Jump to content

ragazzo non sono stato io

Tifoso Juventus
  • Content count

    637
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

119 Excellent

About ragazzo non sono stato io

  • Rank
    Juventino El Cabezon
  1. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Tra l'altro, pensandoci bene... Comincio a pensare che Sarri sarebbe il tecnico migliore per valorizzare l'attuale rosa. Mi spiego meglio, la rosa della Juventus è una rosa da 4-3-3, però ha dei limiti, ovvero ha dei giocatori che hanno dei limiti fisici e tattici (Dybala, D.Costa, Pjanic su tutti), che ne impediscono l'utilizzo in un 4-3-3 "standard" (come quello che piaceva fare a Conte al primo anno di Juventus per intenderci). Sarri è riuscito a far diventare ultraefficace un centravanti atipico come Mertens, giocatore dalla caratteristiche tattiche e atletiche assimilibili a quelle di Dybala, a sfruttare da esterno alto uno come Insigne (che come caratteristiche ha qualcosa in comune con D.Costa) e a rendere Jorginho (che non è certo Pirlo e condivide alcuni limiti e alcuni pregi con Pjanic) un regista di alto livello. In più, avrebbe a disposizione esterni sia alti che bassi che eccellono in fase offensiva e nella corsa (Bernardeschi, Cuadrado, Cancelo, Alex Sandro, Spinazzola). Se non mi sta sfuggendo qualcosa, sarei persino tentato di dire che Sarri diventa l'opzione di scelta ottimale... Solo due appunti gli farei, se dovesse allenare a Juve dovrebbe: A. migliorare la rotazione della rosa a sua disposizione; B. smettere di lamentarsi di qualsivoglia decisione arbitrale o della lega che vada anche solo apparentemente contro gli interessi della Juventus.
  2. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Sarri sarebbe una scelta interessante. Non penso sia la migliore, dato che penso che la migliore sarebbe Conte (che non è detto che ritornebbe a giocare a 3 dietro con la rosa attuale). Sarri sarebbe una scelta per crescere, che esce anche un po' fuori dagli schemi: non è giovane e non ha esperienza di vittoria, ma ha esperienza in italia e potrebbe garantirti la vittoria in serie a con questa rosa. Personalmente, Sarri lo metterei con Conte e Guardiola tra le scelte "di garanzia" e "di crescita". Inzaghi, come ho già detto, lo vedrei come un errore molto grave e difficile da rimediare.
  3. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Punto di vista che non condivido. https://www.calcioefinanza.it/2019/01/24/classifica-ricavi-squadre-calcio-2018/ Ti invito a guardare chi ha scalzato la Juventus dal 10-mo posto quest'anno e a farti delle domande, mettendo in conto cosa ha vinto la Juventus in questi anni e cosa hanno vinto le altre squadre che invece sono nella top-10 dei fatturati.
  4. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Si ma sei già juventino. Qundi, non fai crescere i numeri della prodotto Juventus.
  5. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Se arriva Inzaghi, vuol dire che non abbiamo imparato la lezione Allegri. Mi dispiace molto dirlo, ma sarebbe un errore senza possibilità rimedio in questo ciclo (dato che molti dei giocatori più forti si ritireranno o sarenno in parabola discendente tra 2-3 stagioni). Il buon Simone Inzaghi non è secondo me il tecnico giusto per migliorare, ma solo uno che, se va tutto molto bene, mantiene lo stessa qualità di gioco (ho i miei dubbi perché a me la proposta di gioco di Inzaghi è sempre piaciuta poco, anche meno di quella di Allegri) e vince le stesse cose. Se invece va male... Saremmo di fronte ad una china difficile da invertire. Spero vivamente che non sia per niente fatta come operazione e che invece ci si prenda un attimo di tempo per mettere il nuovo allenatore sulla panchina. Secondo me ci vuole molta calma e bisogna utilizzare il seguente schema per scegliere: 1. Se si riesce, bisogna tentare con tutte le forze economiche e "diplomatiche" di prendere il meglio sulla piazza, ovvero Conte e Guardiola, oppure 2. se proprio si è costretti ripiegare su un tecnico emergente, bisogna scegliere un allenatore emergente la cui proposta di gioco è meno italianista e più "coraggiosa" rispetto ad Allegri, quindi direi i vari Ten Hag, Pochettino, De Zerbi o Di Francesco. A tal proposito, non capisco lo spauracchio di dare in mano questa squadra ad un allenatore "in fase di formazione" come quelli del punto 2. Questa è una squadra talmente forte e matura dal punto di vista anagrafico e mentale, che a mio giudizio, potrebbe vincere l'attuale Serie A anche se guidata da un tecnico bravo ma che ancora soffre di ingenuità di gioventù. Basta guardare il distacco punti che abbiamo dato alle avversarie quest'anno per farsi i conti sul margine che probabilmente avremo l'anno prossimo. Il rischio di perdere c'è, chiaro, ma è un rischio che prima o poi va corso, se si vuole crescere ancora. Prendere Inzaghi significa non correre quasi nessun rischio (dato che lui è uno che come Allegri imposta le proprie squadre per minimizzare i danni), ma allo stesso tempo, significa mettere una pietra tombale sulle possibilità di crescita del prodotto Juventus in questo ciclo. Per farla semplice, quanti telespettatori in Europa tra i non juventini sfegatati avrebbe voglia di comprare la visione di una partita della Juventus di Simone Inzaghi? Secondo me nessuno. Bisogna guardare in la... Siamo in tempo ed abbiamo lo spazio di manovra per farlo, non gettiamo tutto via per paura.
  6. Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus?

    Solo una cosa, chi mette Lippi tra gli Italianisti/attendisti, non ha mai visto una partita della Juventus di Lippi. E non ne ha neanche sentito parlare da gente che l'ha vista.
  7. Maglia 2019/2020

    Non credo sia così. Le maglie si possono modificare nei dettagli di anno in anno, anche per tenere alte le vendite, ci può stare. Ma tu pensa se il Manchester UTD facesse una maglia metà rossa e metà banca ed il Real Madrid una maglia metà viola metà bianca (ho preso volutamente le due squadre che prendono di più dagli sponsor e i rispettivi "colori sociali secondari" per modificare le maglie tradizionali), per esigenze di marketing... Verrebbe giù il finimondo e si venderebbero molte meno maglie (come del resto sono certo succedere con questi orrori che ha messo la Juve ieri sera). Inviato da una Juventus senza paura
  8. Maglia 2019/2020

    Ma io non credo che siano contenti tutti... Le maglie le devi anche vendere. E queste, senza offesa, fanno oggettivamente schifo. Inviato utilizzando Tapatalk
  9. Maglia 2019/2020

    Brutta a dir poco... Ai limiti della perdita d'identità la sua diversità dalla maglia tradizionale bianconera. Sembra quasi che la Juventus stia facendo di tutto per diventare la squadra esteticamente più brutta da vedere d'Europa. Prego che sia stata un concept sperimentale (fallimentare e scellerato, evidentemente) e che ci siano ancora i termini e le tempistiche per cestinarla e rifarla da capo prima dell'inizio della prossima stagione. Non riesco neanche pensare ad un intera stagione da seguire con quelle orrende divise, che per di più sembrano di un'altra squadra e non della Juventus. E dire che a me nelle ultime stagioni erano sempre piaciute le divise home... Non riesco proprio a capire con quale criterio siano state disegnate questi obrobbri. Inviato utilizzando Tapatalk
  10. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Ok. Sono opinioni, se vogliamo.Se passiamo per l'opinabile però, mettendo in discussione anche il livello di giocatori affermati (non dimenticando che da anni, verso Khedira che è l'altro incomodo che ci ha lasciato a piedi in diverse occasioni importanti, lo stesso Allegri ha mostrato un attaccamento ai limiti del morboso) mi tocca chiederti di rispondere in sincerità e serenità ad una domanda: meglio di quelli della Juve i centrocampisti di Ajax e Tottenham? Inviato utilizzando Tapatalk
  11. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Le critiche credo siano state generalemtne fatte sul rendimento e sul gioco dei due reparti, non credo sulla qualità dei singoli che invece sono eccellenti, come dimostrano anche i risultati di ognuno di loro nel recente passato anche al di fuori della Juventus (giusto per fare qualche nome: Matuidi campione del mondo con un gran mondiale alle spalle, Bentancour che ha fatto un mondiale di alto livello e che ha doti complessive di altissimo profilo, Emre Can che al netto della stagione passata fatta di infortuni era uno dei più cercati sul mercato nel suo ruolo specifico, sulla difesa mi astengo dal commentare perché vorrei che guardaste alle difese delle due finaliste di Champions per fare un confronto sereno con la difesa della Juventus per poter decidere chi ha la rosa migliore in quel reparto). Sul fatto che dall'urna sia uscita la squadra sbagliata per la Juventus: perdonami ma secondo me questa scusa è vecchia perché è già stata utilizzata in occasione di ciascuna delle sconfitte europee della juve di allegri. Non regge al cospetto del tempo ed alla statistica.
  12. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Beh, sei d'accordo sulla cosa più importante, ovvero che bisogna voltare pagina. I profili si trovano. Per carità, non Simone Inzaghi però. Scommettere invece su un allenatore dalle idee moderne come si era fatto con Conte anni fa sarebbe una scelta che permetterebbe al prodotto Juventus di apprezzarsi anche sul fronte mediatico: si venderebbe molto meglio. Comunque credo che ad oggi, sostenere che Allegri non abbia avuto un mercato adeguato sia alquanto discutibile. Il desiderata espresso da Allegri alla società Juventus è pressoché chiarissimo: un mercato che guarda prioritariamente alle qualità tecniche "conclamate" del giocatore acquistato è impossibile da realizzare pienamente ogni anno, anche il Real Madrid stesso (che è storicamente la squadra che fa di questo dettame la sua filosofia di vita) fatica a realizzare tutti i suoi obiettivi di mercato anno per anno. Per farla breve, a fronte di necessità tecniche specifiche in due/tre ruoli l'anno (che poi è più o meno quello di cui parli tu quando citi carenze di mercato della Juventus nelle passate stagioni), comprare giocatori di altissimo livello, integri e non troppo avanti con gli anni è cosa assai complessa. Allenatori diversi in giro per l'Europa fanno di necessità virtù molto più spesso e più efficaciemente di Allegri. Mi spiego meglio: se ogni volta che hai bisogno di un giocatore per colmare una carenza in campo hai sempre assoluta necessità di comprare il migliore sulla piazza in quel ruolo, sarai sempre un passo indietro a quegli avversari che invece riparano agli stessi problemi con una buona organizzazione di gioco, tanto lavoro di campo in settimana, ottimi automatismi e soprattutto facendo leva sulla voglia di arrivare di calciatori che non sono ancora top player ma che hanno voglia di correre, fame di vincere e voglia di applicarsi. Ajax, Tottenham e Liverpool quest'anno hanno tutte ben mostrato questo concetto, spazzando via, Real, Barça e Juventus, tutte squadre con rose titolari di livello chiaramente superiore in valore assoluto.
  13. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Questo progetto che descrivi è già stato fatto dalla stagione 2015-2016 ad oggi. Tutto deriva dal primo, eccezionale anno di Allegri alla Juve. Nel 2014-2015 ha oggetivamente ottenuto un gran risultato: raggiungere la finale contro il Barça, grazie anche alle sue capacità di gestione del gruppo ed ad una annata in cui come direbbe lui stesso gli episodi sono stati a favore fino alla finale. E' un allenatore di altissimo livello nel complesso ma al momento di tirare le somme, dal giorno dopo l'evento della finale di Berlino in poi, ha fallito l'obiettivo principale e dichiarato dalla società stessa, ovvero migliorare i risultati della squadra in campo europeo (vera frontiera ed obiettivo della Juve di questo periodo in cui il campionato italiano è poco competitivo... In tal senso, sentirlo definire come superiore ad altri allenatori juventini che hanno vinto meno scudetti di lui nell'era d'oro della Serie A mi fa mestamente sorridere, perché chi dice queste cose non si vuole rendere conto di quanto la Serie A sia scaduta di livello). La società Juventus, da quando ha raggiunto la finale contro il Barça (ribadisco un grande risultato anche dal punto di vista personale da parte di Allegri) ha pian piano ridisegnato la rosa secondo la volontà ed il credo calcistico di Allegri stesso che chiedeva maggiore qualità di palleggio. Tramite diversi acquisti non certo low cost (Higuain, Pjanic, Douglas Costa, etc.), la squadra che gli aveva consegnato Antonio Conte, da giovane, pimpante e costruita sull'organizzazione ed i ritmi alti da tenere anche nella metacampo avversaria , è divenuta una squadra di pallegiatori lenti e compassati, sempre meno rapida, sempre più vecchia anagraficamente, sempre più "leggera" in termini di peso muscolare, sempre meno intensa e organizzata nel gioco senza palla e sempre più arretrata come baricentro. Detto ciò, il suo progetto era ambizioso e gli è stato dato ampio spazio per realizzarlo. Quest'anno il mercato è stato anche coronato da una "ciliegina" alquanto inusuale per la tradizione stessa della Juventus, che mai aveva comprato dagli avversari il migliore sulla piazza (mentre nel ciclo Allegriano a veder bene lo ha fatto ben due volte, prima con Higuain in Italia dal Napoli e poi con Cr7 in Europa dal Real). E' stato un fallimento, con un ottimo "damage control" fatto di Scudetti a raffica. Ma un fallimento rimane. Inutile nascondersi. Vincere non è mai facile, come ama lui stesso dire... Ma questa squadra ha deluso in qualcosa che va oltre il semplice risultato postosi: non ha mai dato l'impressione di essere all'altezza delle squadre poi divenute campioni d'Europa. Ha incassato 7 goal in 2 finali giocate, ha sofferto avversari con cifre tecniche molto più basse anche in casa. Ha fatto vivere una gran quantità di partite da "cambio canale" a tifosi e non tifosi della Juventus stessa, anche nel contesto del Campionato Italiano. Del resto, la filosofia di Allegri è una filosofia calcistica che non lascia scampo. Mettere i risultati davanti a tutto è pericoloso, perché nel momento in cui questi sono appena minori degli obiettivi prefissati, non rimane nulla negli occhi e nel cuore dei tifosi e degli addetti ai lavori in genere. Secondo me, a questo punto, si può solo cambiare. Peccato che cambiare abbia dei costi che non so se la società Juventus sia disposta a sostenere... E non parlo solo dell'eventuale buonuscita di Allegri ma del come la rosa dovrebbe essere "ristrutturata" per poter essere funzionale ad un calcio diverso da quello Allegriano.
  14. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Questo è un concetto "giornalistico" quanto meno un tantino "forzato" dai media di orbita Milan.Una cosa è vera però: Berlusconi ha auto il merito di avere intuito che una squadra che gioca un calcio piacevole vende meglio la propria immagine e fa più soldi. Tanto che ad un certo punto, quando ad un certo punto il gioco stagnava e diveniva ripetitivo, voleva anche fare fuori Ancelotti. Ma in generale il Milan non ha affatto "un DNA diverso" in fatto di ricerca del bel gioco. Ha avuto i suoi cicli fatti di bel calcio (Sacchi e a tratti Ancelotti), così come li ha avuti la Juve (Lippi e a tratti Conte). Ma il grosso della storia delle due squadre, come di tutte le squadre italiane, è fatto dalla ricerca del risultato a tutti i costi. Capello, Trapattoni, Nereo Rocco, etc. (giusto per citare allenatori che nelle due squadre hanno fatto la storia) sono tutti tecnici di filosofia "italiana" in senso utilitaristico e della proverbiale arte di arrangiarsi (quella a cui pensa realmente Allegri quando parla di "arte" nell'intervista). E su questo ha ragione Allegri. La tradizione italiana è un'altra rispetto a quella spagnola o olandese. Ma le tradizioni sono fatte per essere messe in discussione e per integrare concetti da altre, se quelle altre hanno avuto o hanno successo. Gli spagnoli hanno imparato molto dagli olandesi per il gioco organizzato ad esempio. Gli Inglesi dagli Italiani per la fase difensiva. I Brasiliani dagli Europei in generale per l'organizzazione di gioco. Nel calcio moderno, se non evolvi, ti estingui. A me le sue parole sembrano un modo furbo per dire che non sa come fare migliorare il gioco della squadra. In tal senso, al di là dei risultati, riprendendo il concetto di inizio post, mi pare chiarissimo che il "prodotto Juventus" è destinato a non crescere mai se continua ad essere così poco piacevole da seguire. Non capisco dove sia il dubbio sul cambiare o meno allenatore... Inviato utilizzando Tapatalk
  15. Massimiliano Allegri: Topic Unico

    Già fatto da tempo la seconda che hai detto. Sarei curioso di vedere cosa succederebbe se una buona percentuale di tifosi juventini smettesse di mostrare interesse. Vorrei poi sentire le menate sul fatto che per lui conta vincere. Vedremmo poi se a quel punto Agnelli avrebbe ancora voglia di pagare quegli stipendi ad uno che gli ha rotto il giocattolo, facendo scappare "le mucche da spremere", ovvero i tifosi. Peccato che gran parte dei tifosi juventini non mi pare abbia la forza mentale di disdire abbonamenti TV e di smettere di andare allo stadio o comprare gadget e prodotti. Quanta invidia per la cultura sportiva anglosassone. Come si fa a seguire una squadra solo perché vince? Non vi fa annoiare neanche un po' questa squadra brutta da vedere e senz'anima che vince dove può, solo perché è tecnicamente enormemente più forte delle avversarie? È la morte dello sport questa squadra. Nessuna garra nel gioco, nessuna sorpresa nel rendimento. Inviato utilizzando Tapatalk
×