Jump to content
Sign in to follow this  
juventino a vita!!!!

L'ultimo Saluto Ai 2 Ragazzi

Recommended Posts

Joined: 18-Jul-2006
86 posts
non dimentichiamo comunque una cosa, qui si ? sentito parlare di angeli, di eroi, di stile j**e, ma se vogliamo evitare la retorica e andare un attimo in fondo alla cosa la verit? ? che quella pozza l? non ci doveva stare, o quantomeno doveva essere messa in sicurezza.

e la cosa ancora pi? grave ? che c'era un retino negli spogliatoi, SEGNO CHE NON ERA LA PRIMA E NON SAREBBE STATA NEMMENO L'ULTIMA VOLTA CHE I RAGAZZI SAREBBERO ANDATI A PRENDERE I PALLONI IN QUELLA VASCA.

quindi prima o poi sarebbe successo.

e adesso non vengano a raccontare che in futuro non si ripeter? pi?, che verranno prese le misure necessarie....

certo, poteva accadere dovunque, anche nei campi attorno a casa nostra, ma non in un centro ferquentato da centinaia di ragazzi e dove le misure di sicurezza devono essere sempre rispettate.

quindi adesso bisogna andare dai responsabili, societ?, direttore del centro ecc ecc e incularli a dovere.

scusate il termine.

condoglianze alle famiglie....

:|

Francamente disgustato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 01-Nov-2006
730 posts
non dimentichiamo comunque una cosa, qui si ? sentito parlare di angeli, di eroi, di stile j**e, ma se vogliamo evitare la retorica e andare un attimo in fondo alla cosa la verit? ? che quella pozza l? non ci doveva stare, o quantomeno doveva essere messa in sicurezza.

e la cosa ancora pi? grave ? che c'era un retino negli spogliatoi, SEGNO CHE NON ERA LA PRIMA E NON SAREBBE STATA NEMMENO L'ULTIMA VOLTA CHE I RAGAZZI SAREBBERO ANDATI A PRENDERE I PALLONI IN QUELLA VASCA.

quindi prima o poi sarebbe successo.

e adesso non vengano a raccontare che in futuro non si ripeter? pi?, che verranno prese le misure necessarie....

certo, poteva accadere dovunque, anche nei campi attorno a casa nostra, ma non in un centro ferquentato da centinaia di ragazzi e dove le misure di sicurezza devono essere sempre rispettate.

quindi adesso bisogna andare dai responsabili, societ?, direttore del centro ecc ecc e incularli a dovere.

scusate il termine.

condoglianze alle famiglie....

:|:|:|

mah!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 03-Oct-2006
90 posts
non dimentichiamo comunque una cosa, qui si ? sentito parlare di angeli, di eroi, di stile j**e, ma se vogliamo evitare la retorica e andare un attimo in fondo alla cosa la verit? ? che quella pozza l? non ci doveva stare, o quantomeno doveva essere messa in sicurezza.

e la cosa ancora pi? grave ? che c'era un retino negli spogliatoi, SEGNO CHE NON ERA LA PRIMA E NON SAREBBE STATA NEMMENO L'ULTIMA VOLTA CHE I RAGAZZI SAREBBERO ANDATI A PRENDERE I PALLONI IN QUELLA VASCA.

quindi prima o poi sarebbe successo.

e adesso non vengano a raccontare che in futuro non si ripeter? pi?, che verranno prese le misure necessarie....

certo, poteva accadere dovunque, anche nei campi attorno a casa nostra, ma non in un centro ferquentato da centinaia di ragazzi e dove le misure di sicurezza devono essere sempre rispettate.

quindi adesso bisogna andare dai responsabili, societ?, direttore del centro ecc ecc e incularli a dovere.

scusate il termine.

condoglianze alle famiglie....

ci saranno delle indagini che chiariranno la situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Sep-2006
1,408 posts
non dimentichiamo comunque una cosa, qui si ? sentito parlare di angeli, di eroi, di stile j**e, ma se vogliamo evitare la retorica e andare un attimo in fondo alla cosa la verit? ? che quella pozza l? non ci doveva stare, o quantomeno doveva essere messa in sicurezza.

e la cosa ancora pi? grave ? che c'era un retino negli spogliatoi, SEGNO CHE NON ERA LA PRIMA E NON SAREBBE STATA NEMMENO L'ULTIMA VOLTA CHE I RAGAZZI SAREBBERO ANDATI A PRENDERE I PALLONI IN QUELLA VASCA.

quindi prima o poi sarebbe successo.

e adesso non vengano a raccontare che in futuro non si ripeter? pi?, che verranno prese le misure necessarie....

certo, poteva accadere dovunque, anche nei campi attorno a casa nostra, ma non in un centro ferquentato da centinaia di ragazzi e dove le misure di sicurezza devono essere sempre rispettate.

quindi adesso bisogna andare dai responsabili, societ?, direttore del centro ecc ecc e incularli a dovere.

scusate il termine.

condoglianze alle famiglie....

evitiamo di farci trasportare dai nostri sentimenti... evitiamo di farci trasportare da parole dette (per sentito dire) dai giornali... La magistratura far? il suo dovere e punir? i responsabili se ci sono... ma noi non possiamo dare giudizi di nessun tipo... sopratutto perch? non abbiamo i mezzi per farlo...

ricordiamo i due ragazzi e stringiamoci intorno alle loro famiglie... oggi ne hanno tanto bisogno!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 13-Apr-2006
521 posts
ci saranno delle indagini che chiariranno la situazione.

Giusto.

Per?, ammesso che si rilevino delle responsabilit?,

nulla potr? farci riavere i nostri fratelli bianconeri.

Piuttosto il loro "sacrificio" dovrebbe far s? che tragedie

del genere non accadano mai pi?.

:'(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-Aug-2005
42 posts
ci saranno delle indagini che chiariranno la situazione.

appunto, e cmq ? stato ampiamente chiarito che c'era una recinzione tutto intorno al laghetto.

...ma io dico con la miriade di palloni che ci saranno al centro sportivo, xk? impuntarsi a recuperare proprio quello l?, maledetto, in mezzo al lago.....???

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 17-May-2006
65 posts

non so che dire, e' un lutto bruttissimo, cosi giovani, guardateci da lassu.

e non vi dimenticheremo e vinceremo per voi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 22-Oct-2006
61 posts

La vita alle volte ? veramente assurda, sono sconvolta e demoralizzata; non vedo l'ora che questo stramaledettisimo 2006 finisca.........

Un abbraccio e una preghiera alle famiglie dei ragazzi, questo ? il momento del silenzio e del raccoglimento non quello di cercare colpevoli e responsabilit?, c'? chi ? preposto a fare questo.

Ciao ragazzi!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Jul-2006
28 posts

Non posso che esprimere tutto il mio pi? sentito cordoglio alle famiglie di quei due ragazzi.

In queste occasioni le parole purtroppo non servono a molto. @@

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Jul-2006
3 posts

Un pensiero ed un abbraccio affettuoso ai genitori di Riccardo e Alessio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 26-Jun-2005
1 post

Sono sconvolto, ? una cosa tremenda... :'(

E' un aspetto secondario in questo momento, ma aiutatemi a capire: i poveri ragazzi sono caduti nel laghetto e sono annegati a causa del congelamento? In acque ghiacciate quanto si puo resistere?

E assurdo...

Non vi dimenticheremo mai

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Jul-2005
422 posts
Sono sconvolto, ? una cosa tremenda... :'(

E' un aspetto secondario in questo momento, ma aiutatemi a capire: i poveri ragazzi sono caduti nel laghetto e sono annegati a causa del congelamento? In acque ghiacciate quanto si puo resistere?

E assurdo...

Non vi dimenticheremo mai

ne parlavamo ieri sera.....purtroppo sono morti di ipotermia..........erano sudati e quindi il corpo aveva una temperatura gelata......sono caduti nell'acqua gelida..........

? come se dopo un allenamento si facesse la doccia fredda.........

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Sep-2006
1,408 posts

fonte giornalaccio rosa dello Sport:

Carabinieri a Vinovo per l'inchiesta

Sotto sequestro l'area del laghetto dove sono caduti Alessio Ferramosca e Riccardo Neri. Il pap? del portiere: "Voglio vedere la recinzione, poi andr? fino in fondo"

Il banchetto del mercato di Torino dove lavorano i genitori di Alessio Ferramosca. Ansa

Il banchetto del mercato di Torino dove lavorano i genitori di Alessio Ferramosca. Ansa

VINOVO (Torino), 16 dicembre 2006 - Sono ripresi stamani gli accertamenti e i rilievi di legge dei Carabinieri intorno al laghetto del centro sportivo "Mondo Juve" dove ieri sono annegati i due giovani giocatori della squadra Berretti, Alessio Ferramosca e Riccardo Neri. L'area nella notte ? stata posta sotto sequestro da parte della magistratura. Nel resto del Centro stamani il personale della Juventus ha operato normalmente, anche se la prima squadra ha spostato la seduta di allenamento allo stadio Olimpico. I carabinieri della compagnia di Moncalieri, che conducono l'indagine, hanno anche effettuato riprese filmate, che ieri, con il buio non era stato possibile fare. All' ingresso del centro intanto c'? un mesto pellegrinaggio di decine di tifosi che portano anche mazzi di fiori. Alcuni erano arrivati ieri per assistere all'anticipo col Cesena, poi rinviato, e sono rimasti a Torino dopo la tragedia.

La ricostruzione dei fatti non pare comunque poter riservare sorprese, nonostante la disgrazia non abbia avuto testimoni oculari. I due diciassettenni dopo l'allenamento si sono fermati a giocare sul campo. Ferramosca impegnava con dei tiri Neri che fa il portiere. Molto probabilmente il pallone ? finito nell'acqua della grande vasca a un paio di metri dal campetto di allenamento. Nel tentativo di recuperare il pallone Alessio e Riccardo sono caduti nell'acqua gelida e non hanno avuto scampo. Gli accertamenti che dovranno stabilire eventuali responsabilit? per la morte dei due ragazzi sono stati affidati ai pm Gabriella Viglione e Alberto Benso che hanno aperto un fascicolo in merito alla vicenda.

Il pap? di Riccardo Neri, per?, non si rassegna e vuole risposte alle mille domande che lo devastano. Dopo essere andato in mattinata nel residence a ritirare le cose del figlio oggi pomeriggio andr? al campo di Vinovo per vedere dov'? successo e tentare di capire. "Voglio capire com'? la recinzione che divide il campo di gioco dal laghetto - ha detto pap? Franco, giunto nella notte dalla Toscana con la moglie e l'altro figlio Fabio -. I suoi compagni di squadra, mi hanno detto che ? bassa, solo di un metro. Ma se ? cos? vicina ? ovvio che i palloni ci vadano dentro e dovrebbe essere almeno di un 1.80. Voglio sapere com'? successo, se si pu? scivolare. E poi proprio non riesco a credere - ha concluso - che sia passata un'ora mezza prima che qualcuno si sia accorto che mio figlio e l'altro ragazzo erano scomparsi. Probabilmente metter? anche un legale per andare fino in fondo".

In mattinata, frattanto, al mercato rionale di piazza Bengasi, dove da 20 anni i genitori di Alessio Ferramosca hanno un banchetto per la vendita di abbigliamento femminile, ? stato montato dai colleghi una sorta di altare, in omaggio al povero Alessio. Su di esso, appoggiata su un panno rosso, campeggia la maglia bianconera numero 10 di Alessandro Del Piero, l' dolo del giovane giocatore. L'ha portata col volto rigato dalle lacrime la cugina Francesca, che posto un biglietto "Ciao Guggy". Accanto una sciarpa nera con la scritta bianca Juventus, due mazzi di fiori: uno di gigli e rose rosse tenuti da una fascia con la scritta "Gli amici", l'altro di fiori gialli e bianchi con il biglietto "Piccolino, gli amici di piazza Bengasi".

gasport

commento: la Magistratura far? maggior chiarezza, noi non abbiamo abbastanza dettagli per poter giudicare!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 21-Apr-2006
8 posts

Ciao ragazzi!!!!

nessuna persona muore nel cuore di chi resta!!!!

miraccomando tifate juve da lassu!!!

un abbraccio ai familiari

addio...........:(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 24-Aug-2005
102 posts

Fratelli sarete sempre nel mio cuore anzi nel cuore di 14 milioni di persone due angeli che ci guideranno da lass? CIAO ALE!CIAO RICKY!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 15-Aug-2006
159 posts
non dimentichiamo comunque una cosa, qui si ? sentito parlare di angeli, di eroi, di stile j**e, ma se vogliamo evitare la retorica e andare un attimo in fondo alla cosa la verit? ? che quella pozza l? non ci doveva stare, o quantomeno doveva essere messa in sicurezza.

e la cosa ancora pi? grave ? che c'era un retino negli spogliatoi, SEGNO CHE NON ERA LA PRIMA E NON SAREBBE STATA NEMMENO L'ULTIMA VOLTA CHE I RAGAZZI SAREBBERO ANDATI A PRENDERE I PALLONI IN QUELLA VASCA.

quindi prima o poi sarebbe successo.

e adesso non vengano a raccontare che in futuro non si ripeter? pi?, che verranno prese le misure necessarie....

certo, poteva accadere dovunque, anche nei campi attorno a casa nostra, ma non in un centro ferquentato da centinaia di ragazzi e dove le misure di sicurezza devono essere sempre rispettate.

quindi adesso bisogna andare dai responsabili, societ?, direttore del centro ecc ecc e incularli a dovere.

scusate il termine.

condoglianze alle famiglie....

il tuo post ? di cattivo gusto e oltraggioso.

tu cerchi dei colpevoli ma non cosideri che l'incoscienza e il puro senso del divertimento porta e ha portato tutti noi, in giovane et?, a commettere delle leggerezze.... prova a ricordare la tua giovent? (juventus) e dimmi se non hai mai commesso azioni sconsiderate a dispetto di qualunque barriera.

siamo qui a ricordare ed esprimere il nostro dolore e il nostro cordoglio a famiglia, societ?, amici, conoscenti, sportivi e quantaltro per la perdita prematura e dolorosa di due anime innocenti che per amore di un sogno e di un pallone hanno perso la vita.

RIP

prego per voi

Edited by joemestolone

Share this post


Link to post
Share on other sites
Joined: 09-Sep-2006
1,408 posts

fonte Tgcom

"Giorno pi? brutto della mia vita"

Il dramma di Ferrara: "Sono sconvolto"

Clicca!

E' piombato nel dramma Ciro Ferrara, il responsabile del settore giovanile del club di Corso Galileo Ferraris, alla notizia della tragica morte dei due giovani bianconeri: "E' il giorno pi? brutto della mia vita - ha detto l'ex calciatore - Non li conoscevo direttamente, ma se ora vedessi davanti a me i loro volti, di sicuro saprei chi sono. Sono distrutto. Non fatemi dire niente, non riesco a parlare".

L'anno orribile della Juventus si ? chiuso nella maniera peggiore, con una drammatica tragedia, che ha sconvolto tutto l'ambiente bianconero. Un dramma vissuto da vicino da Ciro Ferrara, responsabile del settore giovanile e quindi direttamente a contatto tutti i giorni con i ragazzi della Juventus.

Non ha parole nemmeno il ds Alessio Secco, che ha faticato a leggere il comunicato stampa in cui annunciava la scomparsa dei due giovani, cos? come Paolo De Ceglie, il baby prodigio gi? schierato da Deschamps in primo squadra, che Neri e Ferramosca li conosceva molto bene: "Neri era appena arrivato".

Michelangelo Rampulla, il preparatore dei portieri, scuote la testa, non ci crede, ma riesce a trovare le parole per ricordare Riccardo Neri: "L'anno scorso era stato uno dei protagonisti della conquista dello scudetto allievi. Intravvedevo in lui grandi qualit?, avevo in mente di farlo allenare con la prima squadra la prossima stagione. Sarebbe stato in grado di lavorare con Gianluigi Buffon. E' una tragedia assurda, senza senso. Siamo rimasti pietrificati". Mentre uno dei funzionari pensa a quest'anno, da calciopoli a Pessotto, dalla B a questro dramma: "Cos'altro ci deve ancora capitare?".

Juve, la morte di due bravi ragazzi

Domani Neri avrebbe compiuto 17 anni

Due ragazzi normali, due liceali, entrambi iscritti ad un istituto tecnico, come tanti. Riccardo Neri e Alessio Ferramosca, i due ragazzi della Berretti morti annegati nel centro sportivo di Vinovo, lasciano un "vuoto incolmabile", come si legge sul sito della societ? del padre di Alessio, nella famiglia bianconera ma, soprattutto, nel cuore dei loro cari. Riccardo, da due stagioni alla Juve, domani avrebbe compiuto 17 anni.

Due vite da adolescenti, con un sogno in pi? di parecchi altri coetanei. La Juventus in testa e nel futuro, ma la scuola, gli amici e le famiglie a rappresentare un giovane presente. Riccardo Neri e Alessio Ferramosca erano ragazzi di Torino e cos? vivevano e crescevano. Tra Vinovo e le corse dietro a un pallone tutto bianconero, la citt? della Mole ad attrarli come fanno le grandi citt? con la curiosit? dei ragazzi e Nichelino, dove entrambi frequentavano un istituto tecnico. Alessio alla scuola statale, il Maxwell, Riccardo in una struttura privata non tanto distante. Tutti e due, a detta di tutti, bravissimi ragazzi; entrambi, come recitano i rispettivi ruolini scolastici, ottimi studenti.

La famiglia di Alessio si era trasferita da poco a Torino. Prima aveva una casa a Le Torrette, una frazione di Vinovo, a pochi passi dal centro sportivo Mondo Juve e da quel laghetto cattivo. Lucio Ferramosca, il padre della sfortunata promessa bianconera, ? il vice presidente di una societ? dilettantistica di calcio, l'Atletico Mirafiori, dove Alessio tir? i primi calci al pallone. Poi, la Juventus, pochi mesi fa, lo volle alla Berretti e la famiglia scelse di inseguire insieme a lui quel sogno a tinte antiche. Oggi, il giorno dopo una tragedia senza senso, il sito internet del club di Lucio piange la scomparsa di quel ragazzo per bene. "Alessio lascia un vuoto immenso", si legge.

A casa, oltre i genitori rimasti senza fiato e forze, ci sono anche due altri giovani, un fratello per parte, che ora si trovano soli in un mondo di grandi e colorato di grigio, come se il bianco e il nero di quella maglia tanto amata avessero stinto. Riccardo, poi, nella sua casa aveva pronta una festa: domani sarebbe stato il suo diciassettesimo compleanno. Era toscano e aveva il cuore viola, ma la Juve nel futuro. Un futuro che appariva sempre pi? vicino, anche dopo le prodezze sfoderate dal portierino nelle ultime uscite. Un futuro che ora ? lontano, sparito.

Edited by PugliaBianconera

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...