Jump to content

ragazzo non sono stato io

Tifoso Juventus
  • Content Count

    969
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

216 Excellent

About ragazzo non sono stato io

  • Rank
    Juventino El Cabezon

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. E' vero. Ma è anche vero che la squadra ha bisogno di concretizzare di più. Difficile farlo se il peso dell'azione offensiva grava al 50% su CR7, al 30% su Morata e al 20% su Cuadrado, Kulusevsi o Chiesa a seconda di come viene schierata la squadra. Di quei giocatori, solo CR7 è uno che segna con continuità. Poi viene Morata che ha una frequenza minore ma cmq segna. Gli altri non segnano quasi mai ne sonno messi in condizioni di prendersi le conclusioni (io continuo a vedere un gioco offensivo eccessivamente Ronaldo-centrico). Servirebbe almeno un altro giocatore che va in porta tra centrocampisti ed attaccanti. Al momento, fermato Cr7 e limitato Morata, per gli avversari è fatta, in porta tiriamo davvero poco e male. Va risolto questo problema, dato che puntiamo su di un gioco dispendioso e che tende a concedere un goal ogni tanto agli avversari.
  2. Sotto determinate condizioni (centrocampo che corre e attaccanti che fanno ognuno il suo in fase di non possesso, per banalizzare) il tridente CR7-Morata-Dybala è possibile. Ma queste condizioni al momento non ci sono. La prima punta "di peso", se viene presa, farà la riserva. Può far comodo in qualche partita (quasi esclusivamente in Serie A), è verissimo. Ma è difficilissimo trovare giocatori validi, con quelle caratteristiche, che non costino un accidente e che accettino di fare panchina per l'80% del tempo. Per questo si naviga a vista.
  3. Certo, CR7 di oggi non copre certo come copriva 10 anni fa. Adesso ha giustamente cambiato modo di giocare per allungarsi la carriera. Però mi pare chiaro che in questa squadra e con questa rosa di centrocampisti, se dovessimo indicare un solo giocatore che rende impossibile un attacco a 3 oggi, il nome deve essere il suo e di nessun altro. Poi è chiaro che è così forte che ne prendi atto e cerchi di risolvere eventuali carenze di "potenza offensiva" in altri modi. Ma non si risolve certo con la cessione o la "sostituzione" di Dybala con un attaccante o rifinitore di altre caratteristiche questo problema. Serve ben altro.
  4. Tutto dipende dagli equilibri che dai alla squadra. Il Man Utd di CR7 che vinse la coppa, sualla carta era un 4-4-2 e CR7 faceva l'esterno sinistro. Poi però sappiamo bene che andava sempre a prendersi lo spazio che voleva in area rientrando sul destro. Ma la chiave era un'altra, gli altri 3 centrocampisti erano dei giocatori molto prestanti in fase di copertura e di riaggressione della palla non appena persa. Pur non essendo certo il centrocampo del Barça di Guardiola in quanto a tecnica (Scholes il migliore, Hargreaves e Carrik due ottime spalle), compensavano la poca copertura data da CR7. Ah, i due attaccanti "nominali" erano Rooney e Tevez, ovvero due giocatori unici nel cantare e portare la croce. Quindi non calza proprio come esempio. CR7 per giocare a 3 ha bisogno di una squadra "studiata" per quell'impiego, specialmente adesso che per motivi di "economia atletico-anagrafica" gioca in maniere sempre meno generosa. Dybala da falso nueve soffre e forse non può proprio farlo, posso essere d'accordo. Ai tempi di Allegri (con squadra schiacciata, pochi palloni giocabili e tanto da correre indietro) da attaccante esterno faticava anche... Ma lo scorso anno, giocando molto spesso anche da attaccante esterno destro è stato MVP del campionato ed è stato quello che ha interpretato meglio il 4-3-3 di Sarri quando questi si è azzardato a provarlo (poco a dire il vero, proprio perché CR7 + Dybala diventavano insostenibili dal nostro centrocampo). Chiarirei le idee sulle caratteristiche dei due giocatori. Mi sembra che dire che oramai è tutto colpa di Dybala sia un modo semplice per sperare di uscire presto (alla sua cessione) da una situazione spiacevole, quando invece mi pare purtroppo evidente che sia l'attuale inadeguatezza del nostro centrocampo + le abitudini ed il modo di giocare del nostro giocatore più forte (CR7) a creare questa situazione.
  5. Se non si vuole tornare al gioco dietropalla di Allegri (ed è anche difficile farlo ormai, dato il mercato fatto), non ci sono molte scelte semplici immediate. Ripeto, come ho già detto detto, secondo me, rinforzando il centrocampo e giocando con almeno due giocatori che coprono in maniera perfetta in mediana (non bastano le caratteristiche, che McKennie e Bentancur hanno anche, ci vuole la precisione di movimento/intervento e la continuità di corsa/copertura), si può anche andare verso un attacco a 3 nel quale che ci sia anche un Dybala o un Kulusevski. Ma ci vuole lavoro. E il tempo a disposizione e la maturità dei centrocampisti a disposizione sono quelli che sono. E' una sfida che se vinta farebbe svoltare. Ma non so quanto sia fattibile nel breve termine.
  6. No. I dettagli sono quelli che non hai letto nella mia risposta precedente. Non ho mai detto che CR7 non può giocare a 3. Ho detto che con questo centrocampo né Dybala né CR7 possono giocare a 3 (parlo di 3 attaccanti puri o almeno di un rifinitore più due punte). Cmq, giusto per la cronaca, Cristiano Ronaldo in carriera, "a 3" ha giocato a tratti e solo in maniera "mascherata". Mai ha giocato stabilmente in un 4-3-3 o 3-4-3 per intenderci. Semmai, in gioventù allo United giocava da esterno alto del 4-4-2 (che è ben altra cosa e sfido io a chiedere CR7 di fare quel lavoro lì oggi) poi con il Real che era una squadra "contropiedista atipica" (che accettava di schiacciarsi dietro la linea della palla per sfruttare le ripartenze) ha giocato al massimo con un altro attaccante ed un trequartista (con Isco che è molto centrocampista, oppure con Bale che come modo di giocare può ricordare Chiesa, ovviamente il gallese è molto più forte, ma entrambi sono esterni di centrocampo molto bravi nel portarsi avanti e anche in area, non attaccanti, corrono anche dietro quando serve). Ah, se mai vi venisse di nuovo la voglia di giocare come quel Real (cosa che voleva fare Allegri nel suo primo anno di con CR7), prendete atto una volta per tutte che non abbiamo l'organico (manca qualità a metà campo e nei terzini, ma non solo a noi, solo il Real poteva) né il progetto di gioco per fare quel modulo (è praticamente l'opposto del progetto su cui Pirlo ha lavorato). L'unica per giocare a 3 con CR7 e/o Dybala, mantenendo il progetto di gioco di Pirlo, è mettere su un centrocampo "dominante" (con quelli che abbiamo o con eventuali innesti) in entrambe le fasi. Ma ancora siamo distanti da quell'obiettivo.
  7. Condivisibili le tue riflessioni. Ma, occhio che Dybala o non Dybala, non si può giocare a 3 con CR7 davanti se non si ha un super centrocampo. Il problema non lo risolvi mettendo uno che è più rifinitore al posto di Dybala. Rimani sempre a due punte lì davanti, perché CR7 ti sposta l'equilibrio in tutti i sensi, dato che non fa le due fasi e va a giocare dove vuole lui. E' CR7 prima di tutto a rendere complicati i moduli a 3 punte o a 2 punte più un rifinitore.
  8. Molto complicato per due motivi: Il nostro centrocampo, è poco maturo per reggere l'urto in attacco due di quei 3, sono altamente anarchici nel tenere le posizioni e poco avvezzi al gioco di squadra: CR7 e Dybala. La seconda non è "colpa di Dybala" come qualcuno insiste a dire. E' una scelta della società. Quando ha acquistato CR7 ha acquistato il giocatore più forte al mondo, ma al contempo ha reso inservibile tutto il resto dell'attacco. Per qualunque compagno di reparto di CR7, esiste una ricetta semplice per fare bene: essere bravi ad occupare l'area e fare lavoro sporco per lui essere dedito al gioco di "complemento" più di quanto tu sia bravo o dedito a fare l'attaccante nel vero senso del termine (uno che va in porta e cerca la giocata per se prima di tutto) bravo a coprire quando necessario La carriera di CR7 la dimostra. Quindi, secondo me, non ci sono colpe o carenze di singoli, ma solo scelte (giuste o sbagliate che siano, per come la vedo io, nell'economica tecnica della squadra, discutibilissime) della Juventus. L'acquisto di CR7, oltre all'indiscutibile apporto delle sue prestazioni e soprattutto dei suoi goal, ha prodotto la fine di Higuain e complicato in maniera pesante l'evoluzione di Dybala (per non parlare delle rinuncie ad acquisti di attaccanti promettenti che avrebbero solo scaldato la panca con CR7). Speranza per il 2021 (complicata anche questa perché temo che Pirlo abbia in mente una squadra che gioca sull'ampiezza per cui preferisce avere un esterno di centrocampo sempre in campo, vedi l'acquisto di Chiesa): forse e dico forse, risolvendo la 1 e giocando fissi con un centrocampo a 3 fatto da due giocatori bravi in fase di non possesso (Bentancur e McKennie) più un mediano di pulizia e qualità come potrebbe essere Arthur (che però deve crescere in copertura e gestione del pallone), si potrebbe anche bypassare la 2, sostenendo così un attacco che di per se non è affatto incompatibile o male assortito anzi. E' solo che servono un centrocampo che "svolti" nell'economia dei palloni persi e riconquistati...
  9. Per come la vedo io: per carità. Mai. Per come la vede il gruppo, da quello che è trapelato: fuori dalle scatole Allegri e fuori dalle scatole Sarri. Si rassegnino tutti quelli che non hanno capito quest'ultima posizione. Forzare un rientro di Allegri (come forzare la permanenza di Sarri) significherebbe (o avrebbe significato) solo guai. Andiamo avanti.
  10. Va beh... Rispondo solo a questa perché capisco che molti qui dentro oramai hanno il dente avvelenato e non hanno alcun interesse ad argomentare in maniera equilibrata e oggettiva. Puoi vedere l'albo d'oro della scarpa d'oro e renditi conto da solo se tutti quelli che l'hanno vinta sono poi tutti questi grandi calciatori. Rispetto Immobile, ma mi pare che sia chiaro che sia un buon giocatore, ma di diverse categorie sotto rispetto a Dybala. Poi se per te Immobile è più forte, mi arrendo. Puoi anche sperare nel suo acquisto se vuoi. Dybala non segna ai livelli di CR7 o di Messi. Non è un giocatore dei livelli di quei due. Niente da dire. Ma farei attenzione a parlare di goal come metro di giudizio nei suoi confeonti per dire che non serve... Neanche Maradona, Zidane, Del Piero, Totti, Gullit, Boniek, Baggio e la quasi totalità dei grandi del passato recente lo facevano... Mi astengo in questa sede dal dare giudizi "religiosi" sul confronto di CR7 e Messi con i grandi del passato, ma almeno mi piace mantenere un po' di equilibrio quando valuto i calciatori. Non esiste solo il goal nel calcio. Altrimenti Pippo Inzaghi sarebbe stato più forte di Zidane. Le "statistiche" che citavo, se ti fa gioco, saranno farlocche e create ad arte da chi è un suo sostenitore. Invece dire che ha sbagliato un cross ed ha segnato, con zero evidenze, invece è molto oggettivo. Direi che non fa una piega... Come non fa una piega dire che è moscio e inutile per la squadra un giocatore che è stato decisivo in almeno due campionati, incidendo in maniera diretta in almeno due sfide decisive con giocate che solo lui può fare di quelli che la Juve ha in rosa (Lazio nel 2017/2018 e la scorsa stagione contro l'Inter) per non citare neanche il un quarto di finale di Champions contro il Barça del 2017 o gli ottavi con il Tottenham del 2018... Non sono contento neanche io di come stia giocando (e penso non lo possa essere neanche lui) ma a leggere certe definizioni mi sembra davvero di parlare con gente che ha iniziato a tifare Juve a settembre 2020.
  11. La scorsa stagione MVP della Serie A: https://www.ultimouomo.com/mvp-paulo-dybala/ E sempre la scorsa stagione partita sontuosa contro l'Atletico Madrid in Champions: https://www.youtube.com/watch?v=SyN035YIyGo competizione dove è per altro l'unico giocatore bianconero che ha segnato sempre nelle ultime 6 stagioni: https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/dybala-certezza-juve-in-champions-l-unico-a-far-sempre-gol-nelle-ultime-6-edizioni-1454332 Ora, sul fatto che debba un attimo abbassare le pretese sono d'accordo. Sul fatto che debba darsi una scossa psicologica e uscire dal torpore in cui è piombato quest'anno anche. Ma, analizzando un attimo le cose da un punto di vista più globale, oggettivo e non umoralmente legato alle prestazioni delle ultime settimane, direi che Dybala ha fatto, tra mille difficoltà non certo tutte colpa sua, molto bene praticamente in tutte le sue stagioni alla Juventus nelle quali ha potuto giocare con continuità (attenzione a valutare come fallimentari le stagioni falcidiate da infortuni). Bisogna poi tenere presente che lui nell'estate 2019 si è impuntato per rimanere alla Juventus e dimostrare che era all'altezza e ci è ampiamente riuscito lo scorso anno. Quindi forse anche la Juventus potrebbe aumentare un po' la considerazione che ha nei suo confronti. I problemi tattici di Dybala sono gli stessi che hanno tutte le seconde punte nel calcio di oggi (un tempo sarebbe stato un trequartista, ma nel calcio di oggi quel tipo di giocatore "costa" tatticamente tanto se schierato da trequartista) e sono esaltati proprio dal fatto che la Juventus, in sede di mercato, non lo ha mai considerato minimamente come punto fermo della formazione. Quello è un ruolo per un giocatore soltanto, al più con una riserva. Non mi pare che la Juventus, una volta assodato che lui gioca lì (direi che la certezza è arrivata nel 2017, sua stagione di affermazione definitiva nella quale ha ricoperto quel ruolo con continuità), gli abbia mai dato "l'investitura" per ricoprirlo con continuità. Ogni anno, a parte forse l'anno del suo arrivo alla Juve, sono stati acquistati giocatori che occupano il suo stesso ruolo (Cristiano Ronaldo, che chiaramente è più forte e comporta sacrificio da parte di entrambi perché giochino insieme, e ho come la sensazione che quest'anno CR7 mi pare si sia rotto di muoversi per dare spazio anche a Dybala in manovra, ha il chiaro obiettivo di segnare di più e quindi è diventato abbastanza egoista) e/o giocatori di ruoli diversi ma affini (ali e attaccanti esterni), che occupano zone di campo di partenza simili alla sua preferita, la trequarti di destra (Douglas Costa, Bernardeschi, Kulusevski). Quindi, direi che la decisione e l'onere dell'eventuale cessione di Dybala, secondo me sta tutta nella Juventus, che per qualche motivo dopo il suo primo anno, ha impostato campagne acquisti ostruzionistiche nei suoi confronti. Dybala ha fatto fino allo scorso anno più che il possibile per affermarsi definitivamente in squadra, ma mi pare ci sia stata poca "collaborazione" nei suo confronti da parte della direzione tecnica della squadra (DS e a tratti allenatore, ovviamente parlo di Allegri perché Sarri ha fatto di tutto per schierarlo quando ha capito quanto fosse forte). Ora, se la Juventus società ha deciso che Dybala non è un giocatore su cui puntare, ovviamente io non sono nessuno per impedirgli di privarsene. Mi dispiace perché lo ritengo un giocatore di talento cristallino e raro rispetto a quello che c'è in giro adesso, ma ne prendo atto... Mettendo un attimo da parte il mio desiderio da amante del bel calcio di vederlo ancora alla Juventus, aggiungo potrebbe anche essere una scelta non necessariamente sbagliata cederlo, a condizione che: 1. bisognerebbe monetizzare molto bene, magari in ottica di acquisto più o meno immediato di uno/due giocatori davvero utili e di svolta tattica per la Juventus di quest'anno. Es. uno come Aouar che darebbe creatività, ingegno ed iniziativa alla manovra. Pogba con il quale si paventa lo scambio, credo non sia quel che serve alla Juventus ad esempio. Lukaku con cui lo si voleva scambiare nell'estate 2019 avrebbe impoverito la squadra tecnicamente, poi ad oggi non serve proprio acquistare un altra punta per fare il titolare. Fin quando Morata sta bene e non va via CR7, ha senso puntare solo su gente che siede in panchina zitta e buona (purtroppo è un paradosso nel calcio moderno, ma con CR7 e Messi funziona così). 2. bisogna stare poi attenti ad avere un piano "post CR7" chiaro e serio e che non sia di navigare a vista... Non ci sono tanti giocatori con il talento di Dybala in giro e non ne spuntano sotto gli alberi come i funghi.
  12. Il problema è proprio quello. Se ne andrà Cristiano Ronaldo. E la fine del suo contratto coincide con la fine di quello di Dybala. E se non viene rinnovato Dybala, sono abbastanza convinto che non si riuscirà a prendere nessuno col suo talento. Perché i giocatori con quel talento costano almeno il doppio dell'attuale valore di mercato di Dybala. A dir poco imprudente crederlo adesso.
  13. Forma pessima, sia dal punto di vista fisico che mentale evidentemente. Al momento inutile e a tratti dannoso quando è in campo. Ma: Dybala ha dato e fatto così tanto finora per la Juventus che mi sembra ridicolo che non lo si possa "aspettare" quando si è aspettato 1 intera stagione uno Rabiot che non ha fatto ancora niente di significativo per nessun obiettivo sportivo di questa squadra e che ancora, nonostante stia rendendo "benino" da qualche mese, non ripaga certo i suoi 7 milioni di ingaggio... Trovo paradossale dare così tanto addosso a Dybala per un mesetto o poco più "storto", quando certe mezzepippe ce le siamo sciroppate per una stagione intera. Dybala rimane l'unico calciatore in rosa bianconera, a parte Cristiano Ronaldo che a febbraio fa 36 anni, che ha le giocate del campione. Mi sembra follia fare il mercato pensando a Cristiano Ronaldo come un "perno programmatico", è il più forte in circolazione, ma è anche un giocatore troppo in la con gli anni per "sacrificare sul suo altare" gente giovane perché non compatibile con lui. Bisogna essere realisti. Manca comunque relativamente poco al suo ritiro/declino atletico. Si può anche cedere Dybala, ma si deve poi essere in grado di sostituirlo. Così, giusto per dire, Kulusevski è un gran prosepetto, ma gioca in un altro modo e non avrà mai i colpi di Dybala, Haaland costa il triplo di Dybala. Sarebbe un danno immane perdere tanti treni solo perché c'è Cristiano Ronaldo. Io dico: pazienza e stop parlare di 'sto rinnovo per un paio di mesi. Se deve arrivare, arriverà quando ci saranno i presupposti da entrambe le parti, quindi chiarezza di intenti da parte della Juventus e forma fisica e mentale per Dybala.
  14. Mi sbaglierò, ma dall'idea che mi sono fatto, secondo me Sarri è stato mandato via per un solo motivo: ha rotto con lo spogliatoio. Tutto il resto, è retorica dei giornalisti. Se fosse rimasto, avremmo risparmiato soldi e tempo sul mercato, cercando di continuare ad "aggiustargli" la squadra. Ma evidentemente, il suo carattere è proprio incompatibile con un gruppo così pieno di giocatori con carriere così "pesanti" alle spalle. La tattica c'entra poco. E' chiaro che finché è stato seguito, le evoluzioni di gioco stavano proseguendo bene. Poi è venuto il lockdown e da dopo quello, molti hanno cambiato atteggiamento in campo nei confronti di Sarri. Ed è finita come è finita. Scudetto cmq vinto (quindi obiettivo primario rispettato), ma tanti dubbi sul fatto che fosse possibile per Sarri continuare a lavorare nel modo giusto con quel gruppo. Provocatoriamente (ma neanche tanto) dico anche un'altra cosa: speriamo che a Pirlo vada meglio nel trattare con questo spogliatoio. Altrimenti, andrà male. Avremo solo perso un altra stagione di tempo nel quale si potevano epurare i giocatori ingestibili e difficilmente allenabili che sono in rosa.
  15. Situazione complicata. Continua ad essere, escludendo CR7, l'unico "top player" già pronto in rosa bianconera, dato che, checché ne dicano i suoi detrattori, con la sola eccezione della stagione 2018/2019, il suo apporto è stato decisivo in tutte le stagioni giocate fin qui con la Juventus. Come molti giocatori di alto livello, ha il forte difetto di essere un giocatore abbastanza specializzato e poco avvezzo alla varietà di gioco: ricezione palla sempre addosso e sul piede forte, poca gamba, associatività di gioco quasi esclusivamente con giocatori che cercano il fondo (Cuadrado) o che giocano bene di sponda usando il corpo per guadagnare spazi (Mandzukic). Queste sono sia lacune che specialità, tutto dipende da come si utilizza il calciatore, anche CR7 e Messi (ancora di più lui, anche se in età matura sembra stia smussandosi) hanno delle specificità molto spiccate nel modo di giocare. Chiaro che il rendimento di Dybala, pur essendo stato molto elevato nel complesso, non è certo stato quello di CR7 e Messi, per cui chi analizza il giocatore tende a confrontare lo stesso con giocatori meno atipici e quindi Dybala ne esce spesso come gran talento ma "di complessa collocazione", per cui, quando lo si analizza si tende forse a ingrigirne il profilo più del dovuto. Detto ciò, è chiaro però che la Juventus non ha mai avuto intenzione (forse anche a ragione) di lavorare sul mercato tenendo Dybala come "perno tecnico della squadra". Ogni anno compra giocatori di non facile compatibilità con il gioco dell'argentino (Higuain, C.Ronaldo) o che vanno letteralmente a pestargli i piedi come zona di campo prediletta (D.Costa, Bernardeschi, Kulusevski). Quest'anno è ancora più dura, perché, giustamente, Pirlo ha scelto di giocare con un modulo a 2 punte. Lo spazio per Dybala per cui si restringe. Se avesse voglia di evolvere, tempo per lavorare e fortuna con la tenuta atletica, potrebbe anche giocarsi la carta dell'evoluzione definitiva in trequartista, ma non è certo cosa semplice né immediata. Altrimenti, deve giocarsi il posto con CR7 e Morata. E al momento, è notte fonda. Ma CR7 smetterà e Morata non può continuare con queste medie goal, per cui, secondo me, Dybala ha bisogno della Juventus quanto la Juventus ha bisogno di Dybala.
×
×
  • Create New...