Jump to content

Bradipo76

Tifoso Juventus
  • Content Count

    64,753
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    151

Bradipo76 last won the day on October 5

Bradipo76 had the most liked content!

Community Reputation

16,676 Excellent

6 Followers

About Bradipo76

  • Rank
    Io sono il tuo sogno eretico
  • Birthday 05/06/1976

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Sotto questo scenario il reparto sarebbe composto da: - Eriksen - Pjanic - Ramsey - Rabiot - Matuidi - Bentancur Sulla carta è un reparto fantastico, ma forse c'è troppa sovrapposizione di caratteristiche. E di ingaggi salati
  2. Boh, qui ci sono le foto dei calciatori di Inter e Milan https://www.inter.it/it/coversquadra https://www.acmilan.com/it/squadre/prima-squadra Potrebbe essere Donnarumma (quello miracolato, non il ragazzino). Oppure Politano o Gagliardini Edit guardando i tatuaggi escluderei tutti e tre.
  3. Abbiamo un filmato del CdA del Milan:
  4. In questo momento il mercato non mi appassiona per nulla Ancora non abbiamo neanche valutato appieno la forza del reparto. Dovendo rinunciare ad uno dei nostri (e non può essere l'ultimo della lista), a chi si rinuncia? Potrebbe essere l'upgrade naturale di Ramsey ma lo stesso gallese, che non sono ancora tre mesi che è arrivato, ad oggi bisogna vedere se riesce a prendersi il posto fisso da titolare.
  5. Mah... Capello ha vinto una coppa e fatto altre due finali, sempre con il Milan. Non sono tanti gli allenatori che hanno avuto queste prestazioni in Europa. Allegri ha perso contro una squadra di ragazzini (che ha fatto comunque benissimo l'anno scorso non solo contro di noi, ma anche contro Real, Bayer, tanto da arrivare a dieci secondi dalla finale di coppa), ma in compenso in cinque anni di coppe con noi ha spesso portato a spasso ben più di un allenatore moderno. La sua continuità di risultati ha fatto sì che oggi la Juventus vanta di essere tra le prime cinque squadre d'Europa. La carriera europea di Allegri non inizia e finisce contro l'Ajax, ma conta altre 53 partite di coppa con noi. Tanto schifo non hanno fatto. Ne devono mangiare di pane sia Sarri che Gasperini per arrivare anche solo a pareggiare queste prestazioni. Quando le avranno superate ne riparleremo.
  6. Par facile... Si chiede alla Juventus di prendere provvedimenti contro il ragazzo, in gran parte di questo topic. Poniamo che li prenda. Nel caso poi la Juventus stessa si debba recare in Turchia per giocare una partita contro il Galatasaray in coppa, o negli Stati Uniti per la consueta tournee estiva, per coerenza dovrà rinunciare per confermare il messaggio? Non è il solo Demiral a dover rendere conto del comportamento della Turchia, se si va di principi. Quanti di quelli qua dentro sarebbero disposti ad interrompere il percorso in CL a causa di un 3-0 a tavolino per non esser andati lì?
  7. Queste questioni infatti sono molto più complesse e contraddittorie di quanto si possa pensare su facebook. Vale per noi, per Demiral e per chi lo attacca. C'è un intero "nostro" sistema che avalla quello che sta succedendo lì.
  8. speriamo che al ritorno ci asfaltino come all'andata.
  9. Beh, difficile dirlo. Un bravo allenatore non deve solo "sapere il calcio", ma deve avere anche le qualità umane e caratteriali per tenere botta ai livelli più alti, dove le pressioni sono sempre elevate e bisogna fare conti con delle primedonne in campo e negli spogliatoi, con le esigenze dell'ambiente, con la stampa eccetera. L'esempio del momento è quello di Giampaolo. Giampaolo è uno che il calcio lo sa, per diverso tempo lo ha addirittura insegnato a Coverciano agli altri allenatori. Ma gli han dato una squadra senza nè capo nè coda, non si è ritrovato in quell'ambiente e si è bruciato questa sua prima grande occasione. L'esempio opposto di questi anni è stato quello di Zidane. Non era di certo uno scienziato del calcio all'inizio, ma tramite le sue doti è riuscito a governare un ambiente cui bastava solamente che le cose andassero in un certo modo. Forse se avessero messo Zidane in questo Milan, che ha bisogno di tutt'altre cose, avrebbe fatto peggio di Giampaolo. Ogni pianta ha il suo vaso, un allenatore che si incastra bene in una squadra fa sicuramente meglio di uno magari teoricamente più bravo che non lo fa. In Italia ci sono allenatori bravi ma che sollevano dubbi su altri aspetti, ed affidargli una panchina importante è sempre un rischio. Tra questi continuo a metterci Di Francesco, benchè oggi sia in un momento molto molto difficile. A Roma aveva fatto buone cose, e forse in futuro ritroverà un ambiente adatto al suo modo di far calcio. Credo che meriti una seconda opportunità anche Gasperini, anche se anche lui è un allenatore potenzialmente a rischio sugli aspetti non tecnici. Andarli a beccare all'estero è ancora più difficile. Li si conosce di meno (nei loro difetti più che nei loro pregi), appartengono spesso ad un calcio molto diverso dal nostro, possono magari fare una fiammata e poi cadere improvvisamente. Non so se sono in grado di ricordare tutti il nome dell'allenatore del Monaco che battemmo in semifinale... a quei tempi in tanti lo volevano sulla nostra panchina.
  10. Io in due ore la mattina fatico ancora a realizzare dove sono e che ore sono...
  11. Sì, il problema è stato evidente sopratutto nelle prime partite. Ed in quel momento ci stava. Però mi torna strano che sia un difetto che non si può correggere. La dico un po' alla grossolana, ma non sarebbe sufficiente che gli uomini della terza linea, ossia i difensori, quando vedono fare il movimento della mezzala si alzassero anche loro seguendolo? Se si vuol giocare a pressare secondo me il principio fondamentale da attuare è quello di mantenere sempre la squadra corta. Come se i calciatori fossero legati da delle corde di lunghezza fissa. Se quelli più avanti pressano, quelli più indietro devono essere portati a seguirli. L'anno scorso questa cosa si è vista in rare occasioni, le partite più evidenti sono state quelle contro Manchester ed Atletico. La squadra aveva un baricentro alto ma non lasciava buchi in mezzo, perchè i difensori erano sempre posizionati molto bene. Nei limiti del ragionevole, ovviamente, se quelli dietro hanno avversari da controllare nella loro zona devono buttare un occhio anche su quelli. Ovviamente scrivo da profano
×
×
  • Create New...