Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'international cup'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 2 results

  1. ............... AMICHEVOLE: JUVENTUS - TOTTENHAM HOTSPUR 2-1 5' Dybala - 13' Benatia - 67' Lamela STADIO "MELBOURNE CRICKET GROUND" - Melbourne, martedì 26/07/2016 - Ore 12:00 (Ora italiana) Qui la cronaca del match e i commenti post-partita Una gara giocata su buoni ritmi e una bella vittoria contro una formazione di prestigio: la seconda amichevole della Juventus a Melbourne si rivela davvero un ottimo allenamento, durante il quale i bianconeri, specie nei primi minuti, mettono in mostra una condizione in crescita, una discreta intensità e, scontato a dirsi, una qualità notevole. Contro il Tottenham si assiste all'esordio della seconda maglia e soprattutto a quello di Benatia e Pjanic, entrambi decisivi nella seconda rete della squadra di Allegri, schierata con il 4-3-2-1: Dybala e l'unica punta e alle sue spalle agiscono il bosniaco e Pereyra, anche lui a tenuto a riposo contro il Melbourne Victory. Rispetto alla partita di tre giorni questa è ben più vivace e il pressing alto portato fin dai primi minuti dai Campioni d'Italia dà subito i suoi frutti: Pjanic sporca un retropassaggio e Pereyra ne approfitta per puntare l'area, saltare Carter-Vickers e servire Dybala, che sblocca il risultato già al 6'. Gli inglesi evidentemente accusano il colpo, perché in campo si vede solo la Juve. Dybala potrebbe piazzare la doppietta al 14', ma il suo sinistro viene deviato in angolo da Vorm. Poco male, perché sugli sviluppi del corner, Pjanic pennella per la testa di Benatia: stacco imperioso e pallone nell'angolino alto per il 2-0. L'intensità della gara diminuisce, e gli Spurs abbozzano una reazione, ma per vedere una loro conclusione si deve aspettare la mezz'ora, con il colpo di testa di Son che termina comunque a lato. Allegri inizia la ripresa con Marrone e Cerri al posto di Pereyra e Benatia e sono ancora i bianconeri a rendersi pericolosi con Pjanic che, messo in movimento da Hernanes, spara il sinistro sopra la traversa. Dall'altra parte è Lamela a sfiorare il palo dal limite. Dybala ora arretra il proprio raggio d'azione, lasciando Cerri come unico punto di riferimento in avanti. Dopo una ventina di minuti Pjanic termina la sua gara e lascia il campo insieme ad Asamoah, permettendo l'ingresso di Parodi e Vitale. Pochi secondi dopo il cambio, il Tottenham accorcia le distanze con Lamela: Wanyama ruba palla a Hernanes e lancia in area l'ex romanista, che infila l'angolino basso alla sinistra di Neto. I tanto cambi offrono nuove energie alla partita. La Juve si fa vedere in avanti grazie al lancio di Dybala che pesca Cerri, ostacolato al momento della conclusione, e con Rugani, capitano dopo l'uscita di Asamoah, che con una caparbia azione personale arriva al tiro da buona posizione, vedendo il suo destro deviato in angolo. Per il Tottenham il più pericoloso è sempre Lamela, il cui tentativo di prima intenzione viene respinto da Neto. Dopo le ultime cinque sostituzioni operate da Allegri, per la Juve in campo ci sono solo i ragazzi più giovani, che magari non avranno grande esperienza, ma certo non mancano di personalità e controllano il match sino al fischio finale, anche se nel recupero tocca a Neto salvare il risultato mettendo in angolo in tiro da due passi di Onomah. Si chiude così con un successo la trasferta australiana dei bianconeri, ma gli impegni dello Juventus Jeep Tour non sono terminati: tra quattro giorni, ad Hong Kong ci sarà l'ultimo test, contro il South China. JUVENTUS - TOTTENHAM HOTSPUR 2-1 RETI: Dybala 6' pt, Benatia 14' pt, 22' st Lamela JUVENTUS Neto; Lirola, Benatia (1' st Marrone), Rugani (34' st Blanco), Alex Sandro (34' st Severin); Lemina (34' st Macek), Hernanes (34' st Coccolo), Asamoah (21' st Vitale); Pjanic (21' st Parodi), Pereyra (1' st Cerri); Dybala (34' st Rosseti) A disposizione: Audero, Del Favero, Loria, Kastanos, Padovan Allenatore: Allegri: TOTTENHAM HOTSPUR Vorm; Trippier (17' st Harrison), Ball (34' st Amos), Carter-Vickers, Miller (1' st Yedlin); Mason (1' st Winks), Wanyama; Son (1' st Onomah), Carroll (17' st Edwards), Chadli (1' st Lamela); Janssen (17' st Walkes) A disposizione: McGee, Glover, Walker-Peters Allenatore: Pochettino ARBITRO: Williams ASSISITENTI: Cetrangolo, Lakrindis QUARTO UFFICIALE: Kimura AMMONITI: 43' st Lirola (juventus.com) http://www.juventus.com/it/news/news/2016/dybala-e-benatia--battuti-gli-spurs.php
  2. ............... AMICHEVOLE: JUVENTUS - MELBOURNE VICTORY 1-1 (3-4 rig.) 58' Blanco Moreno - 83' Ingham STADIO "MELBOURNE CRICKET GROUND" - Melbourne, sabato 23/07/2016 - Ore 11:00 (Ora italiana) Qui la cronaca del match e i commenti post-partita Si decide ai rigori la sfida tra Melbourne Victory e Juventus, dopo l'1-1 dei tempi regolamentari, firmato da uno spettacolare destro di Carlos Blanco Moreno e dalla zampata di Ingham. Dal dischetto sbagliano meno gli australiani, che si aggiudicano la sfida, ma ciò che più conta e aver messo minuti nelle gambe e apprezzato la qualità dei giovani a disposizione di Allegri per questa tournée. Il teatro della prima uscita dello Juventus Jeep Tour è il Melbourne Cricket Ground, mastodontico impianto da 100.000 posti che normalmente ospita il Cricket e il football australiano. Allegri inaugura le amichevoli estive con la difesa a tre e rinuncia a Benatia, Pereyra e Pjanic, per permettere loro di recuperare dal pesante lavoro atletico sostenuto in questi giorni, in vista della gara contro il Tottenham. Gli australiani sono fisici e volenterosi, ma patiscono la tecnica e la rapidità di Dybala, che arretra volentieri per dirigere il gioco. È sua l'apertura che mette Alex Sandro nelle condizioni di saltare Nigro e servire in area Lemina. La girata del francese è di prima intenzione, ma debole e fuori misura. Dalla parte opposta si fa vedere Ben Khalfallah, con un traversone insidioso sul quale Berisha non arriva per pochi centimetri, gli stessi che mancano alla punizione di Dybala per centrare “il sette”. In piena preparazione non si possono pretendere ritmi da big match, ma anche se al piccolo trotto la Juve si presenta piuttosto spesso dalle parti di Thomas: il destro di Rugani, su cross di Loria, termina a lato di un soffio, mentre il diagonale di Cerri impegna il portiere australiano. L'intervento più difficile però deve compierlo Neto nel finale di primo tempo, per deviare in angolo il colpo di testa ravvicinato di Berisha. Con la ripresa iniziano le sostituzioni e Allegri tiene in campo solo Neto, Marrone e Lirola, cambiando otto undicesimi. Kastanos e Padovan arrivano subito alla conclusione, ma non centrano la porta da buona posizione. Ci riesce invece Blanco al 13' e lo fa dal cerchio di centrocampo: il difensore intercetta il rinvio di Thomas, lo vede fuori dai pali e piazza sotto la traversa un destro da quasi 50 metri. Un gol da cineteca, sottolineato dagli applausi dei tifosi, dei compagni e di Allegri, che, sorridente in panchina, mostra di apprezzare. Una piccola curiosità: per il tecnico bianconero la trasferta a Melbourne e la partita sono anche state un'occasione di ritrovare Carl Valeri, il capitano del Victory entrato nella ripresa, che Allegri aveva allenato nei suoi trascorsi alla Spal e al Grosseto. Gli australiani provano ad aumentare l'intensità e Audero, entrato al posto di Neto, deve prima intervenire su un traversone insidioso, quindi uscire con i piedi per anticipare Ingham, che cercava di approfittare di retropassaggio corto di Blanco. La punta australiana si rifà al 38', quando riceve al limite dell'area e infila nell'angolino il destro rasoterra il gol del pareggio con cui si chiudono i 90 minuti. Per decidere la gara si va ai rigori: Audero neutralizza il tiro di Valeri, ma per la Juve sbagliano Macek e Padovan e il Melbourne si aggiudica la prima sfida dell'International Champions Cup per 5-4. MELBOURNE VICTORY-JUVENTUS 5-4 (1-1 dtr) RETI: Blanco 13' st, Ingham 38' st SEQUENZA RIGORI: Valeri (parato), Marrone (gol), Ingham (gol), Vitale (gol), Baro (gol), Macek (parato), Galloway (gol), Rossetti (gol), Pasquali (gol), Padovan (parato) MELBOURNE VICTORY Thomas; Nigro (1' st Geria), Donachie, Ansell (21' st Baro), Georgievski (1' st Galloway); Mahazi (36' Hope) , Bozanic (21' pasquali)), Broxham (1' st Valeri); Ben Khalfallah (1' st Ingham), Berisha (21' st Howard), Austin A disposizione: Spinella, McGilp, Theoharous, Goulding Allenatore: Muscat JUVENTUS Neto (20' st Audero9; Rugani (1' st Parodi), Marrone, Severin (1' st Blanco); Lirola, Lemina (1' st Macek), Hernanes (1' st Vitale), Asamoah (1' st Kastanos), Alex Sandro (1' st Coccolo); Dybala (1' st Padovan), Cerri (1' st Rossetti) A disposizione:Del Favero, Loria, Benatia, Pereyra, Pjanic Allenatore: Allegri ARBITRO: Kimura (JPN) ASSISTENTI: Flynn (AUS), Beecham (AUS) QUARTO UFFICIALE: Williams (AUS) (juventus.com) http://www.juventus.com/it/news/news/2016/a-melbourne-i-rigori-dicono-victory.php
×
×
  • Create New...