Vai al contenuto
Accedi per seguire   
8 Il Capitano

Processo Napoli

Recommended Posts

8 Il Capitano    0
Tifoso Juventus
Joined: 21-Jul-2008
228 messaggi

ANSA) - NAPOLI, 9 FEB - Sono circa 2500 le telefonate che saranno utilizzate come elementi di prova al processo Calciopoli di Napoli. Lo ha sottolineato il pm. Oggi si e' svolta la requisitoria nell'ambito del procedimento con rito abbreviato contro 11 dei 35 imputati (a carico degli altri imputati, tra cui l'ex dg della Juve Luciano Moggi, si procede con rito ordinario). Nella requisitoria - che riprendera' il 9 marzo prossimo - il pm si e' soffermato sulle schede sim segrete acquistate da Moggi.

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/ca..._109326369.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
omar sivori    0
Tifoso Juventus
Joined: 23-Jan-2007
533 messaggi

le uniche schede svizzere che si accertato fossero in possesso di moggi erano quelle per non farsi spiare dalla Telecom-tronchetti-buora-inter

le altre si PRESUME fossero in possesso di moggi

ma la presunzione di non colpevolezza non esiste pi? in questo paese????

cavolo ci si mette anche l'ansa....

che due co*****i

Modificato da omar sivori

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ampeg    793
Tifoso Juventus
Joined: 17-Apr-2007
15175 messaggi

cio? nel 2003 Della Valle entra nel mondo del calcio acquistando la Fiorentina e nemmeno un anno dopo, secondo i PM, il paladino Diego ha gi? capito tutto di come vanno le cose e cerca di trovare conforto sotto l'ala protettrice del sistema moggiano...

questo significa che, o tutti gli altri presidenti son proprio dei citrulli che in 20 anni non avevano scoperto gli intrallazzi, oppure i PM raccontano favole

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
omar sivori    0
Tifoso Juventus
Joined: 23-Jan-2007
533 messaggi
Beh dai, l'Ansa ha riportato una requisitoria dei PM, i ruoli sono questi. Queste fasi non intaccano la presunzione di innocenza, ? semplicemente una requisitoria dei PM, ma quello che gi? mi colpisce ? che dopo 3 anni non ? spuntato nulla di nuovo rispetto a 3 anni fa, e quindi viene confermato che non c'? assolutamente nulla che potr? tenere in piedi queste accuse: il discorso delle Sim ? vecchio e sempre fermo allo stesso punto, come anche quello sulla Fiorentina.

eh no mio caro

non ha riportato la requisitoria, bens? un riassunto.

infatti, se ci fai caso, non ? virgolettato.

questo ? il livello del giornalismo itaGliano

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pallegirate    0
Tifoso Juventus
Joined: 26-Jul-2006
952 messaggi
le uniche schede svizzere che si accertato fossero in possesso di moggi erano quelle per non farsi spiare dalla Telecom-tronchetti-buora-inter

le altre si PRESUME fossero in possesso di moggi

ma la presunzione di non colpevolezza non esiste pi? in questo paese????

cavolo ci si mette anche l'ansa....

che due co*****i

non e' questione di ansa

ormai la stampa tutta insabbia o condanna a suo piacimento

sono collusi con le procure

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zack80    280
Tifoso Juventus
Joined: 23-Aug-2005
2321 messaggi

Sposto in farsopoli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
omar sivori    0
Tifoso Juventus
Joined: 23-Jan-2007
533 messaggi

in farsopoli ? clone ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GuerreroBianconero    0
Tifoso Juventus
Joined: 20-Jul-2006
102 messaggi

2500 telefonate? Gli avvocati di Moggi ne hanno chiesto 35.000, mica puoi star qui a speculare....

Poi noi portiamo i 500 testimoni... narducci chi porta? Guido rossi? Moratti? Sono fiducioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alghero_Bianconera    0
Tifoso Juventus
Joined: 27-Aug-2006
58 messaggi
2500 telefonate? Gli avvocati di Moggi ne hanno chiesto 35.000, mica puoi star qui a speculare....

Poi noi portiamo i 500 testimoni... narducci chi porta? Guido rossi? Moratti? Sono fiducioso.

Ma se di queste 35000 ne esce qualc'1 di Inter e Roma "interessante" x la giustizia sportiva, Il Palazzi pu? intervenire????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ampeg    793
Tifoso Juventus
Joined: 17-Apr-2007
15175 messaggi

Lecce-Parma il grande intrigo? Macch?, una partita qualunque...

Repubblica ? 16 giugno 2006 pagina 11 sezione: FIRENZE

L' hanno trasformata nella madre di tutte le partite taroccate. Lecce-Parma ? diventata uno dei cardini del teorema accusatorio dei pm napoletani. L' elemento in pi? nell' ipotesi di frode sportiva contestata alla Fiorentina. Come se quei novanta minuti avessero potuto davvero condizionare l' esito del campionato del gruppo Zoff. Non ? cos?, e dimostrarlo non ? nemmeno troppo difficile. Tutto inizia con una telefonata - 29 maggio alle ore 17.59 - tra De Santis, che diresse appunto Lecce-Parma, e Mario Renzi, segretario e tuttofare di Innocenzo Mazzini. L' arbitro definisce la sua direzione ?un' opera d' arte?. Due minuti dopo, alle 18.01, De Santis chiama Mazzini e, sempre a proposito di Lecce-Parma, dice: ?...io m' ero messo avanti col lavoro capito?... qui ? andata bene, ho fatto tre a tre...?. Eccolo qui il capo d' accusa, un tre a tre apparentemente pilotato che tirerebbe in ballo la Fiorentina. Ma basta fare due calcoli per capire che l' accusa non regge. Torniamo all' ultima giornata del campionato 2004-2005, l' Atalanta ? gi? retrocessa e la Fiorentina ? penultima con 39 punti. Per salvarsi la squadra viola deve assolutamente battere il Brescia e sperare nei risultati di altre quattro gare: Bologna-Sampdoria, Lecce-Parma, Roma-Chievo e Siena-Atalanta. Troppe. Ma andiamo avanti e aggiungiamo qualche numero. Se la Fiorentina batte il Brescia resta in A in 74 casi su 81 possibili combinazioni, va allo spareggio in 5 casi su 81 e retrocede in B in soli due casi. A dare concretezza alle statistiche c' ? l' andamento di quell' ultima giornata di campionato: dopo il gol di Miccoli al Brescia (la partita ? finita 3-0), infatti, nonostante l' intrecciarsi degli altri risultati la Fiorentina non rischia mai n? la B n? lo spareggio, come invece succede alle altre squadre coinvolte. E anche questo ? un elemento in pi?. In particolare il pareggio tra Lecce e Parma non sposta minimamente il destino della Fiorentina. Anzi, se contemporaneamente al pari di Lecce avessero vinto Siena e Bologna e il Chievo avesse pareggiato o vinto, la squadra viola si sarebbe trovata ugualmente in B. L' unico risultato che poteva mettere al sicuro la Fiorentina, sempre partendo dal presupposto che battesse il Brescia, era la vittoria del Lecce. Ma Zeman su questo punto ? stato chiaro: ?Ho avuto l' impressione che i miei giocatori avessero ricevuto dalla societ? l' indicazione di non vincere? ha detto ai magistrati. E allora, dov' ? la frode? - GIUSEPPE CALABRESE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Atlas74    0
Tifoso Juventus
Joined: 09-May-2007
231 messaggi
Beh dai, l'Ansa ha riportato una requisitoria dei PM, i ruoli sono questi. Queste fasi non intaccano la presunzione di innocenza, ? semplicemente una requisitoria dei PM, ma quello che gi? mi colpisce ? che dopo 3 anni non ? spuntato nulla di nuovo rispetto a 3 anni fa, e quindi viene confermato che non c'? assolutamente nulla che potr? tenere in piedi queste accuse: il discorso delle Sim ? vecchio e sempre fermo allo stesso punto, come anche quello sulla Fiorentina.

b? 2500 telefonate non mi sembra proprio nulla di nuovo,anzi potrebbero pesare e non poco!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pinobici    0
Tifoso Juventus
Joined: 19-Jul-2006
340 messaggi

quindi beatrice e narducci avendo solo la partita lecce-parma come indiziata di combine, e contamporaneamente non potendo inguaiare i ciabattini, affermano che poverini essendo novizi si son dovuti piegare alla cupola.

Mi chiedo come hanno fatto i suddetti ciabattini a far arrivare i viola in a dalla c2 in pochi mesi?

sempre moggi?

ma per favore!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 Il Capitano    0
Tifoso Juventus
Joined: 21-Jul-2008
228 messaggi
b? 2500 telefonate non mi sembra proprio nulla di nuovo,anzi potrebbero pesare e non poco!

E le 31.000 chieste da Moggi e dalle difese?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 Il Capitano    0
Tifoso Juventus
Joined: 21-Jul-2008
228 messaggi
eh no mio caro

non ha riportato la requisitoria, bens? un riassunto.

infatti, se ci fai caso, non ? virgolettato.

questo ? il livello del giornalismo itaGliano

;)

Penso che tu possa avere ragione: rileggendolo me ne rendo conto, ? significativo come possano far passare anche qualcosa che di virgolettato non ha nulla praticamente come un vero e proprio virgolettato. Per? ? anche vero che ci? che ? stato scritto su Sim svizzere e Fiorentina ? esattamente quello con cui ce la stanno smenando per 3 anni anche i PM: anche perch? continuo ad essere stupefatto di come queste cose possano essere ricondotte a qualcosa di illecito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 Il Capitano    0
Tifoso Juventus
Joined: 21-Jul-2008
228 messaggi
2500 telefonate? Gli avvocati di Moggi ne hanno chiesto 35.000, mica puoi star qui a speculare....

Poi noi portiamo i 500 testimoni... narducci chi porta? Guido rossi? Moratti? Sono fiducioso.

Anche io sono fiducioso, ma il primo vero motivo per cui lo sono ? che verr? fuori per forza la mancxanza di illecito che sta all'origine di tutto il discorso; ci? che portano le accuse ? davvero quasi nulla di pi? di ci? che si diceva nelle chiacchiere da bar post-partita in quegli anni. E quel poco di pi? non deriva dal fatto che ci abbiano aggiunto realmente qualcosa ma dal fatto che a pronunciare quelle cose siano stati uomini zozzi di Federazione prima e Pm sotto parcella adesso. Altrimenti come spieghiamo che con il crollo di un'intera accusa al Processo Gea sia staata lasciata una condanna a un anno e mezzo per violenze private inventate? Ma ovviamente per giustificare la presenza nel processo del presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jules    2640
Tifoso Juventus
Joined: 05-Oct-2006
36271 messaggi
Ma se di queste 35000 ne esce qualc'1 di Inter e Roma "interessante" x la giustizia sportiva, Il Palazzi pu? intervenire????

No... interverr? sicuramente la prescrizione che, come tutti noi ben sappiamo, nel caso di Inter e Roma significherebbe innocenza su tutti i punti! .asd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Delpiera    0
Tifoso Juventus
Joined: 16-Jan-2007
162 messaggi
Ma se di queste 35000 ne esce qualc'1 di Inter e Roma "interessante" x la giustizia sportiva, Il Palazzi pu? intervenire????

loro non sono stati giudicati, in effetti. Sull'Inter comunque dubito ce ne siano, su di loro verranno presentati i tabulati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dany    131
Tifoso Juventus
Joined: 27-Jun-2005
2177 messaggi

2.500 telefonate e parlano ancora di Della Valle e Lecce-Parma???

Prova evidente che non hanno granch? in mano, e cercano di battere sul tasto del potere, del reticolo, della ragnatela...cio? della Cupola per avallare la loro accusa di reato di pericolo.

Peccato che si contraddiccono quando dicono che la Triade, in cambio dell'aiuto ai Della Valle, volevano il loro voto per far eleggere i vertici della Federazione (Carraro) e della Lega (Galliani).

E Carraro e Galliani, in questo processo, dove sono..???? .penso

Le solite balle.

Modificato da dany

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cavarabarbana    0
Tifoso Juventus
Joined: 15-Jan-2009
82 messaggi

Non ? pensabile che ci fossero 35.000 telefonate "interessanti", ma se ne sono state accettate 2500 sono pi? che sufficienti a ritenere che quelle "utili" ci siano tutte.

Accettare al processo oltre 2000 intercettazioni delle quali la giustizia sportiva non ha voluto tener conto ? un buon inizio, ed anzi in quest'ottica secondo me le migliaia che non vengono accettate devono essere evidentemente considerate del tutto irrilevanti sia per l'accusa che per la difesa.

Se tieni presente che le tesi accusatorie hanno sempre avuto come cavallo di battaglia i sospetti su ci? che veniva detto nelle fantomatiche "altre" telefonate non riportate o non intercettate o non intercettabili, ? chiaro che scartarne 30000 va gi? a smontare parte dei castelli costruiti da giornali e compagnia bella.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gaba    2
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jul-2007
1401 messaggi

Cassazione: intercettazioni con ascolto remotizzato? Sono lecite

Scritto da Francesco Polimeni ? Venerd?, 6 marzo 2009 ? Categoria: Intercettazioni

La Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 8578/2009) ha stabilito che sono utilizzabili le intercettazioni, con ascolto remotizzato, scaricate su dvd presso gli uffici della polizia giudiziaria.

La Corte ha quindi ribadito che sono legittime e utilizzabili le intercettazioni nel caso in cui ?le operazioni di ascolto avvengano in luogo diverso da quello in cui sono eseguite la captazione e la registrazione delle conversazioni, atteso che l?art. 268, co. 3, c.p.p. si limita a disporre che le operazioni di intercettazione vengano effettuate presso gli uffici della Procura della Repubblica, ma in alcun modo vieta che l?ascolto delle conversazioni possa avvenire, ove gli strumenti tecnici disponibili lo consentano, anche in un altro luogo?.

Gli Ermellini hanno poi aggiunto che ?l?attivit? di ?redazione del verbale? delle operazioni intercettate con la contestuale sommaria trascrizione del contenuto delle conversazioni intercettate, pu?, a sua volta, essere effettuata negli uffici della P.G. anche quando l?indagine venga condotta mediante impianti installati nei locali della Procura della Repubblica, posto che l?art. 268 c.p.p., nei primi due commi, distingue nettamente l?esecuzione delle operazioni dalla relativa verbalizzazione, e, nel comma successivo, prescrive uno speciale provvedimento del P.M. nella ricorrenza di determinati presupposti, solo quando le ?operazioni? ? e non altre attivit? ? debbano essere svolte in locali non pertinenti alla Procura stessa

In alcuna parte della norma si vieta per? che l?ascolto delle conversazioni possa essere effettuato, ove gli strumenti tecnici disponibili lo consentano, anche in un altro luogo eventualmente pi? prossimo alla localit? dove viene posta in essere la condotta criminosa per consentire un pi? agevole e rapido intervento, dovendo anzi considerarsi l?evidente opportunit? di istituire un collegamento diretto ed immediato tra l?autorit? di P.G. che segue l?indagine e gli sviluppi delle intercettazioni in atto?.

Fonte Studiocataldi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gaba    2
Tifoso Juventus
Joined: 31-Jul-2007
1401 messaggi

Introduzione Alle Intercettazioni Telefoniche, Ambientali ed Informatiche

Pubblicato il 10/10/2008 | da Lou Camporesi

Nel linguaggio comune, ma anche in quello giornalistico, vi ? una diffusa mancanza di chiarezza circa il termine intercettazioni. Questo documento fornisce una definizione generale del termine ed una classificazione dei vari tipi di intercettazioni e delle tecniche d?indagine correlate. Inoltre, illustra come e perch? vengono impiegate certe tecniche, da quali enti, individui ed istituzioni, con quali costi ed i principi di base per la difesa dalle intercettazioni telefoniche, informatiche ed ambientali.

Il documento originale con numerosi link a documenti, filmati ed interviste ? disponibile alla pagina: http://www.mobileprivacy.net/

Introduzione

1 Definizioni

2 Classificazione

3 Linguaggio Comune

4 Intercettazioni Telefoniche Standard

4.1 Praticit? e Costi

5 Tecniche di Intercettazione e loro Impiego

5.1 Soggetto che Esegue le Intercettazioni

5.1.1 Istituzioni Private

5.1.2 Istituzioni Estranee

5.2 Rischi per la Segretezza Delle Captazioni

5.2.1 Funzionari Coinvolti Nelle Operazioni a Titolo Professionale

5.2.2 Funzionari Infedeli

5.3 Impiego di Contromisure

5.4 Mancato Impiego di un Mezzo di Comunicazione

5.4.1 Variabili nel Mezzo di Comunicazione

5.5 Contromisure

6 Intercettazioni Ambientali

6.1 Tecniche

6.2 Contromisure

7 Intercettazioni Informatiche

7.1 Tecniche di Intercettazione e Loro Impiego

7.1.1 Cifratura

7.1.2 Modello di Attacco alle Conversazioni Skype

7.1.3 Internazionalizzazione Interconnessioni e Localizzazione Chiamate

7.2 Contromisure

Conclusioni

Introduzione

Negli anni recenti la vita sociale e politica ? stata fortemente influenzata dal fenomeno delle intercettazioni telefoniche. Questo potente strumento d?indagine ? sempre di pi? impiegato (almeno in termini numerici assoluti) in indagini penali ed ? citato dai media in modo ricorrente. A fianco delle intercettazioni legali, esiste anche un mercato per le intercettazioni illegali, probabilmente molto meno sviluppato rispetto alla percezione comune.

A dispetto della presenza massiccia sui media, vi ? una diffusa mancanza di chiarezza, se non addirittura confusione, sul significato di termini come intercettazione, tabulato telefonico, localizzazione. Altrettanto pu? dirsi per termini e tecniche relativi alle intercettazioni telefoniche, ambientali ed informatiche.

Questo documento offre una panoramica sull?argomento delle intercettazioni nel contesto specifico italiano, storicamente diverso, anche per quanto concerne le tecniche impiegate, da quello di altre nazioni. Vengono proposte alcune definizioni e delle classificazioni di termini specifici e sono presenti riferimenti ad articoli di cronaca e documenti audio-video, interviste a professionisti del settore, letteratura e documenti scientifici. Il tutto, con l?intento di approfondire e contestualizzare l?argomento nell?ambiente nazionale rimanendo lontani da speculazioni puramente teoriche.

Qualunque sia la ragione per volere approfondire il fenomeno delle intercettazioni, ? bene avere riferimenti teorici, ma soprattutto informazioni dirette ed affidabili sulla pratica quotidiana, piuttosto lontana dall?immaginario collettivo.

Infine, vi sono valide e fondate ragioni per tutelare le proprie comunicazioni per quanti vivono nella legalit?. Il punto di vista anglosassone, per esempio, ? molto diverso da quello nazionale. Se nel nostro paese si sentono spesso affermazioni del tipo ?Mi intercettino pure, tanto non ho nulla da nascondere?, purtroppo anche da personaggi di rilievo, quello tipicamente anglosassone ? invece ?Se non ho fatto nulla di male perch? mi vuoi sorvegliare??. Non dovrebbero esservi dubbi su quale sia l?approccio pi? civile alla questione.

Per mettere in sicurezza le proprie comunicazioni, occorre avere un?idea di chi pu? essere un potenziale avversario, quali tecniche di attacco possono essere impiegate e quali contromisure sono disponibili. Questo documento, anche se solo a livello introduttivo, fornisce una visione generale sull?argomento ed un numero di riferimenti utili.

1 Definizioni

Mobile Privacy adotta una definizione di Glauco Giostra, ordinario di procedura penale presso l'Universit? La Sapienza di Roma. L'intercettazione ? definita come ?captazione segreta, ad opera di un terzo e con strumenti tecnologici, delle comunicazioni tra due o pi? persone?. Questa definizione comprende tutte le forme di acquisizione delle comunicazioni, intercettazioni telefoniche, intercettazioni ambientali, intercettazioni informatiche, ecc. ed anche i diversi tipi di dati scambiati, siano essi conversazioni vocali, oppure testo (e-mail, chat) o anche file.

2 Classificazione

Negli Stati Uniti d'America i fondi stanziati per la difesa nazionale hanno fatto si che un ammontare enorme di ricerca sia stato svolto nel settore dell'intelligence. Di conseguenza negli USA sono state anche sviluppate la maggior parte delle applicazioni teoriche e pratiche nel settore delle intercettazioni.

L?attivit? di intelligence svolta da organizzazioni, Forze di Polizia, agenzie investigative, privati, imprese, criminali, ecc., ha molti punti in comune con le forme di intelligence praticate dal governo degli Stati Uniti.

Mobile Privacy preferisce quindi le definizioni e le classificazioni del Dipartimento della Difesa Americano (DoD). Le tre categorie di intercettazioni - telefoniche, informatiche ed ambientali - sono considerate ciascuna come un sottoinsieme dell?insieme pi? ampio dell?Intelligence delle Comunicazioni, in lingua originale Communication Intelligence (COMINT).

3 Linguaggio Comune

Anche nel linguaggio comune, il termine intercettazioni comprende i metodi di ascolto delle conversazioni pi? frequentemente impiegati dalle Forze di Polizia, dalle agenzie investigative, dalle societ? e dai privati. Nell?ordine, le intercettazioni telefoniche, le intercettazioni ambientali e le intercettazioni informatiche.

Nel linguaggio comune tuttavia, spesso si parla di intercettazioni anche per l?analisi dei tabulati telefonici. Questa in realt? pu? essere ricondotta nell?insieme delle tecniche dell?Analisi del Traffico, a sua volta un sottoinsieme dell?Intelligence delle Comunicazioni.

4 Intercettazioni Telefoniche Standard

Numericamente parlando, in Italia le intercettazioni telefoniche sono realizzate nella quasi totalit? dei casi dalle Forze di Polizia con l?assistenza tecnica degli operatori di telefonia. La struttura tecnologica privilegiata in cui viene captato il segnale vocale ? rappresentata dai centri di commutazione (Centrali Telefoniche o MSC) degli operatori di telefonia, strutture presso le quali le linee telefoniche obiettivo vengono fisicamente interconnesse alle linee degli altri utenti di telefonia. Le linee captate vengono deviate quasi sempre con connessioni sicure, ossia criptate, verso i centri di ascolto delle Procure della Repubblica che ne fanno richiesta. Mobile Privacy definisce questo tipo di intercettazione Intercettazioni Telefoniche Standard.

4.1 Praticit? e Costi

Le Intercettazioni Telefoniche Standard sono il metodo pi? efficace, economico e sicuro per effettuare captazioni delle conversazioni nel corso di indagini legali, quando applicabile. Il costo unitario per il singolo obiettivo ? calato drasticamente negli anni, parallelamente all'adozione di sistemi informatici sempre pi? performanti (nel 2003 il costo giornaliero per singola linea intercettata era di circa 25 euro, ridotti ulteriormente negli anni successivi). Questo grazie alla rimozione di regimi di monopolio e alle politiche di standardizzazione dei sistemi per le intercettazioni legali (Lawful Interception), introdotte dall'ETSI sulla spinta dell'industria delle telecomunicazioni.

Una richiesta di intercettazione di una numerazione segue ormai un flusso operativo standard ed il costo giornaliero ? di poche decine di euro, da paragonare alle migliaia di euro necessari per un'intercettazione ambientale. Questa infatti prevede, evidentemente, l'installazione di un dispositivo di ascolto in un ambiente estraneo da parte di agenzie specializzate, agli ordini della Polizia Giudiziaria.

5 Tecniche di Intercettazione e Loro Impiego

Tutti i tipi di intercettazione citati, telefoniche, ambientali ed informatiche, possono essere realizzati impiegando varie tecniche, con diversit? di costi, accessibilit? e complessit?. La tecnica impiegata varia prevalentemente in funzione di quattro variabili - (1) il tipo di soggetto che esegue le intercettazioni, (2) l'adozione o meno di contromisure da parte del soggetto obiettivo, (3) la presenza di rischi per la segretezza delle captazioni e (4) l'impiego o meno di un particolare media per le comunicazioni da parte dell'obiettivo.

5.1 Soggetto che Esegue le Intercettazioni

Le Forze di Polizia hanno accesso immediato e regolamentato giuridicamente alle strutture tecniche ed organizzative predisposte per legge dagli operatori di telefonia, mentre le agenzie investigative private o anche le istituzioni straniere, ad esempio le agenzie di intelligence di altri stati, non possono averlo.5.1.1 Istituzioni Private

Le agenzie investigative private per la mancanza di accesso alle strutture tecnologiche degli operatori di telefonia, fanno quasi sempre ricorso alle intercettazioni ambientali.

Delle eccezioni sono rappresentate dall?impiego di IMSI Catcher, di dispositivi di ascolto remoto installati sulle linee di telefonia fissa in prossimit? degli edifici, oppure negli apparecchi telefonici e di cellulari spia.

Un discorso a parte merita il traffico illecito di tabulati telefonici ad opera delle agenzie investigative private. Vi sono state numerose inchieste della Magistratura che lo hanno portato alla luce, ed indagini giornalistiche che riportano anche i "listini" dettagliati per ciascun operatore di telefonia, con i prezzi necessari per ottenere le informazioni da operatori infedeli.

5.1.2 Istituzioni Estranee

Organizzazioni dotate di competenze e di fondi adeguati, per esempio i servizi di intelligence di paesi stranieri, possono fare ricorso a tecniche pi? raffinate, attaccando direttamente i centri di commutazione degli operatori di rete e manomettendo i sistemi tecnologici dedicati alle intercettazioni legali, come si ipotizza sia accaduto nel famoso caso di Vodafone Grecia.

5.2 Rischi per la Segretezza delle Captazioni

Vi sono un numero di situazioni particolari in cui la segretezza delle indagini della Magistratura pu? essere compromessa, invalidandole definitivamente, situazioni gi? accadute in episodi passati.

In questi ed in casi analoghi, per superare gli ostacoli tecnici e per non compromettere la segretezza delle captazioni, le Forze di Polizia ricorrono a tecniche diverse, fra cui l?impiego di IMSI Catcher, oppure alle intercettazioni ambientali.

5.2.1 Funzionari Coinvolti a Titolo Professionale nelle Intercettazioni Telefoniche

Pu? verificarsi il caso in cui il soggetto obiettivo sia impiegato presso una struttura dedicata alla gestione delle intercettazioni degli operatori di rete, o presso il centro di ascolto della Procura della Repubblica che fa richiesta di intercettazione. In tal caso la segretezza delle captazioni potrebbe essere irrimediabilmente compromessa, visto che l'obiettivo gestirebbe delle pratiche che lo riguardano.

Nel caso Telecom, nel cui contesto ? maturata la morte per presunto suicidio di Adamo Bove, pare che questi abbia fornito supporto alla Magistratura per intercettare le linee di alcuni indagati bypassando la struttura principale dedicata allo scopo ed utilizzandone una particolare accessibile esclusivamente allo stesso Bove.

5.2.2 Funzionari Infedeli

Pu? accadere che vi siano operatori infedeli all'interno delle strutture organizzative che operano nei processi di intercettazione.

Un caso eclatante ? venuto alla luce nelle indagini sull'attivit? di spionaggio Telecom. Pare che la Security Telecom arrivasse ad apporre un Flag su numerazioni selezionate, in modo di poterne avvisare l'utilizzatore, se nella struttura tecnica preposta un operatore avesse aggiunto il numero alla lista delle utenze intercettate a seguito di un ordine della Magistratura.

Il consulente tecnico dell?Autorit? Giudiziaria Gioacchino Genchi, parla esplicitamente di casi di fuga di notizie a favore di uomini politici che verrebbero avvisati di indagini in corso con l'uso di intercettazioni, da personale addetto alle strutture degli operatori telefonici.

Angelo Iannone, ex capo della sicurezza Telecom Brasile, parla della mancata rimozione di un addetto Telecom impiegato presso la struttura dedicata alle intercettazioni. Pare che, nonostante fosse emerso in almeno un paio di inchieste che il soggetto fornisse informazioni ad esponenti della mafia sulle numerazioni poste sotto controllo, questi non sia mai stato rimosso dal suo incarico.5.3 Impiego di Contromisure

L?utilizzo da parte del soggetto obiettivo di contromisure quali numerazioni anonime GSM. costringe gli investigatori all'impiego di altre tecniche, per esempio l'utilizzo, almeno in una fase iniziale, di dispositivi del tipo IMSI Catcher per identificare le numerazioni anonime, da sottoporre poi alla tecnica di Intercettazione Standard, se applicabile. Non vi sono ancora, al meglio della nostra conoscenza, casi di cronaca giudiziaria che evidenziano l'uso di crittografia su linee telefoniche PSTN o GSM per la tutela della segretezza delle conversazioni, da parte di obiettivi di indagine. Considerazioni sostanzialmente analoghe possono essere fatte per il sistema americano delle intercettazioni legali, dove sono segnalati pochi sporadici casi.

5.4 Mancato Impiego di un Mezzo di Comunicazione

Alcuni soggetti evitano l'uso della telefonia fissa e mobile per non rischiare di essere ascoltati. Uno dei casi pi? famosi ? quello del capo di Cosa Nostra Bernardo Provenzano, latitante per pi? di quaranta anni, che ha sempre impiegato i pizzini per comunicare con gli affiliati alla cosca. Per la sua cattura, sono stati quindi fondamentali attivit? di intelligence, pedinamenti estenuanti e le intercettazioni ambientali, in particolare l'impiego di videocamere a distanza.

5.4.1 Variabili nel Mezzo di Comunicazione

Tutti i mezzi di comunicazione anche telefonici, che non vengono gestiti dai sistemi di Intercettazione Standard degli operatori di rete, pongono dei problemi alle Forze di Polizia. In questi casi vengono predisposti dei sistemi ad hoc, oppure si ricorre alle intercettazioni ambientali. Nel tempo poi, gli operatori telefonici aggiornano i loro sistemi di intercettazione - IMS - (Interception Management System) per risolvere problemi particolari.

Un caso di cui si ha notizia, ? quello del sistema Push To Talk di TIM. Essendo una tecnologia relativamente nuova e di limitata diffusione, non ? gestita dall'IMS di TIM, dunque non ? intercettabile (o almeno non era) a livello di centrale di commutazione (MSC).

Anche le utenze in Roaming, oppure in Roaming Internazionale, hanno causato (e probabilmente ancora oggi in alcuni casi causano), dei problemi per l'esecuzione delle intercettazioni, come evidenziato dal Prefetto Alessandro Panza nella sua audizione dinnanzi alla commissione del Senato "Indagine Conoscitiva sul Fenomeno delle Intercettazioni Telefoniche".

Per le modalit? con cui vengono manualmente inseriti i numeri di telefono nel database delle numerazioni deviate alle Procure della Repubblica e per gli aspetti tecnici del Roaming Internazionale, in passato vi sono stati sicuramente dei problemi in tal senso. Per esempio, nelle famose indagini sulle scalate alla Banca Antonveneta e al Corriere della Sera, organi di stampa riportano la non intercettabilit? di numerazioni svizzere in Roaming Internazionale sulle reti italiane.

La situazione attuale per questo aspetto ? in mutamento. Probabilmente alcuni, se non tutti gli operatori di telefonia mobile, hanno chiesto aggiornamenti ai loro sistemi IMS per potere intercettare anche le numerazioni in Roaming Internazionale. Vodafone Italia, attraverso il proprio Amministratore Delegato Pietro Guindani, dichiara davanti alla commissione del Senato "Indagine Conoscitiva sul Fenomeno delle Intercettazioni Telefoniche" che la propria azienda ? in grado di intercettare anche questo tipo di numerazioni.

L'impiego di GSM Box, combinato all'instradamento delle chiamate fisso-mobile su protocollo IP per una parte del percorso, ? diffuso in tutto il mondo. Questo ha causato e pu? causare gravi difficolt? per la localizzazione delle chiamate in partenza. In un caso di omicidio, studiato da Gioacchino Genchi, non ? stato possibile risalire al mandante nonostante fosse disponibile l'elenco delle chiamate ricevute dal killer.5.5 Contromisure

In generale le contromisure per mettere in sicurezza le proprie telecomunicazioni sono due, la cifratura e l'anonimato. Meglio ancora, una combinazione delle due.

Per effettuare chiamate fortemente sicure si pu? ricorrere, per esempio, a dei cellulari GSM con software di cifratura di un produttore affidabile, impiegando contestualmente delle numerazioni anonime. Questa soluzione comporta l'utilizzo di terminali dotati dello stesso software da parte dei due o pi? interlocutori.

Nel caso in cui si vogliano mettere in sicurezza le chiamate effettuate verso utenti dotati di normali telefoni fissi o mobili, si pu? far leva esclusivamente sull'anonimato del chiamante, dando per scontato che il destinatario della chiamata pu? essere obiettivo di intercettazioni. Un'ulteriore contromisura per rafforzare l'anonimato ? rappresentata dalla modifica della voce del chiamante, realizzabile con appositi dispositivi elettronici.

Vi sono poi altri importanti aspetti relativi alla sicurezza per entrambi i casi considerati. Questi si possono riassumere nelle definizioni di Contatti (chi chiama chi, quando, con che frequenza, con che durata, ecc.) e Localizzazione (i luoghi da cui sono originate e verso cui sono dirette le chiamate).

Anche per mettere in sicurezza questi due importanti aspetti vi sono delle contromisure, come l'impiego di particolari reti progettate per la gestione della sicurezza e l'utilizzo di telefoni satellitari specifici.

Per mettere in sicurezza le telecomunicazioni non sono raccomandabili metodi che fanno affidamento sull'impossibilit? di intercettazione per l'arretratezza temporanea dei sistemi disponibili. L'esperienza insegna che il panorama tecnologico cambia con rapidit? e la disponibilit? di informazioni aggiornate non ? mai quella necessaria.

Mobile Privacy propone dei Sistemi di Sicurezza Anti Intercettazioni che coprono tutti gli aspetti sopra discussi e molti altri ancora. Nella sicurezza in generale, ed allo stesso modo in quella delle telecomunicazioni, sono i dettagli che fanno la differenza. La sicurezza ha pi? a che fare con ci? che non bisogna fare piuttosto con quello che si pu? fare. Per questa ragione Mobile Privacy supporta i propri Sistemi di Sicurezza con Manuali Utente dettagliati e, quando richiesto, con corsi di formazione.

6 Intercettazioni Ambientali

In tutti i casi sopracitati pu? rendersi necessario il ricorso a metodi di intercettazione diversi dall'Intercettazione Telefonica Standard. Il metodo privilegiato da Forze di Polizia, agenzie investigative private, organizzazioni e privati ? senza dubbio quello delle intercettazioni ambientali.

6.1 Tecniche

Nella quasi totalit? dei casi ? prevista l'intrusione in un ambiente frequentato (o un ambiente in prossimit?) dall'obiettivo. A volte pu? essere estremamente difficile realizzare le captazioni, specie quando gli obiettivi sono appartenenti alla criminalit? organizzata.

Fra i casi aneddotici, quello narrato dal dottor Pietro Grasso, procuratore nazionale antimafia. Nella sua audizione dinnanzi alla commissione del Senato "Indagine Conoscitiva sul Fenomeno delle Intercettazioni Telefoniche" riporta di un caso in cui gli investigatori hanno applicato delle microspie ad un albero nel bel mezzo di un campo. L'operazione si era resa necessaria perch? gli indagati, per evitare le microspie che sospettavano piazzate nei loro ambienti, si recavano all'aperto in un campo per potere conversare al sicuro.

Le intercettazioni ambientali sono realizzate in una moltitudine di modi, impiegando le pi? svariate tecnologie. Prevalentemente vengono utilizzati microspie, microregistratori, microfoni direzionali, videocamere, microcamere, tracciamento GPS, ecc.

6.2 Contromisure

La sorveglianza elettronica pu? essere contrastata con un numero di contromisure, che sono all'origine all'industria della controsorveglianza elettronica, o TSCM (Tecnical Surveillance Counter-Measures).

Fondamentalmente per ciascun metodo o tecnologia di Sorveglianza, esiste ed ? applicabile il relativo metodo di Controsorveglianza. La difficolt? risiede nell'applicare tutte le innumerevoli contromisure disponibili per gli altrettanti modi di attacco.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti definisce un'analisi TSCM (una bonifica ambientale) come: "Un servizio fornito da personale qualificato, per rilevare la presenza di dispositivi tecnologici di sorveglianza e pericoli, e per identificare punti deboli che potrebbero facilitare la penetrazione tecnologica degli ambienti esaminati. Una bonifica ambientale consiste in una valutazione professionale della sicurezza tecnica degli ambienti esaminati e normalmente avviene con ispezione visiva, elettronica e fisica all'interno ed in prossimit? dell'ambiente in esame".

Per una prima rapida e semplice auto analisi nel caso di sospetti di intercettazioni ambientali, Mobile Privacy propone una Check List di controllo.

Sul mercato esistono diverse societ? che forniscono prodotti e servizi per la sorveglianza e la controsorveglianza.

7 Intercettazioni Informatiche

Le telecomunicazioni, a causa dell'evoluzione tecnologica e della riduzione dei costi correlata, stanno progressivamente migrando verso la tecnologia VoIP - Voice Over Internet Protocol, letteralmente voce su protocollo Internet. Le telecomunicazioni voce sempre di pi? transitano sulla rete Internet anzich? sulle reti telefoniche.

Dal punto di vista concettuale, non vi sono grandi differenze fra le intercettazioni di conversazioni telefoniche tradizionali e conversazioni VoIP. In Entrambi i casi, la captazione pu? avvenire sia in prossimit? dell'obiettivo, sia presso i centri di commutazione degli operatori telefonici (che forniscono anche accesso alla rete Internet) e presso le strutture tecnologiche di semplici fornitori di accesso Internet (Service Provider).

Nella pratica, al momento le Forze di Polizia realizzano le intercettazioni con una combinazione di accessi presso i vari punti della rete Internet.

7.1 Tecniche di Intercettazione e Loro Impiego

Gli operatori di rete mobile e di rete fissa offrono la deviazione dei flussi di dati (contrapposti alla deviazione delle linee voce) ai server delle Procure della Repubblica, come per esempio dichiarato dall'Amministratore Delegato di Vodafone Italia Pietro Guindani.

A livello internazionale vi ? la tendenza ad andare nella direzione di applicare anche alle comunicazioni VoIP la captazione presso i centri di commutazione dei vari operatori. L'ETSI, organizzazione che gestisce lo standard GSM, raccomanda agli operatori uno standard in proposito.

Le tecnologie VoIP hanno per? introdotto ulteriori variabili che complicano le operazioni di intercettazione e di Analisi del Traffico, se raffrontate alle tecnologie telefoniche tradizionali.

7.1.1 Cifratura

Il programma software per chiamate VoIP pi? diffuso al mondo ? Skype. Da un PC, ma anche da un telefono cellulare, consente di fare chiamate verso altri PC e cellulari dotati di Skype. Inoltre consente di fare chiamate anche verso numerazioni di rete fissa (PSTN) e mobile (GSM, UMTS). In questo caso si parla di chiamate SkypeOut.

Il programma ? stato sviluppato da informatici estoni cresciuti sotto il governo sovietico, che davano per scontato che qualcuno ascoltasse le conversazioni telefoniche. Per questo, come parte del pacchetto software, hanno inserito l'algoritmo AES, quanto di pi? avanzato e sicuro disponibile pubblicamente in fatto di cifratura.

Ad oggi, l'algoritmo AES, standard adottato dal Governo degli Stati Uniti, non ? violabile. Probabilmente non lo sar? per un ventennio. Quando le Forze di Polizia si imbattono in indagati che conversano con due PC utilizzando Skype, non riescono ad ascoltare le conversazioni pur intercettando (ricevendo in copia dall'operatore telefonico o fornitore di accesso) il flusso di dati, che risulta incomprensibile.

Per ovviare a questo ostacolo, si ? ricorsi ad un altro modello di attacco, che non prevede pi? l'assistenza tecnologica degli operatori che forniscono accesso alla rete. Il modello ? applicabile non solo a Skype, ma a tutti i software VoIP che fanno uso di algoritmi di cifratura, come per esempio un client VoIP con protocollo SIP che utilizzi Zfone di Philip Zimmermann.

7.1.2 Modello di Attacco alle Conversazioni Skype

Il punto debole dei software VoIP cifrati ? il sistema operativo del computer o telefono cellulare su cui sono installati. Questo ? un problema che non solo non trover? soluzione, ma ? destinato a peggiorare con l'aumento della complessit? dei sistemi operativi.

Per esempio ? possibile introdurre un software di tipo Trojan in un PC con sistema operativo Windows non rilevabile dai programmi antivirus commerciali.

Il modello di attacco messo a punto dalle forze di polizia europee ? progettato proprio in questo modo. Progettisti software scrivono dei codici di tipo Trojan che possono essere installati sia con accesso fisico al computer obiettivo (intrusione nei locali come per il piazzamento di microspie ambientali) oppure in modalit? remota, per esempio con l'invio in allegato ad una e-mail (per un caso di furto di dati ? stato attaccata in questo modo la rete del Corriere della Sera, dal Tiger Team Telecom).

Una volta installato, il software spia si occupa di captare la voce dell'utilizzatore del computer su cui ? installato prima che venga cifrata dall'algoritmo AES e quella dell'interlocutore dopo che ? stata decifrata. Il software verosimilmente agisce fra la scheda audio del computer ed il software VoIP, captando le conversazioni digitalizzate ma in chiaro. Una copia della conversazione pu? cos? essere inviata presso la destinazione desiderata.

7.1.3 Internazionalizzazione Interconnessioni e Localizzazione Chiamate

Skype, ma anche altri tipi di servizi VoIP, offrono la possibilit? di fare chiamate verso le normali reti fisse e mobili. Questo significa che una chiamata partita da un PC ed instradata sulla rete Internet, in un certo punto deve essere deviata sulla rete fissa o mobile. Questo punto, nella maggior parte dei casi, fisicamente si trova nel territorio in cui risiede la numerazione cui ? destinata la chiamata.

Per esempio, se un PC italiano effettua una chiamata SkypeOut su una numerazione americana di rete fissa, il dispositivo di instradamento della chiamata dalla rete Internet alla rete fissa si trover? quasi certamente sul territorio americano. Questo parch? il fornitore di accesso alla rete fissa che si trova negli USA pu? acquistare una chiamata di tipo urbano, al pi? basso costo possibile. Vengono cos? evitati i costi delle chiamate internazionali, ragione per cui il VoIP ? tanto conveniente per questo tipo di telecomunicazioni.

A volte per? le cose possono complicarsi ulteriormente. Skype pu? decidere di acquistare il traffico da un rivenditore qualunque, con una struttura tecnologica residente in un paese qualsiasi. La stessa chiamata SkypeOut diretta verso gli USA pu? per esempio essere acquistata da un rivenditore in Inghilterra, il quale la ridizioner? sempre attraverso la rete Internet, verso gli USA. Negli USA la chiamata verr? instradata dalla rete Internet alla rete fissa, come nel caso precedente.

Se non vengono messe in atto strategie particolari dal fornitore di servizi VoIP, in questo caso Skype, l'elemento che determina l'identit? della chiamata in partenza ? l'indirizzo IP. Il rivenditore inglese per?, per ragioni tecniche e commerciali, pu? cambiare l'indirizzo IP del chiamante, assegnandone uno nuovo. Il fornitore di accesso americano vedr? un indirizzo IP diverso da quello del PC da cui ? partita la chiamata in origine, e la correlazione fra i due indirizzi IP sar? conosciuta solo al rivenditore inglese.

Nel caso Roveraro, verosimilmente ? accaduta una cosa simile. I rapitori del finanziere utilizzavano Skype per effettuare chiamate SkypeOut, le quali per loro natura non portano l'identificativo del chiamante. Non solo, ma le chiamate SkypeOut, pur partendo dall'Italia dirette verso un numero di rete fissa o mobile italiana, transitavano per una struttura tecnologica di interconnessione australiana.

Gli investigatori hanno rilevato chiamate anonime per la richiesta del riscatto ed anche il fornitore di accesso alla rete fissa o mobile di casa Roveraro, non ? stato in grado di indicare l'indirizzo IP del PC da cui sono state effettuate le chiamate. Secondo le notizie di stampa, gli investigatori hanno dovuto rivolgersi direttamente ad E-Bay, proprietaria di Skype, per chiedere collaborazione.

L'esplosione nel numero di fornitori di servizi VoIP non far? che peggiorare questo tipo di problema. Nel caso in cui il fornitore di servizi sia una piccola o media societ? residente in uno stato con cui l'Italia non ha un accordo bilaterale in materia di assistenza giudiziaria, potrebbe essere impossibile per le Forze di Polizia localizzare il luogo di partenza delle chiamate, oppure semplicemente, farlo con ritardo rispetto alle esigenze delle indagini.

7.2 Contromisure

Per mettere in sicurezza le comunicazioni VoIP valgono gli stessi principi fondamentali considerati per le comunicazioni telefoniche. La cifratura delle conversazioni va sempre utilizzata e non ? difficile farlo. E' sufficiente utilizzare Skype, oppure, per coloro che giustamente diffidano della sua sicurezza, utilizzare un qualsiasi client VoIP che faccia uso del protocollo SIP ed integrarlo con Zfone di Philip Zimmermann.

L'anonimato assume un ruolo ben pi? importante nelle comunicazioni informatiche rispetto a quelle telefoniche. E' l'unica contromisura efficace rispetto al modello di attacco che prevede l'installazione di software di tipo Trojan capaci di aggirare la cifratura delle comunicazioni, modello non applicabile alle normali comunicazioni telefoniche. Fino a che l'indirizzo IP dell''obiettivo ? sconosciuto, non ? evidentemente possibile installare in modalit? remota un software spia.

La messa in sicurezza dei Contatti (chi chiama chi, quando, con che frequenza, con che durata) ? fortemente dipendente dall'anonimato, visto che per una qualsiasi conversazione VoIP, vi sono comunque una moltitudine di dispositivi intermedi lungo la rete Internet che registrano in file di log un numero di dati.

Per la Localizzazione (i luoghi da cui sono originate e verso cui sono dirette le chiamate) ? possibile ricorrere alle stesse contromisure descritte per le intercettazioni telefoniche, prevalentemente a connessioni di tipo satellitare che, per loro natura, sono difficili da localizzare con precisione utile.

Conclusioni

La letteratura e la conoscenza sviluppate negli USA, prevalentemente in ambito militare, consentono di definire e classificare secondo schemi esistenti le intercettazioni telefoniche, ambientali ed informatiche.

La tecnica di intercettazione privilegiata dalle Forze di Polizia ? quella telefonica, che prevede l?assistenza diretta degli operatori di telefonia. Nel mondo delle intercettazioni legali, esistono per? un numero impensato di casi di fuga di notizie, generalmente a vantaggio di politici, funzionari e criminali. Questa ed altre ragioni, spingono spesso gli investigatori ad utilizzare altre tecniche, fra cui le intercettazioni ambientali.

Le intercettazioni ambientali sono anche il mezzo preferito dalle agenzie investigative private per raccogliere informazioni sulle conversazioni dei loro obiettivi. Solo in alcuni specifici casi, ? possibile per le agenzie realizzare delle intercettazioni telefoniche.

Le intercettazioni informatiche, rese difficili dalla diffusione di Skype, il client VoIP pi? popolare al mondo, sono ora alla portata delle Forze di Polizia e, in tempi brevi, lo saranno anche per gli hacker.

Per individui ed enti che operano nella legalit?, vi sono una serie di valide ragioni per difendere le proprie comunicazioni da attacchi esterni. Fra queste, il traffico illecito di tabulati telefonici e le intercettazioni illegali. Allo scopo, sono disponibili una serie di contromisure da integrare in Sistemi di Sicurezza. Una sola contromisura generalmente mal si adatta a situazioni di rischio, ed ? quindi necessario disporre il giusto mix di contromisure.

Link: Documento in formato pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
firewall76    0
Tifoso Juventus
Joined: 18-Jun-2007
105 messaggi
Cassazione: intercettazioni con ascolto remotizzato? Sono lecite

Scritto da Francesco Polimeni ? Venerd?, 6 marzo 2009 ? Categoria: Intercettazioni

La Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 8578/2009) ha stabilito che sono utilizzabili le intercettazioni, con ascolto remotizzato, scaricate su dvd presso gli uffici della polizia giudiziaria.

La Corte ha quindi ribadito che sono legittime e utilizzabili le intercettazioni nel caso in cui ?le operazioni di ascolto avvengano in luogo diverso da quello in cui sono eseguite la captazione e la registrazione delle conversazioni, atteso che l?art. 268, co. 3, c.p.p. si limita a disporre che le operazioni di intercettazione vengano effettuate presso gli uffici della Procura della Repubblica, ma in alcun modo vieta che l?ascolto delle conversazioni possa avvenire, ove gli strumenti tecnici disponibili lo consentano, anche in un altro luogo?.

Gli Ermellini hanno poi aggiunto che ?l?attivit? di ?redazione del verbale? delle operazioni intercettate con la contestuale sommaria trascrizione del contenuto delle conversazioni intercettate, pu?, a sua volta, essere effettuata negli uffici della P.G. anche quando l?indagine venga condotta mediante impianti installati nei locali della Procura della Repubblica, posto che l?art. 268 c.p.p., nei primi due commi, distingue nettamente l?esecuzione delle operazioni dalla relativa verbalizzazione, e, nel comma successivo, prescrive uno speciale provvedimento del P.M. nella ricorrenza di determinati presupposti, solo quando le ?operazioni? ? e non altre attivit? ? debbano essere svolte in locali non pertinenti alla Procura stessa

In alcuna parte della norma si vieta per? che l?ascolto delle conversazioni possa essere effettuato, ove gli strumenti tecnici disponibili lo consentano, anche in un altro luogo eventualmente pi? prossimo alla localit? dove viene posta in essere la condotta criminosa per consentire un pi? agevole e rapido intervento, dovendo anzi considerarsi l?evidente opportunit? di istituire un collegamento diretto ed immediato tra l?autorit? di P.G. che segue l?indagine e gli sviluppi delle intercettazioni in atto?.

Fonte Studiocataldi

quindi il rilievo che faceva l'avv. prioreschi non ? accettabile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Keyboard Lion    0
Tifoso Juventus
Joined: 22-Jul-2006
1476 messaggi
quindi il rilievo che faceva l'avv. prioreschi non ? accettabile?

? arrivato subito il salvagente ma guarda che coincidenza.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Avvocato (36)    4531
Tifoso Juventus
Joined: 19-Mar-2008
38046 messaggi

ma ci sar? il dibattimento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Avvocato (36)    4531
Tifoso Juventus
Joined: 19-Mar-2008
38046 messaggi
2.500 telefonate e parlano ancora di Della Valle e Lecce-Parma???

Prova evidente che non hanno granch? in mano, e cercano di battere sul tasto del potere, del reticolo, della ragnatela...cio? della Cupola per avallare la loro accusa di reato di pericolo.Peccato che si contraddiccono quando dicono che la Triade, in cambio dell'aiuto ai Della Valle, volevano il loro voto per far eleggere i vertici della Federazione (Carraro) e della Lega (Galliani).

E Carraro e Galliani, in questo processo, dove sono..???? .penso

Le solite balle.

:sisi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire   

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×