Jump to content

Arminius

Tifoso Juventus
  • Content Count

    19,896
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    20

Arminius last won the day on October 11 2023

Arminius had the most liked content!

Community Reputation

10,779 Excellent

1 Follower

About Arminius

  • Rank
    Utente Posizionale

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    La dove gli spazi stretti diventano larghi e viceversa

Recent Profile Visitors

6,398 profile views
  1. Los Ratones del'Estudiantes ma anche il Racing e l'Independiente. Pugni calci sputi, spilli, bottigliate ammoniti espulsi e risse svuotapanchine, manca nulla? Direi di no Fra gli interpreti principali anche Alfio Basile e Carlos Bilardo futuri allenatori dell'albiceleste, ma anche Best, Lennox, Medina, Conigliaro, Combin e tanti tanti altri... Argomento che meriterebbe un topic a parte Per chi fosse interessato all'argomento, consiglio il libro di Daniel Williamson When Two Worlds Collide
  2. Anche perchè il frame non mostra in contemporanea il momento nel quale parte il passaggio. È ovvio che in situazione llimite il frame che fa comodo lo trovi sempre. Tanto nessuno pianterà una grana se si sbaglia contro la Juve. Gravina lo ha ampiamente dimostrato
  3. Il primo rigore c'è per via di un regolamento bizzarro. Poi si, lui è di spalle e la palla sfiora il braccio che è largo ma solo ped via della dinamica del movimento. Invece sul secondo, io ho la netta impressione che Lomungo sia già in volo quando entra in contatto con Sczecsny...mi sbaglio, sono in malafede, vedo quello che non c'è? A me è venuto in mente Zalayeta a Napoli
  4. Io di quelli in campo l'altra sera prenderei solo Kroos, che c'ha n'età Bellinghame Haaland. Certo, Modric, ma è passatello pure lui, forse De Bryune e Ruediger, che però ha lo stesso difetto di de Light, a contatto con l'uomo è invalicabile, ma se se lo perde oppure nuota in spazi troppo larghi perde i punti di riferimento. Vinicius? Rodrygo? Due Leao con più stamina ed impegno, ma il calcio è un'altra cosa, non è la finale dei cento metri, occhio a far l'errore di far diventare fuoriclasse i buoni giocatori. Il resto, i Camavinga, i Bernardo, i Foden, i Grealish fai un sacco... Poi per carità, capisco che ci sia un sacco di gente che la pensa diversamente, il che a me va benissimo
  5. No ho fatto solo un'apprezzabile autoctitica. Certo che hai una fantasia...dovresti fare la scrittrice
  6. Armì, i post prima di spingere invia risposta li devi rileggere ed eventualmente correggerli! Altrimenti sembri uno straniero analfabeta, ubriaco e sotto l'effetto di sostanze psicotrope Dai, perchè le idee ci sono ed anche le argomentazioni...e mettici un po' di impegno caccho! Per il resto è tutto ok
  7. Yessir! il punto è proprio questo. Non è flesibile, non considera che in campo ci sono altri undici che spesso non collaborano ai suoi piani. Haaland è un esempio da manuale di come non è il giocatore che si deve adattare allo schema ma è l'allenatore che deve trovare la quadra in base ai giocatori a sua disposizione. E' questo il peccato originiale di tutti quei tecnici, da Bielsa a De Zerbi, passando per Sarri e Guardiola, troppo innamorati del loro credo calcistico e troppo prusuntuosi per ammettere che a volte si può anche trovare una soluzione altrernativa invece di interstardirsi sulla loro ortosdossia
  8. Moltp spesso perchè appena ha una palla giocabile fa l'unica cosa che sa fare benissimo, ovvero vedere la porta come pochi, indipendentemente dai ghirigori tattici e dai suoi fumosi e leziosi compagni di squadra. Se hai Haaland in squadra gli devi solo dare una ventina di palle a partita, non puoi pretendere che manovri, arretri, giochi ad un tocco o faccia pressing alto.
  9. Vero, io la partita di ritorno l'trovata noiosissima, quella di andata me la sono goduta di più, certo l'elevato tasso di errori tecnici mi ha fatto sorgere il dubbio che, se fossi stato un tifoso del Real o del City, sarei stato ugualmente contento di aver pareggiato una gara, indubbiamnete divertente, ma buttata via più di una volta a causa dei giù citati errori o per scelte tecniche bizzarre? Il fatto è che nell'immaginario collettivo, Ancelotti sarà sempre un minestraro culone e Guardiola il genio che quando non vince ha pronta la sua schiera di adulatori indulgenti a sfornare una marea di "ma" e "peò". Resta il fatto che a fronte di un budget colossale il nostro, in sette anni di gestione al City ha disputato due finali vincendone una e uscendo cinque volte ai quarti o prima, un po' pochino a confronto con altri allenatori "normali" magari neno scienziati ma più pragmatici e più abili a leggere il canovaccio di una gara riuscendo a trovare le contromisure giuste
  10. Alexander Arnold è un calciatore completo con un rendimento ed una affidabilità superiore alla media, ma non viene mai sottolieato abbastanza. Perchè? Io ho l'impressione che si tenda ad esaltare o a criticare un giocatore a seconda della divisa che indossa o da chi viene allenato. Almeno qui da noi. Io sento cantare le doti di gente, Grealish, tanto per non fare nomi o anche Leao, per rimanere a casa nostra che mi viene il sospetto che molti commentatori si basino su parametri diversi da quelli di qualche tempo fa, mettici la mancanza di memoria storica e di conseguenza l'incapacità di fare paragoni ed ecco il crearsi degli equivoci mediatici imbarazzanti. Si è persa la capacità di giudicare besandocisi su un paio di dribbling, un numero da foca o due gol e si grida al campione. Quanti nomi, negli ultimo cinque anni, di presunti fenomeni che sono stati sbandierati ai quattro venti o pagati una fucilata dei quali oggi non si ricorda quasi nessuno? Oppure vogliamo davevro credere che Gralish Leao, tanto per non fare nomi siani davvero materiale da 100 milioni?
  11. Ma quelli che dici tu , si erano fatti passare per la testa anche di tirare una soatta non quello straccio bagnato. Dettaglio da non sottovalutare, idea buona esecuzione pessima. La starda per la semifinale è lastricata di buone intenzioni (semicit.) La differenza sta tutta li.
  12. Manco lo sapevo però adesso che me l'hai fatto venire in mente....riparo con un Romeo, Romeo, perchè sei tu Romeo! Così dopo Romeo Anconetani cito anche Romeo Shakespeare
  13. Concordo. In certi casi non è strategia tattica ma religione
  14. A me invece ha fatto ridere il pallone della Nivea che ha tirato Bernardo Silva o come lo chiamava il telecronista di TNT Baennado Sielva E comunque cosa passa nel cervello suo o ad esempio di Zaza e Jorginho che ti spinge a tirare una cacata simiile?
×
×
  • Create New...