Jump to content

rovigno

Tifoso Juventus
  • Content Count

    496
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

139 Excellent

About rovigno

  • Rank
    Juventino Soldatino

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ma ha un senso il nostro campionato? Il nostro piazzamento dipenderà dal campo o dai tribunali? E quali prospettive abbiamo in futuro? Sinceramente credo che i risultati sul campo, purtroppo, siano diventati secondari
  2. Diciamo che magari elkann con la juve è stato sfortunato o vittima di circostanze sfortunate però credo che gli debbano venire addebitate le seguenti critiche: - nel 2006 non ha minimamente difeso la squadra; - dopo i misfatti del processo sportivo se ne è lavato le mani lasciandola nello sbando più totale fino all'arrivo di Andrea Agnelli: - non ha mai mostrato passione per la squadra e i suoi destini; - anche in relazione alle ultime vicende non si sente. In conclusione credo che la juve per lui sia solo un peso e una perdita di soldi. Premesso quanto sopra, anche se personalmente vivrei male il distacco dalla juve dalla famiglia, forse è meglio cambiare proprietà finirebbe l'anomalia della Juventus sua nel bene che nel male. Anche perché negli ultimi tempi sta prevalentemente solo il male
  3. Ancora c'è il collegio di garanzia. Comunque una cosa è certa da quando la società è nelle mani di Elkann c'è n'è capitano di tutti i colori. Sarà sfortunato però non lo vedo agguerrito nella difesa del club. Forse, come scrive qualcuno qui sul forum, la vera juve è finita nel 2006. A questo punto meglio recidere il cordone ombelicale con la famiglia. Vendessero la squadra e buona notte
  4. Non credo alla giustizia sportiva. I tribunali sportivi puniscono severamente solo le squadre che non contano nulla. In questo momento non contiamo nulla perché siamo nelle mani di una persona a cui della juve non frega nulla
  5. Cosa intenda john elkann con "sostenibilità " lo abbiamo sperimentato dal 2006 al 2011. In pratica vuol dire fare le nozze coi fichi secchi. La verità è che oggigiorno o si fanno investimenti di un certo peso o si è condannati all irrilevanza . Andrea è stato sfortunato per via della pandemia. Nel momento di massimo sforzo economico è capitato un evento imprevedibile come la pandemia che ha vanificato l'investimento fatto con cristiano ronaldo. Fino ad allora i bilanci erano in ordine.
  6. Verissimo. Non so perché ma è oggettivamente sottovalutato. Non lo si menziona mai quando si parla dei più grandi allenatori di tutti i tempi e forse è anche perché il suo nome è troppo legato alla juve. Ma non sono molti gli allenatori che, come lui, hanno vinto champions con il club e campionato del mondo con la nazionale. Senza contare le tre finali do champions consecutive, la finale di coppa uefa, gli scudetti. Per non parlare della dignità con cui si dimise dopo aver fallito ai mondiali del 2010. Come mancini........
  7. La penso anche io così . Credo anche che molti pensino che la juve abbia problemi di bilancio. Non è così. O almeno rispetto alla concorrenza, grazie agli aumenti di capitale,ne ha molto meno. La vicenda giudiziaria riguarda presunti falsi di bilancio e false comunicazioni sociali riferite agli anni scorsi.
  8. Non è indagata la juve. Sono indagate 13 persone che tramite i loro difensori hanno preso visione degli atti. Atti che saranno stati nella disponibilità di una pluralità di persone, circostanza che rende praticamente impossibile risalire a chi li abbia dati alla stampa
  9. Concordo con te. A volte una richiesta troppo faziosa fa pendere la bilancia dall'altra parte screditando anche elementi e circostanze meritevoli di accoglimento
  10. A me pare che in parecchi, qui nel forum, soffrano di una specie di sindrome di Stoccolma che li porta ad abbracciare, magari incosciamente, le tesi degli antijuventini. Pensare che la proprietà della juve abbia una sorta di indegnità morale congenita, detto da dei tifosi della juve, mi pare a dir poco ingeneroso e anche un po opportunistico. Sul punto il grosso danno è stato fatto da elkann e dalla sua gestione dei fatti del 2006. Con la mancata difesa di quei due titoli, e in generale dalle accuse rivolte in quell'anno maledetto, ha dato la stura agli antijuventini di sentirsi nel giusto nelle loro dietrologie circa le vittorie della juve. Detto questo però bisogna restare lucidi. Le società di calcio non sono enti di beneficenza e quello che viene considerato un nostro motto, la famosa frase di boniperti, in realtà lo è per tutte le società di calcio professionistiche. Del resto quali sarebbero le società e le proprietà dalle quali dovremmo prendere esempio per l'etica? Il Milan del pregiudicato Berlusconi, con i suoi processi anche in campo sportivo (vedasi il caso lentini), con la sua sportività (vedasi le partite di coppa Italia con l'atalanta o wuella di coppa dei lampioni con l'olimpique), con il presidente Colombo che paga con un assegno un giocatore della squadra avversaria ( calcioscommesse anni 80)? Oppure l'Inter del galantuomo Moratti, quello che il gesto dell'ombrello in tribuna a un suo ex giocatore, che interrogato in tribunale per i dipendenti spiati si giustificava dicendo che faceva tutto facchetti, che telefonava a Bergamo (designatore arbitrale), che avallava falsi bilanci (inchiesta 2007) ecc. ecc.. Oppure il Napoli società dichiarata fallita, che ha vinto due scudetti di cui uno vinto con la monetina di alemao e un altro perso in maniera sospetta (indagini sul totonero scudetto Milan 1988). No la differenza tra la juve e le altre è semplicemente il rilievo mediatico che viene riservato alle inchieste che, periodicamente, vengono aperte nei confronti delle società di calcio. E questo avviene perchè noi siamo minoranza, nel senso che, pur essendo la maggioranza relativa tra i tifosi delle varie squadre, siamo dispersi in tutta Italia e in ogni città siamo la seconda tifoseria: la prima è quella della squadra di riferimento della città e poi ci siamo noi. Questo schema si riproduce, più o meno, in tutte le città d'Italia. La Juventus, infatti, generalmente, è più seguita in provincia rispetto alla città capoluogo. Tale situazione fa sì che quasi tutti i media tendono a sposare la causa antijuventina perché, in tal modo, compiacciono di più la clientela. Personalmente ritengo quindi che, nonostante tutte le riserve che nutro nei confronti di Johnn Elkann, per la juve sia meglio restare nell'ambito della famiglia. Anche per una questione di tradizione e proprio perché è una specificità della juve
  11. Non esistono gli avvocati delle parti offese ma esistono quelli degli indagati.
  12. i soldi che gli ha fatto cacciare con gli aumenti di capitale. C'erano diverse avvisaglie che tra i due non corresse buon sangue. Del resto andrea è stato messo lì perché l'amichetto francese di johnn (blanc) aveva fallito miseramente. Poi può esserci anche il discorso superlega nel senso che Andrea si era forse esposto troppo e l'uefa, facendo anche leva sull'inchiesta torinese, avrebbe potuto penalizzare il club. Che il cda si sia dimesso per contrasti interni è comunque palese:lo ha scritto agnelli nella sua lettera di dimissioni che ha lasciato perché è venuta meno la compattezza della squadra
  13. Ho paura anche io di j.e. . E' l'unico che ha preso una squadra con 29 scudetti e l'ha portata a 27. Durante quella che si può definire la sua gestione abbiamo seriamente rischiato di uscire definitivamente dal novero delle grandi squadre. Adesso spero che non si ripeta però se deve tenere la juve solo con il fine che non gravi troppo sul bilancio di exor precludendo ogni speranza di competere ai più slti livelli è meglio che la venda
×
×
  • Create New...