Jump to content

CIRDAN

Tifoso Juventus
  • Content Count

    204
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About CIRDAN

  • Rank
    GIUleMANIdallaJUVE
  • Birthday 10/18/1971

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Non serviva la rogatoria, come non
  2. eccolo ...... Premesso che stasera siamo tutti contenti e che una boccata d'ossigeno come questa ci voleva proprio. Ma la cartella clinica dice che siamo molto malati, moltissimo. Il gioco per l'ennesima volta non si ? visto. Ci sono alcuni dati tecnico-statistici che sono impietosi: il possesso palla ha dichiarato questo: Juve 30% - Real Madrid 70% Nella ripresa il Madrid ha addirittura sfiorato quota 80%, tirando il doppio di noi (20-10). Abbiamo vinto grazie ad un capolavoro di Alex e ad un auto-gol-palo, in pratica un tiro e mezzo in porta. Shuster ci ha messo del suo riuscendo questa sera ad avvicinarsi alla pochezza di mister Ranieri (quel Robben in panchina nel primo tempo rimane come il mistero di fatima). In mezzo al campo abbiamo sofferto l'inverosimile, non riuscendo mai a contrastare il palleggio madridista, altro dato impietoso: 534 passaggi riusciti per loro, contro i nostri 190. Per? ci hanno messo le palle, e questo tutto sommato ? un lato positivo ...ma non troveremo sempre lo "stimolo" Real e la "fortuna" di stasera. Di negativo ancora gli infortuni, siamo arrivati a 10!!! E' evidente che qualcosa non funziona, a memoria non ricordo una squadra falcidiata in questa maniera, ogni partita ne salta uno.
  3. Premesso che stasera siamo tutti contenti e che una boccata d'ossigeno come questa ci voleva proprio. Ma la cartella clinica dice che siamo molto malati, moltissimo. Il gioco per l'ennesima volta non si ? visto. Ci sono alcuni dati tecnico-statistici che sono impietosi: il possesso palla ha dichiarato questo: Juve 30% - Real Madrid 70% Nella ripresa il Madrid ha addirittura sfiorato quota 80%, tirando il doppio di noi (20-10). Abbiamo vinto grazie ad un capolavoro di Alex e ad un auto-gol-palo, in pratica un tiro e mezzo in porta. Shuster ci ha messo del suo riuscendo questa sera ad avvicinarsi alla pochezza di mister Ranieri (quel Robben in panchina nel primo tempo rimane come il mistero di fatima). In mezzo al campo abbiamo sofferto l'inverosimile, non riuscendo mai a contrastare il palleggio madridista, altro dato impietoso: 534 passaggi riusciti per loro, contro i nostri 190. Per? ci hanno messo le palle, e questo tutto sommato ? un lato positivo ...ma non troveremo sempre lo "stimolo" Real e la "fortuna" di stasera. Di negativo ancora gli infortuni, siamo arrivati a 10!!! E' evidente che qualcosa non funziona, a memoria non ricordo una squadra falcidiata in questa maniera, ogni partita ne salta uno. Amen, si va a nanna, ma i problemi sono quelli di ieri, non dimentichiamolo.
  4. Ad ALBENGA sono cinque i progetti in corsa per realizzare l?opera Anche aziende di Lapo Elkann nel board del nuovo porto Tra i cinque progetti in corsa per la realizzazione di un porto turistico ad Albenga, e sui quali dovr? pronunciarsi l?amministrazione comunale, spunta Lapo Elkann. ?Italia Independent? e ?Independent Ideas?, due societ? fondate dal rampollo di casa Fiat, sono infatti direttamente coinvolte con il progetto promosso dall?impresa di costruzioni torinese Guerrini Spa e realizzato con la consulenza locale del geometra Danilo Sandigliano, ex vicesindaco di Albenga. Un progetto, presentato pubblicamente marted? sera presso l?auditorium San Carlo, che prevede l?edificazione di un porto a levante, lungo viale Che Guevara (che unisce la citt? con la vicina Ceriale), in grado di ospitare pi? di seicento posti barca su uno specchio d?acqua di 160 mila metri quadrati e un retroterra di altri 60 mila, con nuove spiagge, residence, negozi, un teatro, una piazza con portici e, al fine di completare l?offerta turistica, un centro termale dotato di vasca natatoria di mille metri quadrati. Un?opera dal costo di circa 90 milioni di euro, che sembra avere tutte le carte in regola per sfidare gli altri quattro progetti, tra cui spiccano quello ?contestuale? della vicentina NEM SGR (fondo del gruppo Banca Popolare di Vicenza) firmato dall?architetto belga Julien De Smedt - progetto duramente contestato da Forza Italia Albenga e dall?associazione bagni marini, impegnati nella raccolta firme, come testimoniato dall?intervista rilasciata il 26 settembre scorso a L?Opinione dall?imprenditore Massimo Zanelli - e quello dell?architetto Vittorio Tarizzo, un attracco senza strutture a terra, un porto-atollo per 846 posti barca, collegato alla citt? da un ponte di duecento metri, accolto freddamente da alcuni rappresentanti del Partito Democratico ingauno. La proposta della Guerrini Spa, come ricordato dallo stesso geometra Sandigliano (il quale, per sua stessa ammissione, si interessa del porto di Albenga fin dal 1952), riprende un?idea gi? emersa in passato: ?Siamo stati vicini a realizzarlo nel 1975 e nel 1983, ma in entrambi i casi la Regione ci blocc??. Una sua eventuale realizzazione, grazie alla posizione pi? a levante, scanserebbe le polemiche poste dagli imprenditori minacciati dall?edificazione di un approdo in centro, scelta che, secondo Sandigliano ?significherebbe distruggere tutto quello che abbiamo fatto negli ultimi sessanta anni: moli, bagni marini e sedi delle associazioni nautiche?. A fianco del progetto, gi? pronto il piano di promozione dell?opera, grazie all?intervento delle due societ? legate a Lapo Elkann. Mentre la Guerrini Spa si occuper? esclusivamente del progetto di costruzione di marina, la creative factory ?Independent Ideas? lavorer? sulla creazione di un?identit? per il porto di Albenga con l?obiettivo di promuovere il prodotto a livello internazionale. La societ? produttrice di accessori e abbigliamento ?Italia Independent?, infine, con l?ausilio del suo centro stile, si dedicher? al design e alla ?direzione artistica?. Un progetto che potrebbe vedere l?intervento diretto dello stesso Elkann: stando a quanto dichiarato da Andrea Tessitore, vicepresidente di ?Italia Independent?, ha affermato che ?Lapo verr? presto ad Albenga, perch? vuole vincere questa sfida?.
  5. Mentre Unicredit "sta discutendo con investitori potenzialmente interessati alla quota" in Generali, pari al 3,5%, messa in vendita dal gruppo bancario, secondo quanto ha detto stamani da Londra l'Ad Alessandro Profumo, il titolo del Leone in Borsa ripiega del 4% a quota 20,80 euro. Lo frena Jp Morgan che ha ridotto il target price a 26,3 euro da 33,5 euro per riflettere una revisione al ribasso delle stime di utile netto 2008-2009 rispettivamente del 24% a 2,523 miliardi di euro e del 21% a 3,032 miliardi di euro. Il broker ha ribadito il rating di neutral in quanto la bassa esposizione del gruppo al mercato del credito ? controbilanciata dal sostanziale leverage al mercato azionario.
  6. Ore 10,14 - Seduta da brivido a Piazza Affari, peggior listino a livello europeo, con gli indici piombati sui livelli di aprile del 2003. Il Mibtel fa un tonfo del 7% a 16.505 punti mentre lo S&P/Mib perde il 7,2% a 21.910 punti.Raffica di sospensioni in avvio di seduta in Piazza Affari con UniCredit che ? stata immediatamente fermata dalle contrattazioni segnando una flessione del 10%. Tra gli altri titoli rimasti congelati sul paniere principale anche Unipol (-7% teorico), Saipem (-7,8% teorico), Tenaris (-10,5 teorico), Prysmian (-10,2% teorico) e Impregilo (teorico).
  7. Tarak Ben Ammar, il finanziere franco-tunisino che alcuni indicavano come possibile acquirente, sgombra il campo sul dossier As Roma. ?Non ? materia mia? ha risposto lasciando la sede di Mediobanca, di cui ? consigliere. Tarak, al quale indiscrezioni assegnano un ruolo nell'ambito del potenziale avvicinamento dei fondi libici o del Golfo Persico a Telecom Italia, ha poi escluso anche un suo interesse in prima persona al mondo calcistico e nel dettaglio alla squadra della famiglia Sensi: ?Io, Investire nel calcio? proprio non esiste?. The End
  8. Una persona da me molto stimata oggi mi ha scritto questa frase ... (...)si deve spiegare alla gente che non era normale andare in vacanza alle Maldive(...)
  9. Come ben sai, aspettando una Waterloo di qua e una Sant'Elena di la, mi ero un po' arresso ad aspettare che la giustizia facesse il suo corso, e da quel punto di vista obiettivamente non mi ero sbagliato. Erroneamente non avevo fatto i conti con i "piccioli", nonostante l'aria era malsana da circa due anni e prima o poi sta botta doveva arrivare. In testa ho una mia teoria che pian piano sta prendendo sempre pi? forma ...e saranno dolori. Il problema ? che ci rimetteremo anche noi (come cittadini, lasciando perdere il calcio) e saranno dolori ulteriori, ma con una differenza: Noi ci siamo abituati altri meno ...molto meno
  10. I terreni non sono edificabili, al momento ... Qualcuno aspetta che li diventino ...si ma quando? Intanto il prezzo eventuale ...scende, scende, scende ...
×
×
  • Create New...