Vai al contenuto

CRAZEOLOGY

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    8046
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    6

CRAZEOLOGY last won the day on April 13 2018

CRAZEOLOGY had the most liked content!

Reputazione Forum

1570 Excellent

1 Seguace

Su CRAZEOLOGY

  • Livello
    40 SCUDI CIRCA...
  • Compleanno January 1

Profile Information

  • Sesso:
    Male

Visite recenti

12572 visite nel profilo
  1. Che Wanda e Wando se ne stiano dove stanno. Sono portatori sani di casini.
  2. E se ci fossimo noi al posto delle altre?

    Ci siamo stati dall'altra parte. Soprattutto dal 2006 al 2011. Ma c'è una differenza tra noi e loro. Noi abbiamo vinto in questi anni perché ce lo meritavamo, loro per vincere hanno pedinato, intercettato e incontrato arbitri in attività nei parcheggi dei supermercati di notte e gli cercavano posti di lavoro, e hanno pure spiato mezzo potere italico. Per me non è un problema che vinca un altro, nello sport capita, è nell'ordine delle cose. E dopo chi perde si becca lo sfottò, è normale anche questo. In quegli anni però si è superato ogni limite di decenza. Quindi che impazziscano pure, tutti quanti.
  3. Vivere a Torino

    Se sei in Svizzera, sei praticamente in Italia. Hai tutto il meglio della vita, senza le porcherie e i casini italici, e puoi venire in Italia molto spesso senza spendere una fortuna. E comunque, purtroppo, quel poco di lavoro che si trova in Italia, sicuramente lo si trova più facilmente a Milano che a Torino. Poi certo, Torino è più bella e a misura d'uomo rispetto a Milano. E Milano è piena di piagniucoloni interisti e milanisti, ladroni d'alto bordo, gente pagana e brutta. Alcuni poi trafficano coi tribunali sottobanco e si fingono onestoni. Bleah! Comunque è interessante il post di Jesper, perché è quello che di fondo pensa mia sorella che vive in Germania da anni ormai. In Italia ci sono sempre tanti casini, ingiustizie, e disorganizzazione generale. La sola idea di tornare la fa sentire come uno che deve buttarsi in un burrone. Quindi qualunque cosa succeda, resta là. Tuttavia, mia zia invece, che vive in Germania da circa 50 anni, mi ha sempre detto che ci sono certamente un sacco di vantaggi di vario genere nella vita lì, ma che di fondo anche se hai la cittadinanza tedesca e sei integrato alla grande, resti uno straniero. Ti garantiscono i tuoi diritti, ti danno tutto quello che ti spetta, ti rispettano, ma non sei un vero tedesco. Sono freddi dentro i teteschi. E (anche) per queste ragioni, lei ha sempre nostalgia dell'Italia. Anche se probabilmente è più una nostalgia "culturale", climatica e un po' famigliare/affettiva. Due modi molto diversi di vedere le cose.
  4. Serie Tv

    Ho visto un paio di puntate di FOREVER. Su Top Crime mi pare. ch. 39 Niente di stratosferico, ma non mi dispiace. Questa cosa del personaggio principale che non muore mai, o meglio, che muore continuamente e rinasce continuamente, è un'idea stramba divertente. Per il resto lo schema è un po' già visto e un bel po' inflazionato, cioè sempre quello del patologo che aiuta la polizia a scoprire gli assassini. Ma si lascia vedere. Intrattenimento leggero ma gradevole. Aggiornamento post. Facendo ricerca sul web, ho scoperto che esistono due serie con questo titolo. Io mi riferisco a questa: https://it.wikipedia.org/wiki/Forever_(serie_televisiva) E' vecchiotta. E' già passata in tv in vari modi. Non lo sapevo.
  5. "Miiiiiiiiiiiiiiiiiii! Non ci posso credereeeeee!" cit. Non mi aspetto nulla, come già scritto, però è molto positivo che ci sia già una data certa, calendarizzata e molto vicina. Tutte le volte c'è sempre da aspettare secoli... Stavolta invece ce la sbrighiamo alla veloce. Siamo sicuri che è l'11 marzo del 2019? Non è che han sbagliato a trascrivere e riguardo all'anno al posto dell'1 in realtà ci sarebbe un 2? Vabbè, ironia scontata a parte... Bene. Non vedo l'ora. Son curioso ugualmente di vedere che succede. Ora torno nel silenzio fino all'11.
  6. Vivere a Torino

    Non c'è lavoro a Torino. Preparati.
  7. Il CDA Juventus ha deliberato l'emissione di un bond

    Il figlio di Leo fu inquadrato durante una partita, qualche tempo fa, mentre provava a disegnare il logo della Juve... Detto questo... Boh, io facevo per scherzo. Certo, sarebbe bello vederli assieme e con la nostra maglia. Il marketing poi farebbe ancora un balzo in avanti. Ma costa troppo, prende troppo, gli piace stare dove sta. Siamo nel fantamercato.
  8. L'hanno scritto nell'enciclopedia che lui è stonato come una campana?
  9. Aut ha chiuso!

    L'ho sentito dire anche io, ma non saprei dire con certezza. Si, mi sembra fosse in una traversa di via Roma. Purtroppo, o per fortuna, quelli sono negozi che non frequento, quindi potrei sbagliare.
  10. Aut ha chiuso!

    Capisco l'idea di fare il parallelo con l'utente Aut. Ha funzionato bene, perché anche io sono entrato qui con quella idea, anche se sapevo che era una specie di provocazione. Mi ha incuriosito e volevo verificare come stavano le cose. Per quanto riguarda il libraio invece, purtroppo non è il primo e non sarà l'ultimo. Negli ultimi anni, senza pensarci troppo e basandomi sulle prime cose che mi vengono in mente a casaccio, a Torino centro hanno chiuso diverse grandi librerie: Corso Vittorio Emanuele II, via Garibaldi, via Cernaia, via Roma. E così altre attività simili, tipo i negozi di dischi. Questa settimana, per dirne una, per la precisione il 17/2, chiude definitivamente in via Po il negozio VIDEOMUSIC, che per più di 30 anni ha venduto dischi e accessori vari (abbigliamento rockeggiante, e simili), facendoseli arrivare da tutto il mondo. Già da un po' di tempo si erano rammolliti a dire il vero, la qualità era scesa vistosamente e i gusti delle scelte erano un po' discutibili, però dispiace ugualmente. E ora il libraio spera di vivere con una libreria aperta a Gavi, comune che ha meno di 5000 abitanti.... Mizzega... Le spese andranno giù parecchio, non ci sono dubbi, buon per lui, ma sul volume delle vendite... Tanti auguri. E tutto questo è anche colpa vostra, cari utenti gobbi. Che comprate le cose via web dai soliti noti, e scaricate tutto lo scaricabile gratis. C'è gente che compra pure le scarpe via web. Non toccano più i materiali, non controllano se la misura è giusta o serve un mezzo numero in più o in meno, non parlano più con i commessi. Sta diventando un mondo sempre più digitale e freddo, con emozioni virtuali ed esigenze, commerciali e non, buttate dentro uno smartphone. Il caro smartphone, dove puoi anche comprare un panino di cacca mentre fuori, nel mondo vero, nella realtà, sta nevicando come in Alaska, e c'è un poveraccio che ti porterà la sbobba con una bicicletta, pagato a 5 euro l'ora (la palestra però è gratis e compresa nello stipendio (?)). Buon futuro a tutti noi.
  11. Il ritorno virtuale di PRINCE

    Per dare un'idea di come fosse bravo a fare spettacolo (sia dal punto di vista strettamente musicale, con riarrangiamenti accattivanti costruiti per singole occasioni, e sia dal punto di vista della presenza scenica), questa settimana posto un pezzo di un live non troppo lungo, solo poco più di 10 minuti, dove canticchia tre suoi cavalli di battaglia già postati nel topic. In realtà anche una parte di questo video è stata già postata (Sign 'o' The Times), ma qui il video è completo e rende meglio l'idea. Ne vale la pena. Opening Act del Rock n Roll Of Fame 2004 - Prince
  12. Perché abbiamo dimenticato Carlo Carcano?

    Anche questo è vero.
  13. Perché abbiamo dimenticato Carlo Carcano?

    Caso limite mica tanto, per fortuna sono cose che capitano. Non vedo perché una donna non possa allenare una squadra di uomini e viceversa. Idem per gay, lesbiche, ecc. Se ci sono le competenze non vedo problemi, anzi. Però, per come la vedo io, facessi l'allenatore di una squadra femminile di qualunque sport, entrerei nello spogliatoio per dialogare con la mia squadra solo quando sono tutte vestite e pronte per giocare. E' anche e soprattutto un fatto di rispetto. Non è mica tanto per il fatto, improbabile peraltro, che in quella sede qualcuno salti addosso a qualcun altro. Ma anche il rispetto ormai è un valore vecchio, me ne rendo conto. E così vediamo giornaliste che intervistano gente mentre altri si stanno cambiando, Fotografi e cameraman che filmano gente mezza nuda (a volte anche completamente nuda, non a caso esistono nella storia del calcio degli scatti hot, per dire) e via così. E' un qualcosa che poi di fondo... come dire... non si fa male nessuno.... Però se sapessi che un iscritto che incontro tutte le volte che vado in palestra è gay, e si cambia con me, e vede passare tanti baldi ragazzotti col piffero al vento, la cosa mi lascia qualche perplessità, ecco. Che ti devo dire... Pur non facendone una tragedia, sia chiaro. Sarà che sono rimasto ad un mondo lontano, a Renzo Montagnani che fa il buco nel muro dello spogliatoio per vedere Nadia Cassini che fa la doccia in quello delle donne. (come dargli torto... la Cassini a quel tempo era davvero tanta roba... ) PS Ti ricordo che la cronaca però ha spesso messo in rilievo che ci sono state persone che hanno approfittato di alcune di queste situazioni di contiguità e commesso reati di vario genere. Occhio a sottovalutare i discorsi polverosi che fanno i vecchi come me. Ho visto tante cose in vita mia...
  14. [ J-Village ] - A.A.A. Area Continassa realizzandosi

    L'albergo è ancora in alto mare. Il Concept store ha molto materiale edile davanti all'ingresso, e di fatto non è che si veda nulla che non si possa vedere anche da distante.
×