Vai al contenuto

Maidomi

Tifoso Juventus
  • Numero contenuti

    2141
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    11

Maidomi last won the day on January 13

Maidomi had the most liked content!

Reputazione Forum

1889 Excellent

1 Seguace

Su Maidomi

  • Livello
    Juventino Pinturicchio

Profile Information

  • Sesso:
    Male
  • Scrive da:
    Pozzo Strada - TO
  • Interessi:
    Juventus FC

Visite recenti

1970 visite nel profilo
  1. Buonasera a te. Ti girano come a lui ? https://youtu.be/S2uuo9JNDlQ
  2. O Danova o Corradini. Non ne sono certo. Era il loro numero 3. Un fallo solare, come quel grandissimo figlio di mignotta di Agnolin si sia permesso di pure perchiulare Rossi è una cosa fuori dal mondo... Eh ma la Juve rubbba !
  3. De nada. Per trovarla ho guardato alcuni filmati degli anni 80 che avevano una discreta definizione. Ce ne sono altre in altre partite ma più sgranate. Nella ricerca sono imbattuto in questo derby che riassume in tutto i derby degli anni andati: - coreografia: ci battevano 10-0. Al minuto 1 la panoramica dell'allora Maratona (oggi rinominata Prostatona, ma allora faceva veramente impressione) e confrontata con la nostra è impietosa. Che poi fosse tutta pagata dai tifosi come dice il ragazzo all'inizio ho tantissimi dubbi. - arbitraggi: semplicemente infami. Il fallo su Rossi in area è da codice penale (minuto 2.18) ma Agnolin prende addirittura in giro Rossi - volume tifo: se nella coreografia perdevamo 10-0 nel volume eravamo almeno pari - risultato finale: allora come adesso alla fine li inchiappettavamo quasi sempre, nonostante Agnolin, Casarin e compagnia
  4. Eccolo qua sullo sfondo in un Juve - Milan. Era sulla destra dello JCT verso i distinti.
  5. Non per fare il pignolo ma se lo striscione non era CLUB JUVENTUS '77 (non iniziava con Juventus) ho delle foto.
  6. se cena esclusa sono d’accordo, ma non è chiaro
  7. Se ricordo bene era abbastanza piccolo e con sfondo nero. In che via era la sede ?
  8. Chissà se anche oggi parlano di Var... Bello l'intervento pallavolistico di Lyanco
  9. il capretto di Alpignano sta raggiungendo vette che sembravano irraggiungibili: Da quando è stato introdotto il VAR è una cosa assurda...MAI un episodio dubbio che gli sia stato dato contro; anzi...se subiscono un gol vanno a rivedere l'azione fino ad un minuto prima Nemmeno il peggior troll avrebbe potuto scrivere un post così assurdo.... Due piccole correzioni, sergino mio: Da quando è stato introdotto il VAR è una cosa assurda...MAI un episodio dubbio che gli sia stato dato contro a favore; anzi...se subiscono fanno un gol vanno a rivedere l'azione fino ad un minuto prima
  10. Per chi è di Bologna e zone limitrofe free hosting site pics Io propendo per patologia
  11. Per gli Ebatiani giovani questi sono i biglietti Ancol. Ne ho ancora a mazzi...
  12. Per parlare invece di cose serie ecco un bellissimo articolo del grande Beppe. Quoto ogni virgola. Questa è storia e poesia pura... Quanti ricordi... VIA BOGINO 1, LÀ DOV’È RIMASTO UN PEZZO DI CUORE Ci sono luoghi che rimangono impressi nella memoria. Posti unici, irripetibili. Non tanto per stile o architettura, ma per le sensazioni provate, per le avventure vissute. Via Po è da sempre uno dei punti nevralgici della città. Luogo per tanti giovani che hanno passeggiato sotto quei portici, riparo preferito della famiglia reale ai tempi della monarchia durante le giornate uggiose e le cui colonne videro lo sprigionarsi della pazzia nella mente contorta di un giovane Nietzsche. All’angolo con via Bogino, dirimpetto a ‘Fiorio’ , in quel palazzo in cui il balcone del primo piano gira a snodo accarezzando via Po, quei muri trasudano di storia. Una storia bianconera, che molti di noi hanno vissuto quando, ancora ragazzini, varcavamo il portone di Via Bogino 1 per salirne le scale e aprire quella porta, ingresso dello JUVENTUS CLUB TORINO. Un appartamento adibito a sede, che sprigionava tutto il fascino e la magnificenza della vecchia Torino. Soffitti alti, palchetto in legno massiccio e antico, specchi imponenti nel gran salone a riflettere le persone e donare maggior prospettiva all’intero locale. E il bar, con il suo bancone e le scaffalature antistanti cariche di liquori e amari che caratterizzavano un’epoca: Strega, Nardini, Riccadonna, Molinari, Jagermeister, il Vecchio Amaro del Capo marchiato Caffo. Martedì e Venerdì le serate catalizzanti, con la presenza dei molti iscritti, in coda per ritirare i biglietti della partita domenicale. La tessera del Club e l’iscrizione all’Ancol erano il grimaldello per i biglietti ai Soci a prezzi ridotti (in gergo da balconata, il ‘ridotto club’). Tagliandi colorati, del tutto identici a quelli dei cinema pornografici di terza serie. La variante, caratterizzante l’evento calcistico, era il timbro sul retro, che identificava la partita. Per rompere l’attesa e aspettando i tanti ragazzi dei gruppi che lì confluivano, oltre a usuali birre, liquori o amari, le tante partite a calcetto e quelle a bigliardo. Nella sala dedicata, attorno al panno verde, decine di ragazzi disquisivano di trasferte e del tifo in gradinata. Da quella sede passavano decine di giocatori, venivano ospitati centinaia aderenti ai vari Juventus Club e le allora tifoserie amiche, nel rituale classico della Cena domenicale post partita. Ricordo con nostalgia le feste per gli scudetti vinti, con il locale affollato da centinaia di persone provenienti da ogni dove. I venerdì precedenti il derby la zona era invasa da gruppi ultras rivali, dai lampeggianti della polizia. Con ‘il Bogino’ che a volte diventava il Forte Apache juventino. Un pezzo di cuore, insieme alla giovinezza, è rimasto tra quelle pareti. Per sempre. Ne raccolgano il battito le nuove generazioni di tifosi juventini. Sintomo di amore e di dedizione a un’avventura iniziata da un gruppo di liceali all’Istituto D’Azeglio di Torino nel novembre del 1897 e diventata Storia. Beppe Franzo
  13. Ci ha pensato il cazzaro fancazz.ista a farlo sapere. Adesso il nuovo soprannome è M.er.d.audo
  14. E che c.azz.o, Krasno, non ti azzardare a parlare male dell'amico Mirko, altrimenti te lo trovi nell'androne di casa ! ps: ma quando mai è stato citato questo qui ? Non è una macchietta come il cazzaro verbano che ogni volta che scrive (circa 100 volte al giorno) c'è da tenersi la pancia dal ridere
  15. Sono veramente noiosi.... I soliti parlano di furto epocale, ammettendo peraltro che il rosso era giusto ("eh ma fosse stato Chiellini non l'avrebbe neanche ammonito"), il rigore era inesistente ("eh ma perchè non è andato al Var ?), il goal di Ronaldo era buono ("eh ma a De Silvestri l'avrebbero annullato"). In altre parole l'arbitro ha visto giusto in tutti gli episodi, ma è un venduto alla Mafiat e al Palazzo e la Juve ha rubbbato !!! Un disco rotto che ormai ripetono come papagalli. Il bello è che sono talmente ossessionati da noi che guardano tutte le nostre partite, contribuendo ad incrementare l'audience televisiva e pertanto indirettamente portando soldi a noi. Sono veramente dei collioni stratosferici....
×