Vai al contenuto

Magiajuve

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    134
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutral

Su Magiajuve

  • Livello
    Juventino Soldatino
  • Compleanno 18/09/1960

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  1. Mi pare che tutto quadri alla perfezione. Lotito (alla pari di Tavecchio di cui non a caso è stato strenuo sostenitore) è la dimostrazione che questo non è un Paese per persone serie. Figurarsi se lo può essere il mondo del calcio. O qualcuno di voi pensa che i Presidenti delle squadre mediamente siano appassionati che dedicano una parte della loro professionalità e del proprio portafogli allo sport ed alla rispettiva comunità...?
  2. Un problema può essere Torino

    Condivido e sottoscrivo integralmente. Era esattamente questo lo spirito del topic, non certo dar credito alle sparate di Dani Alves. Men che meno opinare sulla straordinaria attrattività di Torino. Ma solo mettersi nell'ottica con cui fanno le loro scelte alcune tipologie di giocatori. Alcune appunto, non tutte. (il tuo nick è rivelatore ;-)
  3. Un problema può essere Torino

    La premessa è d'obbligo: adoro Torino pur non essendo un suo cittadino. Ma ad apprezzarla devono esserla soprattutto i giocatori della Juve (ed ahimè anche le loro compagne). Nell'intervista che Dani Alves ha rilasciato al magazine "Four for two" ci cui parla Tuttosport oggi (http://www.tuttosport.com/news/calcio/calcio-estero/ligue-1/psg/2017/11/04-33386661/dani_alves_juventus_la_mia_scelta_ha_fatto_male_a_molte_persone/) il nostro ex giocatore ha esplicitamente fatto riferimento ad una criticità diciamo "logistica" di cui forse dovremmo tener conto quando ragioniamo della capacita della Juventus di essere stabilmente uno dei 4/5 top club nel mondo, quella cioè di essere un Club, di fatto l'unico nella ristretta cerchia dei competitor, ad avere sede in una città non "metropolitana". Almeno non nel senso attrattivo con cui lo intendono dei giovani professionisti strapagati con compagne, di norma, top model o aspiranti tali. In sostanza Dani Alves ha detto che da Torino non era facile muoversi in aereo e per la sua compagna trovare facilmente lavoro (tradotto: lavoro da modella non certo da impiegata di banca). E se paragoniamo Torino a Londra, Parigi (che non a caso Dani Alves ha preferito a Manchester), Barcellona o Madrid, o la stessa Milano, evidentemente ne usciamo perdenti in termini di attrattività almeno verso certi tipi di top player. Naturalmente, al contrario, siamo molto più attrattivi per ragazzi con cultura e atteggiamento mentale diverso, specie se all'inizio della loro carriera. Ma sui top player, quelli per intenderci per acquistare i quali dovremo lottare con gli altri top Club, l'avere la Juve sede a Torino e non in una "metropoli" può essere un ulteriore elemento di criticità da tenere in conto per le nostre strategie di crescita future e quando noi tifosi valutiamo l'esito di certe vicende di mercato. E' solo una considerazione che faccio da tempo e che le parole di Alves in parte mi confermano. Tutto qui.
  4. Uno vorrebbe anche non prendersela con Sturaro, ma come si fa...?!
  5. Douglas Costa in competizione con Sturaro ...al peggio non c'è mai limite
  6. Trovo preoccupante l'incapacità assoluta di fare cross decenti che scavalchino gli avversari. Siamo ai fondamentali!
×