Vai al contenuto

DoctorDoomIII

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    3648
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

491 Excellent

Su DoctorDoomIII

  • Livello
    La juve ha uno stemma non un logo
  1. L' operazione Bonucci-Caldara-Higuain esaminata sotto ogni aspetto

    Ma che quest'anno l'affare lo facesse la juve era quantomeno scontato, per 1-2 anni almeno era ovvia la differenza di prestazioni tra bonucci e caldara, a meno che quest'ultimo non sia un vero fenomeno. l'incognita riguarda il fuuro, se cioè in futuro caldara non sia un giocatore dall'alto valore e quindi la juve abbia "perso" un potenziale campione dalla futura carriera più lunga di quella di bonucci.
  2. E' chiaramente uno sfottò e una risposta a burigno. 2+2=4 4 is meio che 3 L'1 in basso è il "resto" che burigno deve portarsi a casa.
  3. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Per stupro a murigno ? Col polpo che lo incitava ?
  4. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Per non parlare sempre degli stessi soggetti..... http://www.lastampa.it/2018/10/11/italia/prove-fragili-era-accusato-di-avere-violentato-sara-tommasi-assolto-agente-dello-spettacolo-yxXgLZSnJGqBbSI3UfJaBI/pagina.html
  5. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Si, come anche palpare un c**o (l'ho fatto anch'io) anche solo per scherzo è una molestia. Razzismo "soft" è un modo, forse sbagliato, per dire che è un atto "non violento", non quanto picchiare un immigrato o addirittura sparargli perchè "eh ma erano solo pallini". La palpata, così come il "non affittare" o il "non volere un dipendente" li definisco così non perchè siano trascurabili ma perchè da molti vengono ancora giudicati come cosa di poco peso, che di certo non da causa in tribunale. Se comunque ho offeso qualcuno con un appellativo "limitante" mi scuso perchè veramente non avevo tale intenzione.
  6. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Mah, secondo me sono situazioni completamente slegate e in parte diverse, le vicende di cui sopra rientrano nel discorso più generale delle violenze, di guerra ma non solo che avvengono in situazioni particolari, quegli stupri, di guerra e non, li affianco ad esempio alle torture (su donne come su uomini). Le campagne metoo si pongono un obbiettivo diverso e cioè liberare la società "avanzata", quella cosiddetta occidentale portata sempre come esempio di modernità e progresso (cosa anche vera) di quelli che rimangono retaggi del passato. Questi invece li assimilo ad altre cose come il "razzismo soft", non quello da kkk ma quello del "non voglio un cameriere di colore" o "non voglio stare nello stesso hotel con una comitiva di disabili". Naturalmente quando si sforano certi limiti (comunque sbagliati) e si entra nel campo "violento" le cose diventano più serie e gravi. Per intenderci si lotta non solo con gli stupri, ma per certi versi ancor di più contro tutte quelle cose che ancora vengono considerate quasi "normali", non il corteggiamente, dalla cui fine facilmente si può ironizzare, ma della molestie anche solamente verbali, delle "pressioni" psicologiche in ambienti lavorativi, non so a voi ma a me è capitato di colleghe che si sentivano imbarazzate da certi atteggiamenti del capo che pure potevano essere interpretati come "corteggiamenti", tipo "passaggi in macchina" non richiesti e simili. Per fortuna non essendo la persona uno stupratore capiva l'antifona, ma appunto l'imbarazzo restava e nel mondo ci sono donne forti su cui certe cose scivolano via, ma altre più deboli che magari hanno paura di rifiutare e così rischiano di far interpretare la cosa in modo sbagliato dalla controparte. D'altronde esistono anche uomini forti che capiscono dove fermarsi e uomini deboli che invece reagiscono come se fossero superiori e un "rifiuto" lo interpretano come affronto personale.
  7. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    A me pare che la tizia odi si, ma più che altro odi un modo, maschilista senza dubbio, di considerare certe donne "puttane" a prescindere, solo se non incarnano un certo ideale (maschilista). Suvvia, dobbiamo ammettere che "p*****a" è un epiteto che si rivolge non certo di rado ad una donna e di cui fondamentalmente manca un corrispettivo maschile. Retaggi dei secoli scorsi, ma di cui non sarebbe male liberarsi.
  8. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Ci si può sempre autodenunciare, magari anonimamente. Un po' come dal parroco...
  9. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Ricordategli che in Itali è ancora reato il sesso con animali, consenzienti o meno.
  10. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Sono i vantaggi di poter dimostrare in tribunale che essendo di calibro inferiore al foro non poteva generarsi attrito e quindi violenza in quanto tale.
  11. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    E se non è partita ma è evasa ?
  12. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    E dai, sono professionisti, mica in un set XXX fanno l'orgie (come si scrive il plurale di orgia ? io manco una ne ho mai fatta) ogni ciak.
  13. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    No, anche la fotocopiatrice la pensa come te.
  14. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Ma possono incoraggiarti e fare il tifo. Oppure mettiamo l'arbitro che chiami il fallo qualora il rapporto proceda oltre i termini preconcordarti dalle parti. E al secondo richiamo scatta la sospensione dell'atto. E se ci si oppone parte l'omone preposto al controllo che sodomizza il trasgressore.
  15. Ronaldo e le sue vicende "americane". Parliamone qui.

    Mhhh, e l'uso di testimoni ? I pervertiti sarebbero loro. Il problema è che con me poi si annoiano e si addormentano e diventano inutili
×