazione di altrettanta sportività (oltre che di riconoscenza verso la propria squadra e di attaccamento ad una maglia!). Se confondiamo, all'occorrenza e a seconda della convenienza, sportività, tifo e passione forse non ne usciamo vivi da queste discussioni. Si può tifare la propria squadra, sostenerla al di là del risultato, davvero "fino alla fine", e applaudire il gesto tecnico avversario, senza sfigurare (in curva in molti hanno partecipato all'applauso): tutte le cose insieme, nessuna esclude l'altra. Questo sarebbe un vero percorso di crescita. Ma così non è, quindi comprendo e non mi inca**o se leggo alcuni post, come quello ad inizio thread, che ha scatenato la discussione: punti di vista, per carità, ma con una reale problematica alla base.
  4. Dico la mia, purtroppo non avendo modo di leggere tutti i commenti (almeno non adesso). Il gesto è bellissimo, non ho partecipato all'applauso (ha vinto l'incazzatura per una qualificazione ormai sfumata e visto che lo stesso aveva già esultato da buffone al primo goal, ma facciamo finta di nulla), ma ribadisco bellissimo... ed è bene se ne parli, perchè non è affatto scontato. Quello che contesto e che mi fa inca**are, anche parecchio, è che sia venuto spontaneo farlo in quelle zone di stadio dove il pubblico (tranne rari casi): - non ci mette nemmeno lo 0,0001% della stessa energia per sostenere la propria squadra né prima di quel goal né successivamente; - è abituato a fischiare i propri giocatori rei di non soddisfarli col gioco espresso; - indipendentemente dal risultato, è abituato ad abbandonare lo stadio anzitempo. Ben vengano questi riconoscimenti eclatanti a giocatori così (io magari non vi parteciperò, forse, ma non son certo da disprezzare a prescindere) ma vorrei vedere lo stesso "fuoco" verso un senso di appartenenza ad una tifoseria e la stessa energia nella voglia di incitare e ringraziare la squadra anche oltre il 90° (come solo la Curva e pochi altri intimi hanno fatto martedì). Questo, a prescindere da chi ci farà goal, continuerà ad essere il mio modo d'intendere il tifo e l'eventuale relativa sportività, questo è quello che amo e che vorrei sempre vedere, in ogni settore. Altrimenti non definite costoro tifosi di una squadra, ma appassionati di calcio... e la differenza è notevole (quando, chiaramente, non si è entrambe le cose).
  5. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    È coreano, lo str****!
  6. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    "esser cagata vuol dire bene e amore"
  7. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    Un decerebrato. Niente altro da dire.
  8. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    ... e spero sia almeno una femminuccia ad averlo scritto, o avrebbe un altro serio problema di cui occuparsi, oltre a quello che già sappiamo!
  9. Allo JS c'è un sistema di telecamere tale che riescono a sapere, in tempo reale, cos'hai mangiato nelle ultime festività. Fumogeni accesi in curva se ne contano forse 5 o 6 totali in questi 7 anni e nessuno tirato in testa ad altri. Godetevi la partita!
  10. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    In realtà € 25 le loro curve solo in prelazione, poi € 40 anche per loro. I biglietti per il settore ospiti dal 12 febbraio!
  11. Su Mediaset Premium, in telecronaca, ho sentito dire anche che oltre al "buon senso" l'arbitro avrebbe dovuto anche considerare "la squadra avversaria". Ridiculi!
  12. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    I tagliandi per il settore ospiti saranno in vendita a partire da lunedì 12 febbraio al prezzo di 40 euro
  13. Tifosi neutrali? Chi? Dove? Odiare chi vince ed eccelle è un dogma per qualsiasi cittadino di questo paese, a qualsiasi livello, in qualsiasi contesto. Forse, fuori dai confini, potrebbe esserci qualche italiano a non pensarla così, forse.
  14. [ E. B. A. T. ] - Essere Bianconeri a Torino

    Sì, ma organizzati per bene con anticipo: non tutti gli abbonati sfrutteranno la prelazione e in prelazione è vietato il cambio nome, pertanto di biglietti ce ne saranno anche in vendita libera, senza dubbio.
×