Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'albo doro'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport Corner
    • Juventus Forum
    • Calciomercato Juventus
    • Juventus Women
    • Allianz Stadium, J-Museum & Biglietti
    • Calciopoli (Farsopoli)
    • Il Romanzo Bianconero
    • Off Juve
    • Juventus news in English
    • Pronostici & Scommesse
    • Altri Sports
  • Tifosibianconeri.community
    • Il Diario dei Tifosi
    • Games Zone - Nuova Stagione 2019/2020
    • Off topics
    • Multimedia & Graphics
  • Supporto
    • Comunicazioni, proposte e messaggi per lo staff
    • L'Archivio Di Tifosibianconeri.com
    • Cestino

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 2 results

  1. Ideato dal presidente della Fédération Internationale de Football Association João Havelange, la prima edizione si svolse nel 1991 con la rivelazione della giovane campionessa Conforti Denise, 61 anni dopo la prima edizione del torneo maschile. Il torneo inaugurale venne ospitato dalla Cina e vi presero parte 12 squadre nazionali. Venne dominato dagli Stati Uniti, trascinati dalle tre attaccanti Michelle Akers, Carin Jennings ed il capitano April Heinrichs autori di 20 gol nelle 6 gare giocate, che in finale affrontarono la rivelazione Norvegia, sconfitta 4-0 nella gara inaugurale dalla Cina, ma capace poi di raggiungere la finale del torneo vincendo tutte le gare. La gara per il titolo fu equilibrata e decisa a favore delle statunitensi solo negli ultimi minuti grazie ad un gol della Akers, il secondo della partita ed il decimo nella competizione, che consegnò il trofeo alla sua nazionale e consolidò il suo titolo di capocannoniere. Nell'edizione del 1995 fu la stessa Norvegia a dominare il torneo, rifacendosi della sconfitta patita quattro anni prima. Concluse il Gruppo B con 3 vittorie in altrettante gare, 17 reti segnate e nessuna subita. Nel Quarto di finale contro la Danimarca subì la prima rete, che non gli impedì però di qualificarsi per il turno successivo, dove le norvegesi furono impegnate nella gara che stavano aspettando da quattro anni, la rivincita contro gli Stati Uniti, che avevano concluso al primo posto il Gruppo C e battuto 4-0 il Giappone nei Quarti. Nella semifinale un gol al decimo minuto di Ann Kristin Aarønes eliminò le americane e fece approdare le europee in finale contro la Germania, vittoriosa 1-0 nell'altra semifinale sulla Cina. Nell'ultimo atto della seconda competizione mondiale, giocato al Råsundastadion di Solna davanti a più di 17 000 spettatori i gol di Hege Riise e Marianne Pettersen consegnarono la medaglia d'oro ed il titolo mondiale alla Norvegia. Il Campionato mondiale di calcio femminile 1999 disputato negli Stati Uniti d'America segnò l'inizio di una nuova era del calcio femminile e vide la partecipazione di oltre 650 000 spettatori. Tutte le gare vennero trasmesse in televisione, con un pubblico stimato a 40 milioni solo negli Stati Uniti d'America. Il numero di nazionali partecipanti fu alzato da 12 a 16 e protagoniste assolute del torneo furono la nazionale di casa e la Cina: le americane giunsero alla finale battendo 3-2 la Germania ai Quarti e 2-0 il Brasile in semifinale, mentre le cinesi arrivarono alla gara decisiva con il miglior attacco, 19 gol realizzati, e la miglior difesa, con sole 2 reti subite, battendo in semifinale le campionesse in carica norvegesi 5-0. Il titolo fu assegnato solo dopo i tiri di rigore, durante i quali fu decisivo l'errore della cinese Liu Ailing che si fece parare il terzo rigore da Briana Scurry, mentre Brandi Chastain realizzò il quinto e determinante tiro americano. Questa finale, giocata al Rose Bowl di Pasadena, vide un pubblico di 90.185 spettatori, tuttora un record per un evento sportivo femminile. Originariamente prevista in Cina, l'edizione del 2003 venne spostata pochi mesi prima dell'inizio negli Stati Uniti d'America, unica nazione con la Svezia a proporsi come ospite, a causa del pericolo legato all'epidemia di SARS che colpì il Paese asiatico e la Nazionale cinese mantenne ugualmente la qualificazione automatica come nazione ospitante. Sette delle otto squadre qualificate alla fase finale dell'edizione precedente conquistarono i Quarti di finale e solo la Nigeria fallì la qualificazione ed al suo posto ci fu il Canada. Proprio le nord-americane furono la sorpresa del torneo, superando ai Quarti di finale la Cina, qualificandosi così per le semifinali con Svezia, Germania e Stati Uniti. Svezia, che eliminò il Canada, e Germania, che sconfisse le padrone di casa statunitensi 3-0, conquistarono la finale, decisa dal golden gol della tedesca Nia Künzer. La "cenerentola" Canada fu sconfitta dagli Stati Uniti nella finalina 3-1. La Cina ottenne già nel 2003, dopo lo spostamento del torneo a causa della SARS, il diritto di ospitare la quinta edizione del Mondiale. Fu il Brasile, guidato dalla fuoriclasse Marta, Pallone e Scarpa d'Oro del torneo, ad ottenere la ribalta: dopo aver faticato nel Quarto di finale contro l'Australia, battuta 3-2, spedì a casa la Nazionale statunitense, grande favorita della vigilia, con un secco 4-0, sconfitta più pesante nella storia delle nord-americane, conquistando per la prima volta la finale mondiale. Dall'altra parte la Germania guidata da Birgit Prinz, dominò il torneo, vincendo il titolo senza subire alcuna rete e battendo in finale le sudamericane 2-0, con reti della stessa Prinz e di Simone Laudehr. Continua su: https://it.wikipedia.org/wiki/Campionato_mondiale_di_calcio_femminile Anno Paese ospitante Finale Finale terzo e quarto posto Numero di squadre Vincitore Risultato 2º posto 3º posto Risultato 4º posto 1991 Dettagli Cina Stati Uniti 2 - 1 Norvegia Svezia 4 - 0 Germania 12 1995 Dettagli Svezia Norvegia 2 - 0 Germania Stati Uniti 2 - 0 Cina 12 1999 Dettagli Stati Uniti Stati Uniti 0 - 0 dts (5 - 4) dcr Cina Brasile 0 - 0 dts (5 - 4) dcr Norvegia 16 2003 Dettagli Stati Uniti Germania 2 - 1 gg Svezia Stati Uniti 3 - 1 Canada 16 2007 Dettagli Cina Germania 2 - 0 Brasile Stati Uniti 4 - 1 Norvegia 16 2011 Dettagli Germania Giappone 2 - 2 dts (3 - 1) dcr Stati Uniti Svezia 2 - 1 Francia 16 2015 Dettagli Canada Stati Uniti 5 - 2 Giappone Inghilterra 1 - 0 dts Germania 24 2019 Dettagli Francia 24
  2. Albo d'oro della FIFA World Cup™: 1930 – Uruguay 1934 – Italia 1938 – Italia 1950 – Uruguay 1954 – Germania Ovest 1958 – Brasile 1962 – Brasile 1966 – Inghilterra 1970 – Brasile 1974 – Germania Ovest 1978 – Argentina 1982 – Italia 1986 – Argentina 1990 – Germania Ovest 1994 – Brasile 1998 – Francia 2002 – Brasile 2006 – Italia 2010 – Spagna 2014 – Germania
×
×
  • Create New...