Jump to content

varjak

Tifoso Juventus
  • Content Count

    807
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

351 Excellent

About varjak

  • Rank
    Juventino El Cabezon
  • Birthday October 18

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Calcababbio

Recent Profile Visitors

1,851 profile views
  1. Immaginalo arrabbiato con De Sciglio per un fuorigioco...è un attimo far diventare quei due segni il logo della Juve
  2. Comunque, se piegasse le sopracciglia in un certo modo, diciamo da arrabbiato, quei due segni potrebbero assomigliare al logo della Juve. Mi pare un segnale evidente
  3. Non vedo Danilo, che dubito panchinerebbe Bonucci. Molina e Udogie insieme da noi non ce li vedo, perché non c'è posto. Serve di più Udogie, se Allegri vuole spingere almeno da un lato.
  4. Direi di sì Semplicemente non si è trovato da noi, e con 2 allenatori diversi. E' un peccato. Probabilmente sarebbe "risorto" anche con un altro allenatore, in altro ambiente. Non solo con Conte
  5. Non ho seguito tutta la discussione, però... Parma, Kulusevski è il terzo giocatore con più dribbling riusciti in questa Serie A https://www.kickest.it/it/serie-a/statistiche/giocatori/dribbling-completati/2019-2020
  6. Direi solo Cancelo. 4 allenatori su 5 preferirebbero Cancelo a Licht. Ma è lo stesso discorso di prima. Non parlavo di fuoriclasse. Bernardeschi visto a Firenze o in under 21 non mi aspettavo che diventasse De Bruyne, ma un buon giocatore. Perché da noi non ha mostrato neanche la metà rispetto a Firenze (giocatore in doppia cifra per gol e assist) Rugani l'anno prima era stato premiato miglior difensore della A. Tieni conto che i giocatori sono delle persone, quindi hanno bisogno di fiducia, di sentirsi forti. A volte, quando perdono l'attimo della svolta, non lo recuperano più. Mi viene in mente Morfeo dell'Atalanta. A 18-19 anni io lo preferivo a Totti, ma non ha fatto neanche un decimo della sua carriera. Alcuni riescono ad esprimere il loro potenziale, altri no. Altri addirittura lo superano (Chiellini). E' la mente che fa la differenza. Su Allegri che avrebbe sopravvalutato la squadra a inizio anno, allora tutti gli addetti ai lavori l'hanno fatto, perché il Milan era dato dietro di noi, come il Napoli. Facile dire adesso che il Milan è più forte. O tutti hanno sbagliato a fare le proprie valutazioni a settembre o da noi si è lavorato male durante l'anno. Lavorare bene significa valorizzare quello che hai.
  7. Aggiungo che anche i milanisti non lo apprezzavano tanto, proprio per questo calcio troppo speculativo. C'è l'intervista di Federico Buffa a testimoniarlo. Del 2014 boh... Io non sono un estimatore dell'allenatore Allegri, ma di Adani me ne sbatto. Non ho neanche Sky. Lo vedo adesso che è in Rai.
  8. Avere anche dei giocatori buono sarebbe utile. Nessuno lo paragona a Henry e il punto non è solo Kulusevski. Perché un giocatore che sembrava buono, ed è tornato ad essere buono (come minimo) da noi non è riuscito neanche ad avvicinarsi a quei livelli? Ed è successo con tanti giocatori, non solo sotto la gestione Allegri. Oltre a Kulusevski negli ultimi anni mi vengono in mente Rugani, Bernardeschi, Bentancur, Pjaca, Ramsey, Cancelo, Emre Can.... mi fermo qua, ma sarebbero almeno il doppio. Ogni acquisto è sempre una scommessa, ma noi negli ultimi anni abbiamo una percentuale desolante di scommesse perse. Dobbiamo riuscire a valorizzare quello che abbiamo, altrimenti stiamo sempre ad inseguire qualcuno. Secondo me non dipende solo dall'allenatore. C'è qualcosa anche nell'aria, nell'ambiente, che ci fa giocare da cani.Paura o cose simili, mancanza di entusiasmo, di coraggio, di personalità... e quando giochi da cane non valorizzi nessuno.
  9. Bremer sta per chiedere la cittadinanza italiana. Quindi il suo valore di mercato da X diventerà all'istante X+20mln
  10. E Kostic? Vero o fuffa? in EL mi è piaciuto, però 30 anni e ancora gioca a Francoforte. Pò esse Ilicic , po' esse Messias
  11. Non sarebbe male perché non è più un terzino, nel senso che non spinge. Però con Bonucci e DeLigt non sarebbe titolare. Potrebbe essere un jolly, utilizzabile in più ruoli
  12. Ma su Pioli non è così. Lo hai scritto anche in un post precedente Subentrò a Giampaolo e i milanisti non saltarono certo di gioia. Il suo inizio fu appena migliore di quello di Giampaolo, tanto è vero che Maldini & Co bloccarono Rangnick per l'anno successivo. Pioli però chiuse alla grande la stagione, per le aspettative del Milan, sfiorando l'ingresso in CL. Tanto che Maldini lasciò libero Rangnick e anche i tifosi milanisti erano contenti. Per cui a Pioli bastarono pochi mesi (da ottobre a ad aprile) per soddisfare dirigenti e tifosi.
  13. Il fatto che nessuno dei tre allenatori abbia saputo dare una svolta, non significa che siano esenti da colpe, solo perché sono tre. Può darsi che per motivi diversi fossero tutti inadatti al momento che stiamo vivendo. Porto sempre l'esempio di Tuchel, arrivato al Chelsea dopo 3 stagioni deludenti Può darsi anche che sia sufficiente avere un po' di pazienza.
  14. Come ha scritto Bradipo, i dati di Ronaldo sono misurabili, sono eccezionali e sotto gli occhi di tutti, ma anche quelli della Juve in questi 5 anni. La squadra dopo Cardiff ha iniziato un lento declino che sta proseguendo tuttora. Ronaldo non ha spostato di una virgola la nostra traiettoria discendente, con Allegri, con Sarri o con Pirlo. Il dubbio è che forse senza Ronaldo avremmo potuto fare ancora peggio, ma quest'anno senza di lui la tendenza del calo è stata confermata, la parabola discendente è incredibilmente costante. Ogni anno, da 5 anni, facciamo peggio, di poco, ma peggio della stagione precedente, come se il rendimento della squadra calasse del 5% ogni anno
  15. 1) La prudenza. L'intenzione sarebbe quella di attaccare senza scoprirsi più di tanto e difendersi col maggior numero possibile di uomini, riducendo al minimo, in teoria, i rischi. 2) mi verrebbe da dire che gliel'ha data un'identità... purtroppo. Da non estimatore di Allegri, riconosco la sua Juve. Non è tanto diversa da quando ci chiudemmo nella nostra area a difendere il 2-1 col Benevento in casa, con Barzagli terzino che salvò il risultato in scivolata. Solo che allora avevamo giocatori più forti.
×
×
  • Create New...